Community

/ Lavabo in resina sì o no
ValeriaBonatti
Architetto
12/11/23-21:23 (modificato il 12/11/23-21:40)

Lavabo in resina sì o no

Corian, marmoresina, solid surface, dolomia, mineralmarmo. Non sto parlando una strana lingua, sono tutte varianti di materiali compositi a base resina che si propongono come alternativa alla ceramica per la realizzazione di lavabi per il bagno. Perché la resina va tanto di moda quando si parla di bagno? E’ davvero un materiale così valido o nasconde qualche insidia? Se vuoi rinnovare il tuo bagno e renderlo la stanza moderna e accogliente che hai sempre sognato, sono domande che probabilmente ti stai ponendo. Ecco allora svelate tutte le caratteristiche di questo materiale e i pro e i contro del lavabo in resina.

Rendi il bagno speciale con un lavabo in resina – Leroy Merlin

Resina versus ceramica: chi vince?

Sei in dubbio se abbandonare il caro vecchio lavabo in ceramica per lanciarti su qualcosa di diverso? “Chi lascia la via vecchia per la nuova, sa quel che lascia e non sa quel che trova”, penserai. Vediamo insieme le caratteristiche di entrambi i materiali, così poi potrai fare, a ragion vedute, la tua scelta. La ceramica è un composto argilloso che, smaltato e poi cotto, acquista tutte le caratteristiche che la rendono perfetta per la realizzazione dei sanitari. Durezza, totale impermeabilità, che ne fa un materiale inattaccabile da germi, odori e macchie e resistenza ai graffi e ai prodotti di pulizia, anche i più aggressivi. Il costo è abbordabile nei modelli tradizionali, un po’ più alto in quelli più sofisticati, ma di base il lavabo in ceramica è il più conveniente. Gli aspetti negativi possono essere la scarsa libertà di distaccarsi, per forma e colore, dal classico bianco (che comunque si adatta perfettamente a qualunque stile) e il fatto che se si rompe o si sbecca, in seguito a un urto un po’ più forte, non è riparabile. Al di là di questa eventualità, comunque, il lavabo in ceramica dura per sempre, anche perché non subisce variazioni di colore o deperimento nel tempo. E la resina? Adesso parliamo anche di lei…

Lavabo in ceramica, classico intramontabile- Leroy Merlin

Il lavabo in resina, perché sì perché no

Se vuoi personalizzare il tuo bagno con qualcosa di davvero speciale, il lavabo in resina è il prodotto giusto. La resina è un materiale sintetico, realizzabile in qualunque forma e colore, il che la rende ideale per creare oggetti dal design unico, come il lavabo a totem Glam Assos. Lucida, opaca, trasparente, puoi avere la finitura che preferisci, ma soprattutto la forma che si adatta perfettamente alle tue esigenze. Con la resina si possono realizzare piani con lavabo integrato senza soluzione di continuità, con una superficie calda al tatto, antiscivolo e quasi vellutata, davvero unica. L’assenza di giunzioni, oltre alla caratteristica impermeabilità del materiale, rende il lavabo inattaccabile dai batteri e dallo sporco e molto facile da pulire. L’unica accortezza che dovrai avere è non utilizzare sostanze aggressive, come acetone ammoniaca e alcool, che potrebbero intaccare la superficie, così come non sfregare con spugne abrasive. È un materiale durevole e resistente agli urti e, in caso di incidente, scheggiature o graffi, è possibile intervenire con un apposito kit di riparazione. Lati negativi? Difficile trovarne. Diciamo che il costo è più elevato, rispetto alla ceramica, soprattutto perché il prodotto deve essere di buona qualità o si rischia un ingiallimento nel tempo. Ma di sicuro, chi ci guadagna è l’estetica!

Lavabo in resina, prodotto unico dai grandi vantaggi – Leroy Merlin

I composti in resina, altamente performanti

Le qualità estetiche e tecniche della resina sono state ampliate addizionando questo materiale con polveri minerali di vario tipo e percentuale, così da ottenere i composti che ho menzionato all’inizio. Mineralmarmo, dolomia, solid surface, sono materiali estremamente resistenti, ma allo stesso tempo morbidi al tatto e che mantengono il calore, molto più della ceramica. Naturali ed ecologici perché riciclabili al cento per cento e con un aspetto esteriore che ricorda quello del marmo o della pietra, ma, rispetto a questi, con indubbi vantaggi: il peso molto ridotto, un costo inferiore, facilità di lavorazione e di manutenzione. Utilizzati ormai da tempo anche per i piani e lavelli della cucina, i composti in resina sono davvero ideali per il bagno: come piatto doccia hanno l’indubbio vantaggio di essere naturalmente antiscivolo, ma è nei lavabo che questi materiali dimostrano tutta la loro versatilità. A te la scelta del modello più adatto allo stile del tuo bagno.

Un lavabo per ogni stile di bagno – Leroy Merlin

Lavabo in resina, perfetto per ogni stile

Se un tempo lo stile del bagno era dato principalmente dai rivestimenti delle pareti e dai componenti di arredo, con le possibilità estetiche della resina il lavabo non solo concorre a dare l’impronta stilistica, ma può diventare l’assoluto protagonista della stanza. Alcuni esempi? Il Bundundu in solid surface, bianco opaco e squadrato, è perfetto per uno stile super moderno e minimal, in cui le linee essenziali riducono anche gli accessori, diventando esse stesse porta asciugamano integrato nel mobile, come nel caso del modello Zen. Il lavabo Capsule nero e rotondo invece si sposa con il legno e gli accessori in metallo nero per uno stile industrial, mentre si fa ovale e lucido per nel lavabo da appoggio Sheila che diventa quasi un vaso, oggetto d’arte in stile anni ’50. Un catino turchese disegna un pezzo di mare in un bagno vacanziero, un lavabo con luce Led incorporata stupisce con i suoi colori cangianti, mentre i due lavelli totem Flor in resina trasparente non possono che essere gli indiscussi protagonisti di un bagno di alto design, magari in una location d’eccezione. Come vedi ci sono innumerevoli opportunità per dare al bagno con un lavabo in resina un tocco unico e d’impatto, nello stile che prediligi.

Il lavabo in resina diventa protagonista nel bagno – Leroy Merlin

Ora che conosci i pro e i contro della resina in bagno, forse vorrai valutare l’idea di utilizzarla anche per il piatto doccia, magari coordinandolo con il lavabo. Approfondisci l’argomento nell’articolo di Mara e poi facci sapere qui o nella Gallery come sarà il tuo nuovo bagno.

Leroy Merlin
Lavabo d'appoggio tondo in ceramica L 40 x H 17 cm nero
Leroy Merlin
Lavabo d'appoggio ovale in ceramica L 60 x H 17 cm bianco
Leroy Merlin
Lavabo Loto d'appoggio rettangolare in ceramica L 35 x P 46 x H 12.5 cm bianco
Continua ad esplorare la Community!