Community

Home
Magazine della casa
I cassetti della cucina non sono mai stati così in ordine
FrancescaA
Architetto
19/12/19-11:58 (modificato)

I cassetti della cucina non sono mai stati così in ordine

Eppure era qui! Anche a te è capitato di doverti fermare a rovistare nei cassetti, sul più bello della tua ricetta preferita? Allora è proprio arrivato il momento di mettere ordine in cucina! Per lavorare bene, infatti, la prima regola è organizzare e oggi cominciamo proprio dai cassetti. Come? C’è solo un modo: svuotarli completamente, dare una bella pulita, con un po’ di acqua e bicarbonato, e ricominciare da capo, con l’accortezza di eliminare prima tutto quello che non ti serve e che si è accumulato nel tempo.

E’ giunto il momento di mettere in ordine i cassetti della cucina! – foto Leroy Merlin.frE’ giunto il momento di mettere in ordine i cassetti della cucina! – foto Leroy Merlin.fr

Cassetti, che meraviglia!

Che la cucina sia grande o piccola, in genere ci sono almeno tre cassetti. Io, quando ho composto la mia, ne ho messi il più possibile, perché li trovo molto pratici per riporre e sistemare le cose più piccole. Se anche tu ne vorresti uno in più, ma non sai dove ricavarlo, niente paura, puoi aggiungerlo facilmente all’interno di un’anta, dove lo spazio non viene mai utilizzato fino in cima o fino in fondo, inserendo gli appositi cesti su binari: quello orizzontale, di varie altezze, o quello verticale, il cesto-cleaning, che sfrutta uno spazio anche molto stretto, ideale per tenere in ordine, ma a portata di mano, tutti i prodotti per la pulizia.

E ora vediamo come organizzare i nostri cassetti per sfruttarli al meglio.

Inserendo appositi cesti su binari scorrevoli, puoi creare un cassetto anche dove non c’è – foto Leroy MerlinInserendo appositi cesti su binari scorrevoli, puoi creare un cassetto anche dove non c’è – foto Leroy Merlin

Cassetti per le posate…

Innanzitutto, prima di riempirli, invece di foderarli con la carta, come si faceva una volta, può essere utile mettere un tappetino antisdrucciolo: protegge, facilita la pulizia e non fa rotolare gli oggetti. Ovviamente, sai già che la cosa più conveniente è mettere ciò che si usa più spesso, cioè le posate, nel cassetto più in alto: per averle sempre in ordine, ci sono porta posate di tutte le misure e per tutti i gusti: dal più pratico di plastica, a quello più elegante di legno, che puoi anche sovrapporre creando un doppio livello scorrevole, come nella foto. Nel secondo cassetto, allo stesso modo, sistema le posate meno usate e gli utensili, come forbici, pelapatate, mestoli, coltelli, apribottiglie, piccole grattuge, fruste, spremi aglio e chi più ne ha più ne metta (nel vero senso della parola!).

Ci sono organizer per posate di tutte le misure, di plastica o in legno: scegli quella che fa per te! – Foto Leroy Merlin.frCi sono organizer per posate di tutte le misure, di plastica o in legno: scegli quella che fa per te! – Foto Leroy Merlin.fr

…e per tutto il resto

Nel terzo anch’io, come si usa, ho sistemato tovaglie, canovacci, tovaglioli e pattine; ma sotto ne ho altri due! In uno tengo, ben ordinati in cartelline, documenti, libri di ricette, le garanzie degli elettrodomestici, più alluminio e carta forno. Infine ho il magico cassetto del “non so dove metterlo”, in cui raduno, rigorosamente diviso in appositi contenitori e piccole scatole, di diverse dimensioni a seconda del contenuto ed etichettate, tutto ciò che serve sempre, ma non so mai dove tenere: cannucce, candeline, penne, foglietti per la lista della spesa, tappi, spago, mollette per chiudere i sacchetti, elastici, scotch. E’ un ottima soluzione per non avere cose sparse qua e là nei cassetti e soprattutto per trovarle quando servono!Le piccole scatole e i divisori per armadi sono perfetti anche in cucina! – foto Leroy MerlinLe piccole scatole e i divisori per armadi sono perfetti anche in cucina! – foto Leroy Merlin

E i cassetti alti?

Infine, molto comodi sono i cassetti alti; collocati ovviamente a livello pavimento, ti evitano di piegarti e quindi di sfruttare meglio tutto lo spazio. Se li organizzi con gli appositi divisori anche pentole e coperchi restano sempre in ordine e facili da prendere senza scavare in pile pesantissime e pericolanti. Ma si possono usare per sistemare anche le ciotole ingombranti o i piatti, oppure per conservare le bottiglie, infilandole in un portabottiglie tenuto orizzontale. O ancora sono perfetti per accostare le pattumiere per la raccolta differenziata.

Nei cassetti alti, usa i separatori appositi, così pentole e coperchi non si muovono più – foto Leroy Merlin.frNei cassetti alti, usa i separatori appositi, così pentole e coperchi non si muovono più – foto Leroy Merlin.fr

Anche porta bottiglie e pattumiere per la raccolta differenziata possono trovare posto nei cassetti alti – foto Leroy MerlinAnche porta bottiglie e pattumiere per la raccolta differenziata possono trovare posto nei cassetti alti – foto Leroy Merlin

Ora hai tutti gli spunti per affrontare i cassetti della tua cucina, ma di sicuro tu troverai altre soluzioni e idee divertenti che renderanno speciale il tuo lavoro. Faccele sapere nei commenti e mandaci delle foto!

Continua ad esplorare la Community!