Community

Home
Magazine della casa
Ravanelli, perfetti per il piccolo orto in cassetta
AnnaZorloni
Garden Expert
28/06/22-18:57 (modificato)

Ravanelli, perfetti per il piccolo orto in cassetta

Se ti piace sperimentare la coltivazione di ortaggi in piccoli spazi, magari sul balcone di casa tua, ti consiglio di dedicare almeno una cassetta alla produzione di ravanelli, croccanti e dal sapore forte e deciso, tradizionalmente tondi e rossi, ma non solo! Ne potrai coltivare tanti tipi diversi, gialli, viola, bianchi, bicolore e di forma allungata. La loro coltivazione è davvero facile e veloce! In poche settimane potrai raccogliere già i primi ravanelli da gustare nelle tue colorate insalate. Leggi come si fa a coltivare questo saporito ortaggio.
Tondi e colorati, coltiva i rapanelli in vaso per le tue insalate primaveril! - foto Leroy Merlin
Tondi e colorati, coltiva i rapanelli in vaso per le tue insalate primaveril! - foto Leroy Merlin

Il ravanello, o rapanello, è una piccola rapa!

Come le rape, le carote e la scorzonera, il ravanello (Raphanus sativus, famiglia delle Brassicaceae) è un ortaggio a radice: la parte di pianta che mangiamo, infatti, è proprio quest’ultima, anche se c’è chi non disdegna di consumarne pure le foglie più tenere, unite in piccole dosi a insalate miste o tritate nella frittata. Le varietà e gli ibridi di ravanello sono numerosi! Il ravanello più classico e conosciuto, ha la radice rossa e tonda (diametro massimo di 2,5cm), ma ne esistono alcune varietà con la radice allungata. L’epidermide di questa radice è rosso vivace, ma può essere anche rosa, viola, bianca, gialla o bicolor (rossa o rosa con la punta bianca), dipende dalla varietà. La polpa interna del ravanello, invece, è bianca e di consistenza croccante. Le foglie verdi scuro sono riunite a formare un ciuffo eretto; hanno forma lobata e sono di consistenza ruvida e lievemente pelose. I fiorellini bianchi sono riuniti in infiorescenze a racemo.
Il ravanello, o rapanello, è una piccola rapa! – foto Pixabay
Il ravanello, o rapanello, è una piccola rapa! – foto Pixabay

Come coltivare i ravanelli?

I ravanelli sono facilissimi da coltivare, anche in vaso! Ti serviranno solo una vaschetta che sia profonda almeno 20cm , terriccio morbido (acquista terriccio specifico per orto in sacchi) e semi. Inoltre un po’ di concime specifico per ortaggi, anche se il terriccio acquistato in sacchi è solitamente già concimato e l’acqua necessaria da fornire loro con un innaffiatoio per farli crescere e far ingrossare la radice rendendola bella croccante. In negozio troverai bustine di sementi di ravanelli appartenenti a diverse varietà: …. Scegli quelle che più ti piacciono, considerando anche che alcune varietà sono più precoci, altre più tardive; alcune sono più resistenti e adattabili a condizioni climatiche differenti: leggi sempre le informazioni fornite sul retro della bustina per scegliere quella più adatta alle condizioni climatiche in cui li coltiverai e ottenere, di conseguenza, una buona produzione. Ti consiglio di utilizzare le comode e poco ingombranti fioriere per orto da tenere sul tuo terrazzo.
Una classica fioriera è sufficiente per coltivare pochi ravanelli, necessari per la tua cucina – foto Pixabay
Una classica fioriera è sufficiente per coltivare pochi ravanelli, necessari per la tua cucina – foto Pixabay

Seminare i ravanelli

Potrai seminare i ravanelli a partire da marzo fino a settembre, quando la temperatura minima del terreno sia di almeno +5°C e non sussistono rischi di gelate. Allo stesso tempo, questa specie non gradisce climi troppo caldi, superiori ai +35°C.
Prima di seminare, controlla che la temperatura sia idonea - foto dell'autrice
Prima di seminare, controlla che la temperatura sia idonea - foto dell'autrice

Quale terra per i ravanelli?

Il terreno deve essere ben morbido, condizione necessaria a permettere alla radice di svilupparsi correttamente. Esegui la semina a spaglio su tutta la superficie del terreno nel vaso; copri i semi con uno strato sottile di terriccio; innaffia utilizzando il diffusore a pioggia dell’innaffiatoio, con delicatezza, per evitare di smuovere i semi appena distribuiti.
Utilizza terriccio molto morbido per coltivare i ravanelli – foto dell’autrice.
Utilizza terriccio molto morbido per coltivare i ravanelli – foto dell’autrice.

I ravanelli crescono in fretta!

I semi germogliano velocemente, di solito nel giro di una settimana. Se i germogli sono cresciuti troppo fitti e ravvicinati, provvedi al loro diradamento manuale: estirpa con la radice quelli troppo delicati e lascia quelli più vigorosi. Considera che l’ideale è mantenere le singole piantine distanti 3-4cm l’una dall’altra, così da lasciare lo spazio sufficiente alle radici e permettere loro di svilupparsi e ingrossarsi regolarmente.
Se i germogli nascono troppo fitti, diradali per far spazio all’ingrossamento delle radici – foto Pixabay
Se i germogli nascono troppo fitti, diradali per far spazio all’ingrossamento delle radici – foto Pixabay

Ricordati che i ravanelli soffrono la sete!

L’irrigazione è un aspetto molto importante per ottenere un prodotto di buona qualità. Non gradiscono la siccità e richiedono acqua in abbondanza per sviluppare radici belle grosse. I ravanelli che si sviluppano con poca acqua e troppo caldo, risulteranno poco gradevoli al palato, troppo forti e piccanti, con polpa fibrosa, alle volte spugnosa e poco croccante. Bagna frequentemente e abbondantemente i tuoi ravanelli, ma evita anche di creare ristagni idrici, poiché troppa acqua, di contro, può provocare la spaccatura delle radici.
Non far mancare mai l’acqua ai ravanelli: soffrono molto la sete! – foto Pixabay
Non far mancare mai l’acqua ai ravanelli: soffrono molto la sete! – foto Pixabay

Quando raccogliere i ravanelli maturi?

Il ravanello è un ortaggio dal ciclo colturale piuttosto breve e veloce: pensa che già un mese circa dopo la semina potrai raccogliere i primi ravanelli da mangiare! Come fare a capire il momento giusto per la raccolta? Basta osservare: quando vedi la radice colorata affiorare in superficie al terreno, vuol dire che si è ingrossata a sufficienza e puoi estrarla. Non aspettare troppo, mi raccomando: se aspetti troppo, la radice diventa dura, legnosa e fibrosa, perdendo anche di sapore.
Quando vedi emergere dalla terra la radice, vuol dire che il ravanello è pronto per la raccolta! - foto Leroy Merlin
Quando vedi emergere dalla terra la radice, vuol dire che il ravanello è pronto per la raccolta! - foto Leroy Merlin

Ora che hai imparato a coltivare i rapanelli anche sul tuo balcone, procurati una bustina e seminali: nel giro di un mese potrai già unirli nelle tue insalate più colorate e apprezzarne il sapore unico! I rapanelli sono particolarmente indicati per le diete ipocaloriche, inoltre, sono ricchi di vitamina C e sali minerali, hanno elevate proprietà digestive e diuretiche! Cosa aspetti a coltivarli?

Continua ad esplorare la Community!