Community

Home
Magazine della casa
Rivestire i mobili con la carta da parati in 4 step
Tasteofstyle
Creator digitale
11/10/19-16:26 (modificato il 31/03/23-08:41)

Rivestire i mobili con la carta da parati in 4 step

Per trasformare alcuni angoli della casa e avere una prospettiva completamente nuova, a volte basta davvero poco: con la carta da parati si può dare un tocco di colore o dinamismo ad ogni stanza. Ma è così duttile che si può usare anche in altri modi creativi. Ad esempio, si possono rivestire i mobili con la carta da parati e dare un po' di brio a un'armadiatura bianca tutta uguale e monotona. Ma c’è di più: la carta da parati può essere utilizzata anche per dare nuova vita a mobili vecchi che non ti piacciono più o che ti hanno stancato. Io con un vecchio armadio ho fatto proprio così. Non sai da dove partire? La procedura da seguire prevede 4 passaggi:

  1. Scegli la carta da parati e il mobile da decorare
  2. Procurati gli strumenti che ti servono
  3. Tratta la superficie da rivestire
  4. Applica la carta da parati e dai sfogo alla tua creatività

1. Scegli la carta da parati e il mobile da decorare

Il primo passo per realizzare questo progetto fai da te è la scelta del mobile da rivestire e della carta da parati da utilizzare. Io ho deciso di intervenire sulle ante di un armadio a muro in mansarda. Mi avevano stancato e così ho portato una ventata di verde, coprendo le ante con una splendida carta da parati che ha rinfrescato l'ambiente aumentando la luminosità, visto che la decorazione è su fondo bianco. Adesso ho il mio mobile rivestito con carta da parati a fiorellini azzurri. Poi, però, ho deciso di ampliare il progetto e ho rinnovato anche un vecchio armadio di legno scuro che mi aveva stancato.
Tieni a mente che il rivestimento con carta da parati è adatto a mobili di diverso materiale: dalle credenze in vetro agli armadi in legno, fino alle cassettiere e alle scrivanie. Dopo aver individuato il mobile da rendere unico, scegli la carta da parati che più ti piace: i colori e i motivi disponibili sono tantissimi. Quella che si adatta meglio al rivestimento dei mobili è la carta da parati in TNT (tessuto non tessuto), disponibile in diverse nuance e fantasie, da quelle geometriche a quelle floreali. Ad ogni modo, se scegli di rivestire i mobili con la carta da parati preoccupati di optare sempre per un colore o un motivo che sia in armonia con il resto dell’arredamento, in modo da poter arricchire lo spazio invece di farlo diventare più caotico o, addirittura, brutto da vedere.

Impara come decorare mobili con carta da parati

2. Procurati gli strumenti che ti servono

Una volta scelto il mobile da rivestire e trovata la giusta carta da parati, è importante munirsi di tutto l’occorrente necessario per il lavoro. Tra gli strumenti che non possono mancare ci sono:

  • le forbici e il cutter;
  • il metro;
  • i pennelli;
  • la carta abrasiva;
  • la colla per carta da parati (o il nastro adesivo nel caso di superfici in vetro);
  • e, naturalmente, la giusta quantità di carta da parati per rivestire i mobili, all’esterno e all’interno. A questo proposito, ti consiglio di prendere le misure del mobile internamente ed esternamente in maniera meticolosa e di acquistare qualche metro in più di carta da parati, in modo da poterci giocare di più al momento della realizzazione del progetto.

    Il bello dei mobili rivestiti con carta da parati all'interno
    Ricorda che la carta abrasiva (o, in alternativa, la smerigliatrice) è fondamentale per trattare le superfici su cui vuoi applicare la carta da parati. Senza questo strumento, la colla per carta da parati non riuscirà a fare il suo lavoro ed il risultato sarà un vero disastro. Per approfondire l’argomento e sapere quali sono gli utensili da utilizzare per applicare la carta da parati, dai un’occhiata alla guida “Come scegliere materiali e attrezzi per posare la carta da parati”.

3. Tratta la superficie da rivestire

Per rivestire i mobili con la carta da parati e far sì che questa non si scolli, è importante che la superficie sia liscia e pulita. La prima cosa da fare è la carteggiatura. Il trattamento del mobile prima dell’applicazione della carta da parati è forse la parte più noiosa, soprattutto se il mobile da rivestire è di grandi dimensioni. Armati di pazienza e, se necessario, chiedi aiuto a qualche amico o familiare. In alternativa, utilizza la smerigliatrice. Una volta terminata la carteggiatura, elimina la polvere e pulisci. Se utilizzi un panno bagnato, aspetta che il mobile sia completamente asciutto prima di applicare la colla o il nastro adesivo.

4. Applica la carta da parati e dai sfogo alla tua creatività

Arrivati a questo punto, non resta che rivestire il mobile con la carta da parati. Il taglio è un momento cruciale: devi cercare di essere il più preciso e attento possibile, così da facilitare la successiva fase di allineamento. Se hai scelto una carta in TNT, puoi applicare la colla direttamente sul mobile da ricoprire. Io, di solito, utilizzo una pennellessa o un mini rullo. Se, invece, la carta da parati è a base di carta, spalma la colla sulla sua superficie. Ti consiglio di dare sempre un’occhiata alle indicazioni riportate nella confezione del prodotto per non sbagliare.
Dopodiché, attendi qualche minuto che la superficie del mobile o la carta da parati assorbano la colla. Chiaramente, i tempi di attesa dipendono dal materiale del mobile e della carta da parati che avrai scelto. Fatto ciò, fai aderire bene la carta al mobile, aiutandoti con un pennello per fissare con precisione i bordi. Il lavoro richiede molta cura perché, con il tempo, in quei punti la carta da parati tende a staccarsi. Quando avrai terminato, lascia asciugare, inserisci mensole e accessori e goditi il tuo mobile completamente rinnovato!
In caso di avanzi di carta, soprattutto sugli angoli, utilizza il cutter per eliminare gli eccessi. Un’idea creativa è tagliare piccoli triangoli di carte da parati diverse per realizzare un progetto super personalizzato. Oppure puoi creare un motivo tutto tuo. Insomma, le possibilità sono infinite e, anche se scegli di rivestire i mobili con carta da parati seguendo la tecnica “classica”, otterrai un risultato estremamente originale e regalerai al tuo spazio un tocco di freschezza.

Con la carta da parati per rivestire mobili, l'armadio sembra nuovo.

Un’idea per rivestire i mobili con la carta da parati

Tutti abbiamo un mobiletto in casa che non utilizziamo più. Un porta oggetti, una vecchia credenza o un piccolo armadio buono solo a contenere scartoffie che neanche ricordavi di avere. Rivestire questi mobili con la carta da parati è un’occasione per donargli nuova vita e, al tempo stesso, rinnovare l’arredamento. Ad esempio, verniciando una piccola parte del mobile con toni caldi e applicando qua e là porzioni di carta da parati in paglia, potrai dare un tocco rustico alla stanza. In alternativa, puoi creare un angolo moderno applicando sul mobile una carta da parati dai colori sgargianti. Una volta rivestiti, ti assicuro che ti tornerà la voglia di usarli!

Adesso che conosci la procedura da seguire per rivestire i mobili con la carta da parati, mettiti subito all’opera e lascia libero sfogo alla fantasia! A lavoro ultimato, condividi uno scatto con la Community per ispirare gli altri utenti. Se, invece, stai realizzando il tuo progetto e hai bisogno di un consiglio, lascia un commento: sarò felice di aiutarti.

Rivestire i mobili con la carta da parati in 4 step
Continua ad esplorare la Community!