Community

/ Magazine della casa

Magazine della casa

Vivi la tua passione per la casa e il giardino, scopri le ultime tendenze di stile e trova nuovi spunti per i tuoi progetti con gli articoli della nostra redazione.
Tutti gli articoli
I miei articoli
Creare un articolo
Tutto Bagno e arredo bagnoGiardino e TerrazzoDecorazione e IlluminazionePavimenti e rivestimentiVerniciCucinaOrdine e sistemazioneFalegnameria ed EdiliziaUtensileria e FerramentaFinestre, porte e scaleElettricità, automazioni e Smart HomeClimatizzatori, stufe e idraulicaNataleEventi e iniziative community
elisabetta.garoni
Architetto
01/12/21-09:24 (modificato)

La lavatrice, non si discute, è indispensabile ma è anche un elettrodomestico ingombrante, non proprio bellissimo da vedere e, se aggiungiamo l’asciugatrice, utilissima soprattutto d’inverno, lo spazio da dedicare alla lavanderia assume dimensioni non trascurabili. Come integrarla in bagno? Meglio nasconderla o lasciarla a vista? Come organizzare e sfruttare al meglio lo spazio? Ecco alcune idee da adattare alla tua casa per un bagno con lavanderia.

Idea per una piccola lavanderia il bagno giovane e informale – Leroy MerlinIdea per una piccola lavanderia il bagno giovane e informale – Leroy Merlin

Bagno glam, lavanderia chic

La soluzione migliore se hai un unico bagno è quella di nascondere lavatrice e asciugatrice all’interno di appositi mobili lavanderia componibili, dalle dimensioni studiate per accogliere lavatrice e asciugatrice sovrapposte. Puoi scegliere tra tante finiture effetto legno o tinte laccate. Se il tuo bagno con lavanderia è lungo e stretto sfrutta tutta la parete di fondo con vani contenitori a ripiani. Avrai flaconi, detersivi e spazzole sempre a portata di mano e puoi riservare uno scomparto a servizio del bagno. L’estetica di un ambiente elegante verrà valorizzata da una lavanderia chic.

In un bagno sofisticato la lavanderia è completamente nascosta – Leroy Merlin In un bagno sofisticato la lavanderia è completamente nascosta – Leroy Merlin

Efficiente con un tocco di azzurro

Il vantaggio di disporre lavatrice e asciugatrice affiancate è quello di avere a disposizione un ampio piano di lavoro di dimensioni 120x60cm. I genitori con figli piccoli sanno bene quanti bucati si fanno in una settimana e quanto è utile un piano su cui piegare il bucato asciutto, smacchiare, stirare...Per chi ama la praticità e non si formalizza sugli elettrodomestici in vista, questa è la soluzione migliore che puoi ricavare anche nell’antibagno. Un pensile di un colore allegro e un comodo porta biancheria completano e aiutano a mantenere tutto in ordine. Vuoi saperne di più? Segui Valeria e le 5 idee fai da te per ricavare una lavanderia in bagno.

Soluzione con angolo lavanderia pratico e organizzato - Leroy MerlinSoluzione con angolo lavanderia pratico e organizzato - Leroy Merlin

Organizzazione interna impeccabile

Lo spazio minimo per una lavanderia organizzata è 60cm, da sfruttare anche in altezza con ripiani e contenitori. Se disponi di più spazio una colonna attrezzata è utile per riporre l’asse e il ferro da stiro, lo stendibiancheria e tutto il necessario per un bucato impeccabile, chiuso dietro due pratiche ante. Assicurati di avere lo scarico dell’acqua e una presa elettrica nelle vicinanze, unica condizione indispensabile. Approfondisci l'argomento con i consigli di Francesca per un bagno con lavanderia ben organizzato.

Soluzioni per il mobile lavanderia attrezzato - Leroy Merlin Soluzioni per il mobile lavanderia attrezzato - Leroy Merlin

Basta una tenda per fare una lavanderia

Ed ecco un’idea semplicissima, quasi scontata, per ricavare una micro lavanderia: una tenda che la separi dal bagno. Utilizza un bastone reggitenda telescopico e appendi una tenda d’arredo decorativa. Scegli una fantasia geometrica o floreale a seconda dei colori e dello stile del bagno. Puoi posizionare la lavatrice libera da mobili e attrezzare la parete con un pensile o una composizione di mensole e vani a giorno, tanti ganci e…tutto quello che usi di solito.

Una bella tenda decora il bagno e nasconde la lavanderia - Leroy Merlin Una bella tenda decora il bagno e nasconde la lavanderia - Leroy Merlin

Hai trovato l'idea giusta per ricavare la lavanderia nel tuo bagno? Preferisci nasconderla all'interno di un mobile attrezzato o dietro un'allegra tenda? E se hai già realizzato il tuo progetto hai qualche consiglio da regalare alla Community? Raccontaci la tua esperienza nei commenti e se ti interessa l'argomento leggi anche come creare un angolo lavanderia nel tuo bagno.

elisabetta.garoni
Architetto
01/12/21-09:16 (modificato)

Quando l’ingresso in casa non c’è, o meglio, è fuso con la zona giorno, può essere utile creare un filtro cioè una piccola zona che separi l’entrata dal resto della casa. Bastano alcuni piccoli accorgimenti per delimitare gli spazi assolutamente privati dalla zona di passaggio dove prepararsi per uscire o accogliere gli ospiti in arrivo. Ecco come fare.

Ispirazione per personalizzare l’ingresso – Leroy Merlin Ispirazione per personalizzare l’ingresso – Leroy Merlin

Con un mobile basso che separa senza dividere

Un mobile contenitore e una vetrata: sono questi i due elementi per separare l’ingresso dal soggiorno. Con il cartongesso puoi costruire su misura una parete bassa con contenitore ad ante su cui montare la leggera e lineare verriere che offre una barriera agli spifferi ma non alla luce: l’ingresso sarà sempre ben illuminato. Il muretto fa da schienale alla cassapanca in tinta che, oltre ad essere utilissima per riporre borse e cappelli, è una comoda seduta.

Soluzione per separare ingresso e soggiorno con mobile contenitore e vetrata – Leroy Merlin Soluzione per separare ingresso e soggiorno con mobile contenitore e vetrata – Leroy Merlin

Con un controsoffitto in cartongesso e luce integrata

Con un abbassamento in cartongesso puoi delimitare l’area dell'ingresso come più ti piace e inserire l’illuminazione. E’ da copiare l’idea di utilizzare faretti in gesso verniciabili in tinta, per rendere omogeneo il soffitto. Per non separare nettamente puoi costruire una libreria passante da sfruttare sia dal soggiorno che dall’ingresso, una partizione bifacciale che lascia filtrare la luce e lo sguardo e non appesantisce l’ambiente.

Ispirazione per dividere l’ingrasso dal soggiorno con il cartongesso - Leroy Merlin Ispirazione per dividere l’ingrasso dal soggiorno con il cartongesso - Leroy Merlin

Con colori e pattern per differenziare le zone

Come al solito ci corre in aiuto il colore: scegli la tinta che più ti rappresenta e personalizza l’entrata. Fai attenzione all’abbinamento con la porta d'ingresso per non creare stonature e seleziona una tinta a contrasto o tono su tono con pannello della porta. Interessante anche l’idea di utilizzare un pavimento in pvc adesivo a bassissimo spessore per creare un ulteriore stacco con il resto dell’appartamento.

Idea per personalizzare l’ingresso con il colore - pufikhomes Idea per personalizzare l’ingresso con il colore - pufikhomes

Con due pavimenti accostati

Se invece stai ristrutturando casa o hai in previsione di cambiare i pavimenti, puoi rendere definitiva questa scelta ed accostare due pavimenti diversi. Una piastrella in gres porcellanato effetto pietra si sposa alla perfezione ad ogni parquet e otterrai un duplice effetto: un ingresso ben definito che potrai completare con un mobile guardaroba, e un pavimento super pratico. Il gres è così resistente e facile da pulire che preserverà il pavimento in legno dalle intrusioni di stivali infangati e suole bagnate. Attenzione agli spessori prima realizzare il sottofondo per una posa perfetta.

Ispirazione per delimitare l’ingresso con il pavimento – avocadoconcept e Leroy Merlin Ispirazione per delimitare l’ingresso con il pavimento – avocadoconcept e Leroy Merlin

Hai trovato l’idea più adatta alla tua casa? Quale soluzione preferisci per dividere l’ingresso dal soggiorno senza pareti divisorie? Raccontaci nei commenti le tue idee

elisabetta.garoni
Architetto
01/12/21-09:05 (modificato)

I motivi per scegliere un pavimento in legno sono tantissimi: è naturale e sostenibile, rende l’ambiente confortevole e dà prestigio alla casa, ha ottime capacità isolanti ed acustiche ed è estremamente personalizzabile nelle finiture e nella posa…potrei andare avanti a lungo ma vorrei concentrare l’attenzione sulla posa che ha radici lontane ed è tornata indiscutibilmente attuale. Sto parlando della posa del parquet a spina di pesce.

Ispirazione per il parquet a spina di pesce – Leroy Merlin

Italiana, francese o ungherese?

In realtà possiamo ridurre la posa a spina di pesce a due tipi**: spina di pesce all’italiana e all’ungherese**. La prima prevede l’utilizzo di listoncini rettangolari con teste squadrate e sormontate; la seconda utilizza listelli di formato trapezoidale con teste tagliate a 60° o a 45°, in questo caso si parla più comunemente di spina di pesce alla francese.

Abbinamento parquet a spina di pesce italiana e marmo – Leroy Merlin

Spina di pesce italiana o tradizionale

Il parquet a spina di pesce italiana è un classico che non passa mai di moda. Lo troviamo in case eleganti e raffinate come in abitazioni moderne e minimal perché si adatta ad ogni stile. La scelta dell’essenza può fare la differenza: le essenze chiarissime sono più adatte ad atmosfere contemporanee, i legni scuri e di piccolo formato, ancor più se posati con bindello (la fascia che corre lungo le pareti) sono perfetti per case classiche o dal sapore retrò.

Ispirazione per una casa moderna con parquet a spina di pesce - Leroy Merlin

Spina di pesce ungherese e francese

Il parquet a spina di pesce francese e ungherese sono sinonimo di ricercatezza e ricchezza, storicamente erano esclusiva delle dimore più prestigiose e lussuose poiché la posa del legno massello richiedeva e richiede tuttora, una lavorazione attenta e precisa, con costi molto elevati. Oggi le aziende, oltre che il legno massello, forniscono pezzi prefiniti e già pronti all’uso. Questo porta a una consistente riduzione degli scarti, a tempi di posa ridotti e contenimento del costo finale.

Esempio di parquet a spina di pesce francese – Leroy Merlin

Formati e finiture

Non esiste un unico formato di listello per questo tipo di posa. In origine venivano utilizzati solo pezzi di dimensioni ridotte, oggi il parquet a spina di pesce moderno si arricchisce di nuovi formati, dal mini al maxi, per soddisfare ogni esigenza di stile e innovare un materiale intramontabile. Il legno più utilizzato è senz’altro il rovere, offerto in innumerevoli finiture e tonalità. Si va dal rovere sbiancato al miele naturale fino al rovere scuro, quasi nero, declinati in finiture decapate, con superficie levigata, spazzolata irregolare…non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Parquet in rovere sbiancato a spina di pesce – Leroy Merlin

Piccolo consiglio per la posa

Il modo migliore per esaltare la bellezza di un pavimento in legno a spina di pesce è orientarne l’andamento “a zig zag” verso le finestre in modo che la luce naturale, colpendo le venature con angolazioni diverse, renda viva e protagonista la materia: sarà il punto di forza della tua casa.

Ispirazione per un living con parquet a spina di pesce - Leroy Merlin

Sei anche tu affascinato dal parquet a spina di pesce? Qual è il tuo preferito? Arricchisci la Community con le tue idee!

AnnaZorloni
Agronoma
01/12/21-06:00 (modificato il 13/10/23-07:45)

Dicembre, gennaio e febbraio, sono i mesi più freddi dell’anno, quelli invernali. In giardino è tutto tranquillo, pare sopito, in realtà ci sono lavori da fare anche in questa stagione, sebbene la maggior parte delle piante sia in riposo, spoglia di foglie e inattiva. In realtà c'è sempre qualcosa da fare: sono mesi di preparazione alla bella stagione, inoltre ci sono frutti che maturano e molte piante che mostrano la loro bellezza proprio in questa stagione, con le fioriture inaspettate e colorate del calicanto, l'amamelide e il gelsomino invernale. Quali sono i lavori da fare in giardino in inverno? Leggi qui di seguito per saperlo.
Il giardino in inverno sembra sopito... ma c'è sempre qualcosa da fare! - foto Pixabay Il giardino in inverno sembra sopito... ma c'è sempre qualcosa da fare! - foto Pixabay

Quali frutti maturano in inverno?

Anche l'inverno regala i suoi frutti! In giardino potrai raccogliere gli agrumi: maturano diverse varietà di arance, a partire dalle più precoci fino alle più tardive, potrai gustarne fino all’arrivo della primavera. Se hai una pianta di arance in giardino, raccogli i suoi frutti scalarmente, man mano che maturano. Maturano anche i mandarini e le clementine. Inoltre i kiwi e i cachi. Molti arbusti sono colorati per la presenza di bacche rosse: l’agrifoglio, il biancospino, la piracanta, la rosa canina, la skimmia…
Una pianta di kaki con i suoi frutti maturi regala un po' di colore anche sotto la neve! - foto Leroy MerlinUna pianta di kaki con i suoi frutti maturi regala un po' di colore anche sotto la neve! - foto Leroy Merlin

Lavori e cura del giardino in inverno

In inverno, le bagnature sono ridotte al minimo indispensabile. Solo alcune piante più esigenti hanno bisogno di essere bagnate, moderatamente, nelle giornate più asciutte e soleggiate d’inverno: valuta le condizioni del terreno prima di intervenire e innaffia eventualmente nelle ore centrali della giornata, meglio in tarda mattinata, per far sì che l’acqua venga assorbita e non geli nel terreno. I ciclamini, ad esempio, ti avvertono quando hanno sete ripiegandosi verso il basso: è il momento di fornire loro un pochino d’acqua!
La brassicaceae ornamentali regalano un po' di colore nella stagione invernale - foto Leroy MerlinLa brassicaceae ornamentali regalano un po' di colore nella stagione invernale - foto Leroy Merlin

Manutenzione degli attrezzi da giardinaggio

Tutti gli attrezzi che hai utilizzato in giardino e nell'orto durante la stagione estiva e autunnale (vanghe, zappe, forbici, falciatrici…) non ti serviranno più per un po’, approfittane ora per eseguire una revisione e manutenzione dei tuoi attrezzi, così saranno subito pronti e funzionali appena ne avrai nuovamente bisogno, in primavera o a fine inverno per le potature. Riponili nella casetta degli attrezzi ben ripuliti da residui e terra, affila le lame degli attrezzi da taglio, svuota sempre il serbatoio degli attrezzi a motore.
Pulisci e riordina gli attrezzi che non userai per tutto l'inverno - foto PixabayPulisci e riordina gli attrezzi che non userai per tutto l'inverno - foto Pixabay

Controlla sempre lo stato sanitario delle tue piante

Ora che le piante sono spoglie, è il momento più adatto per spazzolare il legno che presenta attacchi di cocciniglia, potrai così asportare gli scudetti delle forme svernanti. Ricordati di eseguire trattamenti fungini sulle drupacee (peschi, susini, albicocchi) per prevenire lo sviluppo di malattie come la “bolla del pesco” e il “corineo delle drupacee”. Proteggi i tagli e le ferite di potatura con mastici cicatrizzanti, che contrastano anche lo sviluppo di muffe e malattie batteriche. A proposito: fai pulizia anche nel mobiletto dei fitofarmaci: tutti i prodotti devono essere sempre conservati ben chiusi nelle loro confezioni, in un ambiente fresco e al buio, preferibilmente sotto chiave!
Proteggi le tue piante con opportuni prodotti e mastici - foto Leroy MerlinProteggi le tue piante con opportuni prodotti e mastici - foto Leroy Merlin

Cosa fare in caso di nevicate

Rimuovi la neve che rimane sugli alberi del tuo giardino: il suo peso potrebbe spezzarli! Alle volte bassa scuoterli per farla cadere, altrimenti aiutati con attrezzi dal manico lungo, anche una semplice scopa. Attenzione anche alla neve che si accumula sul tetto di casa, o sulle tettoie del giardino, soprattutto se sono spioventi: potrebbe cadere! La neve che cade sulle aiuole e sul prato, invece, oltre a creare un morbido e candido tappeto bello a vedersi, è anche utile poiché protegge l’apparato radicale delle piantine dal gelo. Pulisci i vialetti e i camminamenti dalla neve, utilizzando una pala apposita, e distribuisci il sale … eviterai pericolose scivolate! Pensa anche agli uccellini! Con la neve spesso faticano a trovare cibo: fornisci loro un nido e del cibo…
Aiuta gli uccellini a nutrirsi e a trascorrere l'inverno al sicuro - foto Leroy MerlinAiuta gli uccellini a nutrirsi e a trascorrere l'inverno al sicuro - foto Leroy Merlin

Proteggi le tue piante dal freddo

I modi per farlo sono molti, così come i mezzi a disposizione, coperture e serre sono i principali: se vuoi saperne di più, ti invito a leggere “Come proteggere le piante dal freddo”. A proposito, hai rimesso in funzione la serra del giardino? Ora è il momento di sfruttarla per proteggere le piante più delicate dal freddo. Potrai spostarvi tutte le piante che di solito coltivi in vaso, disponendole nella maniera più razionale e comoda possibile, in maniera che siano tutte facilmente raggiungibili e possano godere della luce e di tutte le cure di cui hanno bisogno anche in inverno. Ti consiglio di leggere “Cosa fare prima di rimettere in funzione la serra” se vuoi avere tutti i consigli necessari, ora, per la sua manutenzione e utilizzo. Proteggi le piante dal freddo: spostale dentro alla serra - foto PixabayProteggi le piante dal freddo: spostale dentro alla serra - foto Pixabay

Svolti questi pochi ma indispensabili compiti, potrai riposarti in attesa che ritorni la stagione più calda. Ora goditi la fioritura delle eriche e della camelia invernale... a proposito, guarda quali fiori puoi utilizzare per abbellire il tuo terrazzo in inverno! Tu quale sceglierai?

elisabetta.garoni
Architetto
30/11/21-18:14 (modificato)

La carta da parati è uno strumento estremamente interessante, flessibile e versatile, sempre più diffusa ed apprezzata, si è evoluta e trasformata e oggi è tecnologica, preziosa e personalizzabile. Dunque perché utilizzarla solo nel più classico dei modi, cioè per rivestire una parete? Via libera alla sperimentazione di strade inedite, come il rivestimento del soffitto, la posa in bagno o per rinnovare vecchi mobili. Ecco alcune idee che potranno ispirare il bricoleur che è in te.

Idea per animare parete e soffitto con la carta da parati – Leroy Merlin Idea per animare parete e soffitto con la carta da parati – Leroy Merlin

Rendi speciale una nicchia con la carta da parati

Le rientranze e le irregolarità delle pareti sono tesori da valorizzare. Puoi trasformare una nicchia in un appartato angolo studio o sfruttarla come libreria. Per valorizzarla al massimo il modo più semplice e spettacolare è rivestirne lo sfondo con la carta da parati. Confronta le due soluzioni qui sotto: le possibilità e gli effetti sono infiniti, dai soggetti natura e tropical alle trame geometriche, dai motivi classici ai pattern contemporanei. Qual è il tuo?

Due modi di interpretare, decorare e valorizzare una nicchia – Leroy Merlin Due modi di interpretare, decorare e valorizzare una nicchia – Leroy Merlin

Crea quadri con le carte avanzate

Mai buttare, sempre riusare. Usa gli scarti delle carte da parati come vere e proprie opere d’arte. Abbina tanti soggetti diversi che stiano bene vicini, inseriscili in cornici di varie misure e appendile in una bella composizione. Puoi anche appoggiare le più grandi al pavimento, come in un atelier. Per valorizzare un’intera parete rivesti un grande pannello di compensato che si prenderà da solo tutta la scena.

Idea per riutilizzare scarti di carte da parati - buzzfeed e Leroy Merlin Idea per riutilizzare scarti di carte da parati - buzzfeed e Leroy Merlin

Usa la carta da parati al posto delle piastrelle

Qualche piccolo accorgimento è necessario: la parete deve essere perfetta e senza problemi di umidità, la carta deve essere adatta ai luoghi umidi ed è consigliabile rifinirla con una mano di un prodotto che la renda impermeabile o proteggerla con una fascia in vetro. Il risultato finale, però è uno spettacolo: scenografica e stilosa, colorata e appariscente, la carta da parati dona al tuo bagno la personalità che mancava.

Ispirazione per un bagno scenografico - Leroy Merlin Ispirazione per un bagno scenografico - Leroy Merlin

Sagoma la testata letto e posala anche a soffitto

Hai mai pensato di sagomare e ritagliare i fogli di carta da parati invece di stenderli in modo regolare, come di norma si usa? ** Usare la carta da parati per creare la testata letto è semplice e il risultato ti sorprenderà**. Una testata dal profilo barocco, nuvole e fiocchi di neve, ma anche animali e fiori giganti, oppure lo skyline di una città o il profilo delle montagne…non c’è che liberare la fantasia, munirsi di carta da parati, un paio di forbici, l’apposita colla e mettersi al lavoro. La testata qui sotto è stata realizzata con la carta da parati Trendwall Potpourri e valorizzata con un bel colore verde in tinta.

Idea per creare la testata letto con la carta da parati - Leroy MerlinIdea per creare la testata letto con la carta da parati - Leroy Merlin

Rivesti le ante del vecchio armadio

Se le ante del tuo armadio non ti convincono più, se il tuo tavolino ti sembra improvvisamente triste e malandato, puoi rinnovarli con una carta da parati. I macro disegni con soggetti floreali e le illustrazioni ispirate alla natura sono i trend del momento ma puoi selezionare la carta giusta per il tuo stile tra decine di decori che riproducono illusioni ottiche, nuovi effetti geometrici, o pattern ispirati al passato, fino ai soggetti dedicati all’infanzia.

Nuova vita ai vecchi mobili con un rivestimento in carta da parati - decorfacil Nuova vita ai vecchi mobili con un rivestimento in carta da parati - decorfacil

Rallegra la vecchia libreria credenza con la carta da parati

Chi mi conosce sa che una delle mie passioni sono i mercatini e i negozietti vintage. Comprerei tutto. Soprattutto i vecchi mobili che nessuno vuole più ma che, con un po’ di lavoro e creatività, si possono trasformare in pezzi unici e straordinari. Prendi per esempio una vecchia credenza, smonta le ante e le cerniere, ridipingila con uno smalto verde esotico e rivesti il fondo con una carta da parati particolarmente decorativa. E voilà il gioco è fatto.

Ispirazione per rinnovare un vecchio mobile con la carta da parati  - thespruce  e lesjolismeublesIspirazione per rinnovare un vecchio mobile con la carta da parati - thespruce e lesjolismeubles

Ti è venuta voglia di metterti alla prova e sperimentare con la carta da parati? Svilupperai una di queste idee o ne hai in serbo altre? Raccontaci!

BlankUser
Novizio
30/11/21-18:09

Se siete in cerca di qualche idea per addobbare la vostra casa in occasione delle feste natalizie, perché non realizzare un albero di Natale in legno? Una bella occasione da vivere con tutta la famiglia per creare insieme e con le proprie mani qualcosa di nuovo e originale. L’ispirazione per le decorazioni nasce dal Natale in stile Classic di Leroy Merlin, proprio quello legato alla tradizione, che ci riporta a quando eravamo bambini, caratterizzato dal rosso, dal verde, dall’oro, da decorazioni tartan e adorabili schiaccianoci. Ecco come realizzare un perfetto albero in legno per questo Natale speciale.

Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy MerlinCome realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy Merlin

I materiali

I materiali - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy MerlinI materiali - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy Merlin

Step 1: ottenere i componenti di legno

Per ottenere tutti i componenti di legno necessari per realizzare il vostro albero, potete recarvi comodamente al servizio di taglio legno che sì trova nei negozi Leroy Merlin, oppure farlo da soli. In questo caso, per ottenere le tre basi, dovrete tagliare un’asse con una sega circolare in modo da ottenere tre pannelli: uno più grande, uno medio e uno più piccolo. Dopodiché, dovrete forarli tutti e tre usando una punta per legno. Questo passaggio è molto importante perché vi servirà per montare la rondella e il bullone che fisseranno la barra filettata, ovvero il sostegno dell’albero. Pronte le basi, dovete tagliare i listelli che formeranno i rami dell’albero di Natale, aiutandovi con un seghetto alternativo. Oltre a questi elementi, dovrete tagliare anche alcuni cubetti che serviranno come distanziatori tra un listello e l’altro. Tutti i listelli e i cubi devono essere forati nel centro, proprio come le basi. Per le misure precise potete consultare l’articolo “Come creare un albero di Natale fai da te in legno”, considerando però che in quel caso l'albero è di circa due metri.. Uno degli aspetti più divertenti di questo progetto è infatti che può essere totalmente personalizzato, non solo nelle decorazioni ma anche nelle dimensioni.

Step 1 - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy MerlinStep 1 - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy Merlin

Step 2: incollare le tre basi

Ora che avete tutti i componenti per realizzare un albero di Natale in legno, come prima cosa dovete incollare le tre basi. Assemblate i pannelli usando della colla per legno e facendo attenzione che i tre fori centrali corrispondano. Potete scegliere se incollare le basi in modo casuale o regolare, l’importante è che siano posizionate una sopra l’altra partendo dalla più grande per arrivare alla più piccola.

Step 2 - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy MerlinStep 2 - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy Merlin

Step 3: inserire la barra filettata

Incollate le basi, dovete inserire la barra filettata che sosterrà l’intero albero. Prima di tutto, avvitate e stringete con la chiave inglese il bullone all’estremità della barra, dopodichè fatela passare attraverso i fori delle basi. Fate attenzione a non far sporgere la barra filettata al di sotto della base.

Step 3 - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy MerlinStep 3 - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy Merlin

Step 4: comporre l’albero con i vari pezzi

Adesso siete pronti per la parte più divertente: comporre l’albero. Posizionate quindi sulla barra filettata fissata alla base almeno 3 cubetti di legno, serviranno per fare da spessore tra la base e il primo listello, o meglio il primo ramo. Proseguite con tutti gli altri listelli, cominciando dai tagli più lunghi fino ad arrivare ai listelli più corti in cima. Ricordate di posizionare un cubetto come distanziatore tra un listello e l’altro. Una volta posizionati tutti i listelli di legno, fermate la struttura con una rondella e un bullone. Potete disporre e ruotare il listelli come preferite per dare la forma desiderata al vostro albero: in modo casuale, a spirale a croce etc.

Step 4 - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy MerlinStep 4 - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy Merlin

Step 5: aggiungere decorazioni, palline e ciuffi di verde

Pronta la struttura dell’albero, adesso è il momento di addobbarlo! Prendete le decorazioni e le palline in stile Classic e scegliete quelle che più vi piacciono. Appendetele con cura ai rami del vostro albero di legno nel modo che preferite: potete optare per uno stile più minimal oppure riempirlo e dargli un aspetto più ricco. Non dimenticate di aggiungere qualche ciuffo di verde! Infine, come tocco finale, applicate due schiaccianoci sull'ultimo ramo e un grande fiocco in cima. Et voilà, l’albero di Natale in legno in stile Classic è pronto!

Step 5 - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy MerlinStep 5 - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy Merlin

Questo progetto fa parte dell’iniziativa “TUTORIAL FOR CHANGE” una serie di video tutorial che mette al centro le abilità delle persone e con cui Leroy Merlin promuove l’inclusione lavorativa. Per la prima volta, 5 ragazzi de “Il Margine” - cooperativa sociale con sede a Collegno (TO) che opera in ambito sociosanitario, educativo e di inclusione sociale per persone con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali - sono diventati i tutor di alcuni progetti “do-it-yourself” a tema natalizio e, con grande gioia, ci hanno regalato tanti spunti per creare originali addobbi di Natale. Il progetto è stato realizzato nell’ambito della partnership con la società benefit (RI)GENERIAMO. Scopri tutti i 5 video “TUTORIAL FOR CHANGE” sul nostro canale YouTube.

Il risultato finale - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy MerlinIl risultato finale - Come realizzare un albero di Natale in legno in stile Classic - Leroy Merlin

BlankUser
Novizio
30/11/21-18:05

Siamo già tutti in attesa dell’arrivo del Natale, ma soprattutto non vediamo l’ora che arrivi dicembre per poter iniziare ad addobbare le nostre case. Tra le tante decorazioni, c’è una cosa che non può mai mancare, specialmente per i più piccoli: il calendario dell’avvento. Ecco quindi un’idea originale per realizzare un calendario in legno a forma di albero di Natale ispirato al Natale in stile Glam di Leroy Merlin, uno stile luminoso, elegante e caratterizzato dai colori del bianco e dell’oro.

Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam - Leroy MerlinCome realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam - Leroy Merlin

I materiali

I materiali - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam - Leroy MerlinI materiali - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam - Leroy Merlin

Step 1: carteggiare e dipingere la sagoma in legno

Per realizzare un calendario dell’avvento in legno a forma di albero di Natale, come prima cosa è necessario carteggiare la base in legno con la carta vetro per rendere omogenea tutta la superficie. Le misure della sagoma dipenderanno ovviamente dalle dimensioni che volete dare al vostro calendario. Cartoggiandola con attenzione non solo sarà più liscia al tatto, ma sarà anche in grado di accogliere al meglio la pittura. Una volta carteggiato tutto il triangolo, potete cominciare la verniciatura. Questo calendario è ispirato allo stile Glam e quindi la pittura non può che essere di colore oro. Stendetela bene seguendo sempre il verso delle venature del legno e andando nella stessa direzione, altrimenti rischierete di rendere visibili le pennellate a lavoro finito. Date la prima mano e poi, una volta asciutta, datene una seconda se necessario.

Step 1 - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam - Leroy MerlinStep 1 - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam - Leroy Merlin

Step 2: segnare le misure e attaccare i gancetti

Una volta asciutta la vernice è il momento di segnare con precisione le misure con la matita, un passaggio necessario per avere una guida quando attaccherete i gancetti. Le misure che seguono sono calcolate per un calendario di 1 metro di altezza, se volete realizzarne uno più grande o più piccolo sarà necessario ricalcolarle. Per prima cosa dividete la base e segnate la metà. Collegate poi quel punto con la cima del triangolo. Dopodiché, partendo dalla base, segnate un nuovo punto sulla riga tracciata in orizzontale a 22 cm. Questo costituirà il punto dal quale fare partire la prima riga parallela alla base. Procedete disegnandone altre 5 ogni 11 cm. Su ogni riga attaccate rispettivamente: 8, 6, 4, 3, 2, gancetti.

Step 2 - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam  - Leroy MerlinStep 2 - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam - Leroy Merlin

Step 3: aggiungere dettagli preziosi e decorazioni

Attaccati tutti i gancetti, comincia la parte più divertente. Ovviamente un calendario dell’avvento che si rispetti non può non essere decorato. Prendete quindi le vostre decorazioni Glam, sceglietene alcune a piacere e aggiungetele sia in cima che alla base del vostro calendario. Potete aiutarvi con la colla vinilica oppure con la colla a caldo, consigliata in caso di decorazioni più grandi. Il calendario a forma di albero ha già cambiato faccia ed è pronto per accogliere i sacchettini.

Step 3 - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam - Leroy MerlinStep 3 - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam - Leroy Merlin

Step 4: numerare i sacchettini bianchi e forarli

Decorata la base del calendario, non resta che preparare i sacchettini che andranno ad accogliere le decorazioni “sorpresa”. Per prima cosa, prendete il pennarello color oro e numerate ogni sacchettino da 1 a 25, come i giorni del mese. Dopodiché, aiutandovi con una semplice bucatrice, forate ogni busta. Questo piccolo buchino servirà per fare passare un nastrino con il quale attaccare i sacchetti ai ganci.

Step 4 - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam  - Leroy MerlinStep 4 - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam - Leroy Merlin

Step 5: inserire la decorazione e infilare il nastro nel foro

Preparati i sacchettini, scegliete le decorazioni di Natale in stile Glam che preferite tra palline, fiocchi, angioletti, piccole ghirlande, insomma quello che più vi piace, e inseritene una in ogni busta. Una volta che tutti i sacchetti sono riempiti, inserite nel foro precedentemente realizzato un piccolo nastro colore oro - quello classico da regalo di Natale è perfetto. Adesso i sacchettini sono pronti per essere appesi.

Step 5 - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam  - Leroy MerlinStep 5 - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam - Leroy Merlin

L’idea in più: appendere i sacchettini in ordine sparso

Il tocco finale? Appendere i sacchettini ovviamente! Potete attaccarli in ordine sparso, come in questo in caso, oppure in ordine numerico. La prima possibilità è perfetta se regalerete questo calendario a dei bambini. Ogni giorno si divertiranno a cercare il sacchettino giusto da aprire e con ogni decorazione scoperta potranno impreziosire gli addobbi dell’albero di Natale e di tutta la casa! Ecco qui il calendario dell’avvento in legno in stile Glam.

Il risultato finale - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam  - Leroy MerlinIl risultato finale - Come realizzare un calendario dell’avvento in stile Glam - Leroy Merlin

Questo progetto fa parte dell’iniziativa “TUTORIAL FOR CHANGE” una serie di video tutorial che mette al centro le abilità delle persone e con cui Leroy Merlin promuove l’inclusione lavorativa. Per la prima volta, 5 ragazzi della onlus “Il Margine” - cooperativa sociale con sede a Collegno (TO) che opera in ambito sociosanitario, educativo e di inclusione sociale per persone con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali - sono diventati i tutor di alcuni progetti “do-it-yourself” a tema natalizio e, con grande gioia, ci hanno regalato tanti spunti per creare originali addobbi di Natale. Il progetto è stato realizzato nell’ambito della partnership con la società benefit (RI)GENERIAMO. Scopri tutti i 5 video “TUTORIAL FOR CHANGE” sul nostro canale YouTube.

BlankUser
Novizio
30/11/21-17:30

A Natale la creatività e la voglia di fai da te si fanno sentire ancora più forti, non trovate? Il periodo natalizio è infatti una grande occasione per divertirsi a realizzare con le proprie mani oggetti e decorazioni per addobbare la casa. A partire dalle ghirlande naturalmente! Ecco quindi uno spunto per creare una bellissima ghirlanda natalizia ispirata al Natale in stile Snow di Leroy Merlin, uno stile speciale per un Natale allegro, gioioso e caratterizzato dai colori del bianco, dell’azzurro e del rame.

Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy MerlinCome realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy Merlin

I materiali

I materiali - Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy MerlinI materiali - Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy Merlin

Step 1: disegnare la base e tagliarla

Per realizzare una perfetta ghirlanda di Natale in stile Snow, per prima cosa è necessario prendere la sagoma di cartone e segnare le misure a forma di cerchio. Aiutatevi con due dischi in vinile o quello che preferite per creare la forma del cerchio, disegnandola sul cartone con la matita. Servirà un disco più grande per il cerchio esterno e uno più piccolo per il cerchio interno. Una volta segnati entrambi i cerchi sul cartone, potete tagliarlo con un taglierino seguendo il segno della matita, ottenendo così la forma regolare su cui andare a costruire la ghirlanda.

Step 1 - Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy MerlinStep 1 - Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy Merlin

Step 2: dipingere le mollette

Preparata la base, mettetela da parte e prendete le mollette. Ora siete pronti per pitturarle. Alternando i colori bianco, azzurro e rame, dipingete con il pennello ognuna delle mollette, facendo attenzione a stendere il colore con cura e in modo omogeneo. Non è necessario scomporre le mollette, potete colorarle direttamente così come sono. Se scegliete di realizzare una ghirlanda caratterizzata maggiormente dai toni dell’azzurro, dipingete più mollette di quel colore e così via. Se invece volete un risultato più dinamico alternate una molletta per ogni colore. Non c’è un numero giusto di mollette, dipende da quanto volete che sia ricca la vostra ghirlanda.

Step 2 - Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy MerlinStep 2 - Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy Merlin

Step 3: posizionare le mollette intorno alla base

Ora che tutte le mollette sono dipinte, è il momento di posizionarle intorno alla base. Prendete quindi la base che avete ritagliato e applicate le mollette seguendo la forma del cerchio. Questa fase è molto importante perché il modo in cui disponete le mollette farà la differenza sul risultato. Potete alternare bianco, rame e azzurro, oppure posizionare le mollette a coppie di due per ogni colore o sbizzarrirvi inventando la sequenza che più vi piace. Alla fine la vostra ghirlanda inizierà a prendere forma.

Step 3 - Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy MerlinStep 3 - Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy Merlin

Step 4: formare dei mazzetti di abete e legarli alla base

Ovviamente non può mancare un po’ di verde nella nostra ghirlanda! Una volta posizionate tutte le mollette intorno alla base di cartone, scegliete un elemento naturale che amate, in questo caso rami d’abete, e formate dei piccoli mazzetti legandoli con lo spago. Pronti i mazzetti, basterà applicarli alla base sempre con l’aiuto dello spago. Ora la base dovrebbe essere riempita, qualora notaste delle zone meno ricche, completate aggiungendo le mollette mancanti.

Step 4 - Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy MerlinStep 4 - Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy Merlin

Step 5: decorare la ghirlanda

Riempita la ghirlanda di mollette e mazzetti di abete, manca solo il tocco finale. Prendete la neve spray e spruzzatela su tutta la ghirlanda, in particolare sui mazzetti di abete, per dare un effetto innevato. Infine, inserite al centro una decorazione di Natale in stile Snow, in questo caso un dolcissimo pupazzo di neve, e posizionatela al centro della vostra ghirlanda. Ora si che è davvero perfetta.

Il risultato finale - Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy MerlinIl risultato finale - Come realizzare una ghirlanda di Natale in stile Snow - Leroy Merlin

Questo progetto fa parte dell’iniziativa “TUTORIAL FOR CHANGE” una serie di video tutorial che mette al centro le abilità delle persone e con cui Leroy Merlin promuove l’inclusione lavorativa. Per la prima volta, 5 ragazzi de “Il Margine” - cooperativa sociale con sede a Collegno (TO) che opera in ambito sociosanitario, educativo e di inclusione sociale per persone con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali - sono diventati i tutor di alcuni progetti “do-it-yourself” a tema natalizio e, con grande gioia, ci hanno regalato tanti spunti per creare originali addobbi di Natale. Il progetto è stato realizzato nell’ambito della partnership con la società benefit (RI)GENERIAMO. Scopri tutti i 5 video “TUTORIAL FOR CHANGE” sul nostro canale YouTube.