Community

Home
Magazine della casa

Magazine della casa

Vivi la tua passione per la casa e il giardino, scopri le ultime tendenze di stile e trova nuovi spunti per i tuoi progetti con gli articoli della nostra redazione.
Tutti gli articoli
I miei articoli
Creare un articolo
Tutto Bagno e arredo bagnoGiardino e TerrazzoDecorazione e IlluminazionePavimenti e rivestimentiVerniciCucinaOrdine e sistemazioneFalegnameria ed EdiliziaUtensileria e FerramentaFinestre, porte e scaleElettricità, automazioni e Smart HomeClimatizzatori, stufe e idraulicaNataleEventi e iniziative community
Sabina Maffei Plozner
Creator digitale
21/10/21-16:00 (modificato)

Se siete appassionati di fai da te e di bricolage, avrete pensato almeno una volta di rinnovare un vecchio mobile con le vostre mani. Magari uno a cui siete affezionati e che non volete buttare via, o semplicemente un pezzo d’arredamento che non vi piace più e volete personalizzare. Proprio quello che ho fatto io con questo comodino vintage in legno, un po’ rovinato, ma con un disegno così particolare che meritava davvero un nuovo look. Così mi sono messa all’opera!

Rinnovare un mobile rovinato - Leroy MerlinRinnovare un mobile rovinato - Leroy Merlin

I materiali

- Stucco per legno e una spatolina

- Smalto ad acqua colorato

- Fondo all'acqua per legno

- Pennelli 20 e 40 mm

- Carta da parati e colla vinilica;

- I vari strumenti di lavoro: guanti, forbici, nastro per mascheratura, taglierino, metro e carta abrasiva (grana 200 o 220)

I materiali - Leroy MerlinI materiali - Leroy Merlin

1 Step 1: stuccare le crepe

Il mio comodino aveva diverse crepe così, come prima cosa, le ho dovute stuccare. La mia intenzione era fin dall’inizio quella di dipingerlo, quindi ho utilizzato uno stucco neutro. Se invece volete rinnovare il vostro mobile lasciandolo del suo colore originale, vi consiglio uno stucco appena più scuro del colore del legno. Fate attenzione a stuccare bene tutte le eventuali crepe e le imperfezioni, aiutandovi con una o due spatoline.

Step 1: Stuccare le crepe - Leroy MerlinStep 1: Stuccare le crepe - Leroy Merlin

2 Step 2: carteggiare il legno

Dopo aver stuccato le crepe, bisogna lisciare bene la superficie carteggiandola con della carta abrasiva grana 200 o 220, seguendo la linea del mobile e la venatura del legno. A questo punto il mobile sarà pronto per accogliere il fondo.

Step 2: Carteggiare il legno - Leroy MerlinStep 2: Carteggiare il legno - Leroy Merlin

3 Step 3: applicare il fondo

Il mio comodino aveva un piano superiore a specchio, quindi per prima cosa l’ho mascherato per evitare di sporcarlo. Dopodiché ho applicato il fondo. È un passaggio molto importante perché contribuisce a rendere porosa la superficie, predisponendola per la verniciatura. Non preoccupatevi se in questa fase noterete le “pennellate”, la vernice coprirà tutto.

Step 3: Applicare il fondo - Leroy MerlinStep 3: Applicare il fondo - Leroy Merlin

4 Step 4: verniciare

E ora la parte più divertente: verniciare! Io ho scelto un tono vivace in linea con lo stile di casa mia e perfetto per dare carattere al mio comodino. È molto importante fare attenzione a non lasciare colare la pittura e a stenderla in modo omogeneo su tutta la superficie. Per ottenere un risultato perfetto, saranno necessarie almeno due mani, come nel mio caso. Aspettate circa 3, 4 ore tra una mano e l’altra.

Step 4: Verniciare - Leroy MerlinStep 4: Verniciare - Leroy Merlin

5 Step 5: applicare la carta da parati

Una volta dipinto, il mio comodino aveva già un altro aspetto, ma non ho voluto fermarmi qui. Mi era avanzata della carta da parati da lavori precedenti, così ho deciso di applicarla all’interno del mio mobiletto. La carta da parati è di grande tendenza e riesce a trasformare qualsiasi cosa. Potete sceglierne una a contrasto con il colore del mobile oppure in tinta, come quella che ho utilizzato io. La cosa che conta è sbizzarrirsi con la fantasia! Mi raccomando, fate aderire bene la carta su tutta la superficie, anche negli angoli e poi rifinite bene le eccedenze aiutandovi con un taglierino. Vi svelo un trucchetto: invece della specifica colla per muri, potete utilizzare una semplice colla vinilica apposta per legno e carta, proprio come ho fatto io.

Step 5: Applicare la carta da parati - Leroy MerlinStep 5: Applicare la carta da parati - Leroy Merlin

Il tocco finale: avvitare il pomello

Il mio comodino è pronto, manca solo il tocco finale: il pomello. Ne ho scelto uno completamente nuovo per impreziosire il tutto e che si abbinasse bene sia alla pittura sia alla carta da parati. Ricordatevi di prendere le misure di quello originale per essere sicuri di scegliere il nuovo pomello delle giuste misure (diametro del pomello e lunghezza della vite).

Il tocco finale: avvitare il pomello - Leroy MerlinIl tocco finale: avvitare il pomello - Leroy Merlin

Et voilà, il mio comodino è come nuovo! Spero piaccia anche a voi quanto piace a me. Realizzare un restauro con le proprie mani è una bellissima occasione per scatenare la creatività e coltivare la passione per il bricolage. Provate anche voi!

Il risultato finale - Prima e dopo - Leroy MerlinIl risultato finale - Prima e dopo - Leroy Merlin

MaraLocatelli
Community Expert
21/10/21-10:48 (modificato)

Una cosa te la devo dire subito: per fornire la giusta illuminazione alla sala da pranzo moderna devi calibrare bene la luce diretta che ti permette di vedere quello che hai nel piatto senza essere invadente e disturbare la vista, con le luci di contorno. Se consideri, infatti, che attorno al tavolo non ti siedi solo a mangiare, ma anche a lavorare, giocare o aiutare a studiare i tuoi figli, non bastano solo dei bei lampadari moderni, in sala da pranzo servono anche altre luci adatte a fornire l’illuminazione necessaria a tutte le attività previste. Per assicurarti che ci sia abbastanza luce, quindi, studia bene il tuo progetto fin dall’inizio.

L'illuminazione della sala da pranzo moderna deve essere versatile - Idea Leroy Merlin

Lampadari moderni nella sala da pranzo con tavolo rettangolare

Imposta il progetto di illuminazione concentrandoti sul tavolo, e non pensare alla sala da pranzo nel suo insieme. L'importante è creare un'atmosfera attorno al tavolo, in modo che quando si è seduti il resto della stanza passi in secondo piano. Quando scegli i lampadari per la sala da pranzo moderna comincia dalle lampade a sospensione che, fissate al soffitto in corrispondenza del centro del tavolo sottostante, devono fornire la luce all’intero tavolo, senza lasciare in ombra nessuno. Se il tavolo è rettangolare, per garantire una corretta illuminazione di tutta la zona pranzo, sono adatti lampadari composti da più lampade allineate che danno luce a tutti i commensali. Come per esempio accade con i lampadari moderni per la sala da pranzo, concepiti a tre, quattro, cinque o anche sei luci. In alternativa, puoi accostare una fila di lampadari a una luce per tutta la lunghezza della tavola. In questo senso si prestano bene i lampadari a sospensione dal design minimale ma anche i classici lampadari con il paralume stile scandinavo e quelli minimali con la lampadina appesa a una corda che si cala dall’alto del soffitto.

Calcola la giusta quantità di lampadari per la sala da pranzo moderna col tavolo lungo - Idea Leroy Merlin

Lampadari per la sala da pranzo moderna e di carattere

Come insegnano i grandi esperti di arredamento, è sempre molto importante che i lampadari siano proporzionati al tavolo da pranzo, ma in caso di dubbio io aggiungo che, più è grande il lampadario e meglio è. Per esempio: il tuo tavolo è rotondo o quadrato? Valorizza la piccola dimensione con un grande lampadario glamour con una sola luce centrale. Cerca tra i modelli di lampadari moderni per la sala da pranzo quello che cattura l’attenzione con la sua personalità: può essere un lampadario rustico con tanti bracci e lampadine oppure un lampadario di design molto scenografico ma a una sola luce, e con la sua presenza saprà valorizzare la zona con il tavolo da pranzo anche da spento. Quando monti i lampadari moderni in sala da pranzo, ricorda che la distanza della luce dal tavolo deve essere di 90 cm, per illuminare correttamente il tavolo senza dare fastidio agli occhi.

Tieni la giusta distanza tra il tavolo e il lampadario in sala da pranzo - Idea Leroy Merlin

Calibra l’illuminazione giusta per la sala da pranzo moderna

Anche a tavola ci sono momenti in cui non vuoi una luce troppo abbagliante, ma nemmeno eccessivamente intima. L’ideale è progettare l’illuminazione della sala da pranzo con diverse fonti luminose, così da modulare l’intensità che desideri. Un’ottima soluzione è abbinare applique e lampadario con le luci coordinate. Puoi anche pensare di associare al tuo moderno chandelier una raffinata lampada da tavolo coordinata da tenere sulla credenza vicina. Oppure puoi mantenere l’atmosfera minimal e contemporanea dello stile scandinavo con un’illuminazione della sala da pranzo modulata da faretti singoli e barre di faretti coordinati al lampadario principale. Con questa varietà di opzioni è più facile regolare la luminosità in base anche alla luce naturale che proviene dalle finestre e a seconda delle attività svolte attorno al tavolo da pranzo.

Applique coordinate a lampadari moderni per la sala da pranzo- Idea Leroy Merlin

La corretta illuminazione degli interni è fondamentale per valorizzare un'abitazione, rendere gli interni più confortevoli e attraenti. Una luce sbagliata invece può fare enormi danni. Ecco perché è importante avvalersi dei consigli degli esperti di illuminotecnica quando si vuole arredare con successo una casa. Per esempio, anche la parete del tuo soggiorno dove hai appeso i tuoi quadri preferiti ha bisogno di luci studiate, lo sapevi? Leggi queste dritte per illuminare le tue opere d'arte appese alla parete. E se ti servono altri consigli per l'illuminazione della tua sala da pranzo moderna, scrivimi nei commenti.

MaraLocatelli
Community Expert
20/10/21-14:20 (modificato)

Se la porta d'ingresso si apre su un grande ingresso classico, non ci sono particolari difficoltà nel decidere come sfruttare lo spazio a disposizione. Ma anche quando la porta si affaccia direttamente su un angolo del soggiorno, quello resta comunque il primo posto che ti accoglie al rientro la sera e il primo che gli ospiti vedono. Arredare l’ingresso di casa con cura è importante per offrire una buona prima impressione. Scorri queste semplici idee per arredare l’ingresso di casa al di là delle sue dimensioni e anche indipendentemente dalla sua posizione. E pensa in grande, a prescindere da tutto.

Spesso l’entrata si riduce a una semplice parete accanto alla porta, ma chi dice che non sia sufficiente per arredare un ingresso piccolo però memorabile?

Arredare l'ingresso di casa con il verde per un effetto jungle avvolgente- Idea Leroy Merlin Arredare l'ingresso di casa con il verde per un effetto jungle avvolgente- Idea Leroy Merlin

Arredare l’ingresso sul corridoio con uno stile fresco

Anche se la tua entrata è inesistente, perché non si può definirla esattamente grande e, a dirla tutta, non è nemmeno un ambiente vero e proprio, puoi comunque mettere in luce una personalità precisa. Quando non sai come arredare l’ingresso piccolo e buio, punta su un look audace, l’impatto di grande effetto compensa qualsiasi mancanza di spazio. Se, per esempio, devi arredare l’ingresso sul corridoio, un rivestimento murale è quello che ti serve per definire lo spazio e colpire l’occhio al primo sguardo. Puoi caratterizzare la zona con una carta da parati jungle e poi completare l’atmosfera green con vasi di piante verdi: avrai un ingresso fresco e accogliente.

Un’altra bella idea per arredare l’ingresso di casa in modo originale è verniciare il muro colore verde oliva e, con l’aiuto di stencil o di stickers murali, decorare la parete con alberi bianchi stilizzati. Per rendere utile, oltre che indimenticabile, la parete del tuo ingresso, aggiungi sempre uno specchio mezzo busto che illumina e allarga lo spazio, e qualche scaffale. Puoi copiare l’idea del progetto e assemblare le cassette di legno come una scarpiera, oppure monta uno scaffale con il sistema a cubi Spaceo. In poco spazio avrai una scarpiera, da usare anche come panca e come mobile per riporre borse e oggetti.

Arredare l'ingresso sul corridoio con idee originali e chic - Ispirazione Leroy Merlin Arredare l'ingresso sul corridoio con idee originali e chic - Ispirazione Leroy Merlin

Arredare un ingresso piccolo e buio con tanta luce

Se devi arredare un ingresso buio, ti serve spostare l’attenzione dalla mancanza di finestre. Punta tutto su un sistema di illuminazione sorprendente. Come insegnano i bravi interior designer, un lampadario scenografico può far apparire una stanza più spaziosa e alta. Una grande lampada a sospensione dal design particolare oppure un lampadario industrial a sei luci sono ideali per regalare una prima impressione memorabile oltre che tanta luce.
In questo progetto, per esempio, non ci sono finestre eppure l’entrata non sembra buia. Merito della soluzione audace adottata per arredare l'ingresso con una inaspettata cascata di luce. L'accostamento dei lampadari a sospensione, diversi tra loro ma nello stesso stile Natura, come un grappolo di luce scenografica crea un’atmosfera unica, avvolgente e invitante.

Quando basta la luce giusta per arredare l'ingresso piccolo e buio - Idea Leroy Merlin Quando basta la luce giusta per arredare l'ingresso piccolo e buio - Idea Leroy Merlin

Arredare un ingresso piccolo ma attrezzato

Anche in poco spazio si può organizzare tutto l’occorrente per arredare un'entrata confortevole e pratica. L'ingresso di casa è una zona di passaggio importante perché crea il collegamento tra mondo esterno e quello interno. Se vuoi arredare l’ingresso sul corridoio completo di tutto il necessario per facilitare questo passaggio, basta organizzare lo spazio con accessori utili ed elementi componibili. In poco spazio stanno a pennello le composizioni appendiabiti, portascarpe e superficie per sistemare cestini o sedersi. Se lo spazio all’ingresso è piccolo e buio, per evitare di ingombrarlo basta un'appendiabiti per giacche e cappotti alla parete, qualche mobile a mensola e una panchina moderna sotto la quale puoi sistemare una piccola scarpiera o un cesto dove riporre le scarpe. Le pareti candide aiutano a rendere la zona più luminosa, ma una bella carta da parati con geometrie su fondo bianco, come l'elegante effetto doghe di legno, personalizza e definisce lo spazio all'ingresso con stile.

Per arredare l'ingresso sul corridoio può essere sufficiente una parete - homeyohmy Per arredare l'ingresso sul corridoio può essere sufficiente una parete - homeyohmy

Spero di averti fornirti qualche suggerimento utile a farti scattare l'idea giusta per arredare l'ingresso di casa tua. Se ti servono altri consigli, scrivimi nei commenti. Se vuoi vedere altre idee utili, prova a dare un'occhiata a questi consigli per arredare l'ingresso di una famiglia numerosa e scoprirai come risolvere tanti problemi di spazio.

Antonella.M
Community Starter
20/10/21-12:09 (modificato)

Ottimizzare il riscaldamento di casa è fondamentale per riuscire a risparmiare sulla bolletta. E immagino che questo sia anche il tuo pensiero, ora che l'inverno si avvicina. Attraverso piccole, ma fondamentali accortezze però sappi che è possibile riuscire a risparmiare sul riscaldamento di casa. Ecco per te qualche (spero) utile suggerimento.
Ispirazione Leroy Merlin
Scaldare casa con i radiatori - Leroy Merlin

Sostituire la vecchia caldaia

Riscaldare casa nel modo giusto e mantenere una temperatura ottimale è difficile con impianti di riscaldamento obsoleti e inefficienti. Quelli installati da oltre 15 anni, non hanno le caratteristiche delle nuove caldaie a condensazione pertanto, se ti trovi anche tu nella situazione di avere una caldaia che sta dando segni di vecchiaia, è consigliabile sostituirla con soluzioni più moderne. Le caldaie a condensazione consentono di risparmiare sul riscaldamento e ottenere rendimenti termici molto alti, recuperando il calore prodotto dai fumi di scarico, sfruttando quindi al massimo l'energia emessa. Questo ti porterà sicuramente ad un notevole risparmio in bolletta e all’aumento del benessere domestico.
caldaia a condensazione - Leroy Merlin
Migliora il rendimento con la caldaia a condensazione - Leroy Merlin

Utilizzare i cronotermostati

Per riuscire a risparmiare sul riscaldamento domestico è importante controllare e regolare al meglio la temperatura degli ambienti evitando dispersioni di calore. Per avere una situazione ottimale sia per la salute, sia per la bolletta, la casa deve essere scaldata nel modo corretto: non troppo, né troppo poco. La temperatura ideale in casa dovrebbe oscillare tra i 18 e i 20 gradi. Il modo migliore perché tu riesca a mantenerla in questo range, evitando gli sprechi, è utilizzare moderni dispositivi elettronici che consentono di regolare temperatura e tempo di accensione. Con i cronotermostati potrai programmare le fasce orarie di accensione e spegnimento del riscaldamento, impostando temperature differenti in base ai ritmi della tua famiglia. Inutile dire poi che, in una casa sempre più smart, potrai gestire il termostato anche da remoto!
Termostato intelligente - ispirazione Leroy Merlin
Tutto sotto controllo, col termostato intelligente - Leroy Merlin

Pannelli riflettenti per termosifoni

Con l’arrivo dell’inverno le case si fanno sempre più fredde. I sistemi di riscaldamento nelle case non di recente edificazione sono in genere costituiti da radiatori, che scaldano per convezione, spesso allineati ai muri esterni, vicino o sotto le finestre. Questo comporta che una buona parte del calore venga disperso all'esterno attraverso i muri, quanto questi non siano adeguatamente coibentati. Che fare allora per aumentare la loro efficienza energetica? Semplice: è sufficiente utilizzare i pannelli riflettenti. Si tratta di superfici che hanno il compito di far riflettere il calore, dei fogli in polietilene rivestito di alluminio che, posti in corrispondenza del radiatore, dietro di esso, fanno sì che l’aria calda rifletta verso l'ambiente interno. Questi pannelli termoresistenti, ignifughi e atossici, consentono un miglioramento nella resa dei radiatori di circa il 10%.
Ispirazione Leroy Merlin
Il radiatore deve scaldare l'interno, non l'esterno! - Leroy Merlin

Altri consigli per risparmiare sul riscaldamento

Cos'altro puoi fare per risparmiare sul riscaldamento? Possono sembrare stratagemmi ovvi o superati, ma io ti consiglio, prima di tutto, di controllare sempre che non ci sia dell'aria intrappolata all'interno dei termosifoni, cosa che ne comprometterebbe un funzionamento corretto ed efficiente. Una buona norma da tener presente, poi, è quella di abbassare le tapparelle o chiudere le persiane dopo il tramonto in quanto, in tal modo, è possibile limitare l’accesso del freddo e proteggere i vetri dalle temperature basse. Infine potresti anche tenere chiuse le porte di stanze non (o poco) utilizzate, come ripostigli e camere degli ospiti. In sostanza il tuo motto dovrà essere: ottimizzare per risparmiare!

Incredibile quante piccole e grandi cose si possono fare per ottimizzare il riscaldamento di casa e alleggerire le bollette! Ci avevi mai pensato? Hai trovato interessante l’articolo? Mi raccomando, per qualsiasi curiosità scrivi alla Community, saremo felici di rispondere alle tue domande!

MaraLocatelli
Community Expert
16/10/21-15:21 (modificato il 19/01/24-11:45)

Il bagno con la vasca è una stanza perfetta per rifugiarsi, per rilassarsi e prendersi cura di sé. Se la tua stanza da bagno non ti comunica questa sensazione di relax, puoi cercare di migliorare l’ambiente con qualche piccolo accorgimento. Se devi arredare la stanza da zero allora pensa a realizzare un bagno colorato che, con la sua grande capacità di dare dinamismo agli ambienti, ha una forza decorativa straordinaria. Puoi dare vita a una palette cromatica glamour perfetta per sottolineare l’elegante personalità di un bagno moderno con vasca.
Lo stile contemporaneo di un bagno colorato - Idea Leroy Merlin
Lo stile contemporaneo di un bagno colorato - Leroy Merlin

Decorazioni corallo per un bagno colorato e pop

Una delle tendenze recenti per decorare una stanza da bagno con vasca è abbinare rivestimenti diversi. Puoi incorniciare la vasca con un rivestimento bianco effetto marmo, che comunica quel senso di pulizia che aiuta a rilassarsi davvero: una scelta classica sempre molto elegante. Per rendere il risultato più di impatto, aggiungi il colore che dà vivacità e movimento: la parete dietro il mobile bagno è perfetta per essere decorata con il colore. Puoi scegliere piastrelle in grès porcellanato multicolor dai motivi geometrici o floreali, oppure sono degli infiniti mosaici dai colori vivaci e accesi. Il tocco da maestro è dato dalla scelta del mobile lavabo. Se scegli un mobile colorato, in tinta con il rivestimento crei un effetto di grande impatto.
Un bagno con vasca moderno che punta sull’effetto decorativo di pattern colorati-Ispirazione Leroty Merlin
Un bagno con vasca moderno che punta sull’effetto decorativo di pattern colorati - Leroy Merlin

Un bagno moderno con vasca e formato famiglia

Se cerchi idee per il bagno con la vasca per tutta la famiglia, ti suggerisco di orientarti su una decorazione in stile Nature. Le sfumature neutre per il rivestimento di pavimento e soffitto creano un’ambientazione pulita e luminosa. Per scaldare l’atmosfera e dare carattere alla stanza scegli le geometrie di colori delicati delle piastrelle Patrimony. Usale per rivestire la parete della vasca a incasso e per rendere più incisiva la parete con il lavabo. In un bagno di famiglia ti serve una grande mobile con ampi cassetti per tutti e tanto spazio d’appoggio: se vuoi ci stanno due lavabi! Scegli con cura i piccoli oggetti decorativi, optando tra le proposte dall’aspetto naturale, come la scala in bambù, la piantana porta rotolo e porta scopino e anche i lampadari in bambù che avvolgono la zona del bagno con la vasca di una luce morbida e rilassante.
Geometrie discrete decorano questo bagno moderno con vasca - Idea Leroy Merlin
Geometrie discrete decorano questo bagno moderno con vasca - Leroy Merlin

Idee per un bagno con vasca super elegante

Tra le idee colorate per il bagno con vasca a me piacciono sempre molto quelle che portano una fetta di cielo nella stanza. Il blu è sinonimo di acqua e di cielo, quindi è perfetto per un bagno colorato unisex. Puoi fare tuo questo originale progetto che cura tutti i piccoli dettagli. Contrasti e affinità sono il filo conduttore utilizzato per arredare questo bagno con vasca moderno. Il primo contrasto visibile è cromatico: la modernità della pittura blu profondo mare sulla parte superiore delle pareti e il bianco delle piastrelle Zelli sottostanti. Qui le mattonelle candide rivestono la controparete - al cui interno trovano alloggio le tubature per vasca e lavabo - che offre una pratica base di appoggio per i cestini coi prodotti per l’igiene. Di grande impatto decorativo il rivestimento del pavimento. Mi piace l’aspetto vintage di piastrelle che evoca le vecchie ceramiche inglesi, e la perfetta sintonia con lo stile old del mobile bagno Velvet. Infine, le geometrie pulite e minimali della vasca freestanding risaltano con grazia per merito dell'accostamento alla parete blu. Nulla passa inosservato in questo bagno colorato con vasca super ricercato.
Le migliori idee per arredare un bagno con vasca elegante - Ispirazione Leroy Merlin
Ipsirazione per arredare un bagno con vasca elegante - Leroy Merlin

Hai trovato la giusta ispirazione per abbellire con un pizzico di colore il tuo confortevole bagno con vasca moderno ed elegante? Se hai anche un secondo bagno più piccolo, l'ideale è attrezzarlo con una doccia. Leggi i nostri consigli e scopri idee per arredare un bagno piccolo con doccia.

MaraLocatelli
Community Expert
15/10/21-16:26 (modificato)

Quella dell'illuminazione dei quadri è un’arte o, per lo meno, è una professione. Te ne accorgi quando, percorrendo le sale di una mostra, fatichi ad ammirare l’opera d’arte alla parete perché ci sono i riflessi, perché è troppo buio o al contrario perché c’è troppa luce. Quando, invece, ci sono quadri illuminati a dovere, all’illuminazione nemmeno ci pensi più. Però è merito suo, anzi è merito di chi se ne è occupato, se tu puoi goderti tutta la bellezza di un capolavoro esposto al museo. Anche a casa è possibile fare del proprio meglio per valorizzare le decorazioni alle pareti. Oggi ti svelo le regole da adottare quando non sai come illuminare un quadro alla perfezione.

Regole, idee e consigli per l'illuminazione dei quadri - Ispirazione Leroy Merlin

Occhio a questi errori di illuminazione dei quadri

Se hai investito in un'opera d'arte, vuoi giustamente metterla in risalto: qualsiasi stampa o foto sembrerà ancora più bella sotto la luce giusta. Effettivamente, non c'è niente di meglio di un'opera d'arte splendidamente illuminata. L’arte è in grado di ravvivare lo stile di tutta in una casa. Attenzione, però, a non fare danni. Non esiste un approccio unico per la corretta illuminazione dei quadri, e ci sono diverse potenziali insidie da evitare. Siccome l’illuminazione aggressiva può provocare danni da calore e luce, evita di esporre le opere d'arte alla luce diretta del sole che scolorisce quadri e fotografie. Lo stesso vale per le lampadine fluorescenti, le cosiddette lampade a basso consumo. L'illuminazione fluorescente emette elevati livelli di ultravioletti che sbiadiscono rapidamente i colori. Fai una prova e metti la mano tra il quadro alla parete e la fonte di luce, se avverti il calore vuol dire che la lampadina è troppo potente e troppo vicina.


Con i faretti puoi avere un'illuminazione dei quadri elegante - sothebys

Con i binari orienti i sistemi di illuminazione per quadri

Adottare i sistemi di illuminazione per quadri adatti è fondamentale per proteggere i dipinti e dare ai tuoi capolavori il massimo impatto. Come regola generale, le luci montate a soffitto dovrebbero essere posizionate in modo che il raggio di luce colpisca il centro dell'opera d'arte. Questo significa regolare l’illuminazione dei quadri con un angolo di 30 gradi. Al limite, si può giocare di 5 gradi in meno o in più, ma non oltre perché finiresti per proiettare ombre lunghe o, al contrario, ottenere bagliori di luce riflettente. Montare una barra di faretti per l’illuminazione dei quadri è un ottimo sistema per ottenere il risultato desiderato, soprattutto quando sono faretti da binario e possono essere spostati così da adeguarsi alle dimensioni dell’opera. Se ti piace cambiare spesso immagini e formati dei quadri alle pareti, avere un sistema di illuminazione per quadri formato da faretti che corrono sugli appositi cavi o sui moderni binari ti semplificherà il lavoro. Con un’illuminazione a binario puoi facilmente spostare un quadro, toglierlo o sostituirlo.

Con i binari crei sistemi di illuminazione per quadri perfetti - inform_melbourne

Come illuminare un quadro in sicurezza

Tra i sistemi di illuminazione per quadri più utilizzati ci sono le applique montate sulla cornice della singola opera oppure le applique a parete. In questo caso, quando la sorgente luminosa è molto vicino all’immagine, si scelgono lampade a bassissimo wattaggio come i LED. Con questi faretti, che possono avere forme originali come le applique a cubo, l’illuminazione dei quadri crea un senso di intimità con l’opera che invita ad avvicinarsi per ammirarla meglio. Come dicevamo prima, è importante proteggere i quadri dai raggi Uv e dal calore. Anche in questo caso quindi, i quadri illuminati dai Led sono al sicuro perché queste luci emettono poca radiazione ultravioletta e calore. Da evitare invece le luci alogene che, oltre a essere dispendiose, generano elevati livelli di calore e emettono Uv. e le luci fluorescenti che emettono calore e Uv.

Scopri come illuminare un quadro in casa - pooky.com

Lo stile di faretti e lampade per i sistemi di illuminazione per quadri è una questione di gusti personali, ma il metodo è quello che ti ho appena riassunto. Se hai dubbi o ti servono altri consigli, scrivi le tue domande nei commenti.

MaraLocatelli
Community Expert
14/10/21-13:21 (modificato)

Le nicchie sono piccole o medie rientranze nel muro che danno alla stanza una forma atipica. Ormai sono diventate un elemento di arredo così di moda che, quando non ci sono, si creano appositamente contropareti pur di realizzarle. In bagno, in camera da letto, in soggiorno e anche in cucina, arredare una nicchia nel muro è sempre molto divertente. Vediamo allora come arredare una nicchia in cucina tra consigli utili e idee originali.


Soluzioni di design per arredare una nicchia-homefashiontrend

Idee pratiche per arredare una nicchia nel muro

Se vuoi mettere alla prova la tua creatività devi provare almeno una volta ad arredare una nicchia nel muro. L’idea più semplice è quella che viene utilizzata anche in soggiorno, in camera da letto e in bagno. Puoi arredare una nicchia nel muro nella maniera più semplice e classica che ci sia: come uno scaffale utile per offrire tanto spazio contenitivo. A tua scelta, usa un sistema di scaffali componibili oppure fissa al muro una fila di mensole di legno. In entrambi i casi la nicchia in cucina non sarà sprecata. Diventerà una dispensa per barattoli e generi alimentari oppure sarà come la credenza delle cucine rustiche delle case di campagna dove riporre piatti, bicchieri e utensili in bella vista. Un'altra soluzione pratica, se non sai come arredare una nicchia, è usarla per nascondere lavatrice e asciugatrice: impila i due elettrodomestici e in alto aggiungi un paio di ripiani per i detersivi, poi chiudi la tua mini lavanderia con un'anta, in un mobile lavanderia oppure dietro a una tenda.


Idee pratiche per arredare la nicchia in cucina-ubkunique

Come arredare una nicchia originale

Per decidere come arredare una nicchia in cucina, molto dipende dalla dimensione della rientranza. Ipotizziamo che la rientranza si trovi nella cucina aperta sul soggiorno: in questo caso ti bastano dai 60 a 90 centimetri per arredare la nicchia nel muro come un piccolo bancone snack dove accostare due sgabelli alti. Per caratterizzare l’angolo puoi dipingere la parete con la vernice lavagna e scrivere le ricette dei cocktail preferiti. Sarà un bel posto dove prendere l’aperitivo in compagnia. Con una mensola profonda puoi trasformare le nicchia in cucina in una comoda postazione da smart working o semplicemente nella zona studio dove tenere il pc. Fatti tagliare una tavola in legno nel tuo negozio Leroy Merlin, poi verniciala con il colore o con una pittura trasparente in stile naturale e moderno, fissala con le staffe nella nicchia del muro. Sulla parete puoi appendere una serie di mensole a cubo dove raccogliere libri di cucina e materiale che ti serve quando lavori.


Puoi arredare la nicchia in cucina con un bancone bar - Pinterest

Arredare la nicchia come un bar

In un monolocale, per esempio, una nicchia di un metro e mezzo è sufficiente per dare ospitalità a una cucina compatta con tutto l’essenziale. Mentre in una nicchia più piccola, collocata in un locale più grande, puoi inserire tanti tipi di mobili. Per esempio puoi creare il tuo piccolo mobile bar: sistema un mobiletto o un carrello da cucina, aggiungi tutto l’occorrente per i cocktail e decora la parete della nicchia con una carta da parati fantasia, in armonia con i colori della cucina. A proposito di bevande, quando non sai come arredare una nicchia stretta, o con una conformazione difficile, io trovo geniali i moduli del portabottiglie in legno naturale. Sono disponibili in tre formati diversi, che puoi usare separatamente oppure abbinare tra loro, così da dare vita a molteplici possibilità di incastro. In questo modo puoi adattare il mobile alla dimensioni necessarie per arredare la nicchia della cucina, e addirittura rivestire un’intera parete con il mobile per le bottiglie in legno naturale. Usata per arredare la nicchia di una cucina moderna, anche la versione in metallo nero del portabottiglie componibile, nella sua elegante semplicità, sottolinea lo stile ricercato di una cucina bianca super minimale.


Arredare una nicchia nel muro come un cantina - Idea Leroy Merlin

Come vedi arredare una nicchia è sempre un'ottima occasione per sfruttare bene dello spazio che sembra difficile ma in realtà è molto utile. Ti segnalo anche questi consigli utili per utilizzare bene le nicchie del corridoio, sono sicura che troverai i suggerimenti interessanti. Se hai domande e dubbi, scrivici nei commenti.

MaraLocatelli
Community Expert
14/10/21-12:54 (modificato)

Avere una cameretta in mansarda è il sogno di ogni bambino, perché il sottotetto ricorda la casa sugli alberi, dalla quale si può osservare il mondo e sentirsi al di sopra di tutto, genitori in primis. Arredare la cameretta in una mansarda anche piccola è un’ottima idea per creare uno spazio personale a misura della propria figlia. Pensa a una stanza che si evolve e cresce insieme a lei. Quello spazio diventerà il suo nido, dove rifugiarsi, sentirsi protetta, custodire segreti. Fin dai suoi primi passi dentro la colorata e accogliente cameretta in mansarda sarà amore eterno. Vediamo allora quali tra le tante soluzioni di camerette mansardate offrono le idee più attuali da copiare.

Una cameretta in mansarda, vivace e accogliente, che cresce insieme a tua figlia Una cameretta in mansarda, vivace e accogliente, che cresce insieme a tua figlia

La cameretta in mansarda cresce con tua figlia

La cosa importante quando si arreda la stanza dei figli è costruire un ambiente unico e confortevole dove loro amino stare. L’ambiente incide in maniera importante sulle capacità del bambino di apprendere e di relazionarsi con gli altri. Quindi, anche la piccola cameretta in mansarda deve essere confortevole e stimolante. Ti suggerisco di optare per un arredo flessibile, evitando soluzioni rigide: in una cameretta che sa adattarsi alle necessità che cambiano rapidamente durante la crescita è più facile sentirsi a proprio agio. La camera giusta è quella creativa e trasformista: ben vengano i letti a scomparsa che lasciano più posto al gioco o un letto semplice come un futon, con tanti cuscini colorati e con la privacy offerta da una tenda decorata. Alle più piccine basta avere accanto una lampada notturna a forma di arcobaleno per sentirsi in campeggio nel bosco. Per le più grandi, la felicità è una ghirlanda di lampadine e una tenda leggera rosa attorno al letto a creare l’effetto baldacchino, intimo e romantico.

Tanto colore sparkling per arredare la cameretta in mansarda originale - Idea Leroy Merlin Tanto colore sparkling per arredare la cameretta in mansarda originale - Idea Leroy Merlin

Come arredare una cameretta sparkling in mansarda

Bianco, rosa lipstick e verde sorbetto sono colori che piacciono alle ragazze: da piccine queste tinte evocano fantasie di fate moderne, poi fanno leva sullo spirito frizzante ma romantico che le accompagna nell’adolescenza. Non temere di usare e osare il colore alle pareti e in tutti gli elementi decorativi che contribuiscono a modellare la personalità della cameretta in mansarda. Una stanza esteticamente bella favorisce nei bambini il desiderio di produrre cose altrettanto belle. Le camerette mansardate sono l'occasione perfetta per idee e progetti giocosi. In questa stanza, diversi motivi e colori si uniscono in un mix sparkling che rende più luminosa la cameretta in mansarda. Non aver paura di abbinare una carta da parati rosa con i cigni a geometrie di mensole color verde menta. Divertiti ad accostare stampe con le giraffe, tappeti fantasia e cuscini a unicorno a un capiente cassettone decorato con stickers floreali. Tua figlia apprezzerà la tua capacità di sorprendere e di osare.

La cameretta in mansarda è una piccola bomboniera - Idea Leroy Merlin La cameretta in mansarda è una piccola bomboniera - Idea Leroy Merlin

Se la cameretta in mansarda è piccola, le idee sono grandi

Per le camerette mansardate le idee di arredo in commercio che propongono soluzioni rigide sono davvero tante. Prima di lanciarti in un progetto banale, concentrati sui tuoi figli: valuta bisogni, inclinazioni e le vere necessità. Non va a ancora a scuola? Se la cameretta in mansarda è piccola non ingombrarla con la scrivania. Molto meglio avere più spazio per cesti colorati dove riporre i giochi, per un tavolo basso dove disegnare e per una libreria con i libri illustrati. Se è un’adolescente, nella cameretta in mansarda serve una scrivania poco ingombrante, così da avere spazio libera per sdraiarsi su un soffice tappeto cosparsi di morbidi cuscini da stringere mentre si chiacchiera con le amiche. E potrebbe esserti eternamente grata per una mini postazione trucco, che puoi creare con il sistema Kub Spaceo, tutta per lei. I ragazzi crescono in fretta e pian piano maturano gusti e interessi. Le ragazze sono ancora più rapide tanto nella crescita quanto nel modificare desideri: una camera trasformabile e trasformista ti aiuta ad assecondare la loro evoluzione. Rende felici loro e anche te.

Camerette mansardate con idee e accessori nei colori trendy - Ispirazione Leroy Merlin Camerette mansardate con idee e accessori nei colori trendy - Ispirazione Leroy Merlin

Il rosa è un colore moda molto apprezzato nell'interior design degli ultimi anni. Bello nella cameretta in mansarda e sorprendente, nelle sue infinite sfumature, anche in soggiorno o in cucina. Prova a dare un'occhiata alle nostre proposte per abbinare il rosa altri colori della casa, potrebbe essere l'occasione che cerchi per rinnovare il look di tutta la casa,