Community

Home / Magazine della casa / Come prendersi cura della pianta di Strelitzia
AnnaZorloni
Agronoma
11/09/18-08:33 (modificato)

Come prendersi cura della pianta di Strelitzia

Il fiore della Strelizia sembra la cresta di un gallo o un uccello esotico, tant’è che il suo secondo nome è Uccello del Paradiso. Con i suoi colori vivaci e sgargianti, che sfumano dall’arancio solare al viola brillante, cattura l’attenzione: impossibile rimanere indifferenti! La Strelizia è una pianta originaria del sud Africa, appartenente alla famiglia delle Musaceae. Direi che è un’ottima scelta per chi vuole una pianta appariscente che però si accontenta di poche cure. Infatti, la Strelizia è una pianta molto facile da coltivare anche nel nostro clima, ed è super resistente: leggi nelle righe qui sotto come fare!

La Strelizia è una pianta esotica splendida e davvero facile da curare - PixabayLa Strelizia è una pianta esotica splendida e davvero facile da curare - Pixabay

Caratteristiche della Sterlitzia

Ammaliati dall’aspetto appariscente della pianta, a volte si è portati a credere che il problema di avere in casa una Strelizia sia come curarla. La Strelizia è una pianta ricchissima di foglie, ovali e coriaceae, portate da lunghi piccioli, con fiori straordinari che sbocciano senza difficoltà all’estremità di lunghi peduncoli eretti. I fiori si aprono in primavera e continuano a fiorire per quasi tutta l’estate. La fioritura della Strelizia è magnifica perché i suoi petali arancioni si aprono in successione, come un ventaglio, mostrando vivaci ligule viola.
Strelizia: come curarla e quando innaffiarla - foto PixabayStrelizia: come curarla e quando innaffiarla - foto Pixabay

Strelizia: come curarla in casa o all'aperto

Puoi coltivare le strelizie Strelitzia reginae (questo il nome della specie maggiormente diffusa) in vaso con grande facilità. Scegli un vaso capiente, di dimensioni sufficienti ad accogliere la pianta, come i classici vasoni festonati in coccio robusto e pesante, che sono in grado di contenere la pianta con sufficiente stabilità. Fornisci acqua con moderazione e regolarità alla tua pianta di Strelizia: mai innaffiarla troppo! La Strelizia è una pianta che non sopporta i ristagni e gli eccessi di acqua. Bagnala moderatamente e solo quando il terriccio risulta asciutto al tatto. Per facilitare il drenaggio dell’acqua attraverso i fori sul fondo, coperti da un piccolo coccio, coltiva la Strelitzia con un terriccio universale ben drenante, inoltre, tieni il vaso sollevato da terra con appositi piedini in coccio. Se vivi in una zona a clima mite, caratterizzata da inverni non particolarmente freddi (T min 8-10°C), puoi coltivare la Strelizia anche all’esterno, in una posizione ben luminosa e protetta dal vento.
Coltiva la Strelizia all'esterno - foto dell'autriceColtiva la Strelizia all'esterno - foto dell'autrice

Come curare e quando trapiantare la Strelizia?

Il momento di pensare alla Strelitzia e a come curarla per darle forza è la primavera. Per rinvigorirla, somministra un concime specifico per piante verdi, in formato liquido o un concime in microgranuli. Fai attenzione a seguire sempre dosi e modalità di somministrazione indicate in etichetta. Invece ogni 2-3 anni circa, può essere necessario trapiantare le Strelizie in vasi più grossi (ma non troppo!) e rinnovare il terriccio. Fallo solo al termine della fioritura però perché questa è una pianta che non ama essere disturbata. Quando raggiungerà dimensioni notevoli, potrai dividere la Strelizia in piante separate ed effettuare così la cosiddetta “moltiplicazione per divisione di cespi”.
Un grosso vaso in coccio è l'ideale per contenere questa pianta - foto dell'autrice e Leroy MerlinUn grosso vaso in coccio è l'ideale per contenere questa pianta - foto dell'autrice e Leroy Merlin

Come moltiplicare la Sterlizia e ottenere piante nuove

Se vuoi ottenere tante nuove Strelizie dalla pianta oramai grande, puoi separare dalla pianta madre dei germogli costituiti da almeno 3-4 foglie. Staccali in profondità, con tanto di apparato radicale. Questa è un’operazione che si esegue con più facilità durante il rinvaso della pianta, mentre pulisci l’apparato radicale dalla terra. Dovrai mettere i germogli, separati con l'apposita forbice da potare, in terra in vasi separati, sempre con terriccio di tipo universale. In questo modo, potrai ottenere nuove piante di Strelizia, identiche alla pianta madre!
La Strelizia è una pianta che fiorisce per tutta l'estate - foto PixabayLa Strelizia è una pianta che fiorisce per tutta l'estate - foto Pixabay

Trovi anche tu che la Strelizia sia una pianta spettacolare? Del resto le piante esotiche come questa hanno la caratteristica di avere fioriture dai colori vivaci e intensi, e un fogliame ricco. Se anche tu come me pensi che la Strelizia e altre piante verdi siano uno spettacolo della natura, scopri quali altre piante esotiche coltivare in giardino.

Continua ad esplorare la Community!