Community

Home / Magazine della casa / Come illuminare un bagno cieco: non solo vetrocemento
GiulioM
Esploratore 🔍
14/04/22-13:35 (modificato)

Come illuminare un bagno cieco: non solo vetrocemento

Sei in fase di ristrutturazione, vuoi ottimizzare al meglio i tuoi spazi e stai pensando alla realizzazione di un bagno cieco? Se hai a disposizione una scarsa metratura, sfruttare angoli che altrimenti resterebbero inutilizzati si rivela la scelta migliore da compiere. L’assenza di finestre e aperture è l’aspetto che, probabilmente, ti preoccupa maggiormente. La buona notizia è che puoi assicurare al tuo bagno un’adeguata illuminazione adottando alcuni semplici accorgimenti in fase di progettazione. Scopriamo insieme quali sono le soluzioni più indicate per donare luminosità ad un bagno cieco: dal vetrocemento alle finestre interne, fino alla scelta delle luci artificiali, dei complementi d’arredo e dei colori giusti.

Il vetrocemento

Il vetrocemento, conosciuto anche come “vetromattone”, è ciò che fa per te, se sei alla ricerca di una soluzione pratica e funzionale. Ampiamente utilizzato negli anni ’60 e ’70, rappresenta, ancora oggi, una delle opzioni più apprezzate per permettere alla luce proveniente dall’esterno di penetrare all’interno di un bagno cieco, così da rendere la stanza meno cupa e buia. Porzioni di pareti esterne in vetrocemento consentono di non oscurare l’ambiente e garantiscono la giusta privacy.
Come avrai intuito dal nome, il vetrocemento è costituito da mattoni di vetro tenuti insieme grazie alla presenza di uno scheletro in cemento. La particolarità di questa soluzione risiede nel fatto che i mattoni sono composti da due strati di vetro che creano un’intercapedine sottovuoto, la quale permette alla porzione di parete/finestra in vetrocemento di assicurare alla stanza un elevato isolamento termico e acustico. Il vetrocemento è disponibile in una molteplicità di colori e tonalità e puoi scegliere tra texture, formati e finiture differenti.

Altre idee bagno cieco: le alternative al vetrocemento

Il bagno cieco in vetrocemento non ti convince? È doveroso ammettere che i mattoni di vetro incastonati nel cemento di una parete esterna donano un aspetto estetico molto particolare alla stanza ed è possibile che una simile soluzione non soddisfi il tuo gusto personale. Negli anni, si è diffusa la tendenza di ricercare alternative al vetrocemento: alcune ne replicano le caratteristiche funzionali ma non l’estetica, altre si propongono come soluzioni del tutto differenti.

Il vetro pieno

Simile al vetrocemento è il vetro pieno. Quando si parla di vetro pieno, si fa riferimento a mattoni che hanno la forma di laterizio e che sono realizzati interamente in vetro. A differenza dei mattoni di vetrocemento che possiedono un’intercapedine interna vuota, i mattoni di vetro pieno sono veri e propri blocchi di vetro trasparente o leggermente opaco che permettono il perfetto passaggio della luce naturale.

Bagno cieco con finestra interna

L’apertura di una finestra su una parete interna ti sembra una soluzione piuttosto insolita? In realtà, se il muro comunica con una stanza molto luminosa dotata di finestra, parte della luce riuscirà a penetrare con successo all’interno del tuo bagno cieco. In questo caso, il consiglio è optare per il vetromattone o per una lastra fissa in vetro.
Propendere per la posa di una lastra in vetro come alternativa al vetrocemento è una scelta economica, pratica e funzionale. Se decidi di progettare un bagno cieco con finestra interna, il mio consiglio è prestare molta attenzione alla quantità di luce presente all’interno della stanza sulla quale affaccia il muro nel quale stai pensando di realizzare l’apertura. Se la luce è scarsa, ti suggerisco di optare per una lastra fissa in vetro trasparente. Se, invece, la luce naturale che proviene dall’esterno garantisce all’ambiente un’intensità luminosa elevata, puoi optare anche per la posa di una lastra in vetro satinato. In ogni caso, per assicurare la giusta privacy al bagno è preferibile inserire la lastra in vetro nella parte alta della parete.

Porta in vetro

Un altro modo per aumentare la luminosità all’interno del tuo bagno cieco è aggiungere una porta realizzata completamente o parzialmente in vetro. Le porte in vetro, infatti, permettono di rendere l’ambiente più luminoso, consentendo alla luce di filtrare in uno spazio che non dispone di finestre. Le alternative tra cui puoi scegliere sono numerose e si distinguono per tipologia di porta e caratteristiche del vetro.
In merito alla tipologia di porta, puoi optare per una porta in vetro a battente o per una porta in vetro scorrevole, per una porta realizzata interamente in vetro, senza cornice, o per una porta in cui la lastra di vetro è inserita all’interno di una cornice in legno, laminata o laccata. La scelta dipende dal tuo gusto personale e dalle tue esigenze, oltre che dallo spazio che hai a disposizione. Se la metratura del bagno è ridotta e anche pochi centimetri per te sono preziosi, ti consiglio di optare per una porta scorrevole!

Per quanto riguarda, invece, le caratteristiche della lastra di vetro, ce n'è per tutti i gusti:

  • vetro opaco: le porte in vetro opaco uniscono il massimo della privacy con una luminosità diffusa e mai invasiva;
  • vetro sabbiato: le porte in vetro sabbiato hanno più stile e garantiscono una privacy totale;
  • vetro oscurato: le porte in vetro oscurato sono eleganti e fungono da vero e proprio complemento d’arredo;
  • vetro decorato: le porte in vetro decorato sono perfette per dare personalità e carattere al tuo bagno cieco.

Tutte queste tipologie di vetro permettono di mantenere la privacy della stanza e consentono alla luce proveniente dal corridoio di illuminare anche il bagno cieco.

Tunnel solare

Se la tua è una mansarda o un appartamento all’ultimo piano oppure la tua abitazione è dotata di una canna fumaria individuale, puoi vedere la “luce del sole” e contare sull’illuminazione naturale, optando per la realizzazione di un tunnel solare. Il tunnel solare è un dispositivo da installare sul tetto che, grazie ad un foro di circa 30 cm, capta la luce e, attraverso una canale, la trasmette fino alla stanza in cui sbocca il condotto. Si tratta di una delle soluzioni bagno cieco più sorprendenti!

Come illuminare un bagno cieco con i colori, le luci artificiali e i complementi d’arredo

Indipendentemente dalla soluzione che sceglierai per consentire alla luce naturale di penetrare all’interno del tuo bagno cieco, ti suggerisco di prestare molta attenzione alla scelta dei colori, delle luci artificiali e dei complementi d’arredo. I colori giocano un ruolo fondamentale perché influenzano la luminosità della stanza, oltre che la percezione dello spazio. Il consiglio è optare per tonalità chiare e tenui in grado di compensare l’assenza della luce naturale: bianco, crema e beige chiaro sono gli alleati perfetti.

La luce artificiale più adatta ad un bagno, come già saprai, è quella fredda. Nella scelta dell’illuminazione per il tuo bagno cieco ti suggerisco di lasciarti guidare dal tuo gusto personale e, soprattutto, dallo stile della stanza. Se, ad esempio, il bagno è in stile contemporaneo o minimal, l’illuminazione led è perfetta perché garantisce un’intensità luminosa che richiama quella della luce naturale. Se, invece, il bagno è in stile moderno, non sottovalutare le plafoniere, disponibili in metallo, alluminio o acciaio. Non mancano, poi, le applique e i faretti, da posizionare nei punti giusti per creare gradevoli giochi di luci e ombre.
Tra i complementi d’arredo che non possono mancare all’interno di un bagno cieco per renderlo più luminoso in assenza di finestre c’è lo specchio. Ti basterà posizionare uno specchio a parete sopra il lavabo per riflettere la luce, ingannare la vista e creare profondità.

Alternative al vetro cemento per dare luce al bagno cieco-

Le soluzioni per donare luminosità ad un bagno cieco, come avrai notato, sono numerose e contribuiscono a rendere una stanza priva di finestre e aperture confortevole ed accogliente. La scelta dipende dal risultato finale che desideri ottenere, dalle tue esigenze estetiche e funzionali e dalle caratteristiche dello spazio che hai a disposizione. Se hai già realizzato il tuo progetto o sei in cerca di idee bagno cieco da cui trarre ispirazione, condividi le tue idee e le tue domande con la Community.

Continua ad esplorare la Community!