Community

Home
Magazine della casa
Erba sintetica per giardini e terrazze: vantaggi e svantaggi
Federico_Panarello
Architetto
LM People
10/09/18-16:24 (modificato)

Erba sintetica per giardini e terrazze: vantaggi e svantaggi

Per la maggior parte delle persone l’estate è ormai un lontano ricordo, caratterizzato da momenti allegri e spensierati che ci hanno visti protagonisti in luoghi da togliere il fiato, o semplicemente in posti a noi cari nei quali le ore erano scandite da un piacevole relax. Settembre è un mese che fa da tramite tra la stagione calda e quella più fredda, è un mese che apre le porte ai colori vivaci e caldi dell’autunno. Proprio per questo motivo è bene sfruttare ancora e al meglio gli spazi all’aperto, quali terrazzi, balconi e cortili, e ricordare in questo modo i bei momenti estivi e dare il benvenuto alle prime brezze, accogliendole all’aria aperta con un caldo maglione e perché no, un bicchiere di vino rosso in mano.

Per ricreare una piacevole atmosfera, che duri nel tempo senza particolare manutenzione il mio consiglio è quello di puntare sull’erba sintetica, posizionandola nei vostri balconi o in delle zone studiate ad hoc nei giardini delle abitazioni. L’erba artificiale è una pavimentazione realizzata in materiale plastico, che ricrea perfettamente l’elemento naturale avendo però il pregio di richiedere una bassa manutenzione. Il così detto “effetto wow” è presto realizzato, bastano pochi accorgimenti e si potrà dare il via alle cene in terrazzo e alle grigliate con i propri amici.

Ispirazione di cortili realizzati usando l'erba artificiale - Leroy Merlin e PinterestIspirazione di cortili realizzati usando l'erba artificiale - Leroy Merlin e PinterestVantaggi e svantaggi dell’erba sintetica

L’erba artificiale inizialmente veniva utilizzata per campi sportivi, da calcio, calcetto e tennis e solo successivamente il suo impiego si è esteso anche agli spazi privati. Come tutte le cose, anche l’erba sintetica presenta degli aspetti positivi e altri negativi. Scopriamoli insieme!

Vantaggi:

- può essere posizionata in qualsiasi superficie e conferisce un valore aggiunto alla propria casa, creando angolini intimi e dal forte carattere;
- la pulizia è semplice ed immediata utilizzando l’acqua ed eventuali detergenti quali il pulitore antistatico per erba sintetica;
- la cura quotidiana è ridotta al minimo in quanto non sarà necessario bagnare o tagliare il prato regolarmente.

Svantaggi:

- fare attenzione alla scoloritura causata dai raggi del sole;
- appiattimento, schiacciamento e perdita di flessibilità sono ulteriori elementi critici che dovranno essere fronteggiati da una qualità alta del prodotto;
- evitare il surriscaldamento eccessivo spruzzando l’acqua.

Suggestione e particolare tecnico dell'erba sintetica - Leroy MerlinSuggestione e particolare tecnico dell'erba sintetica - Leroy Merlin

Spessore e tipologia dell’erba artificiale

Una volta capito se questo materiale fa al caso nostro è bene approfondirne la conoscenza per capire quale prodotto sia più congeniale alle nostre esigenze. Un aspetto da non sottovalutare è lo spessore dell’erba sintetica che influisce sulla sua durata e resistenza nel tempo. Per il giardino consiglio di usare uno spessore compreso tra i 50 e 60 mm, come ad esempio l’erba sintetica pretagliata Olympia, mentre per il terrazzo optate tranquillamente per uno spessore compreso tra i 20 e i 40 mm, come l’erba sintetica pretagliata Milos. Invece per i balconi, essendo luoghi più protetti e meno esposti ai raggi del sole e al calpestio, suggerisco di scegliere un prodotto con uno spessore compreso tra i 6,5 e i 10 mm, come l’erba sintetica pretagliata Tufted.

L’erba artificiale si trova in commercio sotto forma di moquette o stuoie, la prima è da utilizzare solo in luoghi interni oppure su pareti verticali dato il suo basso spessore e di conseguenza la sua minore resistenza. Mentre le stuoie, caratterizzate da un manto più alto ed una resa maggiore, possono essere impiegate in terrazzi e balconi. Per i giardini è bene optare per dell’erba professionale, caratterizzata da una radice fatta in paglia ancorata alla superficie sottostante, quindi più resistente.

Ambientazione e dettagli dell'erba artificiale - Leroy MerlinAmbientazione e dettagli dell'erba artificiale - Leroy MerlinI materiali dell’erba sintetica

Prima di fare dell’erba artificiale e dei momenti trascorsi su di essa il proprio mantra di vita, è bene porre attenzione ai materiali di cui è composta. L’erba sintetica è infatti costituita da filamenti di fibre tessili ricoperte da un composto in lattice che in base alla propria caratteristica influiranno sulla resistenza del manto erboso. Tra i materiali più comuni presenti in commercio potete trovare:

  • il polipropilene: dal costo ridotto permette di ottenere un risultato finale simile al manto erboso molto basso. La resa estetica non è perfetta, ma ha una buona durata e una grande resistenza ai raggi solari. Un esempio è l’erba sintetica pretagliata Mastergreen o l’erba sintetica pretagliata Madrid;
    - polietilene: di qualità superiore si conserva più a lungo e presenta una maggiore resistenza ad un continuo calpestio;
    - poliammide o nylon: è il più resistente ma anche il più costoso, per cui è consigliabile solamente per spazi grandi e sfruttati intensamente, come i campi sportivi.

Esempi di cortili realizzati con l'erba sintetica - PinterestEsempi di cortili realizzati con l'erba sintetica - Pinterest

Se l’articolo vi ha incuriosito a tal punto da voler ricreare degli spazi con l’erba sintetica non mi rimane che augurarvi di trascorrere delle piacevoli serate in compagnia. Un ultimo consiglio per rendere l’atmosfera ancora più conviviale è quello di appendere un filo di luci colorate a led e l’ambiente diventerà ancora più suggestivo. Sono curioso di sapere come realizzerete i vostri terrazzi. Fatemi sapere!

Erba sintetica per giardini e terrazze: guida alla scelta