Community

Home
Magazine della casa
Come delimitare l'ingresso quando si trova nel soggiorno
elisabetta.garoni
Architetto
01/12/21-09:16 (modificato)

Come delimitare l'ingresso quando si trova nel soggiorno

Quando l’ingresso in casa non c’è, o meglio, è fuso con la zona giorno, può essere utile creare un filtro cioè una piccola zona che separi l’entrata dal resto della casa. Bastano alcuni piccoli accorgimenti per delimitare gli spazi assolutamente privati dalla zona di passaggio dove prepararsi per uscire o accogliere gli ospiti in arrivo. Ecco come fare.

Ispirazione per personalizzare l’ingresso – Leroy Merlin Ispirazione per personalizzare l’ingresso – Leroy Merlin

Con un mobile basso che separa senza dividere

Un mobile contenitore e una vetrata: sono questi i due elementi per separare l’ingresso dal soggiorno. Con il cartongesso puoi costruire su misura una parete bassa con contenitore ad ante su cui montare la leggera e lineare verriere che offre una barriera agli spifferi ma non alla luce: l’ingresso sarà sempre ben illuminato. Il muretto fa da schienale alla cassapanca in tinta che, oltre ad essere utilissima per riporre borse e cappelli, è una comoda seduta.

Soluzione per separare ingresso e soggiorno con mobile contenitore e vetrata – Leroy Merlin Soluzione per separare ingresso e soggiorno con mobile contenitore e vetrata – Leroy Merlin

Con un controsoffitto in cartongesso e luce integrata

Con un abbassamento in cartongesso puoi delimitare l’area dell'ingresso come più ti piace e inserire l’illuminazione. E’ da copiare l’idea di utilizzare faretti in gesso verniciabili in tinta, per rendere omogeneo il soffitto. Per non separare nettamente puoi costruire una libreria passante da sfruttare sia dal soggiorno che dall’ingresso, una partizione bifacciale che lascia filtrare la luce e lo sguardo e non appesantisce l’ambiente.

Ispirazione per dividere l’ingrasso dal soggiorno con il cartongesso - Leroy Merlin Ispirazione per dividere l’ingrasso dal soggiorno con il cartongesso - Leroy Merlin

Con colori e pattern per differenziare le zone

Come al solito ci corre in aiuto il colore: scegli la tinta che più ti rappresenta e personalizza l’entrata. Fai attenzione all’abbinamento con la porta d'ingresso per non creare stonature e seleziona una tinta a contrasto o tono su tono con pannello della porta. Interessante anche l’idea di utilizzare un pavimento in pvc adesivo a bassissimo spessore per creare un ulteriore stacco con il resto dell’appartamento.

Idea per personalizzare l’ingresso con il colore - pufikhomes Idea per personalizzare l’ingresso con il colore - pufikhomes

Con due pavimenti accostati

Se invece stai ristrutturando casa o hai in previsione di cambiare i pavimenti, puoi rendere definitiva questa scelta ed accostare due pavimenti diversi. Una piastrella in gres porcellanato effetto pietra si sposa alla perfezione ad ogni parquet e otterrai un duplice effetto: un ingresso ben definito che potrai completare con un mobile guardaroba, e un pavimento super pratico. Il gres è così resistente e facile da pulire che preserverà il pavimento in legno dalle intrusioni di stivali infangati e suole bagnate. Attenzione agli spessori prima realizzare il sottofondo per una posa perfetta.

Ispirazione per delimitare l’ingresso con il pavimento – avocadoconcept e Leroy Merlin Ispirazione per delimitare l’ingresso con il pavimento – avocadoconcept e Leroy Merlin

Hai trovato l’idea più adatta alla tua casa? Quale soluzione preferisci per dividere l’ingresso dal soggiorno senza pareti divisorie? Raccontaci nei commenti le tue idee

Continua ad esplorare la Community!