Community

Home
Magazine della casa
Come colorare un’aiuola con rose tappezzanti
AnnaZorloni
Garden Expert
10/07/18-07:17 (modificato)

Come colorare un’aiuola con rose tappezzanti

Esistono molte piante ornamentali con le quali poter riempire un’aiuola spoglia e desolata. La rosa è, tra i fiori, quello più comune, e ne esistono davvero migliaia di tipi: varietà innumerevoli caratterizzate da colori e forme differenti.
Possiamo raggrupparle sostanzialmente in tre gruppi, in base al loro portamento: rose a cespuglio, rose rampicanti e rose tappezzanti.
Per le tue aiuole, ti consiglio le rose tappezzanti: rustiche, poco esigenti e … bellissime. Con queste piante potrai creare un tappeto di fiori colorati e profumati per tutta l’estate.


Riempi un'aiuola con rose tappezzanti; scelta comoda e di sicura bellezza! - foto da rose.it

Conosci le rose tappezzanti?

Le rose "tappezzanti" sono definite così perchè, letteralmente, creano un tappeto di fiori! Sono, infatti, indicate per coprire superfici di terreno nude, come le aiuole. La loro caratteristica principale è il tipo di sviluppo: non si sviluppano in altezza, ma rimangono basse, poiché dotate di fusticini esili e semilegnosi che si ripiegano su se stessi senza assumere un portamento eretto. Crescono in larghezza, e si sviluppano lateralmente a coprire ampie superfici.


Le rose tappezzanti rimangono basse- foto da rose.it

Come coltivare correttamente le rose tappezzanti?

Se desideri creare un’aiuola di rose tappezzanti, segui questi pochi ma utili consigli.
Come prima cosa, devi scegliere la varietà giusta: non tutte le rose sono uguali, devi scegliere una varietà caratterizzata da portamento prostrato (quindi di tipo tappezzante). Poi, potrai scegliere il colore che più ti piace, bianco, rosso, giallo, ecc. ecc. La maggior parte delle varietà presenti oggi sono di tipo rifiorente, in grado, cioè di fiorire continuamente da maggio a settembre.


Scegli una varietà a portamento prostrato, nel colore che più ti piace! - foto Pixabay

Prepara il terreno per le tue piante di rosa

Innanzitutto, sappi che le rose hanno bisogno di un’esposizione ben luminosa per fiorire abbondantemente per tutta l’estate. Quindi, al momento dell'impianto, scegli una posizione del tuo giardino che sia esposta al sole. In assenza di sole, le tue piante cresceranno deboli, pallide e faranno pochi fiori... Considera la densità d’impianto prima di mettere le piantine a dimora, che deve essere di circa 5 piantine al metro quadrato: fai dunque i giusti calcoli in base allo spazio che devi ricoprire, prima di acquistare le piantine. Una volta acquistate le piante, prepara il terreno dove le metterai a dimora: esegui una lavorazione poco profonda, con una zappa. Elimina le erbacce, i sassi ed eventuali impurità presenti. Incorpora alla terra del concime di tipo organico, quale stallatico o letame , in maniera da arricchire il suolo e fornire alle piante il nutrimento necessario a crescere sane e rigogliose e ricche di fiori. Ricorri alla pacciamatura! Non è essenziale, ma è molto, ma molto utile! Impedisce alle erbe infestanti di crescere e rovinare l’aspetto dell’aiuola, oltre che competere con le rose e soffocarle rubando loro spazio vitale; inoltre mantiene il terreno fresco e con il giusto grado di umidità, limitando la perdita di acqua per evapotraspirazione. Come materiale pacciamante potrai scegliere i teli appositi oppure distribuire omogeneamente sulla superficie del terreno frammenti di corteccia di conifere o “bark”, lapillo vulcanico o anche ghiaia o pietrisco.
Il telo nero è più comodo, anche perché è dotato di quadrettatura utile a distanziare con più precisione le piante al momento della loro messa a dimora, fatta incidendo dei fori nel telo stesso, con un taglierino, nella posizione in cui verrà messa la pianta.


Telo nero e lapillo vulcanico: la pacciamatura per le tue rose - foto dell'autrice

Prenditi cura delle le tue rose!

Una volta messe a dimora, le piantine dovranno essere curate e coccolate! Per dare loro l'acqua sufficiente e nella maniera corretta, senza fare fatica, installa un impianto di irrigazione! E' semplice e utilissimo per tenere bagnate le piante almeno nei periodi più caldi: impianti localizzati a goccia, costituiti da semplici tubi forati, sono quelli più indicati. Potrai collegarli ad un timer, per programmare le innaffiature a tuo piacimento, oppure accenderli secondo necessità. Se non sai come fare, guarda il tutorial "Come installare un impianto d'irrigazione a goccia". Nutri le tue rose regolarmente per averle belle forti e ricche di fiori! Utilizza un concime specifico per queste piante, come il concime granulare per rose di Compo, da somministrare durante tutta la stagione vegetativa seguendo le dosi indicate in etichetta. L'utilizzo di concime ti aiuterà ad avere una fioritura più bella e abbondante.

Nutri le tue rose con un prodotto specifico - foto dell'autrice

Controlla costantemente lo stato di salute delle tue rose

queste bellissime piante sono suscettibili ad alcune malattie, in modo particolare all’oidio (o malbianco), alla ruggine e alla ticchiolatura, giusto per citare le principali. In caso di necessità, ricorri all’utilizzo dei prodotti appositi per prevenire o curare queste malattie! Attenzione, inoltre, a insetti quali gli afidi!


Proteggi la bellezza delle tue rose con il giusto prodotto antiparassitario - foto Leroy Merlin

Le rose tappezzanti, una volta messe a dimora e curate nella maniera corretta, creano una macchia di colore stupenda, dal grande valore paesaggistico!

Continua ad esplorare la Community!