indietro a leroymerlin.it

Community

Home
Cucina

Cucina

Segui
elisabetta.garoni
Architetto
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
10/08-09:18

5 idee di tendenza per arredare la casa nuova

Le tendenze d’arredo 2022 hanno un minimo comune denominatore: l’ecologia. Il tema è il più attuale: i cambiamenti climatici spaventano, l’equilibrio tra sviluppo e salvaguardia del pianeta è sempre più precario e tutti noi siamo chiamati a contribuire facendo la nostra parte. Anche in fatto di arredamento i trend ci indicano una via sostenibile e seguendoli saremo più che mai alla moda. Cerchi idee per la casa nuova?

Ispirazione per arredare con legno, finiture naturali, colori della terra - Leroy Merlin

Minimalismo sostenibile

Al bando sprechi e opulenza, nella scelta dell’arredamento puoi seguire la tendenza che possiamo definire “minimalismo sostenibile” cioè un modo di abitare che abolisce il superfluo e che dà molta importanza alla scelta consapevole dei materiali. Il legno deve essere certificato e provenire da foreste rinnovabili, più fibre naturali e meno tessuti sintetici ecc...

Ispirazione per la cucina minimal - Leroy Merlin

Ecologia e rispetto per l’ambiente

Oltre a materiali sostenibili, l’orientamento è verso la scelta di prodotti destinati a durare nel tempo, a oggetti facilmente riparabili che contribuiscano a diminuire e a superare il concetto dell’usa e getta, di prodotti cioè che durano una stagione. Dunque al momento dei tuoi acquisti per la tua nuova casa fai scelte responsabili e lungimiranti e scegli prodotti sostenibili.

Ispirazione per arredare la veranda - Leroy Merlin

Handmade and upcycling

Una tendenza più che mai attuale è l’upcycling cioè la capacità di recuperare vecchi mobili ormai obsoleti e trasformarli con interventi faidate in prodotti nuovi e eco-friendly. Il plusvalore sta nel fatto che le nostre case acquisteranno personalità perché si arricchiranno di mobili e oggetti unici e non replicabili. Un esempio pratico? Il divano vintage, restaurato e con un nuovo rivestimento in velluto verde è reso attualissimo da nuovi e colorati cuscini. Bello no?

Idea per rinnovare il divano retrò – Leroy Merlin

I colori più in voga: quelli regalati dalla natura

Ritroviamo la natura anche nelle palette cromatiche più attuali. Le tinte neutre come il beige e il grigio sono abbinate ai colori degli elementi naturali: il verde di piante e foglie in tutte le sue sfumature, le tinte fredde del mare, dall’azzurro appena accennato al blu profondo, gli ocra dei deserti fino al rosso scuro della terra.

Ispirazione per una palette colori nei toni del verde – Leroy Merlin

Stile Boho: tendenza in crescita

Se ti piace mixare colori, arredi e materiali in libertà, lo stile Boho è quello che fa per te. E’ uno stile molto attuale e non ci sono vere e proprie regole ma la libertà di personalizzare l’ambiente con pezzi vintage, tessuti sgargianti, oggetti etnici, ricordi di viaggi esotici…insomma tutto quello che ti rappresenta. Scopri di più sul progetto di un appartamento in Stile Scandi Boho.

Un soggiorno in Stile Boho con cuscini etnici e stampe - Leroy Merlin
Hai trovato qualche idea per arredare la tua casa nuova? Se hai dubbi, chiedi un consiglio alla Community e lascia un messaggio nei commenti.

Vedi dettagli
elisabetta.garoni
Architetto
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
09/08-14:50

5 idee a cui ispirarsi per un pavimento a scacchiera in casa

Il più classico dei pavimenti sta tornando di grande attualità dopo alcuni decenni di scarso interesse. Sto parlando del motivo a scacchiera in bianco e nero dalla storia antica, anzi antichissima, utilizzato già nei templi dell’antico Egitto e, con alterne fortune, arrivato al massimo splendore negli anni ’20. Ecco alcune idee su come e dove utilizzarlo.

Ispirazione per valorizzare la scala con il pavimento - Leroy Merlin

Creare inserti a scacchiera su pavimenti neutri

La posa a scacchi è semplicissima ma di grande impatto e carattere deciso. Diciamo che non è un pavimento per tutti, soprattutto per chi preferisce rivestimenti neutri che facciano da sfondo ad arredi e decorazioni che personalizzino l’ambiente. Può essere però risolutivo creare una sorta di tappeto con motivo a scacchiera con la piastrella Palette Slate e abbinare un pavimento mono tinta. Noi l’abbiamo scelto per contraddistinguere l’area destinata alla scala a chiocciola.

Inserto a scacchi su marmo nero per la scala a chiocciola - Leroy Merlin

Perfetto per la cucina total white

Questo schema di posa mi piace particolarmente in cucina. Lo trovo perfetto nelle case d’epoca dove le finestre si tengono stretti gli scuri interni, i soffitti mantengono le cornici in gesso e gli arredi vintage contribuiscono a creare un’atmosfera piacevolmente rilassata. In una cucina così un pavimento a scacchi bianco e nero, nel tradizionale formato 20x20, è la giusta e unica decorazione.

Ispirazione per la cucina con pavimento effetto scacchiera - planete-deco

Posa diagonale in formato 15x15

Stesso mood anche per il bagno vintage black and white. In questo esempio le mattonelle a pavimento sono in formato 15x15 con finitura opaca e posa diagonale. Se la stanza è di dimensioni contenute ti consiglio di scegliere piastrelle di piccole dimensioni proporzionate con l'insieme.

bagno vintage con pavimento a scacchi bianco e nero con posa 45°-bocadolobo

Maxi formato effetto marmo per il bagno più glam

Un risultato completamente diverso si ottiene se la stanza da bagno ha dimensioni generose che consentono di ottenere l’effetto scacchiera anche con piastrelle decisamente più grandi, come la piastrella Marmorea Marquinia. La posa ortogonale valorizza i grandi formati e la finitura lucida dona un effetto elegante e glam a questo bagno importante. Per sottolineare lo stile sofisticato scegli rubinetteria dorata e dettagli ricercati.

Pavimento a scacchi in marmo per un bagno glam – Leroy Merlin

Corridoi e disimpegni super cool

Nelle case di nuova costruzione i corridoi non esistono quasi più. Purtroppo. Se invece abiti in una casa di qualche decennio fa, puoi valorizzare il corridoio con una pavimentazione che renda speciale questo luogo di passaggio. Puoi creare una cornice con una piastrella decorata oppure semplicemente disegnare una fascia nera lungo il perimetro delle pareti. Scacchi all’interno, come in un tappeto.

Ispirazione per scegliere l’effetto scacchiera in corridoio - Cosedicasa
Ti piace il pavimento a scacchi bianco e nero? Preferisci il piccolo formato o la finitura lucida? Raccontaci i tuoi gusti e scrivi nei commenti.

Vedi dettagli
daniela.vallone_1974
ha pubblicato su Forum prodotto
08/08-07:05

Guida cestone cucina Delinia

Buongiorno ho comprato una cucina Delinia nel 2016, dovrei cambiare la guida del cestone da 120 cm in quanto non si chiude più ed il cestone scivola in avanti aprendosi. Come devo fare per avere il ricambio? non ho la dispobilità del codice della guida.
Grazie

Vedi dettagli
MaraLocatelli
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
25/07-05:30

Cosa fare se si trovano piccoli insetti neri in cucina

Soprattutto in estate è facile trovare dei piccoli insetti neri in cucina. Ma un po’ come le zanzare, i moscerini della frutta e le mosche sono semplicemente fastidiosi e niente più. Niente a che vedere insomma con gli scarafaggi che possono essere veicolo di infezioni, ma resta il fatto che anche se sono solo insetti piccolissimi e neri in cucina danno proprio fastidio. Ci sono tanti insetticidi potenti in commercio, ma io se possibile preferisco non usarli , soprattutto quando si tratta di spruzzare sostanze nocive dentro casa. Se poi parliamo dei piccoli insetti neri nella dispensa, è impensabile l’idea di mettere tra ciò che è commestibile dei prodotti velenosi anche per le persone. Anche perché in realtà non è necessario. Vediamo allora come comportarsi quando con il caldo compaiono gli insetti piccolissimi e neri in cucina e come eliminarli.

Hai trovato insetti piccolissimi neri in cucina? Ecco come eliminarli

Cosa sono quei piccoli insetti neri nella dispensa?

Innanzitutto, la prima cosa da fare sarebbe cercare di evitare che compaiano gli insetti nella dispensa. Come si fa? Semplice: non bisogna** mai tenere le confezioni aperte** di farina, pasta e in genere i cereali. Di solito, quando ci si accorge di avere insetti piccolissimi neri in cucina, ci si riferisce ai Punteruoli del grano che troviamo nei pacchi di pasta o farina lasciati aperti. Basta portare a casa una scatola con all’interno già presente i piccoli insetti neri e nella dispensa si rischia l’infestazione. Perché sono insetti che si moltiplicano rapidamente. Meglio travasare il contenuto del pacchetto nei contenitori con la chiusura ermetica, in modo da evitare la proliferazione. L’ideale è utilizzare barattoli di vetro
o contenitori di metallo e plastica rigida
perché alcuni di questi piccoli insetti neri, come il punteruolo del grano, riescono a perforare gli imballaggi di carta e plastica, infestando il cibo presente.

Come evitare i piccolissimi insetti neri in cucina

Insetti piccolissimi neri in cucina: come eliminarli ?

Quando si fa la triste scoperta non è mai piacevole. Viene l'istinto di buttare via tutto. Ma è proprio necessario? Vediamo quando si trovano gli insetti piccolissimi neri in cucina come eliminarli. Per prima cosa bisogna svuotare la dispensa e passare in rassegna ogni confezione, per controllare che non si siano già spostati in altri pacchetti. Poi è importante pulire bene i ripiani con un prodotto igienizzante alimentare. Quando pulisci potresti trovare i piccoli insetti neri morti in dispensa o in cucina.
Se accade, è probabile che ce ne siano altri vivi dentro i pacchi di pasta e di riso. Nel dubbio meglio buttare via tutto.
Poi ci sono le classiche farfalline della farina. Un buon sistema per tenerle lontane e mettere in dispensa un piattino con il cotone idrofilo imbevuto di olio essenziale di eucalipto o un diffusore all'eucalipto: tiene lontani gli insetti e diffonde un buon profumo. Un ottimo sistema per catturarle è utilizzare le trappole a base di feromoni.
Un’altra soluzione per liberarsi dei piccoli insetti neri nella dispensa come i moscerini della frutta, ma anche mosche e vespe, è sistemare una biotrappola cromotropica alimentare da incastrare con una piccola pressione nel collo di una bottiglie di plastica.

Punteruoli del grano e farfalline: gli insetti piccolissimi neri che infestano la cucina

Se i piccoli insetti neri in cucina sono formiche?

Tra le tantissime specie di formiche che infestano casa ci sono anche quelle piccolissime che a prima vista possono sembrare degli anonimi piccoli insetti neri, in cucina meglio non averle, ma se succede servono a poco gli interventi “naturali” a base di borotalco o aceto. C’è chi ci prova, dopo avere pulito per bene, a cospargere il percorso, generalmente lungo il battiscopa, che porta alla tana.** I punti di ingresso** solitamente sono crepe non stuccate, intercapedini tra porta e pavimento, tubature e punti di aerazione. Per eliminare tutta la colonia di formiche, i più ostinati tra tutti gli insetti piccolissimi neri che mirano alla cucina, conviene usare le piccole esche
da collocare lungo il percorso e, se possibile sigillare il punto di ingresso.

Piccoli insetti neri nella dispensa: soluzioni contro le formiche

La pulizia accurata e frequente è sempre la migliore strategia per tenere lontanti i piccoli insetti neri che in cucina trovano cibo, acqua e rifugio. Quando questo non basta, è necessario adottare le misure che ti abbiamo suggerito, senza mai eccedere. Se ti servono altri consigli, scrivici nei commenti.

Vedi dettagli
ValeriaBonatti
Architetto
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
21/06-21:08

Fughe colorate, il nuovo trend della casa

Scegliere le piastrelle per bagno e cucina desta sempre un dubbio. L’idea che la superficie non sia omogenea, ma interrotta dalle fughe che, anche se sottili, creano comunque una frammentazione sia fisica che estetica. Per quanto il grès porcellanato abbia ampliato in questi ultimi decenni la sua gamma stilistica fino a sostituire egregiamente anche il marmo, la pietra e il legno, a volte si tende a considerare la resina come ad una valida alternativa, anche se più costosa, per ovviare al problema delle fughe che spezzano il disegno e finiscono sempre per rovinarsi e diventare nere di sporco e di muffa. Oggi però c’è un’alternativa, nata dal GreenLab di Kerakoll: Fugabella Color, che rivoluziona in modo biofiendly il mondo delle fughe. Questo prodotto innovativo, dalle qualità straordinarie, trasformerà la tua idea di parete piastrellata. Scommettiamo?

Il colore dello stucco diventa parte integrante del design – Leroy Merlin

Alcune problematiche degli stucchi tradizionali

Tradizionalmente gli stucchi per piastrelle sono a base cementizia e presentano delle caratteristiche, non proprio positive, ben note sia ai posatori, sia agli utenti, che siano essi architetti progettisti o committenti. Prodotto che cambia consistenza in fase di posa, che diminuisce di volume asciugandosi, lasciando le fughe riempite a metà, o che presenta disomogeneità o variazione cromatica. Per non parlare poi delle macchie biancastre che compaiono col tempo, dovute alle efflorescenze saline e calcaree e alle muffe nerastre decisamente poco salubri, oltre che antiestetiche. Gli stucchi epossidici in parte risolvono queste problematiche, ma hanno l’inconveniente di essere più cari.
La costante ricerca di Kerakoll ha portato ad unire questi due materiali, cementizio ed epossidico, esaltando le qualità positive di entrambi in una nuova tecnologia ibrida.

La costante ricerca Kerakoll nel suo GreenLab – Leroy Merlin

Le qualità tecniche incomparabili di Fugabella Color

Ma quali sono dunque le caratteristiche di Fugabella Color? Diciamo che ti darà grandi soddisfazioni a partire dalla posa, se vorrai cimentarti con l’aiuto dei nostri tutorial. Il prodotto, una volta miscelato nelle giuste proporzioni, rimane fluido a lungo (e quindi facile da stendere), senza la necessità di aggiungere acqua. Né c’è bisogno di ulteriori passaggi, perché lo stucco non si ritira, tanto ne metti tanto ne resta. E una volta asciutto? Anche dopo scoprirai che Fugabella assorbe pochissima acqua, anzi, è praticamente idrorepellente il che, oltre ai suo componenti bioattivi, lo rende non aggredibile da batteri e calcare. E’ estremamente duro e resistente agli acidi e ai detergenti, quindi praticissimo anche nella manutenzione. Dimenticati quindi buchi, ingiallimenti, muffe e variazioni di colore. Ah ecco, è giunto il momento di parlare di colore!

Dalla posa al colore, insuperabile Fugabella – Leroy Merlin

Le piastrelle prendono vita con le fughe colorate

E’ finito il tempo di considerare le fughe tra le piastrelle un semplice collante e riempitivo. Con gli stucchi colorati di Mapei e Kerakoll, è possibile rendere le fughe parte integrante della composizione estetica della parete. A te cosa piacerebbe fare? Potresti decidere di esaltarne il reticolato con un colore a contrasto rispetto alla ceramica e di creare così uno stile dal carattere forte ed elegante in cui la tonalità delle fughe riprende elementi di arredo o pareti in abbinamento. Colori come il giallo o il rosso sono perfette per un ambiente Pop o Color Jungle in cui le fughe colorate trasformano completamente una parete di semplici piastrelle bianche.

Fughe colorate nei toni accesi per uno Stile Color Jungle – Leroy Merlin

In alternativa utilizza il colore delle fughe per scegliere liberamente le piastrelle che preferisci, ma non rinunciare all’uniformità di una parete che sarebbe, per sua natura, frammentata. Un tono su tono, come il grigio scuro per le piastrelle Sonik Hexagon black, o una sfumatura diversa quel tanto che basta per dare solo un leggero senso di movimento e profondità. Questo significa fare delle fughe un elemento di design. E questo è ciò che Kerakoll ha reso possibile con la creazione, su idea del designer Piero Lissoni, di Fugabella Color in ben 50 colori differenti, che formano una tavolozza di tonalità eleganti e raffinate. Ma la cura e l’attenzione al dettaglio di Kerakoll non finiscono qui, perché nelle stesse identiche tonalità trovi anche il silicone sigillante, strumento indispensabile per bagni e cucine.

Piastrelle e fughe dello stesso colore per una parete uniforme – Leroy Merlin

Fughe colorate green per la bioedilizia

Ma perché quello di Kerakoll si chiama GreenLab? Perché oggi è impensabile produrre vernici e materiali costruttivi, ma in realtà qualsiasi cosa, senza tenere in considerazione la nostra salute e la salvaguardia del pianeta. L’edilizia deve diventare bioedilizia se vogliamo vivere e tramandare un mondo migliore. Così anche delle semplici fughe per piastrelle si trasformano nell’occasione di fare un passo avanti. Come? Intanto abbiamo già parlato delle qualità di Fugabella Color, che sono dovute all’utilizzo di pigmenti minerali e alla sostituzione del cemento Portland con leganti puri e naturali. Gli ingredienti sono formati da sostanze bioattive e naturali, con il risultato di avere un bassissimo contenuto di VOC e nessun rilascio di sostanze che in qualche modo compromettano la qualità del prodotto e, al tempo stesso, la nostra salute, il che cataloga questo prodotto come Eco4. Se hai qualche dubbio, fai questa prova: hai presente quella parte, sull’etichetta dei prodotti per l’edilizia o delle vernici, che ti indica i pericoli, la tossicità, i rischi? Sulla confezione di Fugabella non c’è. E non è una svista!

Tutte le caratteristiche bio di Fugabella le trovi chiare sulla confezione – Leroy Merlin

Ora puoi sfruttare in tutta tranquillità l’idea di comporre le pareti di casa sfruttando le fughe come elemento cromatico. Con l’ampia gamma di colori a disposizione hai una possibilità di combinazioni praticamente infinita. Facci sapere quale sarà la tua!

Vedi dettagli
ValeriaBonatti
Architetto
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
21/06-14:11

Grohe QuickFix: la soluzione sorprendentemente facile per rinnovare bagno e cucina

Ogni tanto guardo sconsolata il mio bagno e penso che dimostra proprio tutti gli anni che ha, che non sono molti, ma si sa, con l’uso quotidiano e il calcare sempre in agguato la rubinetteria è la prima a cedere esteticamente, e non solo. Peccato, perché il resto non è male, ma chi ha voglia di chiamare l’idraulico e sostituire tutto? Non vorresti anche tu una soluzione più semplice? La soluzione c’è e ci ha pensato Grohe! Con la rubinetteria per bagno e cucina QuickFix puoi sostituire in modo rapido e autonomo i vecchi miscelatori di casa tua, e il bagno tornerà ad avere lo splendore e la funzionalità del primo giorno. Basta poco per cambiarsi la vita!

Porta praticità e freschezza in cucina con i miscelatori GROHE Start – Leroy Merlin

QuickFix: la soluzione perfetta per ogni bagno

Questo progetto è nato dalla volontà di Grohe di soddisfare le esigenze delle persone che vogliono vivere la propria casa in modo differente, anche dedicando più tempo a prendersene cura in modo autonomo. QuickFix offre una gamma di miscelatori per bagno estremamente versatile, che comprende misure diverse, così da adattarsi facilmente ad ogni situazione preesistente. Ogni prodotto ha un design moderno, fresco ed elegante, perfetto per qualsiasi stile. Impossibile non innamorarsene, anche perché Grohe ha posto come sempre attenzione, oltre all’estetica, anche alla funzionalità.

Soluzioni QuickFix per il bagno – Leroy Merlin

Sorprendentemente facile con Quick Tool, Quick Guide, Quick Video.

Il video di presentazione di questa nuova linea mi ha davvero divertito. Arriva il pacco contenente il nuovo miscelatore, famiglia entusiasta e, mentre il papà si organizza con attrezzi, chiavi inglesi, tuta da lavoro e buona volontà di fare la sua parte di uomo di casa, la mamma e la bambina danno un occhio alle istruzioni e in quattro e quattr’otto montano il rubinetto. Ma sarà davvero così? Assolutamente sì! Le istruzioni sono sintetiche e chiare, degne del nome QuickGuide. Ma ciò che le rende facili da seguire è la semplicità del sistema di montaggio, che prevede pochissimi passaggi e l’uso di un solo strumento, il QuickTool 3 in 1, fornito nella scatola. E se proprio dovesse restarti ancora qualche dubbio non devi far altro che inquadrare il QR Code e guardare il QuickVideo che ti mostra, passo dopo passo, le semplici operazioni da eseguire e qualche trucco anche per i meno esperti. Sai che ti dico? Ora non hai davvero più scuse!

Montaggio semplice, come bere un bicchier d’acqua – Leroy Merlin

Grohe Start per rinnovare la cucina

Grohe ha pensato ad una linea anche per la cucina. Potrai rinnovare il look con dei miscelatori dal design davvero accattivante e una particolare attenzione a praticità e sicurezza. Il sistema di montaggio FastFixation Plus è, se possibile, ancora più semplice di quello per i rubinetti del bagno, non avendo bisogno di alcun attrezzo. Per il tuo lavello potrai scegliere tra diversi modelli e due finiture, la cromata Starlight, per un tocco di lucentezza in cucina, e la satinata Super Steel, se preferisci una raffinata nota Industrial. Di sicuro, qualsiasi modello tu scelga, avrai la certezza di eleganza, ma soprattutto di sicurezza. I canali interni del miscelatore, infatti, grazie al sistema GroheZero, sono rivestiti con uno strato isolante che fa sì che l’acqua non venga mai in contatto con piombo o nichel.

La soluzione Grohe Start per la cucina – Leroy Merlin

Grohe per l’ambiente

Se ancora le caratteristiche di questi prodotti non ti hanno convinto, c’è un altro aspetto importante da considerare. Grohe si sta impegnando da anni per la salvaguardia della salute nostra e del pianeta. Alcuni esempi? I miscelatori sono forniti della tecnologia EcoJoy integrata, che riduce lo spreco di acqua miscelandone il flusso con l’aria. Ma c’è anche il sistema GROHE SilkMove ES, una combinazione intelligente di risparmio energetico e controllo dell'acqua. La leva del miscelatore in posizione centrale di chiusura eroga solo acqua fredda evitando in tal modo l’accidentale azionamento dello scaldabagno e favorendo il risparmio energetico. Ma l’anima verde di Grohe tocca anche gli aspetti della produzione e della distribuzione: da aprile 2020 il brand produce in tutto il mondo a zero emissioni si CO2 compensando le proprie emissioni non evitabili e ha eliminato i materiali plastici non necessari dal proprio packaging, sostituendolo con alternative più sostenibili. Tutti motivi che, nella scelta, fanno la differenza.

Grohe ha a cuore la salute di tutti e del pianeta – Leroy Merlin

La serietà di un brand come Grohe non lascia dubbi quando si tratta di scegliere. E te lo dimostra una volta di più con il suo sistema di filtrazione Grohe Blue, che ti permette di avere a disposizione acqua buona e sana, naturale o frizzante, direttamente dal rubinetto di casa, riducendo così drasticamente l’utilizzo (e lo smaltimento) delle bottiglie di plastica. Dì la verità, hai ancora dubbi?

Vedi dettagli