Community

Home
Magazine della casa
Come arredare una casa da affittare
ValeriaBonatti
Architetto
13/04/21-16:04 (modificato)

Come arredare una casa da affittare

Hai un appartamento che hai deciso di mettere a frutto? Con il diffondersi degli affitti brevi, che sia questa la tua soluzione o un contratto più lungo, il mercato offre oggi davvero molte opportunità: ecco perché è fondamentale sapere come arredare una casa da affittare, perché la tua si distingua in mezzo a tante altre e colpisca al primo sguardo. Ecco come fare!

La casa da affittare deve essere accogliente e accattivante a prima vista – foto Leroy Merlin

Effetto Wow all’ingresso

La prima cosa che si tende a fare quando si deve arredare un appartamento da dare in affitto è sfruttare dei mobili che si hanno già. L’idea è giustissima, ma attenzione che l’effetto non sia quello di un arredamento raffazzonato e vecchiotto. Al contrario ciò che dovrà pensare il visitatore appena entrato sarà proprio “Wow”! Scegli quindi alcuni mobili che ritieni all’altezza, già per l’ingresso, e combinali con altri nuovi creando uno stile armonioso e ricercato. Un insieme che dia la sensazione di ordine, pulizia, semplicità, ma allo stesso tempo di qualcosa di particolare e curato nei dettagli. Dettagli come un attaccapanni originale, delle luci che arredano, uno specchio o una scritta di benvenuto. Se invece vuoi puntare sulla funzionalità, oltre che sullo stile, ti consiglio un mobile ingresso già completo di tutto: praticità ed eleganza che fanno colpo!

Idee per un ingresso funzionale e accattivante – foto Leroy Merlin

Casa in affitto: colore sì o colore no?

Diciamo che la cosa migliore sarebbe offrire un ambiente neutro, così che chi entra lo possa modificare creando nuovi abbinamenti, aggiungendo il suo colore preferito e personalizzarlo con ciò che ama di più. Questo non vuol dire però presentare una casa bianca e anonima. Una buona soluzione, per il living di una casa da affittare, ma non solo, è tinteggiare le pareti con una tonalità chiara di grigio o beige, che arredano senza togliere luce. In alternativa, si può dare carattere all’ambiente mettendo in risalto una sola parete con un bel color talpa o una carta da parati: il bianco e nero è uno stile intramontabile, da completare con un tappeto e dei cuscini sullo stesso tono e un ricercato lampadario industriale, per un tocco di design.

Toni neutri per uno stile raffinato da personalizzare – foto Portal Uniplaces

Cucina e bagno di una casa in affitto: funzionalità con stile

La cucina è il cuore della casa, dove la famiglia si riunisce, ma in cui anche si accolgono gli amici mentre si prepara da mangiare. E’ importante quindi che sia organizzata e completa di tutto, ma soprattutto accogliente. Anche qui è meglio restare sui toni neutri, che può essere ancora il bianco e nero o un più caldo total white addolcito dal legno. Un consiglio? Usa un tavolo allungabile e tieni delle sedie pieghevoli in un angolo da aprire quando gli amici sono tanti. E se c’è un terrazzo, arredalo in modo che serva da living open air!

Una cucina sobria, ma completa di tutto, che continua sul terrazzo – foto Leroy Merlin

E il bagno? Con la doccia, se devi scegliere, oppure utilizza una parete vasca; rigorosamente nuova, come sanitari e rubinetteria. Il bagno è infatti la stanza più intima ed è fondamentale che sia impeccabile. Ciò che non riesci a pulire alla perfezione, cambialo. Organizzalo con mobili capienti e pratici, lascia a vista accessori coordinati e completalo con un morbido tappetino e il tocco fresco di qualche pianta a cascata.

Carattere ed eleganza per il bagno da affittare – foto Leroy Merlin.fr

Consigli in ordine sparso per una casa da affittare

Qualche ultimo consiglio, per dare il tocco finale e non trascurare niente.

Cerca di creare spazi flessibili, che si trasformino e si adattino facilmente alle diverse esigenze di svago, lavoro e riposo di grandi e piccini. Non riempire con troppi mobili; usa piuttosto quelli che si trasformano, come tavoli a ribalta e divano letto. I pavimenti poi sono molto importanti: se sono in cattive condizioni, anche senza cambiarli, sovrapponi un pavimento in SPC, sarà un gioco da ragazzi e la casa cambierà radicalmente aspetto! Infine aggiungi sempre un po’ di morbidezza, non solo con le giuste luci, ma con biancheria nuova e tessili di qualità: tende, tovaglie, asciugamani, cuscini e copriletti sono ciò che rende una casa accogliente. E sui muri? Sì a qualche stampa e cornice, a completarle poi ci penserà l’inquilino!

Morbidezza ed eleganza anche per la camera da letto – foto Leroy Merlin.fr

Ci sarebbero tante altre cose da dire, per arredare la tua casa da affittare, ma queste sono le principali. Puoi leggere anche la guida “Come scegliere i mobili per arredare casa” e se hai domande specifiche, scrivici in Community!

Affitto casa arredata: cosa deve esserci