Community

Home
Magazine della casa
Piante che vivono senza substrato: le Tillandsie
AnnaZorloni
Garden Expert
08/08/17-06:00 (modificato)

Piante che vivono senza substrato: le Tillandsie

Conoscete le Tillandsie? Sono piante dal fascino unico, in grado di vivere di sola aria! Sono, infatti, piante definite “epifite”, che non hanno bisogno di un substrato sul quale vivere, ma le loro radici, di tipo aereo, assorbono l’umidità atmosferica e vivono di questa. Ecco perché molti le chiamano piante senza terra. Potete coltivarle semplicemente appendendole al tronco di una pianta o a un altro supporto inerte, senza terra né vaso.

Le tillandsie sono piante che vivono senza terra - foto dell'autriceLe tillandsie sono piante che vivono senza terra - foto dell'autrice

Caratteristiche delle Tillandsie

Il genere delle Tillandsie, che appartiene alla famiglia delle Bromeliaceae, comprende numerose specie, differenti per caratteristiche morfologiche, tra cui la forma delle foglie e dei fiori.

Le riconosci perché sono tutte caratterizzate da una struttura a rosetta semplice. Le foglie di queste piante senza terra sono generalmente allungate e di consistenza coriacea, e hanno un intenso colore verde-grigiastro.

In estate le Tillandsie emettono fiori vistosi, di colore rosa violaceo, portati da un peduncolo che si sviluppa all’ascella delle foglie. Generalmente, i cespi che hanno fiorito, dopo la fioritura muoiono. Vi raccomando di separarli dalla pianta una volta che si sono seccati. Forse pensate che coltivare le piante che vivono senza terra possa essere impegnativo perché richiede chissà quali attenzioni. Non è così. Una volta trovate le condizioni giuste in cui tenerla, la Tillandsia è facilissima da coltivare, al punto da poterla quasi dimenticare. L'importante è non spostarle una volta che avete individuato la posizione ideale.

I fiori delle Tillandsie sono molto colorati e vistosi - PixabayI fiori delle Tillandsie sono molto colorati e vistosi - Pixabay

Come coltivare le piante che vivono senza terra

Tenete le vostre Tillandsie in un luogo luminoso, ma che, nelle ora più calde del giorno, sia al riparo dai raggi diretti del sole che potrebbero bruciarne le foglie. La posizione perfetta per le Tillandsie è in mezz’ombra. Agganciatele e assicuratele a un tutore con un filo ramato, in una posizione riparata.

La temperatura ideale per la coltivazione di queste piante senza terra è compresa tra +10°C e 27°C. In zone dove le condizioni climatiche sono favorevoli, e dove la temperatura minima invernale rimane entro i valori sopportati, potrete tenerle all’esterno tutto l’anno. Altrimenti dovrete proteggerle dal freddo invernale con coperture adeguate.

Nebulizzatele con acqua a temperatura ambiente, preferibilmente priva di calcare (raccogliete l’acqua piovana, è perfetta!), soprattutto durante la stagione estiva più calda e secca. Le Tillandsie accumulano alla base delle foglie, dove si forma una sorta di pozzetto all’inserzione delle foglie stesse, una quantità di acqua sufficiente per vivere. Ricordate di nebulizzarle un paio di volte alla settimana, meno o per nulla in inverno e durante i periodi piovosi. Utilizzate un semplice spruzzino.

Se volete rendere le Tillandsie più vigorose, potete nebulizzare un fertilizzante per piante verdi equilibrato diluito in acqua.

Le piante senza terra sono perfette anche in appartamentoLe piante senza terra sono perfette anche in appartamento

Le piante che vivono senza terra come le Tillandsie sono molto belle anche come piante d'appartamento e hanno il vantaggio di non richiedere molto attenzioni. Scopri quali altri piante senza terra puoi mettere in casa e coltivare in idrocoltura.

Continua ad esplorare la Community!