Community

Benvenuto nella Community di Leroy Merlin

Dove è bello condividere la voglia di fare casa.
Cerca nella community
Feed
Naviga
IRONWOOD
ha pubblicato una foto su Gallery casa e giardino
31/10-17:00
approvato
Vedi dettagli
Ornella Di Mauro
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
21/11-17:38

Realizzare un calendario dell’avvento fai da te

Filtrato
Progetti fai da te

Se amate l’atmosfera magica del Natale e avete dei bambini sicuramente starete pensando a come realizzare un calendario dell’avvento fai da te che li accompagni nell’attesa della grande festa: ogni giorno, infatti, i bambini apriranno un sacchettino e troveranno una piccola sorpresa. Oggi vi spiego passo passo come realizzarne uno in stile “Classic Christmas” a partire da un pannello di abete grezzo.

Calendario fai da te - immagine dell'autrice

I Materiali

Passare l’impregnante sul legno

Per prima cosa, passate una mano di impregnante per scurire il legno e, mentre il pannello di legno si asciuga, realizzate i sacchetti da 21x18 cm con la carta da parati. Vi basterà srotolate il rotolo e con l’aiuto della riga e della matita e segnare i punti dove tagliarla.

Applicazione impregnante - immagine dell'autrice

Realizzare i sacchetti

Dalla parte più lunga segnate 18 e 36 cm sia sopra che sotto in modo da unire i due punti con la riga ed effettuare con il taglierino un taglio preciso. Mi raccomando di farlo su una base rigida. Proseguite così fino ad ottenere 12 rettangoli da 18x52 cm che dovrete tagliare ulteriormente. Segnate i punti (sempre sopra e sotto) a 21 e 42 cm. Tagliate e otterrete così due rettangoli 18x21. Proseguite fino ad ottenere i 24 sacchetti del calendario. Una volta ottenuti i 24 rettangoli, posizionateli uno ad uno sotto la riga per la lunghezza di 21 cm. Piegate la parte sinistra a 6 cm e la parte destra a 15,5 cm. Il sacchetto deve essere largo 9,5 cm. Mettete il biadesivo su tutta la lunghezza della parte sinistra che sta sotto la destra e chiudete il sacchetto. Piegate la base di 4 cm, apritela e piegate all’interno gli angoli creando una sorta di rombo. Mettete una punta di colla a caldo nelle parti laterali. Ripiegate l’aletta inferiore oltre la metà e mettete una punta di colla a caldo e abbassate l’aletta superiore formando così la base del sacchetto. Infine, piegate di 3 cm la parte rimasta aperta.

Realizzazione sacchetti - immagine dell'autrice

Posizionare le mollette

Adesso prendete le misure per posizionare le mollette: mettete la riga orizzontalmente al pannello e il flessometro verticalmente. Dall’alto lasciate uno spazio di 3 cm e segnate in orizzontale con la matita i punti a 7, 19, 31 e 43 cm. Ripetete lo stesso procedimento abbassando la riga alle misure verticali di 19, 36, 52, 68 e 84 e segnando rispettivamente con la matita sempre gli stessi punti in orizzontale. Poi, attaccate le mollette con la colla a caldo nei punti segnati. La base del calendario adesso è pronta.

Fissaggio mollette - immagine dell'autrice

Decorare i sacchetti

Passate adesso alla decorazione dei sacchetti. Staccate i rametti di abete dal ramo centrale e tagliateli in due o in tre a seconda della grandezza del ramo. Attaccateli uno ad uno alla molletta con la colla a caldo lasciando la parte superiore della molletta libera e posizionandoli a testa in giù così da simulare dei piccoli abeti. Infine, con il pennarello rosso scrivete i numeri sui sacchetti e, una volta pronti, appendeteli in ordine numerico per comporre il calendario.

Decorazione sacchetti - immagine dell'autrice

Il tocco in più

Arricchite il pannello con la ghirlanda fissandola a sinistra, dall’alto verso il basso, con dei punti di colla a caldo. Intrecciate quindi la catena luminosa con la ghirlanda, partendo dal basso e lasciando libero il vano batteria. Proseguite così su tutto il pannello fissandola dove serve con il biadesivo. Sistemate le luci, fissate con la colla a caldo nella parte posteriore del pannello la scatoletta con le batterie. Potete aggiungere tutti gli elementi che preferite, come palline rosse e pigne verdi. Agganciate tra di loro le decorazioni con il filo di nylon, aggiungete un fiocco verde o rosso e attaccate al sacchetto con la colla a caldo. Ricordate di bilanciare le decorazioni, alternando i colori e lasciando gli spazi giusti. Et voilà!

Decorazione Calendario - immagine dell'autrice

Il calendario è pronto per essere riempito di dolci pensieri. Basterà appoggiarlo su un muro, per terra ad altezza bambino o appenderlo come un quadro.Ti è piaciuto questo progetto? Se hai dei dubbi fammelo sapere nei commenti. E se hai realizzato anche tu un calendario dell'avvento fai-da-te non dimenticare di condividerlo nella nostra Gallery casa e giardino.

Risultato finale- immagine dell'autrice

Vedi dettagli
AnnaZorloni
Garden Expert
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
01/11-18:17

Decora la casa con le lanterne di Physalis alkekengi

Filtrato
Giardino e terrazzo

L’autunno è ricco di frutti colorati, anche insoliti, che potrai trovare facendo una semplice gita in campagna e nei boschi. Corbezzoli, giuggiole, bacche rosse a non finire! Con un po’ di fortuna, potrai anche trovare arbusti di Physalis alkekengi! La pianta delle lanterne! Sì, sono proprio le stesse che nascondono una piccola bacca acidula, che solitamente, nel periodo natalizio, vedi ricoperta di cioccolata nella vetrina del pasticcere! Potrai utilizzare rami di alkekengi anche per decorare la tua casa nel periodo natalizio! Scopri le caratteristiche di questa pianta generosa e molto decorativa!
Con i rami di Physalis alkekengi puoi creare decorazioni natalizie originali e colorate! – foto Pixabay
Con i rami di Physalis alkekengi puoi creare decorazioni natalizie originali e colorate! – foto Pixabay

Conosci la pianta delle lanterne?

Physalis alkekengi, anche detta semplicemente alchechengio, è una specie appartenente alla famiglia delle Solanaceae, come i più noti pomodori. I suoi frutti, infatti, sono delle bacche tonde, non più grandi di una ciliegia (diametro 1-1,5cm), che a maturità si colorano di arancione tendente al rosso. Sono avvolte dal calice accresciuto del fiore, sottile e cartaceo, anch’esso di colore arancione quasi rosso, richiuso ad assumere la forma di una lanterna… è per questo motivo che questa pianta viene chiamata “pianta delle lanterne”. Man mano che la bacca racchiusa al suo interno matura, il calice tende a seccare e a ridursi ad uno scheletro. Physalis alkekengi è una pianta erbacea, di dimensioni medio-piccole, solitamente alta circa un metro e piuttosto ramificata. Le sue foglie ovali-lanceolate, di colore verde chiaro, cadono con l’arrivo del freddo, lasciando sui rami le sole lanterne colorate, ricadenti verso il basso, al cui interno sono maturate le bacche.
Le bacche di alkekengi sono racchiuse entro una lanterna arancione: è il calice del suo fiore – foto Pixabay
Le bacche di alkekengi sono racchiuse entro una lanterna arancione: è il calice del suo fiore – foto Pixabay

Procurati qualche ramo di Physalis alkekengi

Potrai procurarti qualche ramo di Physalis alkekengi acquistandolo da un fiorista o nel reparto giardinaggio del negozio. Ma se ti piace passeggiare nelle campagne o nei boschi umidi al di sotto dei 1000m slm, potrai raccogliere qualche ramo di questo arbusto nel periodo autunno-invernale. E’ proprio in questo periodo, infatti, che la pianta si colora di arancione grazie alla presenza delle “lanterne”. Raccogline qualche ramo con una forbice da potare, senza rovinare la pianta, mi raccomando. Una volta portati a casa e ripuliti da eventuali foglie o parti secche, utilizzali per creare mazzi o composizioni con tutta la tua fantasia!
Potrai trovare qualche ramo di Physalis alkekengi in campagna, magari sotto la neve! – foto Pixabay
Potrai trovare qualche ramo di Physalis alkekengi in campagna, magari sotto la neve! – foto Pixabay

Coltivare l’alchechengio è facile!

Puoi coltivare una pianta di Physalis alkekengi nel tuo giardino. Scegli una posizione soleggiata e vedrai che crescerà con poche cure! Acquista una piantina già pronta da mettere a dimora, direttamente in giardino, o in vaso, nel periodo autunnale o in primavera. Ricordati che il terreno deve essere ben drenante, privo di ristagni idrici, e preferibilmente fertile. Se vuoi avere una pianta rigogliosa e forte, che produca tante belle lanterne, concimala regolarmente con un prodotto granulare come Flortis Blu, completo di elementi nutritivi. Oppure potrai anche partire da seme: acquista semi di buona qualità e segui le istruzioni indicate sulla bustina! Metti i semi a germinare in un vasetto con terriccio morbido, a primavera: quando saranno sviluppati a sufficienza, potrai trasferirli direttamente nella terra del giardino o in un vaso più grande dove la pianta completerà il suo sviluppo.
Coltivare una pianta di alkekengi è facile, scopri come fare – foto Pixabay
Coltivare una pianta di alkekengi è facile, scopri come fare – foto Pixabay

Utilizzo in cucina di Physalis alkekengi

Le bacche arancioni di Physalis alkekengi sono commestibili, e ricche di proprietà benefiche: contengono, infatti, un grande quantitativo di vitamina C, oltre ad acido citrico e zuccheri. Hanno anche proprietà diuretiche e antinfiammatorie! Vengono utilizzate in pasticceria per la creazione di marmellate e dolci golosissimi che potrai mettere in tavola proprio nelle festività natalizie! Un ottimo accostamento è quello con la cioccolata fondente! Il contrasto tra il sapore acidulo delle bacche di alkekengi e il dolce della cioccolata è una bomba di bontà! Ma fai attenzione: solo le bacche di Physalis alkekengi sono commestibili, le restanti parti della pianta sono tossiche!
Le bacche di alchechengi sono buone! Le hai assaggiate ricoperte di cioccolata fondente? – foto Pixabay
Le bacche di alchechengi sono buone! Le hai assaggiate ricoperte di cioccolata fondente? – foto Pixabay

Perché non provi a coltivare una pianta di alchechengio nel tuo giardino? Se vuoi qualche consiglio, chiedimelo qui sotto.

Seme fiore Alkekengi
BLUMEN
Seme fiore Alkekengi
Vedi dettagli