indietro a leroymerlin.it

Community

Home
Pavimenti e rivestimenti

Pavimenti e rivestimenti

Segui
elisabetta.garoni
Architetto
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
09/08-14:50

5 idee a cui ispirarsi per un pavimento a scacchiera in casa

Il più classico dei pavimenti sta tornando di grande attualità dopo alcuni decenni di scarso interesse. Sto parlando del motivo a scacchiera in bianco e nero dalla storia antica, anzi antichissima, utilizzato già nei templi dell’antico Egitto e, con alterne fortune, arrivato al massimo splendore negli anni ’20. Ecco alcune idee su come e dove utilizzarlo.

Ispirazione per valorizzare la scala con il pavimento - Leroy Merlin

Creare inserti a scacchiera su pavimenti neutri

La posa a scacchi è semplicissima ma di grande impatto e carattere deciso. Diciamo che non è un pavimento per tutti, soprattutto per chi preferisce rivestimenti neutri che facciano da sfondo ad arredi e decorazioni che personalizzino l’ambiente. Può essere però risolutivo creare una sorta di tappeto con motivo a scacchiera con la piastrella Palette Slate e abbinare un pavimento mono tinta. Noi l’abbiamo scelto per contraddistinguere l’area destinata alla scala a chiocciola.

Inserto a scacchi su marmo nero per la scala a chiocciola - Leroy Merlin

Perfetto per la cucina total white

Questo schema di posa mi piace particolarmente in cucina. Lo trovo perfetto nelle case d’epoca dove le finestre si tengono stretti gli scuri interni, i soffitti mantengono le cornici in gesso e gli arredi vintage contribuiscono a creare un’atmosfera piacevolmente rilassata. In una cucina così un pavimento a scacchi bianco e nero, nel tradizionale formato 20x20, è la giusta e unica decorazione.

Ispirazione per la cucina con pavimento effetto scacchiera - planete-deco

Posa diagonale in formato 15x15

Stesso mood anche per il bagno vintage black and white. In questo esempio le mattonelle a pavimento sono in formato 15x15 con finitura opaca e posa diagonale. Se la stanza è di dimensioni contenute ti consiglio di scegliere piastrelle di piccole dimensioni proporzionate con l'insieme.

bagno vintage con pavimento a scacchi bianco e nero con posa 45°-bocadolobo

Maxi formato effetto marmo per il bagno più glam

Un risultato completamente diverso si ottiene se la stanza da bagno ha dimensioni generose che consentono di ottenere l’effetto scacchiera anche con piastrelle decisamente più grandi, come la piastrella Marmorea Marquinia. La posa ortogonale valorizza i grandi formati e la finitura lucida dona un effetto elegante e glam a questo bagno importante. Per sottolineare lo stile sofisticato scegli rubinetteria dorata e dettagli ricercati.

Pavimento a scacchi in marmo per un bagno glam – Leroy Merlin

Corridoi e disimpegni super cool

Nelle case di nuova costruzione i corridoi non esistono quasi più. Purtroppo. Se invece abiti in una casa di qualche decennio fa, puoi valorizzare il corridoio con una pavimentazione che renda speciale questo luogo di passaggio. Puoi creare una cornice con una piastrella decorata oppure semplicemente disegnare una fascia nera lungo il perimetro delle pareti. Scacchi all’interno, come in un tappeto.

Ispirazione per scegliere l’effetto scacchiera in corridoio - Cosedicasa
Ti piace il pavimento a scacchi bianco e nero? Preferisci il piccolo formato o la finitura lucida? Raccontaci i tuoi gusti e scrivi nei commenti.

Vedi dettagli
ValeriaBonatti
Architetto
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
08/08-14:40

5 carte da parati dalle fantasie rilassanti, perfette per la camera da letto

Filtrato
Camera da letto e cameretta

In vacanza finalmente abbiamo ritrovato un po’ di relax. Ma al ritorno in città come faremo a portarci a casa un po’ di quel clima spensierato e disteso? Ecco un’idea semplice da realizzare che continuerà a farci sognare: rinnovare la camera da letto con carte da parati dalle fantasie rilassanti. Ho qui per te 5 proposte che potranno esserti di ispirazione per cominciare subito i lavori, in tutto relax!

Crea atmosfere da sogno con la carta da parati – Leroy Merlin fr

Porta la natura in camera

Non c’è niente comeil verde per portare l’effetto rilassante della natura in camera da letto. L’ideale è un verde salvia che non sia troppo squillante, ma al tempo stesso sia fresco e leggero. Ho scelto la carta da parati Greenery del progetto camera Nature Eucalipto, che riveste la parete dietro la testa e dona un tono allegro alla stanza. Da completare con tessile color bosco, mobili bianchi o in legno chiaro e la tenda abbinata Eucalyptus azzurro. Un’idea divertente e un po’ diversa può essere quella del progetto “Camera b&b accogliente e rilassante” dove la carta da parati è utilizzata per disegnare la testata del letto e anche per rivestire il soffitto, in modo da addormentarsi sentendosi proprio avvolti dalla natura!

I toni del verde sono perfetti per una carta da parati rilassante – Leroy Merlin

Toni pastello per un relax un po’ bebè

La mia seconda proposta è quella di una camera che prende in prestito i colori tenui e rilassanti delle tonalità pastello. Sono le tonalità tipiche delle camerette dei bimbi, che hanno proprio lo scopo di creare un ambiente che li rassereni e li faccia sentire coccolati e contenti. L’esempio è quello del progetto Cameretta in mansarda, dove la carta da parati Cigni bianco e rosa regala un regno romantico alla fatina che lo abita. Nulla vieta però di utilizzare queste tonalità davvero rilassanti per realizzare una camera da letto accogliente anche per i grandi, romantica e sofisticata come lo stile Country Charme. Scegli la tua tonalità pastello preferita o, meglio ancora, mischiale tutte, distribuendole tra cuscini, lenzuola, soffici coperte e un morbido tappeto scendiletto, il tutto sullo sfondo di una carta da parati come quella a righe verde chiaro del progetto. Et bonne nuit!

Tonalità pastello non solo per la camera del bebè – Leroy Merlin

Stile marino per una camera rilassante

Ecco un’altra idea per prolungare la sensazione di relax anche dopo le vacanze: portarsi in camera il mare! Per realizzare una stanza in stile marinaro, partirei senza dubbio da un bell’azzurro sulle pareti. Ma non un semplice tinta unita, bensì le classiche righe bianche e azzurre della carta da parati Principessa, da riprendere nei cuscini o nelle tende, oppure il motivo della carta da parati Tavole di legno di recupero, per un tocco shabby da vera spiaggia. Componi la testata del letto con due cuscinoni appesi a un palo di legno e mantieni legno e corda sia come colori che come materiali per gli accessori. Ti sembrerà di respirare il profumo del mare appena ti svegli.

Carta da parati bianca e azzurra per il relax del mare – Leroy Merlin

Effetto casa di campagna chic

Ed eccoci all’immaginario più comune dell’idea di relax, la casa di campagna. Un posto dove i ritmi sono quelli della natura, i materiali sono la pietra e il legno e i colori lasciano il posto a un’atmosfera rilassata dai toni neutri. Il grigio dei sassi, tutte le sfumature del legno, l’ecru del lino grezzo, il panna e il beige della juta, ma resi chic da dettagli in ferro battuto come il letto a baldacchino. Per ricreare questo stile, perché non osi con una parete in pietra? Complicato? Assolutamente no, vedrai che con la carta da parati Muro rustico tortora l’effetto sarà realistico e perfetto per rilassarti nella tua nuova camera Shabby Campagna! Mi raccomando di abbinare le giuste lampade e di aggiungere sempre il tuo tocco personale.

Rilassati con i toni neutri dello stile campagna – Leroy Merlin

Carta da parati speciale per un total relax

Le fantasie delle carte da parati sono perfette per donare alla camera da letto un tocco rilassante, ma se vuoi allo stesso tempo qualcosa di originale e davvero coinvolgente ecco la mia ultima proposta, che io adoro! I pannelli decorativi a tutta altezza che trasformano l’intera parete in uno scenario in cui sprofondare quando ti rilassi nella tua camera. Qui più che lo stile devi proprio scegliere l’ambiente che ti fa sognare e ti trasmette un senso totale di pace e rilassatezza. Un paesaggio marino come il pannello decorativo Barca, un bosco immerso nella bruma del mattino, un sofisticato Martin Pescatore o l’elegantissima trama quasi astratta del pannello Gigli? Una volta trovata la tua carta da parati preferita devi solo decidere se usarla come testata del letto o posizionarla di fronte, per non perdere neanche un attimo di relax!

Relax a tutto tondo con la carta da parati a pannelli – Leroy Merlin

Sai come scegliere la carta da parati perfetta per una camera da letto rilassante? Scorri tutte quelle del catalogo e quando ti fermi su una per più di qualche secondo, vuol dire che hai trovato quella giusta. Poi mandaci una foto che sia di ispirazione anche agli altri!

Vedi dettagli
ValeriaBonatti
Architetto
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
03/08-10:22

Consigli per abbinare travi a vista e pavimento

Travi a vista non è necessariamente sinonimo di rustico. Ecco perché oggi, con i giusti accorgimenti, è considerato un valore aggiunto in una casa, qualunque sia il suo stile. Ma come fare per trovare i giusti abbinamenti tra le travi a vista e pavimento, pareti e arredi? Voglio darti alcuni suggerimenti per valorizzare al massimo (o creare) questa orditura strutturale così piena di fascino.

Valorizzare le travi a vista abbinando il giusto pavimento – Leroy Merlin

Travi rustiche, e rustico sia!

Quando le travi sono di legno, magari anche vecchie, la cosa migliore da fare è evidenziarle. Inizierei con una buona manutenzione con antitarlo e una passata d’olio per esaltarne il colore e le venature. Se ti piace che, anche in una casa in città, trapeli un po’ di profumo di campagna, mantieni del colore naturale anche la perlinatura e riprendi il tono del legno con un parquet grezzo o trattato. A questo punto, per non appesantire troppo l’ambiente e non avere l’effetto baita, sarà sufficiente usare colori chiari sia sulle pareti che negli arredi e nel tessile. Gioca con questi elementi per creare lo stile che preferisci, più raffinato o più semplice, a te la scelta!

Il calore di uno stile rustico con travi e pavimento in legno– Leroy Merlin

Travi di legno e soffitto bianco per uno stile più moderno

Travi a soffitto, ma stile moderno, è possibile? Assolutamente sì. In genere, per togliere l’effetto rustico è sufficiente che non ci sia il total wood, ma che il soffitto sia bianco, così da mettere semplicemente in risalto il disegno delle travi. Tieni conto che può benissimo essere anche il contrario, soffitto in legno e travi dipinte di un colore chiaro che venga ripreso dal pavimento. Se il carattere della casa è contemporaneo puoi anche discostarti dal parquet e pensare a un grès, sempre effetto legno, oppure a una tonalità chiara effetto marmo o come il Pietra Bella della foto qui sotto: pavimento e pareti sono in un tono di grigio su cui risaltano i mobili bianchi, come le travi a vista. Semplice, ma molto elegante.

Le travi a vista arricchiscono anche uno stile moderno – Leroy Merlin

Travi e pavimento bianchi, via al colore!

Se alle travi non rinunci, ma non vuoi essere troppo condizionato nello stile né rinunciare al colore, ecco la soluzione. Dipingi il soffitto di bianco e riprendi il colore con il pavimento, che potrà essere di qualsiasi tipo, dal legno sbiancato al laminato, dall’SPC al grés porcellanato. Questa base neutra, in cui le travi si vedono e danno carattere e movimento all’ambiente, senza però essere troppo protagoniste, ti permetterà di attingere alla tavolozza dei colori per comporre il tuo stile. Nell’esempio qui sotto, in stile Flower Shabby, il living si veste dei fiori di tende e cuscini che si stagliano su pareti di una tonalità che richiama la terra. Un colore neutro, ma di grande carattere, abbinato a particolari bianchi di elementi di arredo che riprendono soffitto e pavimento, legandoli tra loro.

*Per uno stile variopinto mantieni chiari soffitto e pavimento – Leroy Merlin *

Impossibile, parlando di total white, non pensare ad uno stile Country Sea. Qui il bianco deve essere proprio bianco come la schiuma del mare e i colori da abbinare sono rigorosamente le tonalità degli azzurri, dal blu al verde acqua, il beige della sabbia e il legno chiaro, come i tronchi che si arenano sulla spiaggia. In un ambiente stile marino, le travi danno quel tocco di accoglienza e di vintage indispensabile per un ambiente luminoso e relax che sa di vacanze. Le travi non ci sono? Ti svelo un segreto: puoi farle tu con poco, applicando sul soffitto delle travi in poliuretano e sfido chiunque a pensare che non siano lì da sempre!

Solo bianco e azzurro per la casa al mare, anche travi e pavimento – Leroy Merlin

Travi in cemento e ferro per uno stile industriale

Le travi non sono necessariamente solo di legno. Le più belle strutture spesso sono quelle dei loft dove le travi sono in cemento armato o in acciaio. In entrambi i casi penso che la scelta per il pavimento possa ricadere su un legno (o effetto legno) dal grande carattere, come il rovere multistrato Forte Spina che crei un contrasto deciso con il nero degli elementi metallici non solo delle putrelle, ma anche degli arredi. In alternativa** riprendi nel pavimento la ruvidità del cemento** con delle piastrelle come la Ts grigia o una resina: per sottolineare il carattere industriale accosta arredi in ferro e vetro, come nelle fabbriche di inizio ‘900, ma anche in legno grezzo o acciaio.

Esempi di pavimento abbinato a travi in cemento e ferro – Leroy Merlin

Riassumendo

In generale ricorda che, quando il soffitto è caratterizzato da un elemento importante come le travi, è una buona regola che il pavimento sia coordinato con esse. Oppure si discosti proponendo un’alternativa di materiale e colore che sia però ripreso dalle pareti circostanti e dagli arredi. In entrambi i casi le travi a vista vengono valorizzate da un contesto armonioso di rimandi cromatici e materici. Vuoi mettere le tue travi ancora più in risalto? Un buon progetto di illuminazione, rivolto anche al soffitto, impedirà alle travi di rimanere nell’ombra!

Metti in risalto le travi a vista con le luci adatte – Gaiamiacola e Leroy Merlin

Se stavi cercando qualche idea per scegliere il pavimento da abbinare alle travi a vista della tua casa, spero di averti dato buoni spunti. E chissà che non sia anche il modo per rendere davvero protagonista un elemento così caratterizzante per un’abitazione. Vuoi mandarci una foto della tua?

Vedi dettagli
ValeriaBonatti
Architetto
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
26/07-15:32

Consigli e idee per arredare una casa con i soffitti alti

Avere una casa con i soffitti alti oggi è una vera fortuna. Spesso però questa caratteristica non viene sfruttata al meglio e quindi finisce per essere subita come un difetto, sia dal punto di vista estetico che pratico. Ecco allora qualche consiglio per valorizzare al massimo una casa coi soffitti alti, con idee di arredamento e non solo.

Un’altezza eccessiva si riduce con alcuni stratagemmi – Leroy Merlin

Il soppalco, scontato ma non troppo

Se l’altezza interna è sui 5 metri, così da lasciare sopra e sotto i regolamentari 2,40 o 2,70 mt, è facile pensare ad un soppalco che costituisca un vero aumento della superficie abitabile. In genere si sfrutta il volume sopra bagno o cucina per realizzare uno spazio notte o relax. Un sottotetto con il soffitto inclinato permette di utilizzare ancora meglio anche le parti più basse. Ma che fare se quest’altezza interna non c’è? Nulla vieta di realizzare una zona soppalcata e completarla con degli arredi non fissi, come librerie, armadi o mobili di cui usufruire occasionalmente. Anche se di dimensioni ridotte, questi spazi aggiuntivi sono non solo molto utili dal punto di vista pratico, per riporre libri, vestiti e oggetti vari, ma da quello estetico cambieranno la percezione dell’intero volume abitativo, arricchendolo e donandogli una giusta proporzione. Sai un altro elemento che arreda e dà carattere alla stanza? La scala!

Il soppalco sfrutta e arreda uno spazio alto anche con la sua struttura – Leroy Merlin

Arredare le pareti troppo ampie

Una parete molto ampia e monocolore può dare ariosità a una stanza, soprattutto se lo stile è minimal, ma a volte si rischia che al contrario renda l’ambiente un po’ sguarnito e fuori misura. Ecco alcune idee per arredare una stanza dai soffitti alti. Ripiani o pensili a tutta altezza, che aumentano lo spazio e danno ritmo alla parete. Può essere una dispensa aggiuntiva in cucina o una libreria per i libri già letti o per raccogliere i ricordi dei tuoi viaggi, da comporre in geometrie a piacere. Oppure quadri o stampe di grandi dimensioni. Trattandosi di una superficie ampia sono preferibili, rispetto a una quantità di piccole foto che rischierebbero di risultare poco visibili e un po’ disordinate. E visto che parliamo di soffitti fuori misura, se ti piace l’idea è il momento di esagerare e arredare l’intera parete con una decorazione a tutta altezza che ti trasporti in un altro mondo, di arte, di natura, di viaggi.

Quando si tratta di pareti grandi, l’importante è esagerare! – Leroy Merlin

Come usare il colore sui soffitti alti

Il colore è sempre la strategia più semplice, pratica, creativa ed efficace quando si tratta di modellare lo spazio. Nel caso di soffitti alti, hai diverse opzioni, a seconda del risultato che vuoi ottenere. Un colore a contrasto mette in evidenza il disegno delle travi in un sottotetto. In questo caso, l’altezza dona un valore estetico in più e vale sicuramente la pena metterla in evidenza. Al contrario, per abbassare visivamente un soffitto davvero troppo alto, un colore scuro è l’ideale. Ma non fermarti ad una sola passata di vernice, puoi divertirti a creare soluzioni raffinate e fantasiose aggiungendo delle cornici sul perimetro o rosoni e riquadrature a cassettoni, anche solo con le sagome in polistirolo. Un’altra idea? Perché limitare l’utilizzo della carta da parati solo sulle pareti? Scegli quella che preferisci e rendi unico il tuo soffitto!

Usa la carta da parati anche sul soffitto, quando è troppo alto – Leroy Merlin

Controsoffitti per ridurre l’altezza

Il controsoffitto è un altro classico. E’ una soluzione che permette di creare movimento e armonia in uno spazio eccessivamente sproporzionato e alto. Nel caso di piccole porzioni usate per delimitare una zona, come nel caso dell’ingresso, dell’isola in cucina o del tavolo da pranzo, il ribassamento in cartongesso è perfetto per inserirci dei faretti o una illuminazione ad effetto. Puoi invece realizzare dei veri e propri ripostigli in quota in ambienti come corridoi, anticamere e antibagni accessibili anche da diverse stanze. Sono incredibilmente comodi e riproporzionano gli spazi troppo stretti e alti. E per il soggiorno? Perché non pensare a qualcosa di totalmente diverso? Guarda ad esempio questo ‘floating garden’, un ribassamento vegetale realizzato con una semplice struttura in legno. Originale, rilassante, creativo e perfetto per il fai da te. Ovviamente da decorare con le piante che preferisci, ricadenti, profumate, che depurano l’aria o (lo dico piano) finte se poi non vuoi pensarci più!

Un ribassamento vegetale per un living Industrial Green – Leroy Merlin

L’illuminazione protagonista dei soffitti alti

La luce, come il colore, struttura e destruttura lo spazio portando le superfici su piani diversi. All’interno di volumi molto alti, utilizzare delle lampade a sospensione, che scendono all’altezza desiderata, abbassa visivamente il soffitto, soprattutto se la luce è diretta solo verso il basso e non verso l’alto. E di giorno, dirai tu, quando l’illuminazione è quella naturale? Scegli delle lampade importanti, secondo lo stile della tua casa, sia per forma che per dimensione, anzi accostane più di una anche eterogenee tra loro e ad altezze diverse, così da formare delle vere e proprie sculture aeree che riempiranno la stanza anche a luci spente!

Lampade a sospensione come decorazione di un locale – Leroy Merlin

Allora, hai fatto pace con le tue stanze sproporzionate? Come vedi ci sono tanti trucchi per arredare una casa con i soffitti alti. Trova quello che più fa al caso tuo e poi mandaci una foto!

Vedi dettagli
nicolina.rossini_1804
ha pubblicato su Forum prodotto
25/07-18:16
risolto

Battiscopa

Salve, dovrei comprare del battiscopa da posare su laminato, devo acquistare in metri oppure in numero di listelli?

Vedi dettagli
ValeriaBonatti
Architetto
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
29/06-16:01

5 errori da non fare quando si arreda il soggiorno

In genere le case oggi vengono progettate calcolando i minimi di metratura imposti dai regolamenti edilizi per non far pagare spazio inutile. Via corridoi e anticamere superflui, si predilige l’open space nella zona giorno per avere uno spazio più ampio e luminoso. Nonostante questo a volte il soggiorno risulta insufficiente o visivamente poco accogliente, ma non ci rendiamo conto che dipende esclusivamente da come lo abbiamo arredato. Vediamo insieme allora quali sono le cose da non fare per avere un living confortevole, funzionale e che dimostra tutti i suoi metri quadri!

Arredare il living come luogo di stile e armonia – Leroy Merlin

Partire senza le idee chiare

La prima cosa da evitare quando si arreda un soggiorno è mettersi in moto senza prima avere le idee chiare sul da farsi. E’ fondamentale invece prendere le misure e stendere una piantina, segnando anche i vincoli, cioè la posizione di porte, finestre, caloriferi (se ci sono) e punti luce. Un po’ noioso dirai, però ti garantisco che impedirà di ritrovarsi, magari dopo aver acquistato mobili e divano, con brutte sorprese. E’ importante anche segnare le zone di passaggio, dopo aver individuato le varie aree funzionali. Capire ad esempio dove posizionare il tavolo, in modo che sia vicino alla cucina e abbia sufficiente spazio intorno per sedersi. Il divano è un altro punto delicato. Cosa rappresenta per la tua famiglia? Se è il luogo dove ricevere gli amici per chiacchierare puoi pensare ad un divano angolare e completarlo con delle poltrone sistemate di fronte e un comodo tavolino al centro. Se invece è l’angolo relax per guardare la tele tutti insieme, più che inutili poltrone potresti mettere un pouf per appoggiare i piedi e trovare la giusta collocazione alla tv perché non ci siano fastidiosi riflessi sullo schermo. Sono solo esempi, ma ti fanno capire come ogni diversa esigenza influisca sull’organizzazione spaziale di una stanza.

Progettare con cura come arredare il soggiorno – Leroy Merlin

Mobili fuori misura e fuori posto

Quando si arreda un soggiorno nuovo è facile farsi prendere dall’entusiasmo, col rischio di riempirlo di cose inutili o mobili troppo grandi che finiscono per rendere lo spazio sovraccarico e poco rilassante. Perché un ambiente risulti piacevole e funzionale non serve che tutto sia grande, ma giusto. E’ inutile avere un tavolo enorme e un divano angolare se in casa si è solo in due. Meglio piuttosto servirsi di mobili trasformisti e multifunzione, tavoli allungabili, pouf da usare anche come tavolini, sedie pieghevoli da aggiungere quando arrivano gli ospiti, consolle che fungono anche da postazione di lavoro. Attenzione però a non mischiare tutto come capita, ma a individuare esattamente ciò di cui avrai bisogno in soggiorno e a dividere e organizzare ogni spazio secondo le sue diverse esigenze. In questo modo, anche in pochi metri quadri, il soggiorno risulterà piacevolmente vivibile in ogni momento della giornata. Uno spazio dinamico che trasmette armonia.

Capire le esigenze per trovare le giuste dimensione degli arredi – Leroy Merlin

La difficile composizione dei colori

La tentazione, sognando il proprio soggiorno, è di rivestirlo dei colori preferiti. Come idea non è sbagliata, ma bisogna farlo con molta attenzione per non ritrovarsi con una tavolozza di tonalità male assortite o con delle scelte che poi stufano in fretta. Ci sono due possibilità. La prima è mantenere le pareti di una tinta non necessariamente bianca, ma neutra e delegare il colore ai mobili o al tessile. Le tende, i cuscini, il rivestimento del divano sono relativamente semplici da sostituire nel momento in cui avrai voglia di qualcosa di nuovo. Se però sei sicura che i tuoi colori preferiti non ti stuferanno mai, niente ti vieta di osare con la palette delle pitture per pareti. Ti consiglio in questo caso la nostra Guida “Come scegliere il colore per le pareti”. Le regole dei colori sono infatti molto precise, soprattutto per quanto riguarda il loro accostamento e l’effetto che hanno sul nostro umore. Il tinta unita ti sembra banale? Allora non hai che cercare tra le carte da parati quella che meglio si abbina al tuo stile e creare, con richiami nelle stesse nuances, il tuo soggiorno da favola.

Rendi il colore protagonista nel tuo soggiorno – Leroy Merlin

Un soggiorno senza stile

A chi non fa comodo, mettendo su casa, il mobile della nonna o la nostra vecchia scrivania? Punti di partenza magari non più di nostro gusto a cui cerchiamo di rimediare aggiungendo qualcosa di nuovo e moderno. Il risultato? Un insieme decisamente poco omogeneo di elementi, magari anche funzionali, ma che tra loro c’entrano davvero poco. Non c’è niente da fare, se vuoi un soggiorno accogliente e con un minimo di stile ci vuole un filo conduttore che dia coerenza al tutto. Non parlo di monotonia, né di perfezione, non c’è niente di più bello di una casa vissuta e che rispecchi la personalità di chi la abita. Ma che sia il colore o lo stile, un fil rouge è necessario per trasmettere quel senso di armonia che stiamo cercando. Non sai da dove partire? Lasciati ispirare dai nostri progetti in tanti stili diversi e cerca quello che più ti rappresenta: per ognuno troverai suggerimenti su come crearlo e poi mettici del tuo!

Trova lo stile per il tuo soggiorno – Leroy Merlin

Illuminazione sbagliata in soggiorno

Ultimo, fondamentale errore da non commettere quando si arreda un soggiorno è predisporre un’illuminazione insufficiente e poco funzionale. E’ una cosa che può rovinare anche l’ambiente più bello! Ed è l’aspetto più difficile, perché non si tratta solo di gusto personale o di essere coerenti con lo stile scelto, ma di rendere l’intera stanza e ogni sua zona fruibile e gradevole, aggiungendo quel tocco di magia che trasforma un soggiorno arredato nel tuo soggiorno da vivere e amare. Il trucco? Combinare la luce diffusa di una plafoniera con quella direzionale, specifica per ogni esigenza, di lampade da terra, applique o faretti e infine aggiungerne una lampada da appoggio per una luce d’atmosfera che scaldi la stanza e crei un soggiorno accogliente. Dài un occhio alla Guida “Come scegliere l’illuminazione per interni” e sarà molto più semplice di quanto immagini!

Arredare il soggiorno con l’illuminazione – Leroy Merlin

Progettare un living organizzato e che abbia stile e carattere potrebbe sembrare complicato, ma spero di averti aiutato con i miei consigli sulle cose da non fare quando si arreda un soggiorno!

Vedi dettagli