Community

Home
Magazine della casa
Lavori da fare in giardino e in terrazzo a Settembre
AnnaZorloni
Garden Expert
Redazione
31/08/17-15:41 (modificato)

Lavori da fare in giardino e in terrazzo a Settembre

Lavori a settembre in giardino e terrazzo

Settembre è il mese del ritorno alla vita “normale”; le vacanze sono ormai finite, le grandi città si ripopolano e le scuole stanno per ricominciare. Siamo tutti più rilassati, carichi di energia per il ritorno al consueto ritmo lavorativo. Le giornate sono ancora calde e lunghe, invitano ancora a stare all’aria aperta e a organizzare gite, scampagnate, pic-nic e grigliate con gli amici. Ma anche il giardino richiede lavoro: rimboccati le maniche e prenditi cura del giardino e delle piante sul terrazzo, è ancora presto per riporre gli attrezzi da lavoro!

A settembre non è ancora il momento di riporre gli attrezzi da giardino! - foto Pixabay

Pulizia del giardino a settembre

Siepe. In questo periodo puoi eseguire gli ultimi tagli della siepe, prima che si interrompa la sua crescita e inizi il riposo invernale. La sua forma appare irregolare e disordinata ed è opportuno darle un'ultima regolata prima dell'arrivo del freddo. Utilizza un tagliasiepi elettrico, e una forbice dalle lame ben affilate e pulite per le rifiniture.

Prato. Anche il prato richiede qualche cura: è stato messo a dura prova per tutta la stagione passata… grigliate e giochi all’aperto, oltre al caldo e alla siccità, hanno contribuito a usurarlo, nonostante le assidue cure e bagnature. E’ il caso di ricorrere a semine per ristrutturarlo e infittirlo. Dopo la semina, ricordati di bagnare abbondantemente il prato, per favorire la germinazione dei semi. Se invece non hai seminato, puoi iniziare a diradare le innaffiature.

Regola la siepe del tuo giardino prima del riposo invernale, rimarrà in ordine fino a primavera - foto Pixabay

Cosa piantare in giardino e sul terrazzo a settembre?

Bulbi. Metti a dimora i bulbi di specie a fioritura primaverile: tulipani, narcisi, muscari, giacinti, crochi… Passeranno tutto l’inverno protetti sotto terra per germogliare e fiorire a inizio primavera, colorando le aiuole del giardino.

Fiori sul terrazzo. Gerani, oleandri, rose, ecc., considerate le temperature ancora miti, continuano a fiorire, ma sempre meno. Dirada la bagnatura di queste piante in base alla temperatura. Anche le concimazioni, ora, possono essere interrotte.

Aiuole. Che fare con zinnie e tagetes sfioriti? Prima di eliminare le piante dalle aiuole, raccogli i capolini secchi: contengono i semi che, conservati per tutto l’inverno in luogo fresco e asciutto, potrai seminare la prossima primavera per ottenere nuove piantine che fioriranno per tutta l’estate. Ora puoi colorare il tuo giardino e il tuo terrazzo con le specie a fioritura autunnale, come le margherite settembrine, dagli splendidi colori vivaci e dall’abbondante fioritura, che si compie proprio in questo periodo. Questi piccoli cespugli ornamentali daranno un tocco di colore al tuo terrazzo e al giardino.

Fioriscono ora le settembrine, coltivale in vaso o anche in terra in giardino! - foto dell'autrice

Piante che maturano i frutti a settembre

Le piante da frutto che coltivi in giardino regalano ora le ultimissime dolcissime pesche a polpa bianca. In questo periodo maturano le mele, le pere, i fichi, noci e nocciole. E’ tempo di vendemmia! L’uva matura proprio in questo periodo.

Le prime mele, dolci, croccanti e succose, maturano proprio ora - foto Pixabay

Piante da interno; lavori di settembre

Tieni all'esterno, ancora per qualche settimana, le piante d’appartamento, provvederai a ripulirle e a riportarle in casa non appena le temperature saranno calate ancora un po’. Continua a bagnarle in base alle esigenze e a tenerle sotto controllo per l’eventuale comparsa di sintomi di malattia e attacco di insetti dannosi. Nutrile sempre con un fertilizzante specifico per piante verdi, così da mantenerle sempre verdi e rigogliose, sane e belle!

Riporta in casa le tue piante verdi e continua a prendertene cura - foto Leroy Merlin

Malattie delle piante

Non abbassare mai la guardia e controlla che le piante non siano attaccate da insetti dannosi, voraci divoratori di foglie e altre parti di pianta! Afidi, cocciniglie e moscerini bianchi sono sempre in agguato, anche se le temperature sono più miti e meno favorevoli alla loro proliferazione. Attenzione anche alle malattie fungine! Lo sviluppo di oidio e botrite, ad esempio, viene favorito dall’elevata umidità di questo periodo, tendenzialmente piovoso, e ancora caldo. Prendi subito provvedimento utilizzando i necessari prodotti antiparassitari: scegli prodotti naturali, il cui utilizzo è ammesso in agricoltura biologica, rispettosi dell'ambiente e della tua salute!

Tanti altri sono i lavori che ci aspettano in questo periodo.... Hai qualche consiglio da condividere? Scrivilo nei commenti qui sotto!