Community

Home
Magazine della casa
Bacche utili: conoscete quelle della rosa canina?
AnnaZorloni
Garden Expert
22/09/18-03:56 (modificato)

Bacche utili: conoscete quelle della rosa canina?

Ormai la fioritura delle rose è terminata… se in giardino hai una rosa canina, i suoi rami non portano più fiori con petali profumati, ma si stanno ricoprendo di numerose bacche rosse. L’aspetto del cespuglio è diverso, ma mantiene comunque un suo fascino discreto! Conosci la rosa canina e le sue bacche? Oltre che belle, sono anche utili e benefiche: scopri cosa puoi fare con le bacche della rosa canina...

La rosa canina, ora, porta bacche rosse al posto dei fiori! - foto Pixabay

Conosci le bacche della rosa canina?

A differenza di quanto molti di noi pensano, le bacche della rosa non sono dei frutti, ma più precisamente e correttamente, dei “falsi frutti”: in termini botanici, vengono definite “cinorrodi” e derivano dall’ingrossamento del ricettacolo, non dell’ovario, del fiore. Ma a noi, tutto questo poco importa… Il loro aspetto è inconfondibile: piccole bacche ovali, lunghe circa 2cm, di colore inizialmente arancione, quindi rosso vivo, con la punta nera.

Le bacche della rosa canina hanno un aspetto inconfondibile - foto Pixabay

Con le bacche della rosa canina si possono fare molte cose!

Possono essere utilizzate sia in cucina che come elemento decorativo. Puoi creare graziose composizioni da tenere in casa, o anche ghirlande per addobbare la casa durante il periodo Natalizio… meglio sempre portarsi avanti! A questo scopo, è necessario recidere i rametti che portano numerose bacche: serviranno in modi diversi, da aggiungere a mazzi di fiori freschi o secchi, o da piegare in modo tale da formare la ghirlanda. Per recidere i rami, utilizza forbici robuste e con le lame ben affilate. Per la creazione di ghirlande, utilizza la fantasia! Per tenere insieme i rametti con le bacche e altro materiale che vuoi unire, utilizza un fil di ferro morbido, che si pieghi facilmente con l’aiuto di una pinza.

Una composizione con le bacche di rosa canina sarà coloratissima! - Pixabay

Utilizza le bacche di rosa canina in cucina

Se, invece, vuoi raccogliere le bacche da consumare in cucina, utilizza forbici più leggere e maneggevoli. Utilizza, comunque, sempre un paio di guanti per eseguire queste operazioni: le bacche potrebbero macchiare, inoltre, non dimenticarti che le rose hanno le spine! Le bacche della rosa canina posseggono numerose virtù! Raccoglile quando sono mature, belle rosse. Sono ricche di vitamine (soprattutto vitamina C, ma anche B e K), necessarie a rinforzare il sistema immunitario e aiutare ad affrontare i rigori invernali con più forza, e prevenire l’insorgenza di raffreddori e altri malanni tipicamente invernali (tosse, influenza), come antinfiammatorio, per alleviare i dolori articolari e depurare l’organismo favorendo la diuresi. Potrai conservare le bacche in barattoli di vetro, non prima di averle essiccate. Ridotte in pezzi più piccoli, potranno essere utilizzate per fare infusi o tisane benefiche.

Le bacche della rosa canina contengono sostanze benefiche, sfruttale per il tuo benessere! - foto Leroy Merlin

Puoi utilizzare le bacche di rosa canina anche per fare marmellate, sciroppi, centrifugati o altro. Ricordati di eliminare i semini che si trovano all'interno delle bacche: tagliale in due e asportali, quindi lava le bacche sotto l'acqua corrente del rubinetto.

La marmellata di bacche di rosa canina è deliziosa! - foto Leroy Merlin

Come si coltiva la rosa canina?

Se non hai una pianta di rosa canina in giardino, puoi trovare cespugli di questa pianta in campagna, dove cresce allo stato selvatico. Io, comunque, ti consiglio di coltivarne una pianta nel tuo giardino: oltre ad essere una pianta molto bella e utile, è facile da coltivare! Essendo una varietà selvatica, infatti, possiede notevoli doti di rusticità e resistenza, e richiede poche cure.

- Mettila a dimora in una posizione soleggiata del giardino.

  • Forniscile acqua e nutrimento al fabbisogno: si accontenta di terriccio di tipo universale e un po’ di concime specifico per rose dato seguendo le indicazioni fornite in etichetta, una volta ogni 15 giorni durante il periodo primaverile-estivo.

  • Raramente si ammala o viene attaccata da insetti dannosi, ma, in caso di necessità, intervieni immediatamente con i giusti prodotti antiparassitari!


Coltiva una rosa canina in giardino! - foto Pixabay

Vedrai che la rosa canina ti darà tantissime soddisfazioni... se vuoi qualche altro consiglio sulla cura di questa pianta, chiedimelo nei consigli qui sotto!

Continua ad esplorare la Community!