Community

Home
Magazine della casa
Mobili antichi per arredare casa: l'effetto è sorprendente
elisabetta.garoni
Architetto
23/11/23-10:36 (modificato il 23/11/23-14:42)

Mobili antichi per arredare casa: l'effetto è sorprendente

Un giro in soffitta ti ha fatto rivalutare un vecchio mobile che non aspetta altro che di essere riportato in vita? Hai scoperto un amore travolgente per la poltrona vintage in vendita nel mercatino sotto casa? Il dubbio è come collocarli nel tuo appartamento dove tutti gli arredi sono moderni e che apparentemente non dialogherebbero con pezzi retrò. Mescolare mobili antichi in case moderne richiede una certa attenzione per non creare un mix senza filo conduttore e correre il rischio di sovraccaricare l’ambiente con troppi stili diversi che creerebbero solo confusione. Provo a suggerirti alcune soluzioni a cui ispirarti e qualche consiglio su finiture e materiali. Leggi anche l’articolo con 5 idee faidate per una casa retrò con piccole idee da realizzare da solo. Continua nella lettura!

Impreziosisci l’ambiente con un tavolo antico e carta da parati vintage – Leroy Merlin

Trasforma in libreria la vecchia credenza

In alcuni casi, cambiare destinazione d’uso al mobile tramandato da generazioni ci aiuta a renderlo più adatto alla nostra casa moderna. Un classificatore da ufficio può diventare la cassettiera in camera da letto, il tavolo da cucina può trasformarsi in scrivania e via discorrendo. Anche portare piccole modifiche svecchierà un pezzo che non ci convince fino in fondo. Per esempio, se rimuovi le ante di una credenza vintage in legno la potrai utilizzare come libreria e se aggiungi una carta da parati decorativa sullo schienale acquisterà un’aria tutta nuova e molto personale. Puoi anche intervenire sulla base e aggiungere piedini in metallo per alleggerire il volume: starà benissimo in soggiorno.

Pezzi di arredamento vintage per l’angolo smart working – 123RF

Nuovo tessuto per nuova poltrona

Un discorso a parte meritano gli imbottiti. Abbiamo assistito negli ultimi anni ad un revival del modernariato, soprattutto quello degli anni ‘50 e non ti saranno sfuggite sulle riviste di arredamento le poltrone vintage che trovano posto in living modernissimi. A volte è sufficiente una profonda pulizia, a volte serve invece un restauro professionale della pelle per riportare la seduta all’antico splendore. Se però l’imbottitura è troppo deteriorata ed è necessario un intervento più drastico di riparazione, ti consiglio di osare con la scelta di un tessuto d’arredamento molto speciale: un colore inusuale (ti piace il rosa?) o una fantasia geometrica o floreale abbinata alla pittura colorata della parete o alla tenda.

Ispirazione per rinnovare la poltrona vintage con un nuovo tessuto – 123RF

Valorizza il mobile con uno sfondo pop

Prima di decidere dove posizionare il tuo nuovo mobile antico considera le misure della stanza. E’ importante concentrarsi sulle giuste proporzioni per non rischiare che un mobile troppo grande per la tua parete crei un senso di oppressione e tolga spazio e importanza agli altri elementi. Inoltre i mobili antichi o di modernariato in legno possono stonare con il pavimento: essenze diverse, finiture lucide e opache si accompagnano con difficoltà. Può bastare aggiungere un bel tappeto per evitare un contatto diretto. Anche la scelta di una carta da parati che faccia da sfondo al mobile aiuta a valorizzarlo perché crea un punto focale che attrae lo sguardo.

Metti in risalto il mobile vintage con uno sfondo originale - Leroy Merlin

Tavolo antico in cucina moderna

Il classico tavolo rotondo in legno massello, molto comune nelle case dei nostri nonni, può essere valorizzato con un intervento faidate. Spesso i vecchi mobili in legno hanno una finitura lucida che non piace più. E’ necessaria un’opera di svecchiamento delle superfici con pulitura, carteggiatura e pittura con due mani di vernice per mobili. Il colore fa la differenza! Se scegli il bianco avrai più possibilità di abbinare sedie di stili diversi, ma puoi anche azzardare con un colore vivace e deciso (giallo limone? Arancio vitaminico?). Il tavolo rotondo, se la tua cucina è abbastanza ampia, darà un tocco di personalità all’insieme e sarà valorizzato sia accostando sedute retrò che sedie moderne e di design.

Recupera il tavolo tondo per la tua cucina – 123RF

Mobili di recupero anche in cucina

Mischiare vecchio e nuovo renderà la tua cucina accattivante, creativa e originale. Arredare la tua cucina con mobili di recupero ti darà grandi soddisfazioni. Come fare? Ecco qualche spunto. Elimina i cassetti più bassi dal vecchio comò e lascia un vano a giorno da sfruttare con ceste e contenitori multiuso e diventerà una splendida isola vintage, la piattaia retrò può trovare spazio su una parete dove mettere in bella mostra le stoviglie più belle ma anche libri di cucina e quadri; il bancone proveniente da una vecchia bottega si trasforma in un comodo piano di lavoro e dispensa da personalizzare con nuove maniglie e pomelli e ganci laterali per gli strofinacci per renderlo ancora più speciale e fuori dal comune.

Ispirazione per recuperare un vecchio mobile in cucina – 123RF

Sei anche tu appassionato di mobili vintage? Hai trovato idee per riutilizzare un pezzo antico nella tua casa moderna? Mixare vecchio e nuovo nel giusto equilibrio valorizza sia il tuo arredamento di design che i pezzi antichi o di modernariato ricchi di ricordi e di vite passate. Raccontaci nei commenti le tue idee e ispira la Community con le soluzioni che hai scelto per casa tua.

Carta da parati Metro Stor2 verde, 53 cm x 10.05 m
LUXENS
Tester vernice, lavabile LUXENS rosa havana 6, 0.075 L
LUXENS
Pittura per interni, super lavabile LUXENS beige paper 2, 2.5 L
Continua ad esplorare la Community!