Community

Home
Magazine della casa
Controsoffitto in cucina per donare all’ambiente un tocco di
GiulioM
Community Passionate
31/10/22-15:45

Controsoffitto in cucina per donare all’ambiente un tocco di carattere e personalità

Sei in fase di progettazione degli ambienti domestici, vorresti donare carattere alla tua cucina, ma l’idea di effettuare lavori invasivi e dispendiosi ti spaventa? Il cartongesso è una valida soluzione. Questo vale anche se la tua cucina è ormai datata e non splende per colori e luminosità. Creare un controsoffitto in cartongesso è l’ideale per modellare la stanza in modo elegante e donare vita all’ambiente con un progetto illuminotecnico personalizzato. Scopriamo tutti i vantaggi del controsoffitto in cucina e passiamo in rassegna alcune idee da cui trarre ispirazione per ottenere un risultato finale d’effetto.

I vantaggi del controsoffitto in cucina - Leroy Merlin

Perché il controsoffitto in cartongesso in cucina è un’ottima idea

Realizzare un controsoffitto in cucina è la scelta più indicata per chi è alla ricerca di una soluzione dinamica e innovativa e desidera ravvivare questa stanza della casa in modo originale. Il controsoffitto, infatti, è un’opportunità, soprattutto per la cucina perché assicura un ampio margine di personalizzazione.
D’altro canto, stiamo parlando della cucina. Non di una zona di passaggio, ma dell’ambiente domestico più vissuto della casa. Una stanza strategica, che in termini di funzionalità tecniche ed estetiche non può essere sottovalutata in fase di progettazione. La realizzazione di un controsoffitto in cucina permette di trasformare l’ambiente in uno spazio accattivante e adeguato alle tue esigenze.

I vantaggi del controsoffitto in cucina in cartongesso

Sia che tu scelga di realizzare un controsoffitto in cucina per esigenze funzionali sia che tu scelga di realizzarlo per migliorare l’estetica della stanza, il cartongesso è senza dubbio il materiale da prediligere. I motivi per cui ti consiglio di realizzare il controsoffitto in cucina ricorrendo all’utilizzo di pannelli in cartongesso sono numerosi. Innanzitutto, il cartongesso è un materiale estremamente versatile e flessibile: sei libero, infatti, di donargli la forma che più preferisci.
Il cartongesso, inoltre, è molto leggero ed evita pesi eccessivi a carico della muratura. Un altro aspetto da tenere a mente è che, optando per il cartongesso, hai la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di colori e tecniche di pittura. Da non sottovalutare, infine, il costo tendenzialmente contenuto del cartongesso rispetto alle realizzazioni in muratura. Hai dimestichezza con i lavori manuali? Dai un’occhiata alla guida “Come scegliere materiali e attrezzi per cartongesso” per scoprire quale procedura seguire per realizzare una struttura in cartongesso fai da te.

Il pannello in cartonegesso adatto alle tue esigenze - Leroy Merlin

Come disporre i faretti nel controsoffitto in cucina?

Una delle scelte più importanti che sei chiamato a compiere se decidi di realizzare un controsoffitto in cartongesso riguarda l’illuminazione. È bene che, in fase progettuale, tu abbia le idee ben chiare sul risultato finale che desideri ottenere e sulla luminosità che vuoi donare alla tua cucina. Realizzando un controsoffitto in cucina, puoi optare per una serie pressoché infinita di soluzioni. Che ne dici di un’illuminazione con faretti ad incasso? Puoi scegliere tra luce diretta o luce diffusa a seconda delle tue preferenze.
Puoi disporre i faretti in modo tradizionale, ovvero orientando i punti luce dove serve e nei punti della stanza in cui desideri godere di maggiore luminosità, ad esempio in prossimità della zona lavello o dei fornelli, oppure nei punti della stanza su cui desideri attirare l’attenzione, come quella in cui si trova il tavolo da pranzo. Nulla, però, vieta di optare per disposizioni più scenografiche.
Una delle soluzioni d’effetto più diffuse e apprezzate è la realizzazione di controsoffitti “stellati”, illuminati grazie alla presenza di piccoli LED disposti su tutta la superficie. Affidandoti ad esperti del settore, puoi progettare un sistema di illuminazione di forme particolari, geometriche o arrotondate, che si adattano allo stile che hai scelto per arredare la tua cucina.

La disposizione dei faretti nel controsoffitto - Leroy Merlin

In quale zona della cucina realizzare il controsoffitto in cartongesso

Sarai felice di sapere che non ci sono regole precise da seguire per quanto riguarda la realizzazione del controsoffitto in cucina. Molto dipende dal tuo gusto personale e dalle tue necessità. Come già anticipato, i pannelli in cartongesso sono disponibili in diverse forme, colori e disegni. Il consiglio è quello di adattare la tua scelta allo stile dell’arredamento. Il mood è sobrio? Il mio suggerimento è puntare sulle composizioni su un livello. Se, invece, ti piace osare, puoi optare per un controsoffitto doppio. Questa soluzione è l’ideale per te se desideri realizzare un controsoffitto in cartongesso di design.

Controsoffitto nell'open space

La tua cucina fa parte di un open space ed è collegata al soggiorno? Puoi inserire un controsoffitto in cartongesso per dividere visivamente gli ambienti e metterli entrambi in risalto. Un’ottima idea è disegnare delle curve, oppure un profilo, per ricalcare la disposizione degli arredi e contribuire a rendere l’open space più confortevole e accogliente.

Controsoffitto e cappa integrata

La cappa, nonostante sia un elemento che non può assolutamente mancare in cucina, molto spesso è antiestetica. Allora perché non realizzare un controsoffitto in cartongesso sopra la zona dei fuochi e inserire al suo interno il sistema aspirante? Questa è una delle soluzioni più indicate soprattutto se la tua cucina è a isola! Ti renderai presto conto di tutto il potenziale del controsoffitto e di tutti i vantaggi che ha da offrire.

Controsoffitto sospeso e autoportante

Una valida alternativa è realizzare un controsoffitto in cartongesso nella zona della cucina in cui consumi abitualmente i pasti, sia essa un’isola che l’area in cui si trova il tavolo da pranzo. Perché non optare per una soluzione sospesa e autoportante? L’effetto scenografico è assicurato! In questo modo, potrai concentrare l’illuminazione nei punti che più desideri e, soprattutto, ottenere un risultato finale dal grande impatto estetico.

Controsoffitto lungo il perimetro del soffitto

Se la tua cucina è piuttosto monotona e desideri donare all’ambiente un tocco di vivacità e dinamismo, ma vuoi evitare lavori lunghi e progetti complessi, la realizzazione di un controsoffitto in cartongesso lungo il perimetro della stanza è la soluzione più indicata. Sistema i faretti sui pannelli, soprattutto se lo spazio che hai a disposizione è piuttosto ridotto. Questo perché le luci che corrono lungo tutto il perimetro del soffitto faranno sembrare l’ambiente visivamente più grande e arioso.

Controsoffitto parziale isola/penisola

Come avrai già avuto modo di intuire, la realizzazione del controsoffitto in cartongesso non deve necessariamente interessare tutta la stanza. Se lo desideri, infatti, puoi utilizzare i pannelli in cartongesso per rivestire solo una parte del soffitto oppure le aree in cui passano i fili e/o gli allacci degli elettrodomestici. Ma non solo: se vuoi mettere in risalto l’isola o la penisola della tua cucina, puoi realizzare un controsoffitto proprio in quella zona e fare in modo che ne ricalchi la forma. In generale, spezzando la linearità del soffitto otterrai un risultato estremamente bello.

Controsoffitto e cappa integrata - Leroy Merlin

Ti ho convinto a realizzare un controsoffitto in cartongesso? Tieni a mente che, essendo il cartongesso un materiale estremamente versatile, hai un ampio margine di personalizzazione, sia in termini di forma che di colori. Mantieni una certa coerenza con lo stile dell’arredamento e posiziona il cartongesso in una zona della cucina in cui la struttura possa esprimere al meglio tutto il suo potenziale. Qualcosa non ti è chiaro? Lascia un commento: sarò felice di risponderti.

Continua ad esplorare la Community!