Community

Home
Magazine della casa
Angolo studio in camera da letto: come ricavarne uno
elisabetta.garoni
Architetto
26/05/20-07:57 (modificato)

Angolo studio in camera da letto: come ricavarne uno

Se in soggiorno le distrazioni sono davvero troppe, se in cucina lo sono le tentazioni, se nel corridoio c’è un via vai infinito… il posto giusto per creare la tua postazione smart working è in camera da letto, un regno privato solo tuo dove lavorare in modo produttivo. Collocare l'angolo studio in camera da letto, quando l'ambiente è grande, è facile. Come fare se, al contrario, la stanza ha dimensioni standard, o magari è decisamente piccola? Vediamo insieme alcune soluzioni per creare un angolo ufficio in camera da letto.

Ispirazione per ricavare una zona studio in camera da letto – Leroy Merlin

Lo studio in camera da letto: comodo e organizzato

Un punto solitamente libero è quello sotto la finestra. Se scegli tra le scrivanie un modello poco profondo (bastano 40 cm), non avrai difficoltà ad aprire e chiudere il serramento. Il tuo angolo studio in camera da letto ha una luce invidiabile. Ma devi schermarla con una tenda leggera nei momenti della giornata in cui può dare fastidio. Se sotto la finestra c'è il radiatore, lascialo libero da pannelli o cassettiere per non bloccare il calore, e sfrutta la parete laterale per fissare piccole, utilissime mensole. Al contrario, se ne hai la possibilità, opta per una scrivania dotata di cassetti, utili per riporre tutti gli strumenti di lavoro, averli sempre a portata di mano e nasconderli alla vista quando non servono.

La camera da letto con zona studio luminosa - hunker e Leroy Merlin

L'angolo studio in camera da letto ricavato nella nicchia

Hai bisogno della massima concentrazione e di evitare il più possibile le interferenze esterne? Lo spazio tra la parete e l’armadio è perfetto. Sfruttare una nicchia per ricavare un angolo scrivania in camera da letto è sempre un’ottima idea: sospendi il piano di lavoro e aggiungi qualche mensola per i libri. Il fianco dell’armadio è perfetto da utilizzare come bacheca per appunti. Personalizzalo con colore, carta da parati, fotografie e rendilo il tuo posto speciale dove lo smart working diventa un piacere. L’articolo “Come scegliere la carta adesiva e da parati per rivestire mobili“ è ricco di idee da cui prendere spunto.
Se nella stanza è presente una nicchia vera e propria, puoi creare una postazione studio fissa. Sfrutta l’altezza della rientranza per inserire un piano d’appoggio, una libreria, delle mensole oppure un mobile contenitore. Puoi nascondere la postazione alla vista chiudendo la nicchia e installando delle ante scorrevoli. Trattandosi di angoli spesso collocati in punti marginali della stanza e che, per questo, non godono di una buona luce naturale, presta attenzione all’illuminazione: è bene che sia diffusa e puntuale!

Attrezza la nicchia a mini ufficio – Leroy Merlin

Scrivania al posto del comodino

Se lo spazio che hai a disposizione è davvero ridotto, ma non vuoi rinunciare a creare un angolo studio in camera da letto, sostituisci il comodino con una piccola scrivania. Tieni a mente che, molto spesso, per lavorare da casa è sufficiente il computer portatile. Dunque, lo spazio che ti serve è poco. La postazione dovrà essere comunque pratica e funzionale, per questo ti consiglio di abbinare alla scrivania una comoda sedia. In questo spazio, inoltre, non potrà mancare una presa elettrica per collegare gli strumenti di lavoro e per alimentare una lampada da scrivania che userai anche per leggere a letto: due funzioni in pochissimo spazio!

Soluzione geniale per lo studio in camera da letto - hunker e Leroy Merlin

Camera da letto con zona studio minimal e chic

Minimalismo assoluto: perché no? Per ricavare un angolo studio in camera da letto, a volte, c’è bisogno di poco. Può bastare l’essenziale. Verifica l’esistenza di una presa nelle vicinanze e che la parete sia in muratura e non in cartongesso. Taglia o acquista un piano in legno su misura e fissalo alla parete con due reggimensole laterali. Ti consiglio di scegliere modelli robusti e resistenti: devono sopportare il peso e le sollecitazioni nel momento dell’utilizzo. Scegli una bella lampada da tavolo in stile industriale e una comoda sedia dalle geometrie pulite e minimali.

Ottimizza l'angolo smart working in camera da letto – apartmenttherapy e Leroy Merlin

Quando l'angolo ufficio in camera da letto scompare

Ecco un’idea per te che devi fare i conti con uno spazio ingeneroso: un piano a ribalta. Se sei un bravo bricoleur puoi realizzarlo da solo con tavole di legno e cerniere, e poi personalizzare la “scatola” con mensoline interne o elastici per fissare gli oggetti. Se, invece, non ti senti un granché come falegname, puoi optare per una comodissima scrivania con piano a ribalta: tutto ciò che dovrai fare sarà appenderla (ma in bolla!) alla parete. In men che non si dica, avrai ricavato il tuo angolo studio a scomparsa in camera da letto. Nonostante le dimensioni salvaspazio, alcuni modelli sono dotati di mensole, altri offrono la possibilità di sistemare dei cassetti sui lati: l’ideale se hai la necessità di conservare documenti, libri, agende e taccuini.

Lo studio in camera da letto? Mini e a scomparsa – deboracosmai e LeroyMerlin

Sì all’angolo studio in camera da letto, ma nascosto

Se creare un angolo studio in camera da letto ti sembra una missione impossibile, è perché non hai preso in considerazione l'armadio. Puoi “sacrificare” una parte del guardaroba e ricavare una zona ufficio. Una parte dell'armadio potrebbe mantenere la sua funzione principale, l’altra invece potresti attrezzarla con mensole a cubo. A sera, spento il computer e chiuse le ante, l’ufficio scompare e la stanza torna a essere la tua camera da letto.

Idee per l'angolo studio in camera da letto - theartofbespoke

Angolo studio in una camera da letto mansardata

La stanza in cui dormi si trova in mansarda, all’ultimo piano della casa? Anche in questo caso, le soluzioni per ricavare un angolo studio in camera da letto sono numerose. L’imperativo di massima è sfruttare le zone più basse, così da mantenere il giusto livello di ordine e garantire la giusta illuminazione alla tua postazione. Sistema la scrivania sotto il soffitto in pendenza, sfruttando tutti i metri quadrati che hai a disposizione. L’ideale sarebbe posizionarla al di sotto del lucernario (la vista ti ringrazierà e lavorerai con più piacere!). Valuta lo spazio che puoi occupare ed eventualmente opta per una scrivania che si sviluppa più in lunghezza che in profondità.

E in un loft?

I loft sono bellissimi, ma un problema con il quale spesso costringono a fare i conti è la mancanza di pareti. Se nel soppalco in cui si trova la tua camera da letto è presente una ringhiera, sfruttala per creare un’area di lavoro funzionale! In questo modo avrai una vista completa su tutta la zona sottostante e avrai ricavato un piccolo angolo studio senza troppa fatica. In alternativa, se tutte le pareti sono occupate e l’idea di installare un piano di lavoro alla ringhiera non fa per te, sistema una scrivania in fondo al letto. Scegli un mobile sobrio, in armonia con il resto dell’arredamento. Aggiunti un bel tappeto, una comoda e bella poltrona e il gioco è fatto!

Una delle idee che ti ho proposto ti è stata di ispirazione? Mettiti subito all’opera e inizia a progettare il tuo angolo studio in camera da letto! Se ti va, condividi uno scatto nella sezione Gallery per mostrare agli altri utenti della Community come hai arredato e personalizzato il tuo spazio di lavoro. Se, invece, hai appena iniziato e hai bisogno di un consiglio, lascia un commento: sarò felice di aiutarti.

Continua ad esplorare la Community!