Community

Home / Magazine della casa / 6 consigli per risvegliare il tuo giardino
Federica_Cornalba
Architetto e paesaggista
23/03/18-14:51 (modificato il 21/01/24-10:38)

6 consigli per risvegliare il tuo giardino

Per noi “pollici verdi” queste ultime settimane d’inverno dall’aria frizzantina sono piene di entusiasmo, non è vero? Ellebori e hamamelis, le sentinelle dei nostri giardini, sfoggiano finalmente le loro fioriture precoci e annunciano che è ora di prepararsi per la bella stagione. Io ho già cominciato a mettere un po’ d’ordine nella casetta degli attrezzi - che personalmente preferisco di legno - e a fare l’inventario: non voglio certamente farmi cogliere impreparata! Le prime operazioni sono fondamentali per avere poi un giardino da invidiare, quindi scopriamo insieme quali sono e diamoci subito a fare!
Casetta da giardino di Leroy Merlin
Scegliere la casetta da giardino perfetta per riporre tutta l'attrezzatura necessaria - Leroy Merlin

Preparazione del terreno

Se dobbiamo seminare un nuovo prato, aratura e fresatura sono importantissime perché, portando in superficie gli strati profondi del terreno e collocando sotto quelli superficiali, si riduce la formazione delle malerbe. Assicuriamoci quindi di avere l’attrezzatura giusta: se abbiamo un giardino esteso, indispensabile sarà il motocoltivatore a benzina, mentre per spazi più contenuti possiamo eseguire la stessa operazione con una motozappa che sceglieremo a scoppio o elettrica, in base a esigenze, grado di sensibilità ecologica e budget che vogliamo mettere a disposizione. Naturalmente serviranno anche degli utensili manuali che sono utilissimi per i lavori nelle zone circoscritte: la guida alla scelta degli attrezzi da giardino ci aiuterà a scoprire cosa fa esattamente al caso nostro!
Aratura del terreno con motocoltivatore Aratura del terreno con motocoltivatore - Leroy Merlin

Manutenzione delle superfici erbose

Se invece il nostro prato va solo risvegliato dal torpore invernale dobbiamo, prima di tutto, dargli una bella rinfrescata: con un arieggiatore rimuoveremo lo strato di residui vegetali che soffoca lentamente l’erba. Si tratta di un’operazione semplice, che eseguita anche dopo ogni taglio, garantirà la crescita di un prato perfetto. Come per la motozappa, anche in questo caso va scelto il tipo di arieggiatore che fa per noi: potrebbe essere elettrico a trazione manuale oppure a scoppio se dobbiamo lavorare su terreni più duri e compatti. Ricordiamoci comunque la successiva manutenzione periodica: non possono mancare tra le nostre attrezzature un tosaerba elettrico e, per i lavori di precisione, un comodo tagliabordi a batteria.
Taglio del prato con tosaerba Taglio del prato con tosaerba - Leroy Merlin

Controllo dell'impianto di irrigazione

Approfittiamo di questi ultimi giorni di riposo vegetale anche per assicurarci che l’impianto di irrigazione sia pronto e adatto a tutte le esigenze del nostro giardino. Per quello interrato, verifichiamo che gli irrigatori funzionino bene e, se è il caso, integriamo il sistema con nuovi elementi (utilissima è la guida agli impianti di irrigazione interrata che ci aiuterà a fare le scelte giuste). In ogni caso, per i diversi bisogni idrici, dotarsi di un programmatore a zone è fondamentale: ridurremo così i consumi e renderemo l’impianto altamente efficiente. Addirittura, aggiungendo un rilevatore di umidità, saremo in grado di interrompere l'irrigazione in caso di pioggia e risparmiare, così, una grande quantità di acqua. Se pensiamo a nuove aiuole o bordure, inseriamo anche un kit di microirrigazione che distribuisce piccoli volumi d’acqua in tempi abbastanza lunghi, con il vantaggio di non bagnare tutta la superficie del terreno riducendo così l’evaporazione e limitando la formazione di malerbe e di alcuni funghi parassiti.
Microirrigazione per orto e aiuole fiorite Microirrigazione per orto e aiuole fiorite - Leroy Merlin

Semina di nuovi ortaggi

Questo è sicuramente il momento giusto anche per seminare i nostri ortaggi preferiti: ormai il rischio di gelate è ridotto, ma è comunque consigliabile farlo in ambiente protetto. Se non vogliamo fare un successivo trapianto possiamo montare una serra da orto mettendo i semi direttamente a dimora. Io preferisco invece utilizzare una fioriera rialzata per poi trapiantare quando il clima è più mite. Impostantissima è comunque la qualità del terreno: terricci specifici e concimi biologici sono fondamentali per la successiva crescita rigogliosa del nostro orto. Cosa seminare adesso? Aglio, cipolle, spinaci e piselli in pieno campo, mentre lattughe, ravanelli, prezzemolo e carote in coltura protetta. Ricordiamoci anche il calendario lunare: la tradizione contadina vuole che gli ortaggi da bulbo vadano piantati con la luna calante e quelli da frutto con la luna crescente.
Serra orto tunnel di Leroy Merlin Serra orto a tunnel per le semine di inizio stagione - Leroy Merlin

Manutenzione di piante e siepi

Altra operazione fondamentale per far sì che il nostro giardino dia il meglio di sé nella bella stagione è la potatura di alberi e arbusti. Nel caso di alberi da frutto possiamo utilizzare uno svettatoio che ci consente di raggiungere anche i rami più alti. Per garantire una produzione abbondante e di qualità dobbiamo però fare attenzione: pesco e albicocco, per esempio, producono sui rami dell’anno, mentre melo, susino, pero e ciliegio su quelli di due anni. Proseguiamo quindi con gli arbusti a fioritura estiva e quindi con quelli che l’hanno già conclusa. Infine occupiamoci delle siepi sempreverdi per infoltire la loro parte basale: un tagliasiepi a batteria farà al caso nostro, permettendoci di regolare velocemente forma e dimensioni della siepe.
Troncarami per alberi da frutto Troncarami per alberi da frutto - Leroy Merlin

Pulizia degli spazi

Dopo tutte queste operazioni, finalmente la preparazione del nostro giardino può dirsi completata, ma come succede per i lavori di casa, bisogna poi mettere tutto in ordine e pulire per bene. In più, sappiamo che il nostro giardino è una “creatura viva” e avrà bisogno di cure costanti anche più avanti, quindi è importantissimo che oltre a passione e impegno ci siano anche tutti gli strumenti giusti per la sua manutenzione. Carrelli e carriole non possono mancare, così come tutti gli utensili a mano che ci aiuteranno per i lavori puntuali. Io mi sono anche dotata di un soffiatore per radunare velocemente foglie e piccoli rami che poi passo nel biotrituratore elettrico, facilitando così la produzione di compost da usare come ammendante ecologico.
Compostiera per un giardino eco-friendly Compostiera per un giardino eco-friendly - Leroy Merlin

E voi? quali sono i vostri segreti per preparare il giardino alla bella stagione? Scrivete qui nei commenti le vostre esperienze e se avete bisogno di qualche consiglio in più, sarò ben felice di aiutarvi!

Tagliabordi a batteria RYOBI RLT1831-H25F 18V 1 batteria inclusa
Biotrituratore elettrico STERWINS ESH2-45 50 l 2800 W
STILLER
Motozappa a scoppio STILLER ST 90 123 cm³
AL-KO
Scarificatore a benzina AL-KO 38 VLB 53.2 cm³
STERWINS
Tagliaerba a batteria a spinta STERWINS UP20 20V L 33 cm, batteria non inclusa
RAIN
Programmatore elettrovalvole ad alimentazione elettrica RAIN C-Dial 6 vie
Continua ad esplorare la Community!