Community

Home
Magazine della casa
Conoscere la luce: come scegliere l’illuminazione in casa
Carmela Palumbo
15/02/23-15:39 (modificato)

Conoscere la luce: come scegliere l’illuminazione in casa per abitare meglio

Sapete che la giusta scelta delle luci per ogni stanza della casa ci permette di trasformare la nostra abitazione in una vera e propria fonte di benessere? Oggi, infatti, l’illuminazione degli interni è un fattore primario in grado di soddisfare l’esigenza di comfort all’interno degli ambienti in cui viviamo. Le luci - così come i colori, le texture, i suoni e gli odori - sono i migliori amici di una Casa Felice, cioè di una casa capace di rigenerarci giornalmente, nel corpo e nella mente. Ecco perché conoscere la luce è fondamentale per scegliere la giusta illuminazione per ogni ambiente della casa, tenendo in considerazione il momento della giornata in cui lo viviamo, lo stato d’animo che vogliamo provare e l’atmosfera che desideriamo ricreare

Lampade in stile industrial - iStock

La scelta delle luci: da dove iniziare?

Nella scelta delle luci per la casa, la natura è la nostra più grande maestra. La prima distinzione da fare è tra luce naturale e artificiale. È importante chiarire che la luce artificiale non può - e non deve mai - sostituirsi completamente a quella naturale, se presente, ma deve integrarsi con quest’ultima. Perché la luce è vibrazione, come le emozioni, i pensieri e gli stati d’animo, e – come scientificamente dimostrato – influisce sul benessere psicofisico. Ecco due consigli pratici da seguire per scegliere l’illuminazione di una stanza: 1) le luci più intense vanno utilizzate la mattina e durante il giorno, mentre quelle più flebili la sera e la notte; 2) utilizzate le luci calde nelle zone dedicate al comfort e le fredde nelle zone in cui svolgete attività che richiedono attenzione e concentrazione.

Zona giorno e zona notte - iStock

Luce calda e fredda: perché è importante distinguerle?

Non solo la luce naturale, ma anche quella artificiale ha effetti sul nostro benessere. Per questo, è importante distinguere e saper scegliere tra luce calda e fredda in base al colore che la luce assume. La luce calda va dal giallo, arancione al rosso; la luce neutra comprende sia il bianco classico - con spettri di luce caldi - sia quello freddo, un bianco più uniforme e simile a quello naturale del giorno; con luce fredda sì intendono invece i colori che vanno dal bianco freddo fino all’azzurro e al blu.

Luce calda e luce fredda - iStock

La luce giusta per ogni ambiente della casa: da lavoro, d’accento, ambientale

In base a come utilizzerete il vostro spazio, è importante distinguere tre diversi tipi di illuminazione: da lavoro, d’accento e ambientale. La prima richiede una luce diretta e intensa; la seconda è utile se volete mettere in evidenza un'area della casa o un oggetto specifico, come un quadro; la terza necessita di una luminosità ampia in grado di creare un livello di luce generale e uniforme. È il caso di corridoi e scale, ma anche della cucina e degli altri ambienti della casa dove avete bisogno di un fascio di luce più costante. L’illuminazione può essere nascosta o resa con l’aiuto di lampade da terra, a sospensione, da soffitto o incassate, oppure, se volete schiarire pareti e soffitti, le applique sono perfette.

Lampade a sospensione - iStock

La relazione tra luce ed elementi d’arredo

La relazione tra la luce e gli elementi d’arredo che si trovano all’interno del vostro spazio è un elemento importantissimo che dovete tenere in considerazione. Per esempio, se avete elementi dal materiale liscio e lucido, la luce creerà una riflessione speculare tipica degli specchi e si concentrerà nella direzione derivante dall’angolo d’incidenza. Se il materiale è poroso, scabro e opaco, otterrete invece una riflessione diffusa e la luce sì diffonderà morbidamente.

Camera da letto con elementi lucidi - iStock

Insomma, abitare è un’esperienza e sta a noi renderla felice. Ecco perché questi piccoli accorgimenti sono importantissimi in fase di restyling della casa o di progettazione di interni. L’obiettivo è sempre riuscire a creare comfort, visivo e abitativo, così da poter vivere le esperienze che desideriamo in tutti i nostri ambienti, rendendoli unici e speciali. E ora tocca a voi: quale di questi suggerimenti avete più curiosità di mettere in pratica? Qual è la vostra esperienza con la scelta delle luci per arredare casa? Vi leggo e rispondo alle vostre curiosità qui sotto nei commenti.

Continua ad esplorare la Community!