Community

Home
Magazine della casa
Impianti fotovoltaici e solari termici: quali sono le
Antonella.M
Giovane promessa
20/08/20-07:00 (modificato il )

Impianti fotovoltaici e solari termici: quali sono le differenze e come funzionano

La casa è il luogo in cui passiamo i momenti più belli insieme alla famiglia e dove non vediamo l’ora di tornare dopo un’intensa giornata di lavoro. In poche parole è il nostro “porto sicuro” che, prima ancora di assecondare gusti, abitudini e - perché no? - anche piccoli vizi, deve offrirci il massimo in termini di comfort e ospitalità. È infatti fondamentale che sia fresca d’estate, ben riscaldata in inverno, illuminata nel modo giusto, con elettrodomestici efficienti e acqua calda sempre a disposizione…ma per tutto questo sappiamo che ci sono dei costi purtroppo sempre più elevati non solo per il nostro portafoglio, ma anche per la salute dell’ambiente. Affidarci all’energia del sole per rendere più efficienti ed ecosostenibili le nostre case è quindi una delle azioni più smart che possiamo compiere: scoprire insieme quali sono le differenze tra i sistemi fotovoltaici e quelli solari termici è il primo passo per fare le scelte più adatte alle nostre esigenze…e dare una mano alla salute del Pianeta!
Gli impianti fotovoltaici e quelli solari termici contribuiscono a rendere la casa più efficiente e confortevole - Leroy Merlin

Caratteristiche e utilizzo dei due tipi di impianto solare

Spesso gli impianti fotovoltaici e quelli solari termici vengono confusi, ma in realtà l’unico loro tratto in comune è che sfruttano i raggi del sole per produrre energia: mentre i pannelli fotovoltaici però li convertono in corrente elettrica, i collettori solari termici ne accumulano il calore per scaldare l’acqua dell’impianto sanitario e/o di riscaldamento. Oltre alla differente funzione delle due tecnologie, che è la prima cosa da sapere, ci sono poi altri aspetti specifici:

  • il materiale prevalente che compone i pannelli fotovoltaici è il silicio, mentre una combinazione di vetro e metalli come alluminio, rame e acciaio caratterizza gli impianti solari termici;
  • l’efficienza di un sistema solare termico può raggiungere l’80%, mentre quella di un impianto fotovoltaico si attesta intorno al 25%;
  • i benefici fiscali connessi all’installazione dei due sistemi sono diversi: sono previste una detrazione del 50% (fino a un massimo di 96.000 euro) per il fotovoltaico e del 65% (fino ad un massimo di 60.000 euro) per il solare termico, entrambe da ripartire in 10 anni.

Installare un impianto fotovoltaico per produrre energia pulita e un sistema solare termico per scaldare l’acqua di casa - Leroy Merlin

Come funziona l’impianto fotovoltaico

Un impianto fotovoltaico è formato da più pannelli a loro volta costituiti da unità dette celle, composte in prevalenza da silicio, un materiale semiconduttore. Le celle, collegate tra loro, sono protette da uno speciale vetro di copertura opportunamente trattato per ottenere il massimo rendimento energetico che si ricava attraverso la captazione dei raggi solari. Questi vengono convertiti, all’interno delle celle, in corrente elettrica continua trasformata poi, grazie a un inverter, nella corrente alternata che andrà ad alimentare l’impianto elettrico della nostra casa. Importantissimi sono il corretto dimensionamento dell’impianto fotovoltaico e, soprattutto, la scelta della sua giusta collocazione per catturare la massima quantità di luce solare, evitando le situazioni di ombreggiamento generate, per esempio, da un’altra abitazione o dalla chioma di un albero. Fortunatamente oggi ci sono molte soluzioni disponibili, dall’installazione (piuttosto costosa) dei cosiddetti tracker - dispositivi che modificano la posizione dei pannelli inseguendo il sole - ai kit fotovoltaici da balcone per arrivare poi ai pannelli pieghevoli, ovviamente meno performanti, ma ideali per non lasciarsi sfuggire nemmeno un raggio di sole.
I pannelli fotovoltaici si possono installare facilmente anche su un balcone - Leroy Merlin

Come funzionano i pannelli solari termici

L’impianto solare termico, come dice il nome stesso, raccoglie l’energia del sole per trasformarla poi in energia termica. Il sistema è composto da un collettore solare, di solito posizionato sulla copertura (che può essere piana o a falda), un serbatoio di accumulo, una caldaia a condensazione o una pompa di calore e una centralina di controllo. Se il serbatoio è integrato al pannello, parliamo di impianto solare termico a circolazione naturale: in questo caso, l’acqua all’interno del serbatoio viene riscaldata dal fluido termovettore, di solito acqua mista ad antigelo, che circola in modo naturale. Si tratta di un sistema semplice ed economico che ha però una dispersione termica piuttosto elevata, al contrario di un impianto a circolazione forzata in cui una pompa comandata da una centralina elettronica “spinge” il fluido termovettore sia all’interno del collettore sia verso i componenti del serbatoio di accumulo che, questa volta, è situato all’interno del fabbricato (solitamente nel sottotetto). Se dimensionato correttamente, il sistema solare termico potrà essere utilizzato anche per affiancare l’impianto di riscaldamento dell’abitazione, dato che - nel caso dei collettori a bassa temperatura, utilizzati in ambito residenziale - è in grado di portare l’acqua a una temperatura di 120°C.
Come installare un sistema solare termico con serbatoio integrato su copertura piana - Leroy Merlin

La manutenzione degli impianti fotovoltaici e solari termici

Poiché i pannelli fotovoltaici sfruttano l’irraggiamento del sole, è importantissimo che siano sempre ben puliti. Se è vero che il loro ciclo di vita è piuttosto lungo (25-30 anni) è anche vero che una scarsa manutenzione può ridurne sensibilmente l’efficienza o addirittura aumentare i rischi di avaria e incendio. Un ottimo sistema per capire quando è il momento di intervenire con una bella pulizia è monitorare la produzione dell’impianto per verificarne il corretto funzionamento, ma in linea di massima è bene programmare un intervento di manutenzione ordinaria una volta all’anno. Analogamente, un controllo a cadenza annuale è più che mai consigliato anche per i pannelli solari termici, sebbene non sfruttino l’irraggiamento diretto del sole: la verifica di integrità delle superfici e del fluido termovettore è infatti fondamentale per mantenere l’impianto in perfetta efficienza. In entrambi i casi, è meglio rivolgersi a tecnici specializzati ricordando che, per gli interventi sui pannelli fotovoltaici, è anche prevista l’IVA agevolata al 10%.
Mantenere i pannelli fotovoltaici e solari termici ben puliti è fondamentale per garantirne la massima efficienza - Leroy Merlin

Hai trovato utili le informazioni sulle differenze tra un impianto fotovoltaico e uno solare termico? Se pensi di installarli per risparmiare e vivere meglio, scopri quali altre azioni puoi compiere per alimentare la tua casa con energia pulita! Se poi hai bisogno di consigli personalizzati, scrivilo qui nei commenti: io sarò ben felice di darti una mano.

Pannello solare GOAL ZERO Nomand 20 20 W
GOAL ZERO
Pannello solare GOAL ZERO Nomand 20 20 W
Kit solare fotovoltaico Kit Smart 6 600 W
Leroy Merlin
Kit solare fotovoltaico Kit Smart 6 600 W
Caldaia a gas Metano a condensazione 26 Kw VAILLANT Ecotec Plus VMW Preriscaldamento veloce
VAILLANT
Caldaia a gas Metano a condensazione 26 Kw VAILLANT Ecotec Plus VMW Preriscaldamento veloce
Continua ad esplorare la Community!