Community

Home
Magazine della casa
Soluzioni per dividere un open space senza usare le pareti
elisabetta.garoni
Architetto
01/12/21-10:20 (modificato)

Soluzioni per dividere un open space senza usare le pareti

Vivi in un open space, dove l’ingresso si apre sul soggiorno che si fonde con la cucina che è un tutt’uno con la sala da pranzo? Abitare un unico grande ambiente è affascinante: gli spazi sembrano più grandi, le comunicazioni immediate e la socializzazione tra chi sta cucinando e chi è sul divano facilitata dalla mancanza di pareti. In certi casi separare le zone senza però ricorrere a nette divisioni aiuta a organizzare visivamente lo spazio, a costruirlo e organizzarlo. Scopri alcune soluzioni che possono esserti di ispirazione per dividere un openspace senza usare le pareti.

Idea per separare l’ingresso dal living – Leroy Merlin

1) Abbassa il soffitto con il cartongesso

Abbassare, anche solo di pochi centimetri una parte dell’openspace, serve per delimitare due zone con funzioni distinte. Il cartongesso è il modo ideale per raggiungere lo scopo ed è un’ottima soluzione anche per nascondere eventuali irregolarità del soffitto, per ospitare il passaggio di impianti e soprattutto per accogliere l’illuminazione. Nell’ingresso e in cucina puoi disegnare uno schema per i faretti da incasso. Scegli modelli verniciabili o con ghiere in finiture metalliche che si sposino bene al tuo arredamento.

Ispirazione dividere gli spazi con soffitto ribassato – cotemaison

2) Diversifica il pavimento

Agisci sui pavimenti per separare visivamente la cucina dal soggiorno. Puoi scegliere una piastrella in gres porcellanato per la cucina e un bel parquet per il living. Unisci la praticità della ceramica nelle zone più delicate come intorno alla zona cottura, al calore del legno per il soggiorno. Può anche bastare un bel tappeto sotto a divano e poltrone per spezzare la monotonia.

Ispirazione per abbinare pavimenti diversi in un unico ambiente - Leroy Merlin

3) Differenzia l’illuminazione

Illuminazione tecnica per la cucina, una sospensione sul tavolo da pranzo per creare un’atmosfera raccolta, lampade da terra e da tavolo per le zone relax e conversazione, una lampada da scrivania per l’angolo studio, faretti e binari per corridoi e ingressi: tutto questo contribuisce a diversificare le zone e a creare l’illusione di separare ambienti che nella realtà sono uniti. La luce giusta crea l’atmosfera adatta ad ogni momento e attività della giornata e aiuta a scandire lo spazio. Ti sembra impossibile che un tocco di luce possa sostituire una parete? Provare per credere!


Ispirazione per scandire o spazio con la luce - Leroy Merlin

4) Progetta il colore

Il colore, studiatissimo, è come sempre un’arma vincente. L’esempio che ti propongo spiega alla perfezione come dividere un open space a seconda dell’utilizzo attraverso un uso sapiente del colore e dei materiali. Le pareti, la porzione di soffitto e il pavimento, di un intenso verde petrolio, delimitano l’home office e lo staccano visivamente dal soggiorno. Ricorrere alla pittura murale colorata è un’idea interessante da utilizzare anche per l’angolo cottura o per l’ingresso.

Ispirazione per arredare l’angolo cafè in un negozio di fiori – Rphome

Hai l'esigenza di dividere l'ingresso dal soggiorno? Hai trovato un'idea da riprodurre e adattare nel tuo openspace? Raccontaci le tue idee qui sotto nei commenti!

Continua ad esplorare la Community!