Community

Home / Magazine della casa / Come togliere l'umidità in casa
MaraLocatelli
Sostenitore 🏋️‍♀️
26/11/19-11:34 (modificato)

Come togliere l'umidità in casa

L’umidità in casa è un problema diffuso che può presentarsi con differenti livelli di gravità. Quello che più conta è intervenire per tempo e con soluzioni efficaci. Questo perché oltre ai classici disagi di ordine estetico, quindi la comparsa della muffa e il distacco dell’intonaco, la presenza dell’umidità nei muri che si allarga sulle pareti di casa può generare anche seri problemi di salute. Per capire come togliere l’umidità in casa devi prima identificare l’origine del problema. Vediamo insieme possibilità e soluzioni.
Deumidificatore contro l'umidità in casa - Idea Leroy Merlin
Deumidificatore contro l'umidità in casa - Idea Leroy Merlin

Perché si forma troppa umidità in casa

I motivi per cui c’è molta umidità in casa possono essere diversi. Le normali attività domestiche producono umidità. Il nostro stesso respiro è fonte di umidità, ma poi c’è il vapore prodotto dalla cucina, dalle docce, dai panni che asciugano. Se l’abitazione non è abbastanza ventilata, l’umidità diventa condensa che forma le goccioline di acqua visibili sulla finestra.
Ci sono poi altre cause, più importanti, che sono responsabili dell’umidità in casa. Possono esserci crepe nei muri che causano infiltrazioni di acqua e provocano la comparsa di macchie di umidità. Allo stesso modo, succede con le perdite di acqua che si verificano nelle tubature che attraversano i muri. L’acqua impregna il cemento e l’umidità affiora in superficie. Ma anche una piccola perdita di un rubinetto o di un elettrodomestico possono avere lo stesso effetto e, se non si effettuano tempestive riparazioni, portare alla formazione di muffa.

Rimedi per togliere l'umidità

Dotarsi di un impianto di deumidificazione è un’ottima idea per impedire che l’umidità presente nell’aria finisca per intaccare le superfici di casa. Questa soluzione protegge i muri dall’umidità e rende migliore anche l’aria che si respira nell’ambiente. Il deumidificatore è utile anche per prevenire l’umidità in camera da letto e assicurare riposi notturni tranquilli e salutari.
A volte il fenomeno è accentuato nei locali dove si produce molto vapore, come bagno e cucina, che però sono poco ventilati. In questo caso è utile dotare l’ambiente anche di un impianto di ventilazione meccanica, come i ventilatori a parete o a soffitto.
Anche le infiltrazioni d’acqua sono tra le principali cause di umidità sulle pareti di casa. I sintomi della presenza di un’infiltrazione sono semplici da rilevare: macchie sul muro, qualche goccia d’acqua che cade e il distacco di parti dell’intonaco. Tutto ciò indica la presenza di una perdita, se non addirittura di una rottura, di qualche tubazione. Come detto, si tratta quindi di una situazione che si può risolvere esclusivamente con la riparazione del guasto.
I piani più bassi delle case, quelli che solitamente vengono utilizzati come cantine, possono incorrere spesso in problemi di umidità. Succede a causa del contatto del solaio con il terreno. Ma il problema si risolve creando una camera d’aria che deve andare a inserirsi tra le due parti: solaio e terreno. Per farlo basta mettere un vespaio aerato: questo vano isolante per essere efficace deve sollevare il pavimento di circa 30 centimetri.

Impianto di ventilazione come rimedio all'umidità - Ispirazione Leroy Merlin Impianto di ventilazione come rimedio all'umidità - Ispirazione Leroy Merlin

Togliere l'umidità di condensa in casa

Per proteggere i muri di casa dall’umidità è necessario difendersi dall'umidità di condensa che proviene dall’interno dell’abitazione. Come dicevamo prima è quella che si crea con l’uso continuo di acqua calda in bagno o ancora quella che si produce in cucina in fase di cottura. Sono queste le cause più frequenti di umidità le cui soluzioni sono semplici. Per evitare ciò, infatti, bisogna isolare le pareti dell’abitazione con materiali idrorepellenti: sono sicuramente ottime scelte i rivestimenti in resina e le piastrelle.

Soluzioni per eliminare l'umidità di risalita

Particolarmente fastidiosa è l’umidità di risalita, ovvero quella che arriva dal terreno e finisce per infiltrarsi nei muri dell’abitazione per il cosiddetto meccanismo di ascensione. Un fenomeno che si può evitare con un intervento efficace e poco invasivo: bisogna infatti inserire delle barriere meccaniche nel muro, che bloccano l’umidità di risalita e arrestano la sua ascesa. Altrimenti si può scegliere di iniettare sostanze chimiche che sono in grado di impedire all’umidità la risalita capillare.
Pavimenti in resina per diminuire l'umidità in casa
Pavimenti in resina per diminuire l'umidità in casa

A volte la soluzione migliore è il cappotto

Umidità e muffe dovute a condensazione superficiale spesso sono provocate dai ponti termici. Per evitare che ciò accada è necessario quindi intervenire sulla facciata dell’edificio. La ristrutturazione della facciata è fondamentale dunque, perché se quest’ultima è ventilata finirà per proteggere meglio l’immobile dagli agenti atmosferici e, di conseguenza, assicurare anche un buon risparmio energetico. In alternativa si può optare per un cappotto termico esterno, facendo attenzione soprattutto ai punti in cui sono presenti i serramenti.

Una soluzione per migliorare il risparmio energetico e la qualità della tua casa è anche il cappotto interno: chiedi consiglio alla Community!

Ventilatore da soffitto Aruba, argento, D. 112 cm , con telecomando INSPIRE
Deumidificatore portatile deos 16s r290
Continua ad esplorare la Community!