Community

Home
Magazine della casa
Adaptive homes: adattare uno spazio alle proprie passioni
Elisabetta Marangoni
20/04/23-10:49 (modificato il 20/04/23-16:43)

Adaptive homes: adattare uno spazio alle proprie passioni

La casa di oggi non è solo uno spazio dove abitare, ma un vero e proprio ambiente aperto, che accoglie e ospita tutti i lati della nostra vita: dal lavoro, alle passioni, dallo studio agli hobbies. Oggi vi parlo di come questo si riflette nel mercato immobiliare e delle nuove tendenze emergenti, e di come la casa continua a seguire le nostre esigenze e l’evoluzione della società.

Nuove esigenze personali e nuove esigenze abitative

Negli ultimi anni cambiamenti economici e sociali hanno avuto un impatto forte anche nel nostro microcosmo. Oggi, per esempio, l’essere single è una condizione di vita stabile con esigenze ben precise, mentre nelle nostre famiglie il numero dei componenti si riduce sempre di più. Tutto questo porta le nostre case a tendere verso metrature mediamente piccole, in cui le persone creano delle sovrapposizioni di ambienti, anche per combattere il caro prezzi di alcune città.

Domotica e IA: l’innovazione che ci permette di stare bene a casa

La velocità della nostra vita, poi, crea grande richiesta per una casa intelligente, dove la tecnologia è al servizio del consumatore: le app per fare sport ci portano a svolgere nei nostri ambienti le attività che prima portavamo in un luogo dedicato; la domotica ci permette di gestire da remoto gli elettrodomestici e persino il riscaldamento; abbiamo zone adibite alla ricezione dei pacchi, come gli appositi box che ormai stanno persino sostituendo il caro, vecchio portiere.

Versatilità degli ambienti

Per questo le nostre stanze sono sempre più flessibili e versatili: se lavoriamo da remoto, ufficio e stanza degli hobby spesso convivono nello stesso ambiente, o sfruttiamo la stanza degli ospiti per allenarci; preferiamo arredi “in movimento”, come i divani letto e i sistemi modulari a parete, e torna protagonista la scrivania a vista, che le aziende di design trasforma in un vero e proprio complemento d’arredo.

Esempio 1: la casa giapponese

Per far meglio comprendere cosa significa una stanza con funzionalità sovrapposte, voglio portarvi un esempio che incarna perfettamente il concetto di casa multiforme. Qui la proprietaria, giapponese, ha voluto fortemente portare le tradizioni del suo Paese d’origine.
Siamo al piano superiore di un bellissimo loft, un open space con al fondo il tradizionale bagno giapponese. La stanza degli ospiti, con tanto di futon, si trasforma e diventa all’occorrenza la stanza per la cena in stile giapponese, in cui i materassi vengono arrotolati e stipati a lato nelle nicchie apposite, mentre si imbandiscono tavolini bassi con i cuscini per tutti i commensali.

Esempio 2: il “mobilone”

Un bellissimo caso di arredamento flessibile e versatile. Modulo contenitivo che arreda un corridoio e assume funzioni differenti a seconda degli ambienti che percorre. In questo caso è l’arredamento a mimetizzarsi e a rendersi funzionale e versatile nella casa.

Esempio 3: la nicchia

Rimane un elemento ricercato e apprezzato qualora l’ambiente e le altezze lo permettano. Questo è un esempio di nicchia in cui è stata ricavata una libreria, passione dei proprietari, sfruttando e ottimizzando gli spazi.

Esempio 4: la casa di Silvia

Siamo in un piccolo appartamento in cui è stato ricavato uno studio soppalcato. Il mobile di passaggio nel corridoio diventa un gradino integrato nella scala che conduce al piano superiore. L’affaccio è su soggiorno e cucina ed è un bellissimo esempio di come si possa ricavare il proprio spazio anche all’interno di un piccolo appartamento.

In questo senso la casa non è più solo un luogo da abitare, ma uno spazio versatile, flessibile e innovativo in grado di trasformarsi e adattarsi alle nostre passioni: casa è uno spazio aperto alle nostre esigenze.

Continua ad esplorare la Community!