Community

Home
Magazine della casa
5 idee per dipingere la camera da letto di due colori
ValeriaBonatti
Architetto
25/04/20-09:59 (modificato)

5 idee per dipingere la camera da letto di due colori

Sono anni che le mie figlie mi chiedono di ridipingere la loro camera. Ed ora è finalmente arrivato il momento giusto: tempo a disposizione e la possibilità di comprare il materiale. Unico problema, metterle d’accordo sul colore e, non trovando una scelta comune, ecco la soluzione: dipingerla di due colori! Da qui ho fatto alcune riflessioni, anche in corso d’opera, di cui voglio mettervi a parte, nel caso in cui anche voi aveste il desiderio di cambiare la vostra camera in modo un po’ diverso, ma non sappiate bene come fare. Ecco qui cinque idee.

Due tonalità di uno stesso colore danno un effetto luce-ombra molto bello e naturale – foto Leroy Merlin

Tono su tono o a contrasto?

La prima da cosa da scegliere è se tenersi su una stessa tonalità: è una soluzione più riposante e dà un senso di armonia, perfetto per una camera da letto; noi abbiamo scelto un verde chiaro, come nell’esempio della foto, in cui la tonalità più accesa è data dagli arredi, mentre la seconda parete è nero lavagna, un colore neutro che si abbina perfettamente. Se ti piace invece osare e creare dei contrasti, una buona regola è scegliere entrambe le tonalità dalla stessa gamma di colori, cosiddetti freddi e caldi, o in alternativa accostare i complementari; l’importante, in questo caso, è non aggiungere troppi altri colori negli arredi, ma mantenere sempre dei rimandi cromatici.

Giocare sulle stesse tonalità crea un ambiente rilassante e armonioso, senza togliere allegria – foto Leroy Merlin

Dipingo tutto o solo una parte?

Un’altra cosa che mi sono chiesta è stata se dipingere le pareti intere o piuttosto creare delle zone diversificate. Direi che questo dipende molto dalla dimensione e dall’arredo della stanza. Se la camera non è grandissima o è molto piena, è più indicato non immettere altre geometrie o troppi contrasti, ma al contrario unificare una zona, ad esempio quella del letto, con una tinta a tutta altezza, come il bellissimo blu lavanda della foto, semplicemente accostato al bianco e messo in risalto dal verde salvia dei cuscini. Adorabile. Se però il tuo intento è quello di diversificare l’ambiente con una sferzata di novità, puoi muoverti tra la più classica fascia orizzontale e le geometrie asimmetriche, che evidenziano in modo allegro e dinamico un elemento della stanza e creano dei rimandi, questa volta non cromatici, ma visivi. Sta a te trovare le giuste prospettive.

Un colore scuro a tutta altezza è perfetto per mettere in risalto il letto – foto Leroy Merlin


Le geometrie asimmetriche danno vivacità e creano divertenti rimandi visivi – foto Leroy Merlin

Le alternative alla pittura

Infine mi sono chiesta: e se il secondo colore non fosse una semplice pittura, ma qualcosa di diverso e più originale? Una carta da parati ad esempio, così come i fotomurali, consente di personalizzare molto di più una stanza, scegliendo tra un’infinità di motivi, adatti a qualsiasi stile e qualsiasi età, dall’effetto mattone a vista ai motivi floreali, fino agli eroi Disney per i bambini. Ovviamente il colore della parete pitturata dovrà essere coordinato con quello della carta scelta, come nella foto, in cui il tortora e il lavanda vengono ripresi anche nel tessile, con un effetto molto accogliente.

Abbinare alla pittura una carta da parati è un’idea originale e dall’effetto garantito – foto Leroy Merlin

Ecco, questi erano i miei spunti. Scrivici se vuoi altre idee, oppure guarda la guida Come scegliere pitture e colore delle pareti e alla fine mandaci una foto della tua nuova camera!

Continua ad esplorare la Community!