Community

Home
Magazine della casa
Semina della patate: tutto quello che c’è da sapere
Claudia M
Community Starter
12/12/22-16:33 (modificato)

Semina della patate: tutto quello che c’è da sapere

Le patate sono tuberi molto apprezzati in cucina grazie alla loro versatilità. Possono essere preparate in tanti modi diversi e sono perfette per accontentare ogni tipo di palato. Sono anche facili da coltivare e regalano grandi soddisfazioni al momento della raccolta. Vuoi cimentarti nella semina delle patate ma non sai da che parte iniziare? Scopri di più sulla coltivazione di questo tubero: dalla scelta della varietà al periodo migliore per effettuare la semina, dalla procedura da seguire per mettere i tuberi a dimora alla raccolta, fino alle cure da riservare alle piantine per farle crescere rigogliose.


La semina di patate rigogliose e in salute - Corporate

La scelta della varietà

Se vuoi seminare le patate nell’orto, la prima cosa che devi fare è scegliere la varietà da coltivare. Molto dipende dal tuo gusto personale, dalle caratteristiche della zona in cui vivi e dalla lunghezza del ciclo. Quest’ultimo può avere una durata variabile: dalla semina alla raccolta, possono intercorrere da un minimo di 100 fino ad un massimo di 150 giorni. Valutati questi criteri, sei libero di scegliere la specie che preferisci. Ricordati che ogni varietà ha specifiche esigenze di substrato e i suoi tempi di maturazione e raccolta. Se hai a disposizione un orto molto piccolo, ti consiglio di optare per le patate precoci: potrai occupare il terreno libero per mettere a dimora altri ortaggi.

Le semina delle patate

Parlare di “semina” non è propriamente corretto. Le patate, infatti, si coltivano a partire dal tubero, ovvero da una patata o da una parte di essa. È vero che producono dei semi, ma utilizzarli per la coltivazione è sconsigliato perché le piante nascerebbero più lentamente e richiederebbero più lavoro. Puoi seminarle nell’orto, avendo cura di preparare adeguatamente il terreno, oppure in vaso. Se opti per la coltivazione in vaso, procurati dei contenitori idonei, che abbiano una profondità di almeno 30 cm.


La semina delle patate in orto o in vaso - Corporate

Quando seminare le patate

La primavera è il periodo migliore per seminare le patate. Dedicati a questa attività durante una giornata mite e non piovosa perché la pioggia potrebbe inumidire eccessivamente il terreno. Presta attenzione anche alla temperatura della zona in cui vivi: tieni a mente che le patate per svilupparsi hanno bisogno di almeno 5°C. Per la durata del ciclo colturale, invece, è bene che la temperatura sia compresa tra i 10°C e i 25°C. Se vivi in una zona d’Italia particolarmente calda, puoi anticipare la semina primaverile a febbraio ed effettuare una seconda semina in autunno, tra settembre e ottobre.

Come seminare le patate

Come anticipato, per seminare le patate puoi partire da una patata intera (di piccole dimensioni) oppure da una parte di essa (dal peso di almeno 20 grammi). L’importante è tagliare il tubero in modo tale che sulla sua superficie siano presenti una o più gemme da cui fare nascere le nuove piantine. Ricorda di effettuare il taglio almeno un giorno prima della messa a dimora!
Preparare il terreno prima della semina è importantissimo per fare crescere le piantine rigogliose. Per prima cosa, lavora il suolo aiutandoti con una vanga, raggiungendo una profondità di circa 30 cm. Zappa le zolle e livella il terreno con un rastrello per permettere all’acqua di drenare ed evitare pericolosi ristagni idrici. Almeno un mese prima della semina, concima il terreno utilizzando del letame maturo.
Una volta effettuate queste operazioni, puoi passare alla semina delle patate vera e propria. Pianta i tuberi all’interno di solchi profondi circa 10 cm, mantenendo una distanza di almeno 30 cm tra una patata e l’altra e una distanza di almeno 70 cm tra una fila e l’altra. Esegui questo lavoro con delicatezza e fai attenzione a non rompere i germogli. Ultimato questo passaggio, chiudi i solchi utilizzando la terra che avrai smosso in precedenza, creando uno strato di circa 10 cm.


Come seminare le patate - Corporate

La cura delle piantine dopo la semina

Vedrai spuntare le prime piantine già dopo 20 giorni dalla messa a dimora. Durante la primavera, cresceranno a vista d’occhio! La coltivazione di questi tuberi non richiede particolari cure e attenzioni. Per quanto riguarda l’irrigazione, abbi cura di eseguirla almeno una volta alla settimana. In caso di mancanza prolungata di pioggia, per non intaccare la qualità del raccolto è consigliata un’irrigazione più frequente, soprattutto se le piante si trovano all’inizio della fioritura.
Per evitare la crescita di erbacce e piante indesiderate tra le patate, esegui la pacciamatura per assicurare al terreno il giusto grado di umidità. Puoi disporre uno strato di paglia sul suolo attorno alle patate oppure utilizzare una pacciamatura artificiale. Vuoi saperne di più sulla pacciamatura? Dai un’occhiata alla guida “Come scegliere teli per la pacciamatura e la protezione delle piante”. Quando le tue piantine avranno raggiunto un’altezza di circa 20 cm, sarà il momento di procedere con la prima rincalzatura. Ciò che devi fare è utilizzare una zappa per addossare un po’ di terra ai lati della piantine. Questo passaggio è indispensabile per permettere ai tuberi di svilupparsi nel modo corretto.
Eseguire i trattamenti contro le malattie fungine è importante per fare crescere le piante in salute. Alcuni possono essere effettuati anche nelle prime fasi di coltura, per altri, invece, è necessario attendere la fine di maggio. Un trattamento preventivo a base di propoli è sempre consigliato perché stimola le difese delle piante. Il tutorial “Come riconoscere e curare le malattie delle piante” può esserti utile per capire quali sono i segnali ai quali prestare attenzione per fare crescere in salute le tue piantine.

La raccolta delle patate

Il periodo della raccolta dipende dalla varietà di patate che scegli di coltivare e dal mese della messa a dimora dei tuberi. In linea generale, la raccolta può essere effettuata a partire da maggio per le varietà precoci, in estate per le varietà medio-tardive e a settembre per le varietà tardive. La parte aerea delle piante è secca e afflosciata? Questo è il momento ideale per raccogliere le patate! Puoi eseguire questa operazione manualmente, aiutandoti con una forca. Se, durante la raccolta, danneggi accidentalmente qualche patata, ti consiglio di consumarla il prima possibile. Pulisci e asciuga accuratamente il resto del raccolto e conservalo.


La raccolta delle patate con l’arrivo della stagione estiva - Corporate

Come avrai notato, gli accorgimenti da adottare e le operazioni da eseguire per seminare le patate non sono poi così complessi. Rimboccati le maniche e metti a dimora i tuberi: il raccolto ripagherà tutta la fatica! Se qualche passaggio non ti è chiaro o hai domande da fare, lascia un commento: sono qui per aiutarti a far crescere rigogliose le tue piantine.

Continua ad esplorare la Community!