Community

Home
Magazine della casa
E’ il momento di rinvasare le piante?
AnnaZorloni
Garden Expert
02/05/22-08:52 (modificato)

E’ il momento di rinvasare le piante?

Sai quando è il momento migliore per rinvasare le tue piante? Solitamente i periodi più indicati per eseguire quest’operazione sono l'inizio della primavera (o anche la fine dell'inverno) e l’autunno, ovvero le cosiddette “mezze stagioni”, quando le piante non sono nel pieno della loro attività e possono essere “disturbate” e “maltrattate” senza creare danni… perché il rinvaso può costituire un piccolo trauma per le tue piante se non lo esegui nel periodo e nella maniera corretta! Sai perché e come devi eseguire il rinvaso delle tue piante? Te lo spiego in queste righe.
Terriccio fertile e vasi nuovi: materiale necessario ad eseguire il rinvaso – foto Leroy Merlin
Terriccio fertile e vasi nuovi: materiale necessario ad eseguire il rinvaso – foto Leroy Merlin

Perché bisogna rinvasare le piante?

Il rinvaso è un’operazione molto importante per le piante! Serve a mantenerle forti e sane, vigorose e in grado di fiorire abbondantemente. La terra è la fonte di sostentamento e nutrimento per le piante: ecco perché va rinnovata periodicamente con il rinvaso. Perché col tempo perde di fertilità: le piante assorbono e consumano gli elementi nutritivi presenti nella terra. Inoltre perde struttura e si deteriora. Le piante in vaso hanno solitamente un quantitativo di terra appena sufficiente per la loro sopravvivenza, quindi, a maggior ragione, questa deve essere di buona qualità: motivo per cui bisogna rinnovarla periodicamente eliminando quella vecchia e sostituendola con terra nuova acquistata in sacchi. Questo è il motivo principale per cui è necessario rinvasare le piante.
Rinnova il substrato e sostituisci il vaso con uno poco più grande quando rinvasi una pianta in fase di crescita – foto Leroy Merlin
Rinnova il substrato e sostituisci il vaso con uno poco più grande quando rinvasi una pianta in fase di crescita – foto Leroy Merlin

Ogni quanto tempo è necessario eseguire il rinvaso?

Di solito, il rinvaso deve essere eseguito ogni due anni circa, nel caso di piante adulte, ovvero che hanno ormai raggiunto le dimensioni e lo sviluppo definitivo. In questo caso, rinnoverai il terriccio e potrai sostituire il vaso nel caso sia rotto o deteriorato. Il rinvaso deve essere eseguito più frequentemente, invece, nel caso di piante giovani, in piena fase di crescita: in questo caso, la giovane pianta avrà bisogno di essere trasferita in vasi di dimensioni via via crescenti man mano che cresce. Se noti che l’apparato radicale della pianta fuoriesce dal vaso, ad esempio dai fori basali, allora è il momento di rinvasarla!
Le radici della tua pianta non hanno più spazio vitale: è necessario eseguire il rinvaso! – foto Leroy Merlin
Le radici della tua pianta non hanno più spazio vitale: è necessario eseguire il rinvaso! – foto Leroy Merlin

Come rinvasare le piante?

Non sempre il rinvaso è un’operazione semplice, dipende molto dalle dimensioni della pianta e del vaso in cui viene coltivata: la terra è pesante, così come lo sono il vaso e la pianta, motivo per cui l’operazione del rinvaso può risultare difficoltosa.
Con un po’ di ingegno e il metodo giusto, potrai fare meno fatica.
Innanzitutto: esegui quest’operazione sul terrazzo, appoggiandoti su un telo di plastica per non sporcare eccessivamente la pavimentazione, oppure in un angolo del giardino dove non sia un problema sporcare.
Indossa sempre i guanti da giardinaggio per proteggere le tue mani!
Procurati la terra: scegli il substrato più adatto per la tua pianta, da acquistare in sacchi di diverso volume. Scegli terriccio di buona qualità, spesso già concimato: ti consiglio il terriccio specifico per rinvaso delle piante verdi come il ficus, la kentia e altre piante di casa, oppure specifico per acidofile (per azalee, camelie, gardenie, …), specifico per orchidee (per le tue phalaenopsis o i cymbidium), specifico per piante grasse (per i tuoi cactus o l’aloe). Procurati anche un sacchetto di argilla espansa: queste biglie di materiale leggero e poroso sono perfette per consentire il corretto drenaggio dell’acqua all’interno del vaso. Acquista anche un vaso nuovo se ritieni sia il caso di sostituire quello vecchio.
Ti consiglio di lasciare asciugare la terra per eseguire il rinvaso. Con la terra asciutta, la pianta pesa sicuramente meno, inoltre farai meno fatica ad estrarla dal vaso, operazione spesso difficoltosa. Un altro piccolo trucco per facilitare l’estrazione della pianta dal vaso, è quella di battere il vaso sul pavimento: in questo modo faciliterai il distacco della terra dalle pareti interne del vaso.
Indossa sempre un paio di guanti per eseguire quest’operazione – foto Leroy Merlin
Indossa sempre un paio di guanti per eseguire quest’operazione – foto Leroy Merlin

I passaggi da seguire per rinvasare una pianta:

una volta estratta la pianta dal vaso, esegui queste operazioni:

  • ripulisci il suo apparato radicale dalla terra vecchia e verifica che tutte le radici siano sane e turgide; elimina eventuali radici secche;
  • pulisci il vaso dalla vecchia terra, da eventuale muschio e altre impurità, se hai intenzione di riutilizzarlo; controlla anche sul suo fondo, spesso vi si nascondono lumache o altri insetti!
  • distribuisci biglie di argilla espansa al suo interno, come strato basale (un paio di cm);
  • quindi uno strato di terriccio nuovo e concimato, che servirà da base di appoggio per la pianta;
  • alloggia la pianta all’interno del vaso tenendola ben dritta e al centro: attenzione, il colletto della pianta dovrà rimanere a livello della superficie della terra, uno o due cm al di sotto del bordo del vaso;
  • colma tutti gli spazi vuoti del vaso con terriccio;
  • premi bene per comprimere la terra attorno alla pianta;
  • bagna abbondantemente per far compattare ulteriormente la terra… nel caso il suo livello dovesse calare, aggiungine ancora di nuova.
    Sul fondo del vaso, distribuisci uno strato di argilla espansa per favorire il drenaggio – foto Leroy Merlin
    Sul fondo del vaso, distribuisci uno strato di argilla espansa per favorire il drenaggio – foto Leroy Merlin

Il rinvaso rende più bella e forte la tua pianta!

Una volta rinvasata, la tua pianta potrà essere rimessa nella posizione in cui si trovava prima e coltivata con le cure di cui ha bisogno: bagnala e concimala secondo le sue necessità e vedrai che crescerà bella e forte!
 Premi bene la terra e innaffia: la tua pianta si riprenderà e rinvigorirà grazie al rinvaso! – foto Leroy Merlin
Premi bene la terra e innaffia: la tua pianta si riprenderà e rinvigorirà grazie al rinvaso! – foto Leroy Merlin

Se hai dei dubbi su come procedere, fammi una domanda qui sotto!

Quando rinvasare le piante | Community LM