Community

Home
Magazine della casa
Condizionatore: come pulirlo prima di riaccenderlo
Sabrina_Pannoli
Redazione
06/02/2020-09:00 (modificato)

Condizionatore: come pulirlo prima di riaccenderlo

Pulire il condizionatore prima di riaccenderlo

Con l’arrivo dei primi caldi i climatizzatori verranno presto rimessi in funzione, ma dopo diversi mesi di inutilizzo sarà sicuramente necessaria una manutenzione specifica. Questa ci garantirà un ambiente salubre e assicurerà una lunga vita ai nostri impianti di condizionamento domestico. La pulizia del condizionatore in molti casi può essere svolta in autonomia e quindi non possiamo proprio trovare scuse: non dev'essere trascurata perchè consente un corretto funzionamento dei nostri climatizzatori, ne ottimizza l’efficienza energetica ed evita che nelle nostre case si respiri aria poco pulita.

La pulizia del condizionatore in molti casi può essere svolta in autonomia- foto leroymerlin.it La pulizia del condizionatore in molti casi può essere svolta in autonomia- foto leroymerlin.it

Le operazioni che possiamo effettuare senza intervento di personale specializzato sono le seguenti:

  • assicurarci che il climatizzatore sia spento dall'interruttore elettrico dedicato o, in assenza, da quello generale
  • pulire il motore esterno, soprattutto se è esposto a sole e intemperie
  • controllare lo stato di griglie e filtri
  • procedere alla rimozione e alla pulizia (scopriremo tra poco come)
  • effettuare correttamente l'asciugatura e il riposizionamento dei filtri.

La pulizia del motore esterno del climatizzatore

Il motore può essere spazzolato con una scopa per eliminare la polvere e poi lavato con un panno umido e sapone neutro o sgrassatore. Se le grate sono particolarmente sporche e ostruite da polvere, foglie etc possiamo usare l’aspirapolvere. In questo modo consentiremo al motore di lavorare meglio e di mantenere l’impianto efficiente. La pulizia dell’unità esterna del condizionatore andrebbe effettuata almeno una volta ogni sei mesi.

Non dimentichiamo di pulire sia l'unità interna che quella esterna - foto leroymerlin.it Non dimentichiamo di pulire sia l'unità interna che quella esterna - foto leroymerlin.it

La pulizia degli split

I filtri devono essere smontati come indicato sul manuale di ciascun apparecchio e, in linea di massima, lavati con acqua tiepida e sapone neutro, come il detersivo dei piatti. Se il condizionatore ha all’interno dei carboni attivi rimuoviamo solo quelli esausti e laviamo con acqua tiepida quelli integri. Poi possiamo rimuovere il filtro vero e proprio , dotato di una rete di nylon, e togliere la polvere superficiale con l'aiuto di un compressore. Successivamente possiamo lavarlo a mano con acqua tiepida e un sapone neutro. Questa semplice pulizia è ideale per rimuovere** gli allergeni** che possono depositarsi sull’apparecchio, come pollini e acari. Procediamo poi alla pulizia di tutte le bocchette di emissione e delle canalizzazioni del condizionatore. Ricordiamoci di asciugare perfettamente i filtri, prima con un panno e poi lasciandoli asciugare bene all’aria ma non al sole, prima di riposizionarli nello split. In caso di utilizzo più intenso puliamo i filtri almeno una volta al mese: miglioreremo la qualità dell'aria e diminuiranno i consumi!

La pulizia dei filtri è fondamentale per garantire la qualità dell'aria che verrà immessa nella stanza - foto leroymerlin.it La pulizia dei filtri è fondamentale per garantire la qualità dell'aria che verrà immessa nella stanza - foto leroymerlin.it

Prodotti specifici per la pulizia del condizionatore

La sanificazione del condizionatore andrebbe svolta periodicamente come le altre operazioni di manutenzione. I prodotti specifici sono numerosi e consistono in detergenti schiumogeni igienizzanti che eliminano anche i cattivi odori e spray antilegionella per condizionatori**. **Ideali per proteggere l'unità esterna durante i mesi invernali sono invece le coperture protettive in pvc per condizionatori, che preserveranno l'apparecchio da sporcizia e intemperie.

Il controllo del livello del gas e dello stato del condensatore

Oltre alla pulizia, quando si parla di manutenzione condizionatori si fa riferimento anche a questi controlli specifici, che dovrebbero essere sempre eseguiti da un tecnico specializzato. Qualunque cambiamento di pressione, eventuali perdite o altri problemi possono diminuire l'efficienza dell'apparecchio. Il controllo del gas serve a verificare la presenza di eventuali perdite oppure se è il caso di aggiungere altro gas. Il condensatore invece, se non viene tenuto sotto controllo, può far calare notevolmente le prestazioni.

E' importante effettuare una corretta pulizia dei filtri anche in caso di condizionatore portatile - foto leroymerlin.it E' importante effettuare una corretta pulizia dei filtri anche in caso di condizionatore portatile - foto leroymerlin.it

Tutte le operazioni di pulizia e manutenzione del condizionatore che abbiamo affrontato riguardano sia i condizionatori fissi che i** condizionatori portatili **(escluso ovviamente il motore esterno, del quale è sprovvisto) e sarebbe auspicabile effettuarle anche a fine stagione, prima dei mesi freddi. Mi raccomando, non sottovalutare le operazioni di pulizia che ti ho indicato. Nei filtri e nelle altre componenti dei condizionatori possono annidarsi polveri, batteri, muffe, polvere e persino la legionella. Hai qualche dubbio o consiglio da condividere? Scrivimi nei commenti!

Panno in microfibra 4 pezzi
Panno in microfibra 4 pezzi