Community

Home
Magazine della casa
Pavimenti in resina: pro e contro
GiulioM
Giovane promessa
02/05/22-09:25 (modificato)

Pavimenti in resina: pro e contro

Sei in fase di ristrutturazione e non sai quali pavimenti scegliere? I pavimenti in resina rappresentano la soluzione ideale per te, se sei alla ricerca di un’alternativa al parquet e al gres porcellanato che sappia combinare alla perfezione estetica, resistenza e facilità di manutenzione. Affinché il risultato finale soddisfi le tue aspettative, oltre a scegliere il pavimento in resina più in linea rispetto al tuo gusto personale e allo stile dell’arredamento, è importante che tu conosca le caratteristiche di questo materiale e i pro e i contro della sua applicazione in ambito domestico. Analizzeremo questi aspetti e, successivamente, sposteremo il focus sui colori, gli effetti e le finiture più in voga dei pavimenti in resina.

Pavimenti in resina: campi di applicazione

In passato, i pavimenti in resina erano impiegati esclusivamente all’interno di ambienti industriali e spazi espositivi. Oggi, invece, sono di tendenza anche all’interno degli ambienti domestici. Questo è merito della loro resa estetica, non più legata solo allo stile industriale, ma adattabile alla perfezione anche ai contesti più classici e raffinati.
La resina è un materiale edile innovativo e quella che viene utilizzata per la realizzazione dei pavimenti è la resina epossidica. Quando si è cominciato ad impiegare la resina in campo edilizio, essa veniva utilizzata come collante. A partire dagli anni ’70, cominciò ad essere utilizzata anche per la realizzazione dei pavimenti e dei rivestimenti. In un primo momento, solo per impianti sportivi, ospedali e costruzioni industriali, oggi, invece, anche per le abitazioni private. La particolarità dei pavimenti in resina è che appaiano alla vista come uno strato vetrificato completamente lucido e di grande effetto. Hanno un aspetto brillante e rappresentano la soluzione ideale per te, se vuoi conferire un look unico e originale alla tua casa, sia essa arredata in stile classico che moderno!

Pro e contro dei pavimenti in resina

I pavimenti in resina, con i loro pro e i loro contro, hanno ormai conquistato gli spazi domestici. Per capire se questa soluzione fa al caso tuo e risponde alle tue esigenze estetiche e funzionali, valuta con attenzione i vantaggi e gli svantaggi legati a questa tipologia di rivestimento. I vantaggi di cui puoi beneficiare optando per la posa di un pavimento in resina sono numerosi e legati a doppio filo alle caratteristiche e alle qualità del materiale:

  • assenza di fughe: la resina è monolitica e, durante la posa, non prevede la presenza di fughe e punti di giunzione. Ciò significa che il pavimento è un unico blocco. Questo aspetto conferisce uniformità e continuità alla superficie, ne aumenta la resa estetica e non disturba la vista;
  • posa su pavimenti già esistenti: la resina rappresenta la soluzione perfetta per te, se vuoi rinnovare i rivestimenti di casa ma non vuoi demolire il pavimento già esistente. I pavimenti in resina, infatti, hanno uno spessore di posa molto ridotto (circa 3 millimetri) e possono essere posati su pavimenti già esistenti, evitando i lavori di demolizione e ricostruzione;
  • costo ridotto: i pavimenti in resina hanno costi più contenuti rispetto ad altre soluzioni, come il marmo, il parquet o i pavimenti in graniglia;
  • resistenza: la resina è un materiale estremamente resistente. Grazie alle sue caratteristiche meccaniche e chimiche, resiste all’usura, ai prodotti chimici e al fuoco;
  • personalizzazione e versatilità: la resina è utilizzata per realizzare una molteplicità di pavimenti. Le possibilità di personalizzazione sono pressoché infinite e puoi scegliere tra una vasta gamma di finiture e colori. Inoltre, grazie alla sua versatilità, la resina può essere impiegata per rivestire non solo i pavimenti, ma anche le pareti, i mobili, le porte e i complementi d’arredo;
  • tempi di consegna ridotti: la resina è un materiale sempre disponibile. Se opti per questa tipologia di pavimento, infatti, i tempi di consegna sono molto ridotti. Soprattutto se sei in fase di ristrutturazione, i tempi si riducono perché si procede in modo veloce, ricoprendo il pavimento già esistente;
  • alta conducibilità del calore: avendo uno spessore particolarmente ridotto ed essendo la resina un ottimo conduttore di calore, i pavimenti in resina sono adeguati anche per rivestire riscaldamenti radianti a pavimento;
    facilità di pulizia e manutenzione: grazie all’assenza di fughe, i pavimenti in resina sono estremamente igienici perché evitano l’accumulo di germi e batteri e sono facili e veloci da pulire. Inoltre, quando il pavimento in resina si presenta in uno stato disastrato, riportarlo allo stato originario è possibile senza troppe difficoltà.

Questi, invece, sono gli svantaggi legati alla posa di un pavimento in resina:

  • sensibilità ai graffi: la resina, come ogni altro materiale edilizio, non è indistruttibile. La caduta di oggetti e il calpestio potrebbero causare dei graffi superficiali. Graffi e abrasioni tendono ad essere più visibili sui pavimenti in resina che hanno una superficie liscia, lucida e di colore uniforme;
  • possibile insorgenza di crepe e rotture: se la superficie sulla quale posare lo strato di resina non è perfettamente uniforme, il pavimento può riportare crepe e rotture in alcuni punti. Quando ciò accade, viene compromessa l’impermeabilità del rivestimento.

Da ultimo, tieni a mente che l’aspetto del pavimento in resina, negli anni, potrebbe modificarsi. Ciò accade soprattutto se il rivestimento non è resistente ai raggi UV ed è esposto per lungo tempo al sole. Proprio nei punti dove batte il sole, infatti, si potrebbero verificare delle variazioni di colore.

Colori, effetti e finiture

Se dopo aver valutato i pro e i contro dei pavimenti in resina decidi di optare per questo rivestimento, hai la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di effetti, colori e finiture. Mischiando le resine tra loro si ottengono una molteplicità di effetti che imitano alla perfezione l’estetica dei materiali naturali. Se sei alla ricerca di una soluzione elegante per il rivestimento dei tuoi ambienti domestici, ti suggerisco di optare per i pavimenti in resina effetto marmo: l’assenza di fughe donerà alle tue stanze una resa estetica unica nel suo genere! Se, invece, desideri una pavimentazione che ricordi in tutto e per tutto le sfumature e i colori del parquet, scegli i pavimenti in resina effetto legno.
Le finiture tra cui puoi scegliere sono numerose e molto dipende dal risultato finale che vuoi ottenere: i pavimenti in resina possono essere lisci, spatolati, ruvidi, satinati, lucidi o opachi. Lo stesso discorso vale per i colori: la resina, a livello estetico, ha un valore unico perché permette di riprodurre oltre 2.500 cromie! Puoi optare per toni neutri, come il beige e il bianco, o per nuance più accese per dare un tocco di vivacità ai tuoi ambienti.

Pensi che i rivestimenti in resina facciano al caso tuo? L’estrema versatilità del materiale permette di ottenere pavimenti personalizzati nei minimi dettagli. Scegli la soluzione che più fa per te, in base allo stile della casa e al tuo gusto personale. Se ci sono aspetti che desideri approfondire, lascia un commento: sarò felice di risponderti.

Continua ad esplorare la Community!