Community

Home
Cucina
Pubblica su Cucina
BARBARA.BARBAGALLO_14415804
ha pubblicato una foto su Gallery casa e giardino
06/11-13:24
Filtrato
Cucina
Vernice per legno LUXENS marrone opaco 0.75 lt
LUXENS
Vernice per legno LUXENS marrone opaco 0.75 lt
Pennello Piatto 40 mm per Acqua e solvente PENNELLI CINGHIALE
PENNELLI CINGHIALE
Pennello Piatto 40 mm per Acqua e solvente PENNELLI CINGHIALE
Vedi dettagli
GiulioM
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
02/11-15:53

Sgabelli cucina di design per arredare con gusto e funzionalità: idee di stile

Hai voluto donare un tocco di dinamicità alla tua cucina optando per una penisola, ma sei ancora indeciso sulle sedute? Queste ultime è bene che si combinino alla perfezione con lo stile della stanza e con i materiali e i colori dei complementi d’arredo. Gli sgabelli da cucina di design tra cui puoi scegliere sono numerosi e rappresentano la soluzione ideale trasformare questo spazio della casa in un angolo in cui fare la prima colazione, consumare un pasto veloce oppure un brunch domenicale in compagnia. Scopriamo quali sono le caratteristiche che deve possedere una seduta di questo tipo, così che tu possa fare la scelta giusta in fase di acquisto. Se sei alla ricerca di idee in termini di stile e atmosfere da creare, lasciati ispirare dalle nostre proposte per arredare con gusto e comodità la tua cucina.

Sgabelli per la cucina moderna - Leroy Merlin

Le caratteristiche principali degli sgabelli per cucina

Se sei qui è perché non hai saputo rinunciare alla bellezza della penisola in cucina, un elemento pratico, decorativo ed estremamente versatile. Sia che tu abbia intenzione di sfruttarla come tavolo da pranzo sia che tu abbia scelto di realizzarla per separare la cucina da altre zone dell'open space, è indispensabile arredare questo angolo di casa con gli sgabelli da cucina giusti.
Se la tua cucina è dotata di penisola e intendi sfruttarla come piano d’appoggio per consumare i pasti, gli sgabelli è importante che siano dell’altezza giusta. In commercio, infatti, esistono modelli più bassi e modelli più alti. Quelli più bassi sono una via di mezzo tra gli sgabelli alti e le sedie tradizionali e sono indicati per arredare angoli di casa oppure per dotare di sedute un tavolo da pranzo più alto rispetto agli standard. Trattandosi nel tuo caso di una cucina con penisola a cui è possibile appoggiarsi, gli sgabelli è bene che siano alti abbastanza per garantire a chi si accomoda il giusto livello di comfort.
Un’altra caratteristica a cui prestare attenzione e che può guidarti in fase di scelta è la regolabilità. Gli sgabelli regolabili sono da prediligere perché ti permettono di ridurre al minimo la possibilità di errore in termini di calcolo delle misure. Inoltre, si adattano facilmente alla persona che ci si siede. Gli sgabelli per cucina, poi, è bene che siano stabili. Questo vale soprattutto se in casa tua ci sono bambini oppure persone che hanno una mobilità ridotta. Se questo è il tuo caso, ti suggerisco di optare per sgabelli dotati di quattro gambe: sono indubbiamente più solidi e più stabili rispetto a quelli dotati di una sola colonna centrale.
Da ultimo, gli sgabelli per la cucina è importante che siano comodi. I modelli più confortevoli sono certamente quelli dotati di schienale, braccioli e seduta imbottita. Un elemento che non può assolutamente mancare negli sgabelli e che può fare la differenza in termini di comfort è il poggiapiedi. Pensa alle persone di statura medio-bassa… avrebbero grosse difficoltà ad accomodarsi su uno sgabello alto sprovvisto di poggiapiedi. Se vuoi saperne di più, nella guida “Come scegliere gli sgabelli da cucina” trovi alcuni suggerimenti utili per non commettere errori in fase di acquisto.

Sgabelli regolabili - Leroy Merlin

Sgabelli per cucina di design: idee per ogni stile

Quando si è alla ricerca di sgabelli per cucina di design, si ha la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di forme, colori e materiali. L’imperativo di massima è optare per quelli che più si adattano alla struttura della cucina. Perché? Perché gli sgabelli diventeranno parte integrante dell’arredamento della stanza. Attieniti allo stile della cucina e tieni a mente il risultato finale che desideri ottenere, nonché l’atmosfera che desideri creare all’interno dell’ambiente.

Cucina in stile industrial? Scegli gli sgabelli in polipropilene

Negli ultimi anni, lo stile industrial è tornato prepotentemente di moda. Gli sgabelli adatti ad una cucina con questo mood sono gli sgabelli in polipropilene. Il consiglio è prediligere forme minimal e colori dark. Tonalità scure o argentee sono perfette. Compattezza e design per unica la praticità alla bellezza ed il gioco è fatto!

Sgabelli per cucina di design in metallo

Gli sgabelli in metallo rappresentano la soluzione ideale per cucine arredate in diversi stili, da quelli più classici a quelli più moderni. Se la tua cucina è arredata in stile classico o desideri donare all’ambiente un tocco di classicità, opta per modelli di colore nero che si combinano alla perfezione con le linee dell’arredamento.
Se, invece, la tua è una cucina moderna, osa con colori più vivaci per donare dinamicità e movimento alla stanza. Gli sgabelli in metallo, oltre ad essere belli da vedere, sono estremamente pratici e leggeri. Inoltre, sono versatili perché possono essere abbinati ad una vasta gamma di materiali: se lo desideri, infatti, puoi optare per sgabelli per cucina di design dotati di struttura in metallo e di seduta morbida, realizzata ad esempio in polipropilene oppure in legno.

Sgabelli di design - Leroy Merlin

Stile shabby chic

Sfumature vintage combinate con l’eleganza informale: questa è l’anima della tua cucina, se hai scelto di arredarla in stile shabby chic, una vera e propria tendenza nel mondo dell’arredamento di design. Perché non optare per sgabelli realizzati in corda? Sono estremamente comodi e, soprattutto, assicurano un grande impatto estetico. Puoi scegliere tra un’ampia selezione di colori, in base alla palette cromatica della stanza. Hai diverse alternative: puoi acquistare sgabelli tutti uguali oppure giocare con i contrasti. Se in cucina è presente anche un tavolo tradizionale, un’ottima idea è posizionarci attorno delle sedie realizzate nello stesso materiale, così da avere un set coordinato.

Stile scandinavo

Se la tua cucina è arredata in stile scandinavo, anche nella scelta degli sgabelli devi lasciarti guidare dalla combinazione tra natura, morbidezza e colore. Un consiglio? Opta per modelli dalle linee pulite, dalle forme delicate con gli angoli arrotondati e dai colori chiari. Perfetti da abbinare ad una penisola essenziale! Il materiale da prediligere è il legno. Gli sgabelli da cucina in legno richiamano la natura, nelle sue tonalità più chiare e luminose.

Atmosfera chic con sgabelli per cucina di design in velluto e in ottone

Il velluto è un materiale spesso sottovalutato in cucina. Si tende, infatti, a relegarlo solo ad alcuni e specifici ambienti della casa, come la camera da letto o il salotto. Se desideri dare un tocco di ricercatezza ed eleganza alla tua cucina, gli sgabelli in velluto sono l’ideale: quelli perfetti sono dotati di finiture metalliche! Perfetti da abbinare ad una penisola con ripiano in marmo. Per un’atmosfera chic in cucina puoi anche optare per gli sgabelli in ottone. Sono molto eleganti, soprattutto quelli senza schienale, che possono essere riposti sotto la penisola con molta facilità e diventare praticamente invisibili.

Gli sgabelli moderni per una cucina originale - Leroy Merlin

Adesso che hai le idee più chiare sugli sgabelli per cucina di design disponibili in commercio, puoi fare la tua scelta. Ricordati di attenerti allo stile della stanza per ottenere un risultato finale equilibrato e armonioso, senza rinunciare all’estetica e alla funzionalità. Hai altre soluzioni da proporre o domande da fare? Lascia un commento.

Vedi dettagli
MaraLocatelli
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
02/11-14:54

5 sedie colorate e moderne sotto i 50 euro

Se ami il momento della cena perché ti permettere di raccogliere gli amici e la famiglia, vuoi sedie che siano comode, pratiche e con un certo stile. Effettivamente basta aggiungere delle sedie colorate moderne per valorizzare qualsiasi tavolo. Ci sono quelle che donano un tocco di leggerezza agli interni sobri, sedie da cucina moderna colorate che creano un simpatico contrasti con lo stile rustico e che regalano un'atmosfera chic all'ambiente industriale. Per orientarsi nell'ampia gamma di seggiole da interni puoi restringere il campo a quei modelli che ricordano i pezzi iconici dei grandi architetti, sedie che si ipirano alle più famose sedie di design, ma in versione decisamente più economica. Qui ti suggeriscono 5 idee per le sedie colorate e moderne adatte a cucina e soggiorno, che evocano altrettanti capolavori firmati.

Come scegliere sedie di design a meno di 50 euro - Idea Leroy Merlin

Sedie colorate ispirate alla più chic delle pieghevoli

Nel vastissimo panorama di sedie industriali le proposte abbondano. Se sei alla ricerca di sedie moderne da soggiorno che abbiano un certo stile, puoi puntare sui modelli che si ispirano a una delle iconiche e sedie di design. La sedia Plia, disegnata da Giancarlo Pirretti e presentata al mercato nel 1967, nasce da un’idea rivoluzionaria che continua a essere attuale. La struttura poggia su dischi metallici che collegano gambe, schienale e seduta così da rendere ripiegabile in una forma compatta, piatta e alta solo pochi centimetri. Oggi si possono trovare tantissime sedie colorate leggere ispirate a questa seduta iconica. Ci sono varianti interamente in plastica a tinte forti oppure con la struttura in metallo e la seduta imbottita e decorata, perfette come sedie da cucina moderne e colorate.

Sedie colorate moderne per la casa- Idea Leroy Merlin

Sedie moderne da soggiorno colorate e nordiche

Un’altra seduta iconica che ha ispirato la produzione di numerose varianti negli anni è la Plastic Side Chair disegnata da Charles e Ray Eames. A partire dal 1950 con la sedia di fibra di vetro modellata, la coppia di designer ha passato anni a studiare le forme avvolgenti che devono accogliere come un guscio confortevole. Di recente la scocca monoblocco di plastica e le gambe cromate o di legno che si ispirano al modello originale della Eames Plastic Chair sono entrate nell’immaginario e nelle case di chi ama gli interni in stile nordico e in quelli naturali e minimali. Bianca o colorata è una delle sedie da soggiorno moderne più amate e diffuse attualmente.

Sedie colorate moderne perfette in cucina e in soggiorno- Idea Leroy Merlin

Rivisitazioni colorate e moderne della sedia da regista

Se vuoi combinare la praticità della sedie pieghevole alla comodità della sedia con braccioli, esplora l’universo delle sedie da regista . Pensa che questa storica sedia che affonda le sue radici la tempo degli Antichi Egizi, è stata un richiamo irresistibile per i più grandi designer, che continuano a reinterpretarla e riprogettarla in chiave sempre diversa e affascinante. Dall’iconica sedia Wassily di Marcel Breuer, ancora super moderna a un secolo dalla sua nascita, all’eleganza hi-tech della giovane Stanley disegnata da Philippe Starck, passando per la sofisticata April di Gae Aulenti, i modelli a cui ci si può ispirare non mancano. La sedia pieghevole colorata e moderna è adatta al soggiorno così come agli esterni: comoda e di classe.

L’iconica sedia da cucina colorata e moderna

Forse non sai che uno dei modelli di sedie colorate che ha ispirato le sedie forse più diffuse tra le pieghevoli da cucina e in giardino si chiama Celestina. Questa sedia disegnata nel 1978 dal grande architetto italiano Marco Zanuso ingentilisce e alleggerisce la forma del modello pieghevole tradizionale. La seduta e lo schienale a doghe sono un tratto distintivo di questa comoda sedia oggi riproposta in versione economica e perfetta in cucina così come attorno alla tavola apparecchiata sul terrazzo.

Moderne sedie colorate da cucina belle anche all'esterno- Idea Leroy Merlin

Sedie di design: colorate, moderne scenografiche

Se ti piacciono le scelte più estrose e vuole rendere davvero scenografico l’angolo del soggiorno dedicato al pranzo può osare modelli dal design più spinto. Immagina per il tuo soggiorno della sedie colorate moderne che si ispirano a un’altra grande icona del design. Avrai visto tantissimi modelli di poltroncine in acciaio e rattan che si ispirano alla Sedia Circle di Hans Wegner. Il progetto originario era davvero visionario. Pensa che ha richiesto lo sviluppo di una macchina speciale per la lavorazione del legno così da avere il cerchio perfetto. Oggi i modelli che si ispirano a questa comodissima poltroncina conica da soggiorno utilizzano altri materiali, ma con l’aggiunta di morbidi cuscini sono altrettanto scenografici.

Sedie colorate e moderne come pezzi di design- Idea Leroy Merlin

Come vedi, si possono trovare ottime soluzioni economiche per rinnovare le sedie da cucina moderne e colorate. Queste sono solo alcune delle infinite possibilità che trovi nella nuova sezione dedicata alle seggiole moderne. Ha dubbi? L’indecisione tra stili e colori ti blocca? Scrivimi e ti darò un suggerimento.

Sedia da giardino senza cuscino Acapulco in acciaio con seduta in rattan sintetico bianco
Leroy Merlin
Sedia da giardino senza cuscino Acapulco in acciaio con seduta in rattan sintetico bianco
Sedia da giardino London Cross NEW GARDEN in polipropilene con seduta in polipropilene rosso, set da 4 pezzi
NEW GARDEN
Sedia da giardino London Cross NEW GARDEN in polipropilene con seduta in polipropilene rosso, set da 4 pezzi
Sedia da giardino senza cuscino Emys NATERIAL pieghevole con braccioli in acciaio con seduta in textilene giallo / dorato
NATERIAL
Sedia da giardino senza cuscino Emys NATERIAL pieghevole con braccioli in acciaio con seduta in textilene giallo / dorato
Vedi dettagli
PAOLA.GUIDONI_14400658
ha pubblicato una foto su Gallery casa e giardino
02/11-13:46
Vedi dettagli
GiulioM
Redazione
ha scritto un articolo su Magazine della casa
31/10-15:45

Controsoffitto in cucina per donare all’ambiente un tocco di carattere e personalità

Sei in fase di progettazione degli ambienti domestici, vorresti donare carattere alla tua cucina, ma l’idea di effettuare lavori invasivi e dispendiosi ti spaventa? Il cartongesso è una valida soluzione. Questo vale anche se la tua cucina è ormai datata e non splende per colori e luminosità. Creare un controsoffitto in cartongesso è l’ideale per modellare la stanza in modo elegante e donare vita all’ambiente con un progetto illuminotecnico personalizzato. Scopriamo tutti i vantaggi del controsoffitto in cucina e passiamo in rassegna alcune idee da cui trarre ispirazione per ottenere un risultato finale d’effetto.

I vantaggi del controsoffitto in cucina - Leroy Merlin

Perché il controsoffitto in cartongesso in cucina è un’ottima idea

Realizzare un controsoffitto in cucina è la scelta più indicata per chi è alla ricerca di una soluzione dinamica e innovativa e desidera ravvivare questa stanza della casa in modo originale. Il controsoffitto, infatti, è un’opportunità, soprattutto per la cucina perché assicura un ampio margine di personalizzazione.
D’altro canto, stiamo parlando della cucina. Non di una zona di passaggio, ma dell’ambiente domestico più vissuto della casa. Una stanza strategica, che in termini di funzionalità tecniche ed estetiche non può essere sottovalutata in fase di progettazione. La realizzazione di un controsoffitto in cucina permette di trasformare l’ambiente in uno spazio accattivante e adeguato alle tue esigenze.

I vantaggi del controsoffitto in cucina in cartongesso

Sia che tu scelga di realizzare un controsoffitto in cucina per esigenze funzionali sia che tu scelga di realizzarlo per migliorare l’estetica della stanza, il cartongesso è senza dubbio il materiale da prediligere. I motivi per cui ti consiglio di realizzare il controsoffitto in cucina ricorrendo all’utilizzo di pannelli in cartongesso sono numerosi. Innanzitutto, il cartongesso è un materiale estremamente versatile e flessibile: sei libero, infatti, di donargli la forma che più preferisci.
Il cartongesso, inoltre, è molto leggero ed evita pesi eccessivi a carico della muratura. Un altro aspetto da tenere a mente è che, optando per il cartongesso, hai la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di colori e tecniche di pittura. Da non sottovalutare, infine, il costo tendenzialmente contenuto del cartongesso rispetto alle realizzazioni in muratura. Hai dimestichezza con i lavori manuali? Dai un’occhiata alla guida “Come scegliere materiali e attrezzi per cartongesso” per scoprire quale procedura seguire per realizzare una struttura in cartongesso fai da te.

Il pannello in cartonegesso adatto alle tue esigenze - Leroy Merlin

Come disporre i faretti nel controsoffitto in cucina?

Una delle scelte più importanti che sei chiamato a compiere se decidi di realizzare un controsoffitto in cartongesso riguarda l’illuminazione. È bene che, in fase progettuale, tu abbia le idee ben chiare sul risultato finale che desideri ottenere e sulla luminosità che vuoi donare alla tua cucina. Realizzando un controsoffitto in cucina, puoi optare per una serie pressoché infinita di soluzioni. Che ne dici di un’illuminazione con faretti ad incasso? Puoi scegliere tra luce diretta o luce diffusa a seconda delle tue preferenze.
Puoi disporre i faretti in modo tradizionale, ovvero orientando i punti luce dove serve e nei punti della stanza in cui desideri godere di maggiore luminosità, ad esempio in prossimità della zona lavello o dei fornelli, oppure nei punti della stanza su cui desideri attirare l’attenzione, come quella in cui si trova il tavolo da pranzo. Nulla, però, vieta di optare per disposizioni più scenografiche.
Una delle soluzioni d’effetto più diffuse e apprezzate è la realizzazione di controsoffitti “stellati”, illuminati grazie alla presenza di piccoli LED disposti su tutta la superficie. Affidandoti ad esperti del settore, puoi progettare un sistema di illuminazione di forme particolari, geometriche o arrotondate, che si adattano allo stile che hai scelto per arredare la tua cucina.

La disposizione dei faretti nel controsoffitto - Leroy Merlin

In quale zona della cucina realizzare il controsoffitto in cartongesso

Sarai felice di sapere che non ci sono regole precise da seguire per quanto riguarda la realizzazione del controsoffitto in cucina. Molto dipende dal tuo gusto personale e dalle tue necessità. Come già anticipato, i pannelli in cartongesso sono disponibili in diverse forme, colori e disegni. Il consiglio è quello di adattare la tua scelta allo stile dell’arredamento. Il mood è sobrio? Il mio suggerimento è puntare sulle composizioni su un livello. Se, invece, ti piace osare, puoi optare per un controsoffitto doppio. Questa soluzione è l’ideale per te se desideri realizzare un controsoffitto in cartongesso di design.

Controsoffitto nell'open space

La tua cucina fa parte di un open space ed è collegata al soggiorno? Puoi inserire un controsoffitto in cartongesso per dividere visivamente gli ambienti e metterli entrambi in risalto. Un’ottima idea è disegnare delle curve, oppure un profilo, per ricalcare la disposizione degli arredi e contribuire a rendere l’open space più confortevole e accogliente.

Controsoffitto e cappa integrata

La cappa, nonostante sia un elemento che non può assolutamente mancare in cucina, molto spesso è antiestetica. Allora perché non realizzare un controsoffitto in cartongesso sopra la zona dei fuochi e inserire al suo interno il sistema aspirante? Questa è una delle soluzioni più indicate soprattutto se la tua cucina è a isola! Ti renderai presto conto di tutto il potenziale del controsoffitto e di tutti i vantaggi che ha da offrire.

Controsoffitto sospeso e autoportante

Una valida alternativa è realizzare un controsoffitto in cartongesso nella zona della cucina in cui consumi abitualmente i pasti, sia essa un’isola che l’area in cui si trova il tavolo da pranzo. Perché non optare per una soluzione sospesa e autoportante? L’effetto scenografico è assicurato! In questo modo, potrai concentrare l’illuminazione nei punti che più desideri e, soprattutto, ottenere un risultato finale dal grande impatto estetico.

Controsoffitto lungo il perimetro del soffitto

Se la tua cucina è piuttosto monotona e desideri donare all’ambiente un tocco di vivacità e dinamismo, ma vuoi evitare lavori lunghi e progetti complessi, la realizzazione di un controsoffitto in cartongesso lungo il perimetro della stanza è la soluzione più indicata. Sistema i faretti sui pannelli, soprattutto se lo spazio che hai a disposizione è piuttosto ridotto. Questo perché le luci che corrono lungo tutto il perimetro del soffitto faranno sembrare l’ambiente visivamente più grande e arioso.

Controsoffitto parziale isola/penisola

Come avrai già avuto modo di intuire, la realizzazione del controsoffitto in cartongesso non deve necessariamente interessare tutta la stanza. Se lo desideri, infatti, puoi utilizzare i pannelli in cartongesso per rivestire solo una parte del soffitto oppure le aree in cui passano i fili e/o gli allacci degli elettrodomestici. Ma non solo: se vuoi mettere in risalto l’isola o la penisola della tua cucina, puoi realizzare un controsoffitto proprio in quella zona e fare in modo che ne ricalchi la forma. In generale, spezzando la linearità del soffitto otterrai un risultato estremamente bello.

Controsoffitto e cappa integrata - Leroy Merlin

Ti ho convinto a realizzare un controsoffitto in cartongesso? Tieni a mente che, essendo il cartongesso un materiale estremamente versatile, hai un ampio margine di personalizzazione, sia in termini di forma che di colori. Mantieni una certa coerenza con lo stile dell’arredamento e posiziona il cartongesso in una zona della cucina in cui la struttura possa esprimere al meglio tutto il suo potenziale. Qualcosa non ti è chiaro? Lascia un commento: sarò felice di risponderti.

Vedi dettagli