Community

Home
Magazine della casa

Magazine della casa

Vivi la tua passione per la casa e il giardino, scopri le ultime tendenze di stile e trova nuovi spunti per i tuoi progetti con gli articoli della nostra redazione.
Tutti gli articoli
I miei articoli
Creare un articolo
Tutto Bagno e arredo bagnoGiardino e TerrazzoDecorazione e IlluminazionePavimenti e rivestimentiVerniciCucinaOrdine e sistemazioneFalegnameria ed EdiliziaUtensileria e FerramentaFinestre, porte e scaleElettricità, automazioni e Smart HomeClimatizzatori, stufe e idraulicaNataleEventi e iniziative community
ELISA.PIVETTI
Community Manager
31/01/23-14:32 (modificato il 21/12/23-11:28)

Nelle case moderne è sempre più facile imbattersi in corridoi dalle dimensioni piuttosto ridotte: in fase progettuale, lo spazio di questi ambienti viene volutamente limitato perché considerato sprecato, solo di passaggio. Ovviamente rimane un ambiente molto frequentato, quindi deve avere un suo arredamento: più il corridoio è piccolo, più dev’essere studiato ad hoc. Vediamo insieme alcune idee per valorizzare un corridoio stretto e lungo:

  1. Decorare con specchi, cornici e quadri
  2. Prediligere colori vivaci
  3. Scegliere mobili proporzionati allo spazio
  4. Via all'arredamento sospeso
  5. Illuminazione strategica
  6. Tappeti che allunghino la stanza
  7. Attenzione alla scleta dei materiali

alcuni spunti per arredare un corridoio stretto e corto!

1. Decorare con specchi, cornici o quadri

Una opportunità da non sottovalutare è quella di abolire il mobilio in questa stanza e scegliere il solo decoro delle pareti. Quadri personalizzati che raccontino delle vostre passioni, foto di momenti da ricordare o stampe particolari saranno perfetti. In un ambiente ristretto staranno benissimo uno o più specchi arredo, che potrebbero aumentare la luminosità dell’ambiente e migliorare la percezione dello spazio moltiplicandone l’ampiezza e la profondità.!


Specchi per un corridio - Leroy Merlin

2. Prediligere colori vivaci

Sebbene il bianco sia il colore che in assoluto rende gli ambienti visivamente più grandi, uno dei consigli è quello di optare per l’uso di colori accesi, o nelle pareti o nei complementi d’arredo. In questo modo si potrà riconoscere l’identità di questo piccolo corridoio e valorizzarlo per quello che è. L’ideale è poi riprendere questa tonalità anche in altri elementi della casa, così da abbinarsi all’arredamento della casa. Una delle soluzioni più in voga è quella di ricorrere a una vivace carta da parati con motivi tropicali, che si può facilmente abbinare a qualche bella pianta da posizionare in soggiorno.


Ispirazione carta da parati tropicale colori vivaci - Leroy Merlin

3. Scegliere mobili proporzionati allo spazio

Se dovete arredare un corridoio piccolo e stretto è meglio evitare di ingombrarlo con mobili, soprattutto quelli ad altezza uomo. Sarà bene studiare quali opzioni sono quelle giuste per voi, ma il consiglio è quello di studiare soluzioni strette, con 30-40 cm di ingombro. Potreste trovare librerie, scarpiere o consolle, perfette per un ambiente stretto e corto! Io trovo perfetta la versatilità del tavolo Consolle per sala da pranzo e soggiorno, che permette di trasformarla in un tavolo qualora servisse per gli ospiti!
Consolle tavolo allungabile - Leroy Merlin

4. Via all'arredamento sospeso

Se l’occupazione del suolo dev’essere limitata, per non intralciare il movimento, possiamo sempre ottenere il massimo rendimento dallo sviluppo verticale del nostro corridoio. Possiamo posizionare ripiani e mensole a muro, mobili pensili e ganci. Ogni forma di arredo sospeso è ideale per sfruttare questo spazio di passaggio e renderlo piacevole e di design, anche se ridotto. Se hai bisogno di un buon compromesso tra esposizione e contenimento potresti valutare un set di mensole a cubo, del tuo colore preferito!
Set di mensole a cubo Spaceo - Leroy Merlin

5. Illuminazione strategica

In un corridoio stretto e corto è importante evitare di trasformarlo in una stanza buia o impraticabile: è una stanza di passaggio, è meglio evitare di inserire troppi elementi per non affollarla ed è necessario studiarne l’illuminazione artificiale. Una buona idea potrebbe essere quella di ricorrere a faretti led di design, così da attirare la vista su di loro. Questo tipo di illuminazione puntuale può essere riprodotta anche con lampadari multipli come il lampadario a 3 pendenti Led della Planet Italy che permette di ottenere un risultato elegante e ordinato, senza appesantire l’ambiente.


Illuminazione di un corridoio stretto - Leroy Merlin

6. Tappeti che allunghino la stanza

La scelta del tappeto in un corridoio stretto e corto è un elemento cruciale per valorizzare lo spazio. Un tappeto lungo e stretto, adeguatamente proporzionato alla lunghezza del corridoio, crea una linea guida visiva che estende la percezione dello spazio, rendendolo apparentemente più lungo.

È importante selezionare un tappeto che si armonizzi con l'arredamento esistente e i colori delle pareti. Se le pareti sono neutre, un tappeto con un pattern o colori vivaci può aggiungere un elemento di interesse visivo senza sovraccaricare l'ambiente. Al contrario, in un corridoio già ricco di decorazioni o colori forti, un tappeto in toni più sobri aiuterà a mantenere un equilibrio visivo.

La scelta del pattern è altrettanto significativa per allungare visivamente questo spazio: le linee longitudinali o i disegni lineari che si estendono lungo il tappeto possono intensificare l'effetto di allungamento del corridoio. La qualità del materiale è fondamentale, considerando che il corridoio è un'area di passaggio frequente; materiali duraturi e facili da mantenere, come la lana o le fibre sintetiche, sono consigliati. Inoltre, è essenziale garantire la sicurezza fissando il tappeto al pavimento con nastri adesivi o sottotappeti antiscivolo.

Un tappeto ben scelto non solo migliora esteticamente il corridoio, ma contribuisce a creare un'atmosfera accogliente e calda, trasformando un semplice passaggio in un angolo caratteristico della casa, in armonia con lo stile e il design degli spazi circostanti.


Scelta ai colori e materiali dei tappeti di casa - Canva

7. Attenzione alla scelta dei materiali

L'utilizzo di diversi materiali e texture in un ambiente è una strategia di design che può trasformare uno spazio da ordinario a straordinario. La combinazione armoniosa di tessuti, legno, metallo e vetro crea un'esperienza visiva ricca e accogliente, offrendo profondità e carattere a qualsiasi stanza. I tessuti, con la loro varietà di trame e colori, aggiungono un senso di calore e comfort. Pensiamo a morbidi cuscini sul divano, tende eleganti che ondeggiano alla finestra, o un tappeto spesso che accoglie i tuoi piedi al mattino.

Il legno, d'altra parte, porta con sé un senso di naturalezza e robustezza. Può variare da tonalità chiare e rilassanti a toni più scuri e maestosi, adattandosi a diversi stili, dal rustico al moderno. Mobili in legno, pavimenti in parquet o persino dettagli decorativi come cornici o sculture possono aggiungere una dimensione terrena e organica allo spazio.

Il metallo, utilizzato con parsimonia, introduce un tocco di modernità e brillantezza. Lampade, maniglie, dettagli decorativi o pezzi di arredamento in metallo (come tavolini o sedie) possono creare punti focali sorprendenti e aggiungere un senso di eleganza industriale.

Infine, il vetro porta luce e ariosità. Un tavolino in vetro, mensole, o elementi decorativi in vetro possono aiutare a distribuire la luce in modo uniforme e creare l'illusione di più spazio, oltre a offrire un tocco di raffinatezza.

La chiave per decorare il corridoio lungo e stretto è combinare questi materiali è l'equilibrio e l'armonia. Ogni materiale deve essere integrato con cura, assicurando che coesista con gli altri in modo da creare un ambiente accogliente, elegante e vario, che rifletta la personalità e il gusto di chi vive lo spazio.


Soluzioni di arredo del corridoio lungo e stretto - Canva

Se ti va, quando avrai arredato il tuo corridoio stretto e corto potresti condividerlo con noi sulla pagina della Community!

ELISA.PIVETTI
Community Manager
31/01/23-11:16

Nel 1992 l’UE ha stabilito che servisse un’etichettatura per indicare l’efficienza energetica degli elettrodomestici per facilitarne il confronto. Apposta sulla parte anteriore del prodotto in vendita, in modo visibile, contiene informazioni sulla capacità di consumo dell’elettrodomestico. Come tutti i grandi elettrodomestici anche i condizionatori vengono venduti con un’etichetta energetica: in questo momento in cui tutti siamo attenti a soluzioni pratiche per risparmiare sulle bollette è importante anche saper leggere le informazioni contenute sull’etichetta energetica!

Primo settore

In alto c’è un primo settore dove possiamo trovare il logo dell’Unione Europea e il tipo di Etichetta Energetica che stiamo leggendo. Appena al di sotto del logo troviamo produttore e modello del condizionatore. Questa prima parte è uguale sia in caso di condizionatore monoblocco che in caso di condizionatore formato da split e unità esterna, così come se la macchina fa solo raffrescamento o se, essendo in pompa di calore, è in grado di fare anche riscaldamento.
Etichette energetiche di monoblocco, solo raffrescamento, e monosplit in pompa di calore - Leroy Merlin

Secondo settore, condizionatore monoblocco

A seguire troviamo una o due scale di colore dal verde al rosso e una freccia nera che indica la classificazione dell’elettrodomestico in questione, a seconda che l’elettrodomestico scelto faccia solo raffreddamento o anche riscaldamento. Oltre alla lettera troviamo un dato numerico che ci dichiara l’efficienza energetica: in caso di condizionatori monoblocco troveremo EER, efficienza energetica in modalità di raffreddamento, e COP, coefficiente di prestazione in modalità riscaldamento. Per entrambi gli indici più il valore è alto più la macchina è efficiente.
Condizionatore monoblocco Olimpia Splendid 6824- Leroy Merlin

Secondo settore, split e unità esterna

In caso di condizionatori con split e unità esterna si troveranno i dati SEER e SCOP, efficienza energetica stagionale in raffreddamento, e coefficiente stagionale di prestazione in modalità riscaldamento. Questi coefficienti rapportano la capacità di raffreddamento o riscaldamento con l’energia elettrica assorbita quando il prodotto opera in determinate condizioni di temperatura e umidità dell’aria: più il valore è alto più la macchina è efficiente.
Unità esterna condizionatore monosplit Emura, DAIKIN - Leroy Merlin

Terzo settore

Nel terzo settore, più tecnico, sono riportati i dati tecnici della potenza nominale in kW, ovvero quanto consuma il climatizzatore in generale e la potenza massima del contatore che vi servirà, ed il consumo totale di kWh annuale, stimato su un utilizzo medio.
In questo settore si indica anche la rumorosità, dato importante soprattutto se si vuole utilizzare i condizionatori anche in camera da letto. Il valore sarà unico nel caso di condizionatori mono blocco, sarà doppio in caso di split e unità esterna, affiancato da un pittogramma che aiuterà a capire a quale unità si sta facendo riferimento. Il valore è espresso in decibel: più è basso e più silenzioso sarà il climatizzatore.
Split in ambiente dedicato al relax - Leroy Merlin

Bonus condizionatori

La Legge di Bilancio 2022 ha confermato il bonus condizionatori garantendo uno sconto del 50% ai contribuenti che acquisteranno un condizionatore a pompa di calore, con o senza ristrutturazione. L'agevolazione è valida fino al 31 dicembre 2023 senza limiti ISEE, guarda la pagina dedicata al bonus ristrutturazione clima di Leroy Merlin, troverai tutte le informazioni che possono servirti!
Bonus ristrutturazione clima - Leroy Merlin

Poiché in alcuni casi si è visto che riscaldare con il condizionatore conviene e abbiamo tutti bisogno di risparmiare, speriamo che tu abbia apprezzato questo aiuto per leggere l’etichetta energetica. Ora sei pronto a scegliere il condizionatore giusto per te? Vuoi condividere con noi le tue esigenze?

MaraLocatelli
Community Expert
31/01/23-11:03

In giro si vedono stelle filanti e dolci di Carnevale e i tuoi figli vorrebbero organizzare una piccola festa di Carnevale a casa. Ma è già il momento? Vediamo quando inizia ufficialmente il Carnevale 2023 e quando finisce.

Ogni anno le feste di Carnevale si calcolano in modo da terminare quaranta giorni prima della Pasqua, ovvero l’inizio della Quaresima. Quindi passata l’Epifania si entra nel periodo di scherzi e coriandoli. Me se devi decidere quando organizzare la festa in maschera a casa, ricorda che il momento clou delle feste di Carnevale è la settimana finale.

Secondo il rito romano, il Carnevale 2023 si chiude il martedì grasso 21 febbraio. Mentre con il rito ambrosiano la grande festa di fine Carnevale è il successivo sabato grasso, il 25 febbraio 2023. Adesso che hai sul calendario i giorni giusti per stabilire la data del party in maschera, vediamo come organizzare una festa di Carnevale in casa per i bambini.

Prapara la festa di carnevale a casa con i bambini

Festa di carnevale in casa idee per il tema

Scelta la data, prepara gli inviti. Con Canva puoi realizzare un biglietto da condividere su whatsapp al gruppo mamme della scuola. Ti consiglio di preparare con i tuoi figli anche un grande disegno da appendere in classe così da invitare tutti i compagni. Non importa se con qualcuno non corre buon sangue: può essere l’occasione per creare un nuovo sodalizio.

Prima di realizzare il biglietto di invito alla festa di Carnevale in casa servono le idee sul tema. Si può organizzare una semplice festa in maschera, oppure creare un tema come i “personaggi delle favole” oppure i “Supereroi” o ancora “pirati e sirene”… Ovviamente ogni decisione va presa insieme a i tuoi figli.

Una volta scelto il tema, potrai utilizzarlo per disegnare il biglietto, scegliere il costume, decidere giochi, menu e decorazioni. Mi raccomando, ricordati di spiegare chiaramente agli invitati quale sarà il tema così che tutti possano organizzarsi per trovare un travestimento adatto alla festa di Carnevale a casa tua.

Festa di Carnevale in casa: idee per il tema

Come organizzare una festa di carnevale in casa

Se non sai come organizzare una festa di carnevale in casa, le idee arrivano più facilmente dopo che hai stabilito il tema. Creati i biglietti, deciso il costume (anche tu dovrai mascherarti, non solo i tuoi figli) puoi dedicarti agli addobbi e alle decorazioni. Addobbare la casa è uno dei momenti cruciali di come organizzare una festa di carnevale allegra e divertente.

Prima di tutto procurati tanti palloncini allegri e colorati, insieme a coriandoli e stelle filanti, sono indispensabili per creare l’atmosfera di Carnevale. Una buona idea è gonfiare i palloncini con l’elio così che si alzino fino al soffitto. Se i bambini non riescono a prenderli non ci sono rischi che facciano danni, li usino come palloni da lanciare o li facciano scoppiare provocando spaventi e pianti.
Quando organizzi una festa di carnevale in casa le idee devono essere chiare anche sui rischi che hai intenzione di correre, per prevenire ogni brutta sorpresa.

Un trucco semplice ma efficace per creare l’atmosfera giocosa è addobbare la stanza dei giochi con catene luminose e lampadine colorate per creare l’ambientazione perfetta. Puoi attaccare ghirlande colorate e stelle filanti, puoi preparare tante mascherine con i cartoncini colorati da appendere sulle pareti e realizzare piccoli cappellini a forma di cono, con un piccolo elastico o un nastrino da legare attorno al collo, da regalare a ogni bimbo che arriva alla festa.

Come organizzare la festa di Carnevale in casa per i bambini

Festa di Carnevale in casa: idee per i giochi

Per scaldare l’atmosfera e avviare il divertimento di una festa di Carnevale in casa le idee dei giochi da fare vanno preparate prima. Puoi cominciare con il gioco di indovinelli “Che maschera è?” Puoi stampare le maschere più famose di Carnevale e chiedere agli ospiti di indovinare il nome. Chi ne indovina di più vincerà qualcosa, un dolcetto o un gadget di Carnevale. Accendere la musica funziona sempre, soprattutto se crei una gara di ballo, o il classico Ballo con la scopa.

Una bella idea da sfoderare quando si vuole riportare la calma nella stanza è la gara di trucco degna di una festa in maschera di Carnevale in casa. Fai trovare tutto l’occorrente e lascia che i bambini si divertano a colorarsi a vicenda, puoi creare delle coppie e alla fine assegnare il premio al trucco più bello. Se non ti dispiace avere bambini che vagano per la casa, puoi organizzare una caccia al tesoro: un gioco perfetto per coinvolgere tutti e organizzare una festa di Carnevale divertente.

Infine, ti suggerisco di riempire dei piccoli cestini con un sacchetto di coriandoli, un pacchetto di stelle filanti, le lingue di Menelik che puoi realizzare con le tue mani con l’aiuto di una cartuccia e di un foglio di carta colorata. Puoi distribuirli per ricaricare le energie se l’atmosfera non decolla, oppure come regalini a fine giornata.

Festa di carnevale in casa: idee per i giochi

La merenda della festa di carnevale in casa

Un altro step cruciale nel decidere come organizzare la festa di Carnevale in casa è l’argomento menu. Organizza il tavolo per la merenda con un allestimento a tema e con tanto colore. Le tovaglie, i runner, i piattini e i bicchieri di carta devono essere vivaci e multicolor per mettere tanta allegria.

Il cibo da servire è un’altra parte importante delle feste di Carnevale. Devono esserci i dolci tipici di Carnevale, ovvero le bugie o chiacchiere e le frittelle ricoperte di zucchero, vuote o riempite di cioccolato, crema o marmellata. In un buffet adatto alla festa di Carnevale in casa per i bambini deve esserci anche la merenda salata: quindi via libera a focaccine e panini semplici, pizzette e patatine.

Più sono piccoli e più corrono, giocano e si scatenano. Quindi metti sul tavolo le bottiglie o brocche di acqua fin dall’inizio della festa. Porta succhi di frutta e bibite solo quando servirai il cibo della merenda. Così eviti che i piccoli facciano incetta di zuccheri attratti dalle bevande sul tavolo.

Festa di Cernevale in casa, le idee per il menu e gli addobbi

Queste sono solo alcune semplici idee su come organizzare una festa di Carnevale in casa, che possono aiutarti a crearne molta altre ancora. L'importante è coinvolgere i bambini nelle scelte e mettersi in gioco, con un travestimento esemplare. Buon divertimento!

ELISA.PIVETTI
Community Manager
31/01/23-10:54

Negli ultimi tempi le decorazioni per pareti come gli orologi decorativi e scritte ed insegne luminose sono particolarmente apprezzate, perché capaci di donare un look cittadino a un interno rendendolo più particolare e perché, spesso, possono offrire una doppia funzionalità: decorazioni trendy e punti luce, ad esempio. Poiché esistono moltissime soluzioni per decorare in modo originale, proviamo a vederne alcune insieme!

Orologi decorativi

L’orologio da parete è un complemento d’arredo piuttosto tradizionale, che si è evoluto nel tempo trasformandosi da pendolo a orologio a batteria o digitale. Attualmente in commercio ci sono tantissimi modelli di orologio da parete, dal più classico al più minimalista che conserva solo le lancette… A seconda del tuo stile puoi trovare quello adatto alla tua casa! Ad esempio, un appassionato di design riconoscerà subito il design particolare della linea Pantone dell’orologio Moon in metallo, colore rosa della HOMEMANIA!
Orologio Fly Away in Metallo, Rosso, Bianco, Nero, HOMEMANIA - Leroy Merlin

Insegne luminose e lettere in legno

Le scritte rappresentano un ottimo modo per le decorazioni pareti, come ad esempio la parola "kitchen" per la cucina o "baby" per la nursery. Volete completare un arredamento contemporaneo in stile industriale? Dovreste guardare nel reparto insegne luminose! Che sia un’intera scritta o una semplice lettera in PVC caratterizzate dalla presenza di punti luce, l’effetto è assicurato. Al contrario, se lo stile predominante è lo shabby chic, sceglierei una decorazione da parete con lettere in legno, magari sulle tonalità bianche o beige.
Decorazione da parete con lettere luminose - Leroy Merlin

Profili minimalisti

Una possibilità per chi ama richiamare forme senza appesantire lo sguardo è quella di ricorrere a decorazioni metalliche che rappresentino oggetti, animali o piante. È il caso della decorazione da parete Fiori, un appendi abiti in metallo che ricorda in modo minimalista dei vasi con piante, espletando così la sua funzione principale, sorreggere cose, in modo divertente e decorativo!
Decorazione da parete Fiori - Leroy Merlin

Lavagne

Se a scuola la lavagna sta perdendo un po’ del suo potere sostituita dalle nuove tecnologie, nelle nostre case sta ricomparendo sottoforma di accessorio di arredo. Le proposte sono moltissime e spaziano dalla lavagna a parete intera, magari realizzata con tempera lavagna, alle piccole lavagnette in stile rustico, shabby chic o vintage che possono regalare un tocco ricercato all’ambiente. Le lavagne decorative per gesso, oltre a decorare, svolgono la funzione di memorandum: oltre a fare risaltare la funzione della stanza attraverso la loro sagoma possiamo usarle per annotare cose importanti!
Lavagna per gesso Tazza - Leroy Merlin

Specchi decorativi

Immancabili elementi decorativi sono gli specchi, che negli ultimi anni abbiamo visto cambiare in modo significativo. Lo specchio, infatti, non è più solo funzionale per riflettersi in bagno o all’ingresso prima di uscire: ora è un elemento che porta luce, colore e tono all’ambiente in cui viene messo. Perciò via libera alle forme più particolari, tra le quali io preferisco di gran lunga quelle degli specchi ovali e rotondi. Con la scelta del materiale, invece, potremmo determinare lo stile: senza bordo per il contemporaneo o in paglia grezz intrecciata per uno stile esotico? A te la scelta!
Specchio con cornice da parete tondo Exotic INSPIRE- Leroy Merlin

Insomma, le idee da cui attingere sono davvero innumerevoli perciò è bene lasciarsi andare con la fantasia e non avere alcun limite: potresti anche provare a realizzare soprammobili di arredo moderno fai da te per poi condividere le tue realizzazioni con noi!

ELISA.PIVETTI
Community Manager
31/01/23-10:34 (modificato il 22/01/24-09:10)

Lo stile jungle negli ultimi anni ha conquistato davvero tutti gli appassionati di arredamento: arredare casa in questo stile significa darle un tocco esotico e trasformare la tua casa in una piccola oasi che si contrapponga a quella giungla urbana che è la città prendendo spunto dal mondo della natura con richiami esotici. Possiamo vedere insieme come trasformare i tuoi spazi utilizzando pochi accorgimenti ispirati allo stile Jungle Chic!
Salotto in stile Jungle Chic - Leroy Merlin

Cosa non può mancare

Elementi imprescindibili saranno le piante, che possono trasformare facilmente le case moderne in foreste vivaci dando il via libera alla natura! Possiamo abbondare nel numero o nella dimensione delle piante, oppure potremmo orientarci verso un grande alleato di questo stile: la carta da parati! Esistono in commercio tantissime carte da parati con stampe esotiche e motivi vegetali, così da decorare una parete o una sua porzione con questo stile molto attuale! La carta da parati Greenery Jungla verde, ad esempio, assicura il risultato ed è lavabile, ignifuga e facilmente applicabile con colla. Inoltre è adatta a qualsiasi ambiente, consigliata per le aree soggette a usura perché resistente ed è certificata FSC.
Carta da parati Greenery Jungla- Leroy Merlin

Scelta dei colori

Per mantenere lo stile giungla dovremmo puntare su tonalità tipiche di quell’ambiente come il verde e il marrone; in minor misura il giallo, l’arancione e il rosso. Utilizzare il verde in tutte le sue sfumature, partendo da quello più scuro ed intenso arrivando fino al verde lime, permette di richiamare la varietà e la ricchezza della natura e la sua atmosfera selvaggia e vitale. Prova a giocare con i tessuti della stanza, ad esempio affiancando tende di colori e texture diverse come la tenda con occhielli Deep Jungle, con motivi vegetali e molto trasparente, e la tenda con occhielli New Manchester, decisamente più coprente ed in tinta unita verde bottiglia.
Tenda Deep Jungle verde con occhielli - Leroy Merlin

Materiali naturali

Quando si vuole richiamare un ambiente come la giungla non si può fare a meno di scegliere mobili e arredamento tropical realizzati in legno, pietra o fibre naturali in modo da favorire l’uso di materiali naturali ed ecologici. Anche in questo caso le diverse tonalità del legno possono aiutarci a rendere armoniosamente più caotico l’ambiente e potrai spaziare dal colore bambù dello sgabello Achelor in acciaio e seduta in legno naturale, dal profilo moderno e minimalista, al legno scuro di qualche mobile antico: tutte le gradazioni si sposeranno bene con lo stile jungle! Per contribuire a creare la giusta atmosfera trovo molto adatto il Pannello decorativo fonoassorbente in legno: perfetto dal punto di vista estetico con il richiamo a materiali naturali, molto utile dal punto di vista funzionale per migliorare l’isolamento acustico.
Sgabello Achelor in legno e acciaio - Leroy Merlin

Spazio e luce

Per quanto caotica, la giungla è un ambiente ampio e spazioso, pieno di luce e colore. Per mantenere queste caratteristiche in un ambiente casalingo, che ha dei limiti ben definiti, dobbiamo evitare di sovraccaricare l’ambiente e scegliere dei punti luce adeguati. Il lampadario a sospensione Kasteli, nero in metallo, è caratterizzato dal design del paralume estremamente stilizzato e minimalista realizzato in metallo con finitura satinata. In questo modo lascia passare la luce senza filtrarla, non appesantisce la vista e illumina a 360 gradi: con il suo design moderno è esattamente ciò che potrebbe servirti. Molto carino e minimale anche il Lampadario Natura Minaki beige ti aiuterà a creare la giusta atmosfera in stile Jungle con richiami Urban Chic.
Lampadario design Kasteli, SEYNAVE - Leroy Merlin

A volte si può confondere lo stile jungle e stile tropicale: entrambi sono, infatti, caratterizzati dall’uso di decorazioni a tema vegetale, dalla presenza di piante vere o di complementi d’arredo che le richiamino. Sono stili molto simili per certi aspetti, soprattutto per l’effetto finale nel quale riescono a trasformare gli ambienti in veri e propri angoli equatoriali. Ma se si fa attenzione si può verificare come la giungla sia caotica e “piena” di verde mentre lo stile tropicale rievochi luoghi più ordinati con spiagge bianche, fiori colorati, palme, ananas e intramontabili fenicotteri! Prova a guardare il progetto in stile Nature Jungle di Leroy Merlin per avere un’idea più chiara dello stile jungle e raccontaci cosa ti piace di più!

ELISA.PIVETTI
Community Manager
31/01/23-10:00 (modificato il 22/01/24-09:13)

Sei un’amante della carta da parati e sogni un soggiorno dalle tinte tenui? Non c’è problema! Ecco 5 idee per una carta da parati perfetta in un soggiorno bianco e beige: vediamo insieme come valorizzare le pareti di un ambiente accogliente, luminoso e glam. Con la carta da parati giusta la tua casa brillerà di nuova luce rendendo l’ambiente più raffinato e accattivante! I decori della carta da parati sono tantissimi e di varie tonalità: troviamo insieme quello perfetto per il tuo soggiorno bianco e beige!
Carta da parati per soggiorno – Leroy Merlin

Carta da parati chic per un soggiorno bianco e beige

Quando scegliamo la carta da parati per la nostra casa, dobbiamo chiederci qual è lo stile a cui vogliamo ispirarci. Se ti piacciono i colori neutri e rassicuranti, come il beige e il bianco e vuoi mantenere uno stile sofisticato ma non scontato, come lo stile Glamour Beige, scegli la carta da parati felce bianco e verde: una carta da parati elegante dai motivi floreali bianchi e verde con dettagli dorati impreziosiscono l’ambiente rendendolo molto raffinato. Attenzione anche alla scelta dei complementi: in questo stile trovo perfetti i dettagli oro e nero, ad esempio nei corpi illuminanti come il lampadario Glamour Oboe LED oro, di gran fascino!
Carta da parati chic – Leroy Merlin

Ispirazione naturale per il soggiorno bianco e beige

Hai un soggiorno moderno che si ispira ai materiali naturali come il legno e tessuti come il lino e il cotone? Sei in cerca di idee per valorizzare una parete importante, come quella del televisore o della scala aperta sulla zona living? Una carta da parati sobria ma grintosa, come la carta da parati boho floreale senape-azzurro-bordeaux, può fare al caso tuo. Punto focale della composizione, ben si inserisce in un soggiorno dai colori tenui come il beige e il bianco. Arredare con la carta da parati ti consente di creare ambienti originali ed accoglienti. Non dimenticare di inserire anche qualche bella pianta dalle foglie larghe, come la Monstera Deliciosa, e la composizione sarà perfetta.
Carta da parati boho per un soggiorno moderno beige e bianco – Leroy Merlin

Carta da parati per un soggiorno romantico

I colori bianco e beige dominano il soggiorno, tonalità neutre che rendono lo spazio piacevole ed accogliente. Se hai uno spirito romantico puoi abbinare una bella carta da parati a motivo floreale, come la carta da parati Rosa bianco, e lasciare che sia l’elemento caratterizzante dell’ambiente: puoi usarla, per esempio, dietro la parete del divano o come fondale di una zona lettura all’interno del living. Per rendere più uniforme la composizione, puoi richiamare le tonalità della carta da parati sui cuscini tinta unita del divano. Anche i cuscini sono un ottimo modo per arredare semplicemente senza spendere troppo e ti danno la possibilità di modificare l’ambiente anche solo modificandone colori e posizione.
Idea per un soggiorno romantico – Leroy Merlin

Carta da parati dai motivi geometrici

Divano beige, pavimento chiaro, mobili bianchi: attenzione a non rendere l’ambiente troppo piatto e banale. Una bella carta da parati dai motivi geometrici può esse la soluzione: puoi scegliere fantasie rigate, come la Carta da Parati Lin beige, a elementi geometrici come quadrati e rettangoli o circolari, come la carta da parati Elle Circle beige. Colori tenui ma geometrie definite, con questa carta da parati il tuo soggiorno beige e bianco sarà caratterizzato e assolutamente non banale! Sono molto felice di questo ritorno delle carte da parati che consentono di arricchire semplicemente la composizione; la scelta di tonalità neutre inoltre ti consente di osare senza paura di inserire troppo colore negli ambienti.
Ispirazione geometrica per la carta da parati – Leroy Merlin

Ispirazione vintage per il soggiorno

Ecco una bella carta da parati vintage perfetta per un soggiorno dall’atmosfera nostalgica anni ’60-’70! Color beige effetto legno, la carta da parati Elements Legno Vintage beige è la soluzione per chi ama i richiami al passato. Quando scegli l’arredo per il tuo soggiorno, non dimenticare di inserire qualche arredo d’ispirazione vintage, come la poltrona in legno design vintage scandinavo o una sedia particolare: aiuteranno a rendere ancora più accattivante e ricercato il tuo soggiorno!
Carta da parati di ispirazione vintage – Leroy Merlin

Hai trovato l’ispirazione che cercavi? Se come me ami la carta da parati, dai un’occhiata anche a 5 modelli di carta da parati in stile inglese per spazi british ed eleganti. Fammi sapere cos’hai scelto per casa tua e pubblica le foto del risultato!

ELISA.PIVETTI
Community Manager
31/01/23-09:43

Ti trovi spesso a pensare a come rinnovare casa in maniera semplice ed originale ma non sai da dove partire? Ami il legno e il fai-da-te? Usa la vernice spray per il legno e decora dei ceppi di legno facendoli diventare veri elementi di arredo per il living. Spazio alla fantasia: sono tantissimi i modi in cui puoi usare i ceppi per arredate casa e non solo! Con semplici mosse rinnoverai l’ambiente rendendolo più accogliente e piacevole! Ecco qualche idea…
Vernice spray per decorare – Leroy Merlin

Tronchi d’albero come arredo

La casa è il luogo dove ci si può rilassare dopo una giornata intensa, dove trascorrere momenti piacevoli con amici e famigliari, dove stare bene… Per questo è importante renderla calda ed accogliente. Utilizzare i** tronchi d’albero come arredo**, ad esempio, può essere un’idea interessante per dare un tocco di creatività e calore al tuo nido. Come? Puoi utilizzarli come simpatiche sedute, tavolini a lato del divano oppure comodini… Se sei amante del fai da te puoi procurarti i tronchi da solo e costruire l’arredo come più ti piace. In alternativa, puoi procurarti tronchi già tagliati e trattati, come il tronco in abete grezzo, ed utilizzarlo così com’è oppure decidere di decorarlo e renderlo ancora più personale! I tronchi d’albero decorati sono perfetti per arredare in maniera creativa una casa in stile Country ma non solo… Uno o due ceppi possono creare una composizione divertente.
Idea tronco d’albero come arredo – Leroy Merlin

Decorare i ceppi di legno

I ceppi di legno possono diventare dei veri protagonisti del tuo living! Puoi decorarli in maniera semplice e personale con le vernici spray! Queste vernici sono infatti molto pratiche e comode rispetto alla vernice in barattoli… Inoltre, sono molto precise e grazie all’erogatore puoi distribuire uniformemente lo smalto senza sprecare il prodotto. Prima di procedere alla decorazione, dovrai preparare il supporto. Se ami il fai da te e parti da un tronco in legno, ti consiglio alcune essenze che sono più adatte per queste lavorazioni: acero, betulla, castagno, ciliegio, melo, noce, pruno, tiglio. Poi devi seguire alcune fasi importanti che sono l’essicazione del legno, la rimozione della corteccia, la pulizia e levigatura del tronco; adesso potrai sbizzarrirti nella verniciatura!
Ecco un’idea: vernicia metà tronco del colore che più si abbina alla tua casa e lascia l’altra metà del colore naturale… Avrai creato semplicemente un arredo originale che potrai anche facilmente modificare e rinnovare in un secondo momento cambiando colore!
Decorare il legno – Leroy Merlin

Nuova vita al giardino con i tronchi di legno decorati
Se hai la fortuna di avere un giardino, potresti usare i tronchi di legno per rinnovare e personalizzare anche lo spazio esterno! Creare gradini, percorsi tra i cespugli o simpatiche sedute sono solo alcune idee per usare elementi naturali come i tronchi di legno all’interno del tuo spazio verde.
Se ha davvero uno spirito creativo e magari qualche bambino in casa, puoi creare delle vere sculture con i ceppi di legno decorati. Utilizzando ceppi a forma di cilindro abbinati a ceppi squadrati, come il tronco cubo in abete e pino douglas grezzo, decorando a tuo piacimento con vernici spray o altri smalti sarà facile dare un tocco di magia al tuo giardino per un occasione particolare o anche semplicemente per trascorrere le tue giornate spensierate nella natura.
Il giardino decorato – Leroy Merlin

Le vernici spray ti consentono comunque di rinnovare facilmente anche altri mobili di casa tua! Se, per esempio, sei stanco delle sedie del tuo living e vuoi dare una rinfrescata all’aspetto della tua casa, puoi verniciarle di un nuovo colore oppure anche di colori diversi… Leggi anche l’articolo sull’Home relooking: il ritorno del fai da te e prendi spunto per i tuoi progetti!

MaraLocatelli
Community Expert
27/01/23-16:50

Se ogni volta che ti serve una padella diventi matta a cercare tra pensili e cassetti, non significa che hai sbagliato a progettare la tua cucina e devi pensare a rinnovare tutto. Per risolvere il problema devi solo imparare i trucchi su come organizzare le pentole in cucina. Puoi aggiungere un ripiano nel tuo armadio o puoi liberare un cassettone dei suoi contenuti per avere più spazio contenitivo, ma l’organizzazione resta comunque fondamentale. Vediamo qualche consiglio per imparare come sistemare i coperchi delle pentole con accessori fai da te e poi vediamo anche come sistemare le pentole nei cassettoni: per evitare che la padella che stiamo cercando sia finita, come sempre, sotto a tutte le altre.

Come sistemare i coperchi delle pentole: idee fai da te

Come sistemare le pentole nei cassettoni

Diciamo subito che le pentole vanno tenute il più vicino possibile al piano di cottura. Se non sai come sistemare le pentole, nei cassettoni profondi trovi la destinazione migliore, perché essendo estraibili, si riesce a vedere perfettamente all’interno ed è più facile organizzare lo spazio con alzate, divisori e inserti.
Pentole e padelle possono essere riposte sui ripiani dei pensili e di armadi, ma devono essere ripiani estraibili che scorrono completamente fuori, soprattutto negli armadi ad angolo, per garantire un accesso comodo. Per organizzare ordinatamente pentole e padelle, crea un gruppo che utilizzi con frequenza quotidiana e conserva le pentole occasionali in un luogo separato.
Puoi suddividere lo spazio per sistemare le pentole nei cassettoni con dei pratici divisori, ci sono disponibili sia quelli che sfruttano lo spazio in orizzontale, sia quelli che suddividono gli elementi in verticale.
Un altro sistema furbo, quando non sai come organizzare le pentole in cucina, soprattutto padelle e pentolini, è esporle in bella vista appese ai ganci di una barra sotto pensile. La soluzione è perfetta soprattutto per riporre quelle di uso quotidiano che vengono lavate ogni giorno.

Come organizzare pentole e coperchi nei cassettoni della cucina

Come sistemare i coperchi delle pentole

Quando non si sa come sistemare le pentole nei cassettoni, di solito si sceglie di impilarle l’una sull’altra. Può essere una buona idea, per risparmiare spazio, ma va fatto con attenzione.
Bisogna impilare per gruppo, iniziando dalla più grande sul fondo. Se hai spazio in altezza, un buon sistema per sistemare i coperchi delle pentole è tenerle insieme alle loro padelle, casseruole, pentolini: capovolgi i coperchi sopra la pentola, così da avere una base piana su cui appoggiare il tegame più piccolo. Se invece decidi di infilarle l’una dentro l’altra, proteggi ogni padella con un foglio di carta da cucina per evitare graffi che, soprattutto con i fondi antiaderenti, possono liberare sostanze nocive.
A volte i cassettoni permettono l’aggiunta di cassetti sottili posti sopra le pentole: sono utili quando non sai come sistemare i coperchi delle pentole separatamente.

Idee per sistemare i coperchi delle pentole- Future

Come sistemare i coperchi delle pentole col fai da te

A volte capita che armadi, pensili e cassettoni della cucina non siano dotati di accessori e divisori appositi. Ci si può ingegnare con estrose soluzioni che risolvono il problema di come sistemare i coperchi delle pentole col fai da te. Puoi sfruttare l’interno dell’anta per appendere i coperchi con i gancetti adesivi. Puoi appoggiare dentro un cassetto o sul ripiano di un pensile un rastrelliera porta piatti o uno scolapiatti, in questo modo tutti i tuoi coperchi saranno sempre in ordine senza occupare troppo spazio. A me piace anche l’idea di sistemare i coperchi delle pentole con una soluzione fai da te semplice e minimale: puoi fissare sul retro di un'anta o anche alla parete una o più barre appenditutto o quelle per gli asciugamani: se inserisci i coperchi nell’esile fessura tra barra e muro saranno i loro pomelli a tenerli fermi in posizione.

Barre e ganci aiutano a organizzare pentole e coperchi- Idea Leroy Merlin

Fare ordine in cucina è importante anche per facilitare la pulizia. Se vuoi altri consigli pratici per ottimizzare i piccoli ambienti guarda i nostri consigli per un angolo cottura smart.