Community

/ Fiorisce il glicine: come coltivarlo con successo?
AnnaZorloni
Agronoma
04/23/18-07:34 (modificato il 07/25/23-08:03)

Fiorisce il glicine: come coltivarlo con successo?

La fioritura del glicine non passa mai inosservata: profumate macchie di colore viola adornano ville, cancellate, pergolati, terrazzi e giardini sia in campagna che in città. E’ uno spettacolo che dura pochi giorni, a inizio primavera, ma che ogni anno ci lascia senza fiato… Anche il profumo dolce e intenso dei fiori del glicine non ci lascia indifferenti: una salubre boccata di primavera! Se vuoi coltivare anche tu un glicine, ma non sai bene come fare, leggi i miei consigli!
Grappoli di profumatissimi fiorellini viola - foto dell'autrice Grappoli di profumatissimi fiorellini viola - foto dell'autrice

Conosci il glicine?

Wisteria floribunda e Wisteria sinensis , così si chiama il glicine, è un arbusto decorativo rampicante molto vigoroso. Fiorsce a inizio primavera, sul legno nudo, ancor prima di emettere le foglie: bellissimi e profumati grappoli pendenti di fiorellini viola, azzurro, malva ma anche bianchi, nel caso della meno diffusa varietà “Alba”. Il glicine è un rampicante rustico e molto vigoroso: nel giro di pochi anni, i suoi rami si allungano moltissimo, andando ad aggrapparsi ad ogni sostegno, avvinghiandosi con tenacia fino a ricoprire metri di spazio.
Abbondante e profumatissima, è la fioritura ricca del glicine! - foto Leroy Merlin Abbondante e profumatissima, è la fioritura ricca del glicine! - foto Leroy Merlin

Come si coltiva il glicine?

Coltivare un glicine con successo, non è così difficile, basta conoscere alcune regole fondamentali. Innanzitutto la posizione: se vuoi avere una pianta di glicine ben sviluppata e generosa di fiori, coltivala in una posizione ben esposta al sole! E' necessario coltivarlo su pergolati, cancellate, strutture ad arco o altri sostegni. Sappi però, che la notevole forza dei suoi rami, alla lunga, può provocare danni alle strutture sulle quali si arrotola, motivo per cui il suo sviluppo deve essere tenuto sotto controllo con tagli eseguiti in modo sapiente e preciso… importante, anche per questo motivo, è la potatura, da eseguire ogni anno nel momento e con le modalità giuste, così da avere una fioritura ricca e abbondante. Attenzione! Una potatura eseguita nel modo sbagliato, rischia di comprometterne la fioritura! Coltiva il tuo glicine in un terreno fertile e ben drenante, poiché soffre i ristagni idrici! A fine inverno o inizio primavera, arricchiscilo con un concime specifico per piante fiorite, così da favorire e rendere ancora più ricca la fioritura della tua pianta! (segui sempre scrupolosamente dosi e modalità indicate in etichetta).
Il glicine ha sempre bisogno di un appoggio, come un pergolato, che abbellirà coi suoi grappoli profumati! - foto Pixabay Il glicine ha sempre bisogno di un appoggio, come un pergolato, che abbellirà coi suoi grappoli profumati! - foto Pixabay

Quando potare il glicine?

Potatura invernale

Esegui una potatura drastica in inverno, indicativamente a gennaio, quando i rami sono completamente spogli. Taglia tutti i rami molto corti, a “sperone”, lasciando 2 o al massimo 3 gemme. Il glicine, infatti, fiorisce sui giovani rametti che nascono in primavera ai nodi dello sperone lasciato sul fusto principale. Per questo motivo, per ottenere una fioritura abbondante, è importante stimolare la pianta a produrre questi rametti. Per eseguire i tagli, utilizza sempre attrezzi con lame ben affilate e pulite! Utilizza forbici da potare o troncarami per i rami più grossi. Elimina anche tutti i rami che sono nati alla base della pianta, chiamati “polloni”, poiché assorbono linfa indebolendo la pianta, oltre a renderla disordinata. Elimina eventuali rami secchi, o lesionati. Non tardare troppo ad eseguire la potatura invernale; intervieni prima che inizi ad innalzarsi la temperatura con l’avvicinarsi della primavera! Una potatura eseguita tardi può infatti compromettere la fioritura.

Potatura estiva

Potrai eseguire dei tagli più leggeri anche durante l’estate, a luglio o agosto, per sfoltire chiome troppo fitte ed intricate. Raccorcia i rami dell’anno che hanno fiorito a primavera e sono pieni di foglie, a 5-6 gemme. Regola la forma della pianta, indirizzandola bene sul pergolato, griglia o altri tutori che hai scelto per il tuo glicine.
Il glicine è una pianta molto longeva, che può dare personalità al tuo giardino per tantissimi anni! - foto Pixabay Il glicine è una pianta molto longeva, che può dare personalità al tuo giardino per tantissimi anni! - foto Pixabay

Lo sapevi che il glicine vive molti anni? Ne esistono esemplari centenari! Una volta messa a dimora, questa pianta ti delizierà con la sua presenza per tutta la vita! Ora che sai come coltivarlo, cosa aspetti a metterne una pianta anche nel tuo giardino? Se hai qualche dubbio, scrivimi qui sotto!

FLORTIS
Concime piante fiorite granulare FLORTIS Pluscote 1000 g
Leroy Merlin
Pergola addossata Orange in legno struttura naturale L 600 x P 300 x H 249 cm
Leroy Merlin
Carport in legno Rhyno L 304 x P 503 x H 265
Continua ad esplorare la Community!