Community

Home
Decorazione e Illuminazione
Pubblica su Decorazione e Illuminazione
fedelefreaks
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
28/11-14:54

Decorare una lanterna natalizia

Filtrato
Progetti fai da te

Il Natale è un momento magico per grandi e piccini, ideale per trascorrere del tempo insieme creando ricordi unici. Tra questi non può di certo mancare quello impiegato a fare l’albero e a decorare la casa. Se amate il fai da te, sarà bellissimo coinvolgere i bambini con semplici lavoretti che possano rendere l’arrivo di Babbo Natale ancora più speciale. Per questo, vi racconto come realizzare e decorare una perfetta lanterna di Natale da lasciare accesa sul davanzale per indicare la strada a Babbo Natale la notte del 24 dicembre, quando sarà impegnato a consegnare i suoi doni.

Lanterna di natale - immagine dell'autrice

Materiali

Disegnare forme semplici e geometriche

Come prima cosa, avvolgete una parte del Barattolo di vetro con il Nastro carta carta e con la penna disegnate delle formine a scelta (alberi di Natale, stelline, cuori...). Scegliete forme semplici e geometriche. A questo punto ritagliate le forme con il taglierino e rimuovete il nastro in eccesso.

Stencil decorativo sul Barattolo - immagine dell'autrice

Stendere la colla vinilica sul barattolo e ricoprirlo di neve

Una volta decise e ritagliate le vostre formine, mescolate in un ciotolina la colla vinilica con un po' d'acqua. Poi stendetela sul barattolo con il pennello e immergetelo con la colla ancora fresca nella neve finta. Fate attenzione di ricoprire bene ogni parte per un effetto ricco e compatto.

Effetto neve con colla vinilica - immagine dell'autrice

Decorare il barattolo luminoso

Una volta che il vostro barattolino è completamente “innevato”, lasciatelo asciugare qualche minuto e poi passate alla decorazione, la parte più divertente! Avvolgete nastri, spago o festoni natalizi attorno al bordo aiutandovi con la colla a caldo per fissare il tutto. Sempre utilizzando la colla, attaccate anche rametti, pigne e bacche sul bordo. Se serve, potete aggiungere lo spago per fissarle ancora meglio.

Decorazione con addobbi natalizi - immagine dell'autrice

Il tocco finale

La vostra lanterna luminosa è quasi pronta: ritrovate i punti in cui avevate attaccato il nastro carta e staccatelo per avere delle "finestrelle" all'interno del barattolo. Ora non vi resta che inserire le lucine, accenderle e godervi tutta la magia del Natale!

Risultato finale - immagine dell'autrice

E ora tocca a voi! Realizzare una piccola lanterna natalizia è un lavoretto semplice e divertente, sia per gli adulti che per i più piccoli, e può essere uno splendido modo per vivere insieme tutta la magia del Natale. Accese di sera sulle finestre o sistemate sulla libreria, aiuteranno a creare un’atmosfera calda e accogliente, senza contare che potrete farne quante ne volete! All’interno potete posizionare sia luci al led che candele vere e proprie, per tenerle accese durante tutto il periodo delle festività. Grazie a queste simpatiche lanterne anche Babbo Natale troverà la strada e non potrà fare a meno di lasciare tanti doni nella vostra casa. Provate e se avete domande scrivetele qui nei commenti!

Vedi dettagli
fedelefreaks
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
25/11-16:04

Realizzare una corona di Natale creativa

Filtrato
Progetti fai da te

Il momento più magico dell’anno è arrivato, e con esso il tempo di ritirare fuori lucine e decorazioni per rendere la nostra casa perfetta e più accogliente che mai in vista del Natale. Come ogni amante del fai da te sa, però, c’è ancora più soddisfazione nel creare degli addobbi unici e fatti a mano, perciò vi propongo una corona, semplice da realizzare ma di grande effetto, una piccola idea regalo perfetta anche da portare in dono ad amici e parenti. E se avete bambini, sarà bellissimo coinvolgerli in questo progetto: sono sicura che si divertiranno moltissimo tra stoffe e decorazioni!

Corone di Natale - immagine dell'autrice

I materiali

Tagliare i tessuti a misura

Per prima cosa, create un occhiello per la vostra corona con un nastrino o un pezzo di spago: vi servirà più tardi per poterla appendere. Dopodichè tagliate due strisce di tessuto con stampe natalizie, larghe non più di 6-7 cm e lunghe circa 1 metro. Ne userete una per ricoprire la base della ghirlanda e una per realizzare un bel fiocco per decorarla.

Fissaggio Occhiello - immagine dell'autrice

Applicare il tessuto intorno alla base della corona

Una volta creato l’occhiello della vostra corona e tagliati i tessuti a misura, fissate la prima striscia di tessuto intorno alla base con un po’ di colla a caldo e iniziate ad avvolgerla fino a ricoprirla per intero. Tagliate l'eventuale eccesso di tessuto e fissate tutto con la colla.

Fissaggio tessuto - immagine dell'autrice

Realizzare il fiocco della corona

Applicato il tessuto intorno alla base della vostra corona, tagliate anche quello che avete scelto per il fiocco in tre parti e chiudetene una ad anello (sempre usando la colla a caldo), mentre su una estremità delle altre due eseguite un taglio a V. Poi, prendete la parte ad anello e chiudetela nel mezzo con una strisciolina più sottile di tessuto per dargli la caratteristica forma “a fiocco”. Ora fissate gli altri due pezzi di tessuto sul retro con la colla.

Realizzazione del fiocco - immagine dell'autrice

Decorare la corona con creatività

La vostra corona natalizia è quasi pronta! Adesso posizionate il fiocco e scegliete la combinazione che preferite: vi consiglio di posizionarlo in basso. Quando sarete soddisfatti, fissate tutto con la colla a caldo. A questo punto non vi resta che scegliere le decorazioni natalizie che più vi piacciono: rametti di abete, pigne, bacche, lustrini o qualsiasi altra cosa vi suggerisca la vostra creatività. Anche in questo caso, una volta trovata la posizione che più vi piace per la vostra composizione, fissate con la colla. Io ho scelto di posizionare le decorazioni sulla parte alta della corona per creare un effetto bilanciato con il fiocco. Et voilà, la corona è pronta!

La corona di Natale è finita, ora potete appenderla per decorare casa in modo unico e originale! E ovviamente potete anche divertirvi a realizzarne tante versioni diverse, lasciate libero spazio alla fantasia e alla creatività. Potete anche sfruttare materiali di recupero come scampoli di tessuto, nastrini o aggiungere qualche fetta d’arancia essiccata per rendere la vostra corona profumatissima. Fatemi sapere come va e se avete domande scrivetele qui nei commenti!

Vedi dettagli
GiusepPina
ha pubblicato su Forum prodotto
23/11-08:35

Buongiorno, ho la necessità di schermare le finestra di camera da letto e bagno con una tenda (no adesivi su vetri), che tipo di tessuto acquistare che faccia passare la luce diurna e non traspaia quando la sera all'interno viene accesa la luce?

Vedi dettagli
ValentinaGrispo
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
22/11-17:21

Arredare casa in perfetto stile siciliano

Filtrato
Intera casa

La Sicilia con i suoi colori, le sue atmosfere e i suoi profumi non ha conquistato e ispirato solo il mondo della moda, ma anche quello dell’interior design. Chi conosce la Sicilia, ma anche chi la scopre per la prima volta, se ne innamora e non vorrebbe più andar via. Buon cibo, clima ideale, mare azzurro e accoglienza calorosa, la buona notizia è che ricreare le suggestioni dell’isola del Mediterraneo a qualunque latitudine, è possibile, ma non basta individuare gli elementi chiave dello stile siciliano e inserirli negli ambienti di casa. Affinchè lo stile ricreato sia autentico, è fondamentale definire la palette dei colori da utilizzare, che sono quelli della campagna che si mescolano a quelli meravigliosi del mare.

Salotto in stile siciliano - immagine dell'autrice

Quali colori prediligere?

Ocra e color sabbia: sono le tonalità ideali per ricreare un ambiente caldo e accogliente, perfetti da utilizzare in soggiorno e, in generale, nella zona living della casa. Color marsala: adatto sia alla zona notte che al soggiorno, è un colore molto sofisticato che è stato eletto nel 2015 colore dell’anno dall’istituto Pantone. Azzurro, blu e turchese i colori del mare sono belli sia sulle pareti , che in bagno e in camera da letto, rigorosamente a contrasto con il candido bianco, regalano agli ambienti una luminosità naturale e un mood vacanziero. Giallo: è un colore da usare con il contagocce per le decorazioni e i tessili, da usare come punto luce ad esempio per i cuscini, un bel centrotavola in ceramica riempito di succosi limoni. Bianco tutt’altro che un non colore, è fondamentale per ricercare il contrasto con le tonalità più accese e per enfatizzare la luce.

Mobiletto giallo - immagine dell'autrice

Quali Materiali usare?

I materiali sono quelli della tradizione, ma l’obiettivo è sempre ricreare un effetto rustico ma anche ricercato e raffinato. Sì alle maioliche decorate in cucina che possono essere anche in pvc, sì al piano in marmo o gres come base da lavoro che rimanda alle cucine di campagna, sì alla pietra naturale chiara come quella di Ragusa o Modica per i rivestimenti, sì anche al legno e al ferro battuto, grandi classici dello stile siciliano, ma a patto che creino commistione con elementi moderni come lampade di design, quadri o elementi decorativi contemporanei che smorzino l’effetto casa della nonna.

Maioliche tipiche siciliane - immagine dell'autrice

Dettagli ed elementi decorativi da scegliere

Teste di moro: non possono mancare in una casa arredata in stile siciliano i tradizionali vasi antropomorfi ispirati alla famosa leggenda. A seconda dell’arredamento si possono scegliere in versione classica decorate dagli artigiani di Caltagirone o in versione più moderna e pop. Da inserire per lo più nella zona living come portavasi o anche come semplici elementi decorativi. Ceste in vimini e paglia: da usare come porta piante, porta riviste, per riporre i plaid, è un elemento naturale che regala all’ambiente calore. Ceramiche: che siano vasi, centrotavola o piatti che decorano le pareti, sono portavoce dei colori della Sicilia e sono un must irrinunciabile. Cuscini servono a creare movimento e dare un tocco di colore ad un divano monocolore. In velluto sono più raffinati e rimandano ai tessuti sontuosi dei salotti delle case nobiliari. Tende su tutti i tessuti pregiati per i tendaggi, è il lino quello da prediligere, meglio se dal colore neutro, perfetto per donare luminosità alla stanza. Tappeti sono un elemento molto importante e possono rappresentare un tocco di colore, come nel caso dei tappeti vinilici che riprendono la stampa delle cementine sicule oppure al contrario essere in toni neutri e materiali naturali come iuta, canapa. Specchi nascono come elementi funzionali per guardarsi ma possono servire anche a diffondere luce negli ambienti. Se ne volete uno importante da posizionare in un punto focale della casa, sceglietelo con cornice barocca.

Vasi antropomorfici tipici con arance - immagine dell'autrice

Gli errori da non fare

Lo stile siciliano è fatto di colore ed è espressione dello spirito gioioso e vivace che contraddistingue gli isolani. Quello che però vi raccomandiamo è di non cadere nell’eccesso. L’obiettivo nell’arredamento siciliano rimane la creazione di ambienti che siano al contempo decorati, ma comunque sobri ed eleganti, non fate l’errore di accumulare in casa tutto ciò che richiama colori, forme e odori dell’isola mediterranea. Scegliete con cura gli elementi decorativi in modo che siano in armonia e che dialoghino tra loro, lasciando che sia comunque la luce naturale l’elemento predominante.

Vasi antropomorfici tipici con piante - immagine dell'autrice

Ora che hai capito come arredare casa in stile siciliano voglio darti un’ultima dritta: se hai in casa mobili datati che sono troppo agée per i tuoi gusti, puoi ridipingerli e dargli nuova vita. Attenendoti alla palette che ti abbiamo indicato, un vecchio comodino in legno ereditato dalla nonna, cambia faccia se ritinteggiato in una bella tinta color marsala, un cupo armadio in legno può diventare un comodo e brioso porta-asciugamani in bagno se ridipinto di azzurro cielo. Ti bastano vernici e pennelli e un po’ di manualità. Hai domande? Scrivile nei commenti!

Vedi dettagli
Carmela Palumbo
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
22/11-17:05

Conoscere il colore: soluzioni e ispirazioni per abitare meglio

Filtrato
Intera casa

Sai che la scelta dei colori nell’arredamento ti permette di trasformare la tua casa in un’oasi di benessere? I colori in casa – così come la luce, le texture, i suoni, gli odori – sono i migliori amici di una Casa Felice, cioè in grado di rigenerarti giornalmente nel corpo e nella mente grazie alle loro caratteristiche intrinseche. Stagione dopo stagione la natura ci regala immagini e sfumature di infinita bellezza. Conoscere il mondo dei colori e trarre ispirazione da quelli osservati in natura, significa dotarci di strumenti che consentono di scegliere con serenità le nuance ideali per ogni ambiente della nostra casa. Ecco i miei 4 consigli da Interior Experience Designer.

Salotto ispirato alla natura - immagine Leroy Merlin

Colori e benessere a casa, da dove iniziare?

La scelta dei colori per la casa è tutt’altro che “accessoria”. Come le emozioni, i pensieri e gli stati d’animo, anche i colori sono vibrazioni e – come scientificamente dimostrato – influiscono sul benessere psicofisico ed emozionale. Per comprendere questo legame, pensa e osserva la differenza tra le tinte fredde e le tinte calde. Il rosso e le tonalità a esso vicine – i colori caldi che, non a caso, predominano nelle prime ore del mattino – hanno sul nostro organismo una funzione attivante, come una “sveglia naturale”. Al contrario, le tinte che tendono al blu – colori freddi tipici della sera e notte - hanno un effetto tranquillizzante. Ecco perché è fondamentale tenere in considerazione innanzitutto questa distinzione quando scegli i colori di arredi e pareti! Con i miei clienti parto sempre dall’osservazione della sensazione di benessere che procura loro un elemento naturale: scatto una foto e ne estraggo i colori per ricreare un’atmosfera e delle sensazioni similari.

Sala da pranzo con colori freddi - immagine dell'autrice

Abbinare i colori in casa: l’armonia

Avrai sentito parlare di accordi cromatici, ma come si abbinano i colori nell’arredamento per “accordi armonici”? Aiutati e divertiti utilizzando il cerchio di Itten (puoi trovarlo online) per scoprire abbinamenti di colori analoghi o complementari - di vivace impatto visivo - o ancora complementari adiacenti - per contrasti più delicati. Tre consigli che la ruota di Itten non ti darà: 1) prendi spunto dalla natura e portane i colori in casa. In oltre 20 anni di esperienza ho appreso che il modo in cui la natura abbina i colori ha sempre un carattere armonico; 2) gli opposti sì valorizzano: una parete neutra (bianco o grigio) prende vita con un dipinto ricco di colori o con accessori colorati nelle vicinanze (e viceversa); 3) sai che una scelta cromatica può aiutarti a creare delle illusioni ottiche che rendono la percezione di volumi sproporzionati di uno spazio, confortevoli ed armonici?

Studio con volumi armonici - immagine Leroy Merlin

Portare i colori della natura in casa

Il benessere di ogni essere umano richiede armonia con la natura e i suoi cicli. Per questo il mio metodo di progettare Case Felici si basa sul Ciclo Circadiano. L’alba ci fornisce una luce dai colori caldi come l’arancione, che dona energia per affrontare la giornata. Il tramonto, invece, ci dona colori rilassanti in vista del riposo, come l’indaco. Quindi, in termini generali, i colori caldi andranno nella zona giorno, quelli freddi nella zona notte: ma la distinzione non è così netta perché la stessa stanza può essere sede di esperienze diverse. Allora per scegliere i colori degli interni di casa è importante è necessaria una certa flessibilità. Un consiglio sempre valido? Punta su colori neutri per le basi dei tuoi spazi: una tonalità neutra (tortora ad esempio) ti permette di giocare con i dettagli e al contempo di mantenere l’armonia con elementi e colori della natura.

Salotto ispirato alla natura - immagine Leroy Merlin

Arredare casa con colori e ritmi delle stagioni?

Sì, ma non sarà di certo necessario un restyling di interni a ogni cambio stagione! Ogni stagione, grazie alla luce e ai colori, porta con sé i suoi simboli, la sua energia, i suoi stati d’animo, che possiamo ritrovare in ognuno di noi e ricreare nei nostri spazi. Creare armonia tra i colori in casa e quelli che ciclicamente la natura offre, aiuta a sentirci parte di un tutto più grande e anche a vivere al meglio ogni stagione, generando benessere. La buona notizia è che, se hai già seguito i suggerimenti precedenti, ti basteranno piccoli e semplici dettagli per farlo. Cuscini, piantine, tappeti, tende, quadretti: ascolta le sensazioni che i colori di ogni stagione ti fanno provare e libera la fantasia!

Salotto con colori stagionali - immagine Leroy Merlin

Le stagioni

In Primavera puoi giocare con una straordinaria e vivace tavolozza di colori che suscitano sensazioni di allegria, ottimismo, rinascita: il giallo, il rosso, l’arancione, il dorato e l’azzurro, fino al blu, il viola e il lilla oppure le sfumature del rosa. In estate le tinte delicatamente vivaci primaverili hanno bisogno di farsi più accese ed energiche. Ad esempio d’estate usare dettagli di colore rosso acceso per la cucina crea armonia richiamando il rosso della frutta estiva (come l’anguria e le ciliegie). E poi ci sono i colori caldi, avvolgenti e delicati dell’autunno. Con i colori giusti puoi ricreare in casa l’atmosfera di un bosco: cuscini o altri dettagli di colore arancio e ocra con macchie di rosso e violetto, il verde pallido delle foglie o quello intenso dei castagni nelle nostre tende, e così via. Infine l’inverno, con i suoi colori freddi: i nostri sensi sono un po’ ovattati e questo ci porta a ritirarci al nostro interno e all’interno delle nostre case, alle quali chiediamo di coccolarci e darci calore. In questo caso ci vengono in aiuto i colori pastello, le tonalità più pacate, naturali, terrose, i colori caldi e i tessuti avvolgenti come il velluto.

Tavola da pranzo con colori invernali - immagine Leroy Merlin

Ricordate: “Abitare è un’esperienza e sta a noi renderla un’esperienza FELICE”. Se desideri scoprire di più su cos’è e come si realizza una Casa Felice, dai un’occhiata al mio libro "Il Restyling efficace per la tua Casa Felice”. Quale di questi suggerimenti avete più curiosità di provare? Qual è la vostra esperienza con la scelta dei colori per arredare casa? Avete già provato alcuni dei benefici di portare i colori della natura in casa? Vi leggo e rispondo alle vostre curiosità nei commenti.

Vedi dettagli
Mammapuntoacapo
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
21/11-18:06

Realizzare un calendario dell’avvento fai da te

Filtrato
Progetti fai da te

Dicembre è vicino, un mese pieno di magia in cui inizia il conto alla rovescia per il giorno più atteso dell’anno, il Natale. Le strade si riempiono di luci, le vetrine dei negozi si addobbano a festa, nell’aria risuonano le canzoni natalizie più amate di sempre. E nelle nostre case? L’incanto del Natale non può di certo mancare, soprattutto se ci sono dei bambini! Quindi perché non realizzare insieme a loro un calendario dell’avvento fai da te per contare insieme ai nostri piccoli i giorni che ci separano alla notte più favolosa dell’anno? 24 caselline da riempire con dolciumi o piccoli regalini e che darà tutto un’altro sapore all’attesa del Natale in famiglia. Ma come si costruisce un calendario dell’avvento? Qua vi spiego passo passo come crearlo.

Calendario fai da te - immagine dell'autrice

I materiali

Costruire la struttura

Come prima cosa bisogna partire dalla struttura e quindi dai listelli di legno. Il primo dei due, da 9x30x1000mm, va tagliato in due parti: la prima da 60 cm e l’altra da 40 cm. Il secondo listello deve invece essere diviso in tre pezzi delle seguenti misure: 20, 30, 50 cm. Una volta che avrete i listelli delle giuste misure dovrete assemblarli.
Usate il listello più lungo e largo come tronco del vostro albero e attaccate con la colla millechiodi i rami partendo da 15 cm e mettendo il listello da 60 cm, poi lasciate altri 15 cm e mettete quello da 40 e cosi via fino ad arrivare a quello da 20 cm. Adesso che avete la struttura non vi resta che dipingerla con la tempera acrilica e la struttura del vostro albero è pronta.

Costruzione telaio - immagine dell'autrice

Realizzare le bustine

Ora è il momento di realizzare le caselline. Ritagliate la carta da pacco 25x8 cm e piegate in modo da formare una parte di 10 cm e una di 15 cm. Poi, piegate i lati di 1 cm per parte e incollateli tra loro in modo da formare una bustina. Una volta ripiegate le estremità in alto della chiusura a triangolo, incollatele e la vostra bustina sarà pronta. Ripetete per 24 volte in modo da avere 24 bustine.

Piega delle bustine - immagine dell'autrice

Decorare l’albero

Adesso che avete le bustine potete, è arrivato il momento più divertente di tutti: decorare l’albero! Ovviamente a guidare è solo la vostra creatività, potete farlo come più vi piace: disegnare renne, ritagliare alberelli di natale con la carta adesiva colorata, utilizzare pennelli e vernici ma anche dei semplici pennarelli. Insomma lasciate spazio alla fantasia e ricordate di scrivere i numeri da 1 a 24 sulle bustine.

Decorazione bustine - immagine dell'autrice

Il tocco in più: la stella

Sulla punta della vostra struttura in legno potete attaccare una bella stella di natale ritagliandola dalla carta adesiva vellutata rossa.

Disegno stella - immagine dell'autrice

E ora non vi resta che appendere le bustine (riempite con piccoli regalini) sui rami dell’albero con le mollettine bianche e il vostro calendario dell’avvento è pronto. Ti è piaciuto questo progetto? Se hai dei dubbi, Scrivimeli nei commenti. E se hai realizzato anche tu un calendario dell'avvento fai-da-te condividilo nella nostra Gallery casa e giardino.

Risultato finale - immagine dell'autrice

Vedi dettagli