Community

Home
Magazine della casa
Come leggere i simboli della lavatrice per un bucato sempre p
Samuele.M
Redazione
23/09-10:49

Come leggere i simboli della lavatrice per un bucato sempre perfetto

Anche se credi di essere un esperto del bucato, è possibile che tu non abbia mai saputo sfruttare a pieno le potenzialità della tua lavatrice. Non di rado, infatti, capita che, un po’ per abitudine e un po’ per pigrizia, si utilizzino sempre gli stessi programmi. Conoscere i simboli della lavatrice è indispensabile per scoprire soluzioni di lavaggio alternative, perfette per migliorare la qualità del bucato e ottenere un ingente risparmio in termini di tempo e consumo energetico. Passiamo in rassegna i principali simboli della lavatrice e scopriamo insieme quando è consigliabile optare per una soluzione di lavaggio piuttosto che per un’altra.

Simboli della lavatrice: quali sono?

La miriade di simboli presenti sulla lavatrice ti confonde? La soluzione è scoprire il significato che si nasconde dietro ciascuna delle icone presenti sull’elettrodomestico. Sarai felice di sapere che, in tempi recenti, per aiutare gli utilizzatori ad orientarsi in fase di interpretazione, l’Unione Europea ha avviato un processo di universalizzazione dei simboli. Ciò significa che, anche se hai a che fare con un elettrodomestico di produzione non italiana, la lettura della simbologia non cambia.
Prima di spiegarti nel dettaglio quali sono i principali simboli della lavatrice e come fare per decifrarli, è bene che tu sappia che ogni soluzione di lavaggio è il risultato della combinazione di diversi fattori, tra cui la durata, la temperatura, il peso del bucato, la presenza/assenza delle centrifuga, ecc. È per questo motivo che, molto spesso, i programmi sono indicati con simboli, solo apparentemente, indecifrabili.

Simboli pre-lavaggio, detersivo e ammorbidente

Il punto di partenza è la lettura dei simboli presenti nello scomparto dedicato al pre-lavaggio, al detersivo e all’ammorbidente:

  • simbolo del pre-lavaggio (“I” maiuscola): qui puoi inserire la candeggina, uno smacchiatore oppure una dose aggiuntiva di detersivo;
  • simbolo del detersivo (“II” maiuscole): questa sezione, invece, è dedicata al detersivo vero e proprio. Ti consiglio di consultare il manuale d’istruzioni della lavatrice per capire quando utilizzare un detersivo liquido e quando un detersivo in polvere, con particolare attenzione alla temperatura del lavaggio;
  • simbolo dell’ammorbidente lavatrice (fiore): qui puoi inserire l’ammorbidente, indispensabile per rendere il bucato morbido e profumato. È possibile che, all’interno della vaschetta, sia presente la scritta “MAX”. Essa indica il limite da non superare quando si versa l’ammorbidente.

Tieni a mente che la struttura dello scomparto varia a seconda del modello di lavatrice: è possibile che, infatti, il tuo elettrodomestico sia sprovvisto della sezione dedicata al pre-lavaggio.

Simboli di lavaggio

I programmi di lavaggio, in linea di massima, vengono indicati sempre con gli stessi simboli. Ogni produttore può scegliere per sé. Ciò non toglie che la simbologia univoca è la pratica attualmente più diffusa per aiutare gli utilizzatori che, come te, hanno difficoltà ad orientarsi tra i simboli della lavatrice.

Simboli dei tessuti

Conoscere il significato dei simboli dei tessuti è indispensabile per avviare il programma di lavaggio che più si adatta alla tipologia di capi che intendi lavare. Questi sono i principali simboli della lavatrice, distinti per tessuto:

  • simbolo del cotone (t-shirt o fiore di cotone): con questo programma puoi lavare tutti i capi in cotone, come camicie, lenzuola e magliette. Nonostante i tessuti in cotone siano generalmente forti e resistenti, ti consiglio di leggere attentamente le etichette dei capi perché quelli più delicati potrebbero richiedere, ad esempio, un lavaggio senza centrifuga. Alcuni modelli di lavatrice permettono di scegliere tra differenti tipi di lavaggio per il cotone, distinti per temperatura (90°, 60° o 40°);
  • simbolo della lana (gomitolo): con questo programma, delicato e solitamente di breve durata, puoi lavare gli indumenti in lana. Il consiglio è non caricare eccessivamente il cestello e impostare una centrifuga a pochi giri;
  • simbolo della seta (farfalla o fazzoletto): con questo programma puoi lavare i capi in seta. Trattandosi di indumenti molto delicati, generalmente, si lavano a freddo o impostando temperature molto basse e senza centrifuga;
  • simbolo dei sintetici (triangolo): questo programma è adatto al lavaggio dei capi sintetici, ovvero indumenti in acrilico, poliammide, poliestere, ecc. Nonostante siano generalmente molto resistenti, può capitare che alcuni capi richiedano centrifughe più delicate e temperature più basse.

Come avrai avuto modo di intuire, per ottimizzare la qualità del bucato e non correre alcun rischio, è indispensabile non solo scegliere il programma più adatto rispetto al tessuto dei capi da lavare, ma anche leggere con attenzione l’etichetta dei vestiti, che riporta informazioni importanti circa la modalità di lavaggio più adeguata da adottare.

Altri simboli della lavatrice: i simboli delle bacinelle, della centrifuga e di tempo e blocco

Sulla tua lavatrice, molto probabilmente, è presente più di un’icona raffigurante una bacinella. I simboli delle bacinelle più ricorrenti sono tre e ciascuno di essi ha un significato specifico:

  • simbolo del lavaggio a mano (bacinella con dentro raffigurata una mano): questo programma, a basse temperature e con una centrifuga ridotta al minimo, è indicato per lavare i capi più delicati;
  • simbolo del risciacquo (bacinella piena d’acqua): avviare il risciacquo del bucato è l’ideale per eliminare dai capi tutti i residui dei prodotti utilizzati per il lavaggio, come il detersivo, lo smacchiatore o la candeggina;
  • simbolo dello scarico (bacinella piena d’acqua con una freccia rivolta verso il basso): questa funzione è molto utile quando, durante il lavaggio precedente, la lavatrice sembra non aver espulso correttamente tutta l’acqua.

Non possono mancare, poi, il simbolo della centrifuga e i simboli di tempo e blocco. La centrifuga è indicata da una spirale e corrisponde alla velocità di rotazione del cestello in cui vengono riposti i vestiti per il lavaggio. Più il valore della centrifuga è alto, più l’acqua in eccesso viene rimossa dai capi per evitare che escano dalla lavatrice troppo bagnati. Per quanto riguarda, invece, i simboli di tempo e blocco, questi sono i principali:

  • simbolo di accensione/spegnimento della lavatrice (cerchio con una linea verticale);
  • simbolo di programmazione (orologio): questo comando è utile per programmare l’inizio del lavaggio;
  • simbolo di avvio/pausa del lavaggio (triangolino rivolto verso destra e due linee verticali): questo comando, invece, serve per mettere in pausa il lavaggio e riavviarlo in un secondo momento;
  • simbolo di blocco per bambini (lucchetto o icona raffigurante un bambino).

Orientarsi nel mondo dei simboli della lavatrice, come avrai notato, è un’impresa tutt’altro che impossibile. Con un po’ di buona volontà, prenderai dimestichezza con tutte le funzioni che il tuo elettrodomestico ha da offrire. Il risultato sarà un bucato perfetto e sempre profumato! Se qualcosa non ti è chiaro o hai bisogno di chiarimenti su uno o più simboli della tua lavatrice che proprio non riesci a decifrare, lascia un commento: sarò felice di aiutarti!