Community

Home
Magazine della casa
Come coltivare la zucca: tutto che devi sapere
Claudia M
Giovane promessa
07/06/22-09:37 (modificato)

Come coltivare la zucca: tutto che devi sapere

Stai valutando l’idea di coltivare la zucca nel tuo orto? Se non hai uno spazio all’aperto a disposizione in cui poter ricavare il tuo angolo verde, sappi che puoi tranquillamente coltivare questo ortaggio anche in vaso. La zucca è molto produttiva e, se te ne prendi cura nel modo corretto, sarà in grado di regalarti enormi soddisfazioni in fase di raccolta. Scopriamo insieme quali sono le tecniche più adeguate per la coltivazione della zucca e quali gli accorgimenti da adottare per favorire lo sviluppo di splendidi frutti!

Le caratteristiche della zucca

La zucca appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee, è un ortaggio semplice da coltivare ed è estremamente versatile in cucina. Le varietà tra cui puoi scegliere sono numerose, povere di calorie e ricche di acqua, vitamine, sali minerali e fibre. La zucca è un alimento che si presta ad una molteplicità di ricette e del quale possono essere utilizzati anche i semi per uno snack fuori pasto o per condire pane e insalate. I semi sono una fonte importantissima di proteine, ferro e Omega-3!

Come coltivare la zucca nell’orto

Coltivare la zucca all’interno dell’orto è una procedura abbastanza semplice. Presta attenzione al periodo consigliato per avviare la coltivazione e impegnati a garantire alla tua pianta le migliori condizioni possibili, soprattutto per quanto riguarda il terreno, il clima, la semina, l’irrigazione e la pacciamatura. Se esegui tutte le operazioni che trovi di seguito nel modo corretto, in fase di raccolta ti troverai di fronte frutti meravigliosi!

Quando seminare le zucche?

I periodi migliori per seminare le zucche sono quello primaverile e quello estivo. È importante, infatti, evitare le gelate tardive perché potrebbero danneggiare irrimediabilmente le piante. Se la tua intenzione è disporre di zucche mature, ad esempio, per Halloween, ti suggerisco di piantare i semi già a fine luglio. Se lo fai prima, sarai costretto a raccogliere i frutti a settembre e dovrai conservarli per più di un mese.

Presta attenzione al terreno

La coltivazione della zucca richiede molto spazio perché è un ortaggio piuttosto ingombrante. La pianta, infatti, in fase di crescita, si propaga in modo ramificato nel terreno e i suoi tralci possono raggiungere una lunghezza di 10 cm. Prenditi cura del suolo in cui scegli di coltivare i semi, utilizzando i concimi giusti. Inoltre, fai in modo che sia morbido al tatto e, soprattutto, ben drenato. Per preparare il terreno alla coltivazione della zucca rimuovi tutte le erbe infestanti e smuovilo con l’aiuto di un rastrello. Una soluzione intelligente per impedire ai tuoi frutti di non attrarre insetti è posizionarli su un ripiano di legno!

Il clima ideale

Posiziona le tue zucche in una zona ben esposta al sole. Questi ortaggi, infatti, hanno bisogno di tanta luce per crescere in salute e assumere il loro tipico colore brillante. Ricordati che le zucche soffrono molto il freddo e che le temperature inferiori ai 10 gradi le danneggiano irrimediabilmente. Le piante soffrono anche a causa del troppo caldo (oltre i 30 gradi). Il clima ideale per la coltivazione della zucca nell’orto è mite, intorno ai 20 gradi. Per questo motivo, nei mesi più caldi dell’anno, ti consiglio di installare reti ombreggianti a copertura dell’orto.

La semina

Una volta terminato il periodo in cui potrebbero verificarsi gelate tardive e giornate particolarmente fredde, utilizzando gli attrezzi adatti puoi procedere con il trapianto dei semi nel terreno. Il consiglio è disporre tre o quattro semi all’interno di buche profonde circa 3 o 4 cm. Le buche dovranno essere scavate qualche giorno prima della semina e riempite con del compost, così da preparare il terreno ad accogliere i semi.
Presta molta attenzione alla scelta dei semi! Per quanto riguarda le zucche invernali, le tipologie più diffuse sono le zucche grandi (la cui polpa non è molto saporita), le zucche piccole (generalmente utilizzate come ornamento) e le zucche per dolci (coltivate perlopiù a scopo alimentare). Non appena inizieranno a spuntare le prime piantine, potrai procedere con il diradamento. Mantieni le piante che ti sembrano più forti e robuste ed elimina quelle più deboli.

Irrigazione e pacciamatura

Il momento migliore per annaffiare le tue piante di zucca è la mattina, quando il terreno è asciutto. Evita di bagnare le foglie! L’umidità, infatti, favorisce lo sviluppo di funghi chiamati “mal bianco” che rischiano di uccidere la pianta. Ricordati che più le zucche crescono, più è necessario limitare l’apporto idrico. Prima della raccolta, inoltre, ti suggerisco di non annaffiarle proprio. Un’ottima idea è installare un sistema di irrigazione goccia a goccia: soluzione ideale per evitare sprechi d’acqua e assicurare al terreno il giusto apporto idrico.
Le zucche si appoggiano a terra. Un’ottima idea, infatti, è ricorrere alla pacciamatura. Così facendo, impedirai al frutto di poggiare direttamente sul terreno e non dovrai occuparti dell’eliminazione delle erbe infestanti. In questo caso, ricordati di sistemare piccole assi sotto il frutto, così che non si formino marciumi. I vermi che più di frequente tendono a mangiare il frutto, se appoggiato a terra, sono gli elateridi.

La potatura: come cimare la zucca

La cimatura è un’operazione che deve essere eseguita periodicamente. Si tratta di un lavoro di potatura che serve per bilanciare la pianta e stimolare la formazione del frutto. Come cimare la zucca? Taglia dopo la seconda o la quarta foglia, a seconda di quanto è cresciuta la pianta. Così facendo, permetterai alla pianta di produrre i germogli ascellari che, a loro volta, stimoleranno la produzione dei frutti.

La fase di raccolta

Il periodo di raccolta della zucca è compreso tra il mese di settembre e il mese di novembre. Puoi raccogliere i frutti quando la parte esterna è di colore arancione brillante, mentre il picciolo e le foglie iniziano a seccare. Se, al tatto, la zucca è morbida, non raccoglierla perché marcirebbe in fretta. Taglia il picciolo con delle cesoie, senza strapparlo e lasciando qualche centimetro attaccato al frutto della pianta. Dopo aver raccolto le zucche, conservale in un luogo asciutto e ben soleggiato: non hanno bisogno di refrigerazione!

Come coltivare la zucca in vaso

Se vivi in città e non hai un giardino, puoi tranquillamente coltivare la zucca anche sul balcone o in terrazzo. Recupera un vaso grande nel quale sistemare zucche piccole (quelle che vengono generalmente utilizzate come ornamento). Per farle crescere nel migliore dei modi, presta attenzione sia alla larghezza che alla profondità del vaso. La dimensione deve essere quella giusta per favorire la crescita della pianta.
Inserisci i semi manualmente a circa 3 o 4 cm di profondità e coprili con un po’ di terra. Annaffia il terreno frequentemente, senza però farti prendere troppo la mano perché rischieresti di trasformare il terreno in una pozza d’acqua. Le piante di zucca tra cui puoi scegliere sono numerose. Essendo rampicanti, hanno bisogno di un sostegno a cui appoggiarsi: i paletti di legno sono perfetti!

Ti ho convinto a coltivare la zucca nel tuo orto o sul balcone di casa? Metti in pratica i suggerimenti che ti ho fornito per far crescere rigogliosa la tua pianta e raccogliere magnifici frutti quando sarà il momento! Se qualche passaggio non ti è chiaro e hai qualche domanda da fare, lascia un commento: ti risponderò in tempi brevi!

Continua ad esplorare la Community!