Community

Home
Magazine della casa
5 idee per la progettazione di un balcone fiorito
Claudia M
Giovane promessa
22/08/22-15:22 (modificato)

5 idee per la progettazione di un balcone fiorito

Con l'arrivo della bella stagione rinasce in ognuno di noi la voglia di stare all’aperto e beneficiare del sole e delle piacevoli temperature esterne. Se la casa gode di un piccolo spazio esterno, è possibile trasformarlo in un meraviglioso balcone fiorito. Oggi il balcone è uno spazio outdoor molto apprezzato: grande o piccolo che sia, è l’ambiente ideale in cui potersi rilassare e in cui poter coltivare fiori, piante e piccoli orti domestici. Se sei un amante degli spazi verdi, ma non hai un giardino e non sei un esperto di piante e fiori, qui troverai le risposte a tutte le tue domande e tanti consigli per progettare un balcone fiorito trendy, funzionale e rigoglioso!

Balcone fiorito: da dove iniziare?

Decorare al meglio il balcone di casa non vuol dire riempirlo di piante e fiori in modo disordinato. Il balcone, così come ogni spazio della casa, deve essere progettato al meglio, con attenzione e cura dei dettagli.
Non solo gli arredi, ma anche il verde deve essere scelto con attenzione: questo vuol dire valutare il clima, l’esposizione solare, lo spazio disponibile e tutti quei dettagli che saranno fondamentali per la buona crescita delle piante sul balcone di casa. Ecco allora 5 idee interessanti per la progettazione di un balcone fiorito.

1 - La scelta dei vasi per balcone fiorito

Per progettare uno spazio fiorito è bene partire proprio dalla scelta dei vasi per balcone. Esistono diversi modelli, dalle forme e dalle dimensioni più disparate. Per creare un ambiente molto piacevole, la scelta migliore è selezionare una palette colori e così dare un effetto di grande impatto estetico all’outdoor. Per un risultato ordinato e non piatto o banale, la soluzione ideale è non mescolare in modo caotico vasi dai materiali troppo differenti tra loro. Se piace molto la terracotta, meglio che tutti i vasi siano fatti in questo materiale; se l’ambiente esterno è moderno, la scelta giusta è optare per vasi dai colori vivaci e contemporanei, e quindi in materiale plastico: il risultato finale deve sempre essere raffinato, di gusto e nulla deve essere lasciato al caso.
In relazione allo spazio disponibile e alla conformazione del balcone, è bene scegliere anche la grandezza giusta dei vasi: non devono essere troppo piccoli se il balcone è molto spazioso, né al contrario troppo grandi, se l’outdoor è mediamente piccolo.

2 - Progettare un balcone fiorito di piccole dimensioni

L’ottimizzazione degli spazi è uno step fondamentale per la buona riuscita di un progetto d’arredamento, che si tratti di uno spazio interno o di un ambiente esterno come il balcone. Per la buona progettazione di un balcone fiorito è importante considerare gli spazi di cui si dispone. Questo serve a non creare ambienti troppo banali o, viceversa, troppo caotici.
Se lo spazio a disposizione è ridotto, meglio non esagerare affollandolo di vasi. In questo caso conviene anche limitare le specie botaniche a due o tre al massimo, per dare più carattere allo spazio. In presenza di un balcone piuttosto piccolo, un’idea potrebbe essere quella di sfruttare soffitto e pareti grazie all’inserimento di vasi pensili in cui collocare delle piantine fiorite cadenti. Se, invece, si preferiscono i rampicanti, come bouganville, glicine, gelsomino o passiflora, un’idea potrebbe essere quella di fissare dei grigliati o dei tralicci in legno o plastica per creare una meravigliosa copertura verde.

3 - L’orto domestico sul balcone di casa

Una tendenza di oggi è quella dell’orto domestico. Se nel progettare un balcone fiorito si desidera anche inserire delle piantine aromatiche profumate come basilico, salvia e rosmarino, un’idea potrebbe essere quella di fissare una rete alla parete in cui poter agganciare dei vasetti per creare un orto verticale: l’effetto sarà molto piacevole!
Per gli amanti della sostenibilità è possibile organizzare le erbe aromatiche sul balcone optando per dei vasi in tessuto green, molto trendy e colorati.

4 - Scegliere i fiori e le piante ideali per un balcone fiorito

La scelta delle piante è il punto focale da cui parte la progettazione di un balcone fiorito. in generale, il suggerimento è quello di mixare con libertà cercando però di creare un sistema di corrispondenze tra forme e tipologia di fogliame, inserendo, laddove possibile, piante alte, per creare punti focali. È chiaro che risulta necessario selezionare piante e fiori adatti ad un certo clima, ad una certa esposizione solare e scegliere piante adatte all’esterno.

  1. Per avere un balcone fiorito tutto l’anno, la scelta ideale è quella delle piante sempreverdi: necessitano di poche cure e poca acqua, ma con l’arrivo della primavera non restano immuni a parassiti e insetti, quindi è necessario attenzionare le loro foglie. Per un balcone fiorito tutto l’anno è possibile anche scegliere delle piante con fioriture a scalare a seconda della stagione.
  2. Tra i fiori da balcone, se lo spazio è soleggiato, è possibile scegliere gerani dalle tinte vivaci che grazie ai loro colori intensi riempiono di luce il balcone. I gerani fioriscono per tutta la bella stagione fino all’autunno.
  3. Per il balcone autunnale, sono perfetti i ciclamini, i narcisi autunnali, la vinca, e i cavoli ornamentali.
  4. Per l’inverno, invece, tra i fiori da mettere sul balcone ci sono i ciclamini, le viole del pensiero e l’elleboro. Sono fiori da vaso che fioriscono a temperature basse e grazie ai loro colori brillanti riescono a dare un tocco brioso al balcone invernale.

5 - Illuminare al meglio il balcone fiorito

Il progetto illuminotecnico è fondamentale negli spazi esterni così come lo è per gli ambienti domestici interni. L’illuminazione, anche in balcone, deve essere studiata al meglio, in modo da usufruire della giusta atmosfera in ogni occasione. L’illuminazione in balcone deve essere quindi funzionale, ma anche decorativa. Le lampade da tavolo da esterno e le catene luminose, per esempio, sono perfette per creare atmosfere rilassanti e romantiche.

Ecco come illuminare nel modo giusto il balcone di casa:

  • preferire lampade che abbiano un colore bianco caldo e con un fascio di luce non troppo abbagliante;
  • scegliere lampade da esterno a risparmio energetico che consentono di abbattere i costi dei consumi di energia;
  • ridurre i costi attraverso l’installazione di timer di accensione e spegnimento automatico e sensori di movimento che consentono di illuminare zone di passaggio in balconi fioriti molto grandi.

Hai trovato interessante l’articolo? Per qualsiasi curiosità scrivi alla Community, saremo felici di rispondere alle tue domande!

Continua ad esplorare la Community!