Community

/ Magazine della casa

Magazine della casa

Vivi la tua passione per la casa e il giardino, scopri le ultime tendenze di stile e trova nuovi spunti per i tuoi progetti con gli articoli della nostra redazione.
Tutti gli articoli
I miei articoli
Creare un articolo
Tutto Bagno e arredo bagnoGiardino e TerrazzoDecorazione e IlluminazionePavimenti e rivestimentiVerniciCucinaOrdine e sistemazioneFalegnameria ed EdiliziaUtensileria e FerramentaFinestre, porte e scaleElettricità, automazioni e Smart HomeClimatizzatori, stufe e idraulicaNataleEventi e iniziative community
AnnaZorloni
Agronoma
03/06/21-07:34 (modificato)

Se il tuo appartamento ti sembra un po’ spoglio e vuoi dargli un tocco di personalità, rendendolo più chic, scegli alcune piante da arredo interno: la loro presenza lo renderanno sicuramente più vivace oltre che verde. Ti consiglio alcune piante eleganti per rendere il tuo appartamento davvero raffinato; molte piante sapranno arredare la tua casa rendendola più accogliente, luminosa e verde, come va di moda oggi! Non limitarti ad una sola pianta, scegline tante: ecco quali sono le varietà più eleganti e trendy che puoi scegliere e come prendertene cura.
Molto chic: arreda la tua casa con piante verdi e rigogliose se vuoi essere alla moda! - foto Leroy MerlinMolto chic: arreda la tua casa con piante verdi e rigogliose se vuoi essere alla moda! - foto Leroy Merlin

Alocasia amazonica

Non puoi non avere un’Alocasia (famiglia delle Araceae) se vuoi avere una casa chic: l’Alocasia amazonica, in particolare, viene apprezzata per l’aspetto delle sue foglie, grandi e triangolari, dai margini ondulati, di colore verde scuro e attraversate da una evidente rete di nervature bianche; sono portate da un lungo picciolo eretto. Lo sai che questa pianta viene anche detta “orecchie d’elefante”? Puoi immaginarne il motivo… Se scegli un portavaso semplice di colore bianco, la bellezza di questa pianta verrà messa ancor più in risalto! Molto chic: l'Alocasia viene anche detta "orecchie d'elefante" per l'aspetto delle sue foglie - foto thespruceMolto chic: l'Alocasia viene anche detta "orecchie d'elefante" per l'aspetto delle sue foglie - foto thespruce

Anthurium clarinervium

Stretto parente del più classico Anturio dai fiori rossi cuoriformi (Anthurium andreanum, famiglia delle Araceae), l’Anthurium clarinervium è meno conosciuto ma merita per la bellezza delle sue foglie. Sono a forma di cuore, portate da lunghi piccioli: la lamina, di colore verde scuro, è attraversata da venature più chiare, bianco-verdi, aspetto che le rende estremamente decorative. Coltivala entro un portavaso metallico lucente: sarà impossibile non notarla! L'Anthutrium clarinervium si distingue per la geometria delle sue foglie - foto smartgardenguideL'Anthutrium clarinervium si distingue per la geometria delle sue foglie - foto smartgardenguide

Aralia japonica

L’aspetto lucido delle sue grandi foglie, dalla forma dentata con 7-11 lobi, rende l’Aralia elegante e la tua casa in perfetto stile “jungalow”, o “green”. Aralia japonica, anche chiamata Fatsia japonica (famiglia delle Araliaceae) richiede uno spazio ampio anche se coltivata in casa: dedica a questa pianta, dal portamento espanso e dallo sviluppo esuberante, un angolo ben luminoso e arrederà l’ambiente della tua casa da vera protagonista.
Lucide e grandi, sono bellissime le foglie dell'Aralia! - foto di Francesca BastogiLucide e grandi, sono bellissime le foglie dell'Aralia! - foto di Francesca Bastogi

Areca palmata

Areca palmata (famiglia delle Arecaceae) è una palma dal portamento eretto che facilmente andrà a toccare il soffitto della tua casa: una presenza che non può passare inosservata anche per la sua indubbia bellezza. Un voluminoso portavaso sui toni chiari la renderà ancora più elegante, in tono con l’arredamento e la personalità della tua casa. Entra a far parte dell'arredamento, con sobrietà ed eleganza, l'Areca palmata - foto Leroy MerlinEntra a far parte dell'arredamento, con sobrietà ed eleganza, l'Areca palmata - foto Leroy Merlin

Calathea sanderiana

Se ti piacciono le piante dal fogliame particolare, ti piacerà sicuramente la Calathea sanderiana (famiglia delle Maranthaceae), dalla foglie ellittiche ed espanse, rigate come in un vestito “gessato”, davvero elegante! Le mille righe delle sue foglie, rendono la Calathea sanderiana molto decorativa e originale! - foto blomsterfamiljenLe mille righe delle sue foglie, rendono la Calathea sanderiana molto decorativa e originale! - foto blomsterfamiljen

Ficus lyrata

Le sue foglie hanno la forma di uno strumento musicale, la lira; per questo viene chiamata Ficus lyrata. Ficus lyrata (famiglia delle Moraceae) è una pianta dal portamento eretto, con ampie foglie di consistenza coriacea, di colore verde intenso. Sistema questa pianta in una posizione luminosa: donerà un bel tocco green alla tua casa. Ficus lyrata è una delle piante più scelte per arredare la casa, lo sapevi? - foto happyhouseplantsFicus lyrata è una delle piante più scelte per arredare la casa, lo sapevi? - foto happyhouseplants

Kentia

La Kentia (Howea forsteriana e Howea balmoreana, famiglia delle Arecaeae) è una palmetta sempreverde originaria delle isole di Lord Howe (Oceania). Piace tanto per la sua esuberanza e per l’effetto giungla che il suo ampio fogliame ricurvo dona alla casa. Le sue foglie sono ampie (lunghe oltre 1m) e pennate, cioè formate da tante singole foglioline lunghe e strette, portate all’estremità di lunghi piccioli verdi inseriti su un brevissimo fusto. Un voluminoso e pesante portavaso in ceramica sarà necessario per contenere questo splendido esemplare di palma domestica. Una esuberante kentia richiede spazi importanti in casa! - foto smartgardenguideUna esuberante kentia richiede spazi importanti in casa! - foto smartgardenguide

Maranta leuconera

La Maranta leuconera (famiglia delle Maranthaceae) è una pianta davvero elegante, con le sue foglie dipinte con nervature evidenti e la lamina attraversata da pennellate di tonalità di verde diverse. Estremamente decorativa, questa bellissima pianta verrà sicuramente apprezzata dai tuoi ospiti! Scegli un portavaso colorato! E' una delle più colorate tra le piante da interno, la Marantha - foto RedditE' una delle più colorate tra le piante da interno, la Marantha - foto Reddit

Medinilla magnifica

La Medinilla magnifica (famiglia delle Melastomataceae) è un piccolo arbusto perenne e sempreverde originario delle Filippine. Ha brevi fusti robusti sui quali si inseriscono grandi foglie ovate, di colore verde scuro e consistenza coriacea, con nervature più chiare. L’aspetto più apprezzato di questa pianta sono i fiori: pannocchie pendule di colore rosa corallo, formate da fiorellini a forma di stella, con stami gialli e alcune (2-3) coppie di brattee basali a coppa. La raffinatezza della Medinilla non ha eguali! - foto dell'autriceLa raffinatezza della Medinilla non ha eguali! - foto dell'autrice

Monstera deliciosa

La Monstera deliciosa (famiglia delle Araceae) è la pianta verde per eccellenza, di origine tropicale, con un fogliame splendido, verde lucido e ampio, esuberante: potrebbe diventare la vera protagonista della tua casa, assumendo dimensioni importanti: dedica alla tua Monstera un ampio spazio luminoso e lei ricambierà sicuramente generosamente. La Monstera, come suggerisce il suo nome, è un vero mostro di bellezza! - foto RedditLa Monstera, come suggerisce il suo nome, è un vero mostro di bellezza! - foto Reddit

Philodendron erubescens ‘Pink Princess’

E’ una varietà poco conosciuta di filodendro, originaria della Colombia. Viene apprezzata per la tonalità delle sue foglie, verdi con ampie macchie rosa: questa pianta darà sicuramente un bel tocco di colore alla tua casa, leggi “Le piante da scegliere per una casa rosa"! Come tutti i filodendri, questa pianta tende ad allungarsi senza tuttavia essere in grado di sorreggersi da sola: ha bisogno, dunque di un tutore al quale aggrapparsi… a meno che non la si voglia tenere bassa e ricadente. Tra i tanti filodendri, questo si distingue per le tonalità rosa delle sue foglie - foto PinterestTra i tanti filodendri, questo si distingue per le tonalità rosa delle sue foglie - foto Pinterest

Spatifillo

Spatiphyllum wallisii (famiglia delle Araceae) è la regina dell’eleganza, con i suoi candidi fiori bianchi (che, in realtà, sono foglie trasformate) e le sue foglie lucide. Uno spatifillo renderà sicuramente la tua casa più raffinata, richiedendo poche cure. Tienilo entro un portavaso in ceramica bianca per risaltare ancora di più la sua bellezza.
Regina incontrastata di eleganza, lo Spatiphyllum incanta con i suoi fiori bianchi - foto dell'autriceRegina incontrastata di eleganza, lo Spatiphyllum incanta con i suoi fiori bianchi - foto dell'autrice

Stromanthe sanguinea ‘Triostar’

Un’altra pianta con foglie sulle tonalità rosa, la Stromanthe sanguinea ‘Triostar’, appartiene alla famiglia delle variopinte e decorative Maranthaceae. Appare come un ciuffo folto di foglie lanceolate, portate da lunghi peduncoli, con la lamina pennellata di verde, crema e rosa; la pagina inferiore delle foglie è di colore rosso (sanguinea per l’appunto). Darà un forte tocco di personalità alla tua casa. Se ti piace il rosa, questa è la pianta perfetta per la tua casa! - foto PlantsDeliveryHollywoodSe ti piace il rosa, questa è la pianta perfetta per la tua casa! - foto PlantsDeliveryHollywood

Come prenderti cura delle tue piante da interno?

Scegli il sottovaso giusto, delle dimensioni adeguate e del colore o forma che più ti piacciono e si addicono alla tua casa.
Posiziona la tua pianta in un locale ben luminoso, preferibilmente lontano dall’aria condizionata o dai termosifoni, così come da spifferi d’aria, deleteri per ogni tipo pianta.
Bagna le tue piante in base alle esigenze: ricordati di non far mancare mai acqua alle tue piante, in caso di assenza prolungata da casa, potrai utilizzare delle riserve di acqua in gel, che disseteranno le tue piante fino a 30 giorni! Allo stesso tempo, stai attenta a non esagerare con le bagnature! Gli eccessi idrici sono dannosi tanto quanto le carenze: le radici in un terriccio troppo bagnato vanno incontro a marcescenza, con conseguenze letali per la tua pianta.
Nutrile con un concime specifico per piante verdi! Non sempre, infatti, le piante (soprattutto quelle coltivate in vaso) trovano gli elementi nutritivi necessari alla loro crescita nel terreno: un piccolo aiutino dall’esterno è sempre necessario per dare loro più forza, renderle più rigogliose e mantenerle sane. Prova il concime per piante verdi in gocce, da applicare direttamente al terreno: rilascerà gradualmente gli elementi nutritivi a contatto con la terra…. comodo e facile da applicare, ha una durata di 15 giorni.
Lucida le loro foglie regolarmente! Sono le foglie l’elemento di bellezza delle piante da interno; non lasciare che vi si depositi la polvere ad offuscarne la naturale bellezza! Utilizza un prodotto lucidante fogliare, o anche semplicemente un panno morbido leggermente inumidito: segui i miei consigli in “Come mantenere lucide e verdi le piante di casa”.

Antonella.M
Esploratore
03/06/21-06:30 (modificato il 09/06/24-09:42)

Con l’estate ormai alle porte, sono sicura che tanti di noi si chiederanno come fare a combattere il caldo in casa (e anche fuori) senza spendere una fortuna in elettricità. Per fortuna, la soluzione c’è ed è anche molto facile da realizzare: basterà installare delle tende da sole! Le tantissime tipologie a disposizione ci consentiranno di trovare senza alcuna fatica quel che fa per noi, sia quando l’esigenza è di far entrare in casa una minor quantità di raggi solari, sia nei casi in cui è fondamentale creare una confortevole zona en plein air dove passare tanti momenti di relax durante la stagione più bella dell’anno. Scopriamo quindi insieme perché le tende da sole sono la soluzione low budget e sostenibile perfetta per vincere sul caldo soffocante…in casa e in giardino!
Le tende da sole offrono tantissimi vantaggi per combattere il caldo in casa e anche in giardino - Leroy Merlin

Difendere dal sole gli spazi esterni

Per far sì che le giornate estive all’aria aperta siano piacevoli per tutti bisogna pensare alle temperature che spesso diventano molto elevate: se è vero che molti di noi non sono particolarmente sensibili alla canicola, altri invece il caldo lo patiscono proprio, specialmente quando c’è molta umidità e il sole a picco. Per questo motivo è indispensabile creare in giardino almeno un’area ombreggiata e farlo vicino alla casa è sicuramente un’ottima idea se abbiamo intenzione di posizionare lì il nostro ampio tavolo da pranzo allungabile per ospitare amici e persone care. Scegliendo una tenda da sole con bracci motorizzati, in pochissimi secondi e senza fare alcuna fatica, realizzeremo una vera e propria stanza all’aperto fresca e accogliente…riparata dal solleone e anche dalla pioggerellina leggera che potrebbe disturbare i nostri bei momenti di convivialità. Per un balcone o un piccolo terrazzo, sarebbe perfetta una tenda da sole a caduta che - oltre a ombreggiare l’intero spazio e renderne così super piacevole l’utilizzo - ci aiuterebbe anche a coltivare quelle piante che ci piacciono tanto, ma che non gradiscono il sole diretto!

Ispirazioni per installare una tenda da sole e creare così una zona fresca e ombreggiata in giardino o sul balcone - Leroy Merlin

Mantenere la casa più fresca limitando l’irraggiamento solare

Installare le tende da sole, come abbiamo visto, rende possibile e gradevole godere di giardini, balconi e terrazzi anche in piena estate quando il caldo si fa sentire. I vantaggi però non finiscono di certo qui: grazie alla creazione di una zona d’ombra in prossimità dei muri di casa, infatti, si protegge e si rinfresca anche lo spazio domestico interno, riducendo del 30%-50% il consumo dell’energia elettrica utilizzata da condizionatori e ventilatori che possono quindi rimanere accesi per meno tempo. Tenendo le tende da sole abbassate nelle ore più calde della giornata eviteremo infatti l’ingresso “prepotente”dei raggi solari dalle finestre e il conseguente surriscaldamento degli ambienti interni. In più, se lo spazio lo consente, con l’installazione di una tenda da sole oversize - ben più ampia della portafinestra sottostante - proteggeremo anche una buona porzione dei muri perimetrali della casa dal soleggiamento diretto…che è un dettaglio da non sottovalutare! I muri infatti, se non un c’è un adeguato rivestimento isolante (il cosiddetto “cappotto”), accumulano calore e lo cedono poi agli ambienti interni, ma con la tenda da sole abbassata questo “antipatico” scambio termico si ridurrà drasticamente…senza spendere una fortuna e con grande beneficio per l’ambiente!
Installare una tenda da sole aiuta a mantenere più freschi anche gli ambienti interni della casa - Leroy Merlin

Migliorare l’estetica dell’edificio

Aspetto tutt’altro che trascurabile, quando si decide di installare delle tende da sole, è il loro impatto estetico sulla facciata dell’edificio che ospita la nostra casa, sia esso un una villetta unifamiliare o un condominio. Il primo "contributo alla bellezza" che dà una tenda da sole è proprio l’ombra, elemento tanto amato dagli architetti per creare volume e profondità. Se, per esempio, la facciata del palazzo in cui viviamo è anonima e un po’ piatta, dopo aver consultato il regolamento condominiale (mi raccomando!), possiamo proporre l’installazione di tende da sole a caduta con braccetti - dall’aspetto essenziale e contemporaneo - o di tende da sole a cappottina, ideali per creare un’immagine retrò: in entrambi i casi la sporgenza è minima, ma l’effetto volume è comunque garantito! In una villetta unifamiliare, ovviamente, abbiamo più libertà di scelta e potremmo addirittura optare per una tenda da sole a bracci estensibili con LED incorporati per illuminare le sere d’estate in modo assolutamente originale…creando bellissimi giochi di luce e ombra da quando sorge il sole fino a notte inoltrata. Anche il colore del telo dà il proprio contributo estetico alla facciata, assecondandone la tonalità prevalente o aggiungendo una nota cromatica a contrasto: in quest’ultimo caso, io sceglierei delle tende da sole con telo a righe, giocando con la teoria dei colori complementari. Un esempio? Se i muri sono rosati, allora le tende avranno le righe verdi!
Idee per valorizzare la facciata della casa con il contributo estetico delle tende da sole - Leroy Merlin

Garantire la giusta privacy allo spazio outdoor

A volte, il nostro giardino, terrazzo o piccolo balcone non gode della privacy necessaria, quindi trovare il sistema più adatto per proteggere lo spazio outdoor da sguardi indiscreti diventa importantissimo. Nella maggior parte dei casi per risolvere il problema ci possiamo affidare alle tante soluzioni che “difendono” il perimetro della nostra oasi verde, come siepi (artificiali o naturali) e pannelli frangivista, ma in altri casi è indispensabile ripararsi anche dagli sguardi che arrivano dall’alto. Da questo punto di vista, i piccoli giardini privati al piano terra di un palazzo o i balconi condominiali che affacciano su altri edifici a più piani sono le situazioni più a rischio: con una tenda da sole, però, il problema può facilmente essere risolto. Una copertura a bracci estensibili sarà perfetta per evitare gli sguardi che arrivano dall’alto, mentre una tenda da sole a rullo proteggerà la nostra privacy frontalmente in modo discreto, ma molto efficace.
Sfruttare le tende da sole per proteggere la privacy di giardini, terrazzi e piccoli balconi - Leroy Merlin

Quali sono le tende da sole più adatte per noi e i loro vantaggi fiscali

La selezione delle tende da sole disponibili sul mercato è davvero infinita e ci sono soluzioni per qualsiasi esigenza funzionale e di budget, da quelle più comuni ai casi particolari e apparentemente impossibili da risolvere. Abbiamo bisogno di ombreggiare una piccola area temporaneamente e quindi vogliamo spendere davvero poco? Affidiamoci a una tenda da sole a muro con pali di supporto telescopici che si installa e si smonta in pochi minuti. Non possiamo intervenire sulla muratura perché magari si tratta di un edificio storico e vincolato dalla Soprintendenza? Scegliamo la geniale tenda parasole retrattile autoportante che non ha bisogno di cassonetto. Vogliamo ombreggiare un’area ampia in modo scenografico (per esempio il dehors di un ristorante)? Optiamo per una tenda da sole motorizzata a doppia pendenza o per una grande tenda con telo parasole verticale che fornisce ulteriore protezione di raggi UV. Insomma…non c’è davvero situazione per la quale non si possa trovare la tenda da sole giusta! Consultando poi la guida Leroy Merlin alla scelta delle tende da sole scopriremo tanti altri elementi da considerare per soddisfare al meglio le nostre esigenze. Infine…non dimentichiamo il Bonus tende da sole che ci consentirà di detrarre il 50% delle spese sostenute!
Scegliere le tende da sole più adatte alle nostre esigenze e risparmiare il 50% sulle spese sostenute per la loro installazione - Leroy Merlin

Hai visto quanti vantaggi dà l’installazione delle tende da sole? Per qualsiasi ulteriore curiosità puoi scrivere qui nei commenti: saremo felici di rispondere a tutte le tue domande! Prima però volevo ricordarti, nel caso non ti sentissi all’altezza di montare in autonomia la tua tenda da sole, che c’è il servizio di posa senza sopralluogo di Leroy Merlin. Se invece ne hai già installata una…ci farebbe piacere vedere il risultato nella gallery dei progetti e sapere quali sono i vantaggi che ti dà la tua tenda da sole.

EnricaCuccarese
Redattrice
02/06/21-10:17 (modificato)

Scopri con la Community come scegliere i giusti mobili per abbellire il tuo terrazzo e perché devi optare per l'arredamento ecologico. L’estate regala tanti momenti piacevoli e rilassanti, da vivere con amici e parenti all’aperto. Infatti, se hai la fortuna di avere un terrazzo o un balcone, puoi pensare di sfruttare al meglio questo spazio per trascorrere il tempo libero in compagnia e divertirti.

Arredare il terrazzo in modo ecologico - Leroy Merlin Arredare il terrazzo in modo ecologico - Leroy Merlin

A****rredamento ecologico per il terrazzo: tutti i vantaggi

Per arredare in modo ecologico il terrazzo o il balcone di casa e trasformarlo in un accogliente giardino, bastano piccoli accorgimenti, un po’ di ingegno e gusto. In questo modo puoi dare vita ad un ambiente elegante, raffinato e rilassante da condividere con chi vive con te e con i tuoi ospiti. Tra i principali vantaggi di un arredamento ecologico in balcone, dove non possono mancare piante e fiori, c’è quello di giovare della loro presenza. Infatti, oltre all’effetto visivo e agli straordinari profumi emessi dalle piante, la loro presenza permette di produrre meno calore e umidità. Inoltre, per completare il tutto, non puoi fare a meno di scegliere uno di questi Set per balconi e terrazzi, ideali per l’esterno.

Arredare il terrazzo in modo ecologico - Leroy Merlin Arredare il terrazzo in modo ecologico - Leroy Merlin

Come arredare il giardino in modo ecosostenibile

Per arredare e trasformare il terrazzo o il balcone, che è un’estensione della propria casa, in un ambiente da sfruttare al meglio, è molto importante giocare con le altezze e la verticalità per preservare il più possibile lo spazio calpestabile che apparirà più grande. Prima di ogni cosa, puoi cimentarti nel realizzare una colonna verde su cui posizionare le piante adatte al clima del territorio in cui vivi. Se non hai troppo spazio a disposizione opta per il Set tavolo e sedie NATERIAL Origami in acciaio rosso. Questo è adatto ad ambienti di piccole e medie dimensioni come balconi, verande, terrazze. Anche il Set tavolo e sedie NATERIAL Flora Origami in acciaio è adatto a spazi limitati, in quanto tutti gli elementi del set sono pieghevoli, e garantiscono il massimo risparmio di spazio quando non è utilizzato.

Arredare il terrazzo in modo ecologico - Leroy Merlin Arredare il terrazzo in modo ecologico - Leroy Merlin

La progettazione e l’arredamento di un terrazzo ecologico

Per la progettazione e l’arredamento di un terrazzo ecologico non puoi trascurare la scelta dei materiali. Il Set tavolo e sedie NATERIAL è ideale per un uso occasionale anche in spazi ridotti come balconi o piccole verande, in quanto il tavolo e le sedie pieghevoli sono facili da riporre e occupano poco spazio quando non utilizzati. Inoltre, è in legno certificato FSC che ne garantisce la massima sostenibilità produttiva. Anche il Set tavolo e sedie Solis, in legno naturale è ottimo per arredare il balcone nel pieno rispetto dell’ambiente. Inoltre rende elegante lo spazio esterno dando importanza soprattutto all’estetica.

Arredare il terrazzo in modo ecologico - Leroy Merlin Arredare il terrazzo in modo ecologico - Leroy Merlin

Hai trovato interessante l’articolo? Scopri anche i vantaggi si cui puoi usufruire con Il legno sostenibile per il terrazzo: le piastrelle da esterno. Per qualsiasi curiosità scrivi alla Community, saremo felici di rispondere alle tue domande!

Titty_P.
Novizio
01/06/21-12:52 (modificato)

Leroy Merlin è una grande azienda che da sempre offre aiuto ed è in prima linea pronta ad agire per coloro che vivono in difficoltà. Questa iniziativa rientra in un progetto di alto spessore: "Il Bricolage del Cuore", che unisce Azienda, Collaboratori, Comunità e Persone in difficoltà nel migliorare il proprio habitat. Il Bricolage del Cuore è il progetto di Volontariato d'Impresa grazie al quale ogni dipendente Leroy Merlin può mettere a disposizione, su base volontaria, una giornata lavorativa all'anno da dedicare a progetti socialmente utili. Sicuramente possiamo mettere a disposizione i nostri prodotti ma soprattutto il tempo e le nostre competenze per "fare" ciò per cui siamo esperti: bricolage per il miglioramento di strutture e giardini. Questo è proprio quello che abbiamo fatto noi del negozio Leroy Merlin di San Giovanni Teatino.

WhatsApp Image 2021-05-28 at 14.53.25.jpeg

Sappiamo quanto sia importante e fondamentale soprattutto oggi creare per i più piccoli, spazi sicuri dove ci si può muovere felici, correre, assaporando il calore delle prime giornate primaverili e allora abbiamo donato il nostro aiuto a coloro che un giorno diventeranno il nostro futuro: i bambini. Così come si cura una piantina nel proprio ambiente naturale, donandole cure e amore, così anche noi abbiamo cercato di tutelare il loro patrimonio per eccellenza: la scuola. Considerata non solo come una delle più importanti agenzie educative, ma anche come un luogo in cui piccole mani e piedini possono sentirsi liberi di giocare, esplorare ed imparare giorno dopo giorno. In collaborazione con la scuola materna Via Di Nisio, di San Giovanni Teatino, Leroy Merlin ha adottato il suo giardino, avviando i primi lavori per la riqualifica e riapertura. Di cosa ci siamo occupati? Abbiamo riqualificato un'area giochi attivando azioni di pulizia e sistemando il giardino e abbiamo creato delle aiuole e siepi per delimitare zone a "rischio sporgenza".

WhatsApp Image 2021-05-28 at 17.32.42.jpeg

Questa iniziativa di riqualifica del territorio rientra in un progetto di ristrutturazione nato nel 2020 ad opera del Comune di San Giovanni Teatino, grazie all'intervento del primo cittadino, il Sindaco Luciano Marinucci. La struttura storica ospiterà al primo piano i bambini delle materne e al secondo, la scuola primaria.

WhatsApp Image 2021-05-28 at 17.32.53.jpeg

Aiutare e favorire un'iniziativa del genere ci riempie il cuore di gioia. Immaginare già dei sorrisi sul viso di quei bambini che potranno godere di un proprio green space ci inorgoglisce e ciò è importante per capire quanto possiamo far la differenza in un mondo sempre più inquinato e poco attento alle esigenze della gioventù... Quello che noi facciamo è solo una goccia nell'oceano, ma se non lo facessimo l'oceano avrebbe una goccia in meno [Madre Teresa di Calcutta].

Convalidato
MaraLocatelli
Sostenitore 🏋️‍♀️
01/06/21-09:26 (modificato il 13/06/24-08:36)

Dopo una lunga giornata di lavoro, tornare a casa e trovare un angolo zen in giardino, dove rilassarsi, è un momento di piacere che regala serenità. Secondo gli ultimi dati,creare uno spazio di meditazione è diventata un’esigenza diffusa durante la pandemia. Per il nostro equilibrio mentale, messo alla prova dal lock-down e dalla crisi sanitaria, dedicarsi alla mindfulness o anche solo rilassarsi in un’area zen in giardino è una cosa rigenerante. Visto che oramai un italiano su cinque si dedica a questa attività, forse anche tu hai già iniziato a farlo o sogni di cominciare. Ecco, allora, qualche consiglio che può esserti di ispirazioni:

  1. Fatti ispirare dal mood british
  2. Ispirati allo stile giapponese
  3. Segui le regole del Feng-Shui

Un angolo meditazione per rilassarsi al rientro a casa- Idea Leroy Merlin

1. Fatti ispirare dal mood british

Passeggiare in giardino aiuta a distendere la mente: crea un angolo meditazione con punti nel verde che ti invitano a sederti e a contemplare la natura. Il potere rigenerante di questa bolla di puro ossigeno è davvero potente! Non devi scegliere per forza lo stile giapponese; con me, per esempio, non funziona. Un'alternativa rilassante è dare vita a uno spazio green naturale, con cespugli di erbe selvatiche e fiori colorati, alti e fitti, sull'esempio dello stile inglese. Progetta un vialetto di pietra, materiale zen per eccellenza, che attraversa la natura rigogliosa e selvaggia, e realizza nicchie verdi con panchine di legno dove sederti a osservare la natura che offre benefici tutti per te. Aggiungi siepi di arbusti perenni, ricopri muri di cinta con rampicanti come l'edera e il glicine, sono piante che bene interpretano il concetto di verde che cresce e prospera in modo spontaneo. Un’idea in più? Dai un’occhiata alle piante più adatte a questo scopo!

Creare un angolo meditazione in giardino, tra verde , acqua e silenzio

2. Ispirati allo stile giapponese

Nello spazio zen del tuo outdoor deve regnare la calma: quindi oltre al verde rigoglioso non può mancare il mix di pietre, ghiaia e tanta acqua. Accompagna la tua passeggiata rigenerante nel verde con i passi giapponesi, un sentiero composto da pietre piatte di forme differenti. Attraversando un garden di ispirazione giapponese, tra aceri rossi, il pino silvestre, il ginepro blu i bonsai o una variante del mandorlo, devi arrivare all’acqua, il cuore dell’angolo zen. Se non hai creato un piccolo fiumiciattolo con cascatelle, puoi però acquistare una riposante fontana zen: il suono dell’acqua che scorre e che saltella nelle piccole cascatelle, è molto riposante. Questi consigli non ti bastano? Scopri come progettare un angolo relax in giardino, con suggerimenti per il massimo comfort!

Nell'angolo zen non può mancare l'acqua di una piccola fontana

3. Segui le regole del Feng-Shui

Se invece vuoi lasciarti ispirare dal Feng-Shui, devi organizzare gli spazi con metodo, così da fare circolare l'energia vitale per il benessere del corpo e della natura. Il sentiero del giardino deve avere curve e non angoli, anche gli angoli della casa vanno nascosti. Come ? Puoi piantare dei rampicanti verdi che, crescendo rivestiranno i muri di verde arrotondando i profili degli angoli. Nel tuo angolo zen in giardino ci deve essere una distesa di ghiaia e roccia: secondo il Feng-Shui le rocce sono isole perse nell’oceano composto dalla distesa di ghiaia, che devi increspare con il rastrello per creare le onde. Pianta le rocce in numero pari e in modo che siano stabili nel terreno così da non muoversi. Racchiudi questo spazio con le recinzioni di bambù, aggiungi la fontana zen il risultato ti lascerà a bocca aperta: siediti su una panca e osservalo ogni volta che hai bisogno di pace. Ricorda, non solo all’esterno: puoi progettare un ambiente rilassante anche interno alla tua casa ottenendo incredibili benefici sul tuo benessere psicofisico.

Il giardino giapponese offre ispirazioni per creare un angolo zen

Come hai visto, tra le diverse ipotesi di angolo zen in giardino, l'acqua è un elemento rilassante indispensabile. A questo punto, se sei un appassionato di fai da te non ti resta che costruire una fontana zen e posizionarla al centro, dandole un ruolo da protagonista. Ti piace l’idea e vuoi mostrarla ad altri appassionati? Iscriviti alla Community e lascia un commento!

AnnaZorloni
Agronoma
01/06/21-08:09 (modificato il 14/06/24-08:34)

La casa al mare viene vissuta, purtroppo, solo per brevi periodi all’anno, frequentemente nel periodo estivo, un po’ meno in inverno. Se hai un giardino, o una terrazza, il rischio è quello di trovare le piante in condizioni pessime, il più delle volte secche per averle trascurate nei lunghi periodi di assenza, motivo per cui ci si riduce a rinunciare ad avere piante nella casa al mare. In realtà, puoi scegliere alcune piante perenni adatte al tuo giardino o terrazza al mare, in grado di resistere alle condizioni climatiche che caratterizzano le località marine e a lunghi periodi di trascuratezza. Ecco 10 piante perenni per la tua casa al mare:

  • Bouganvillea
  • Callistemone
  • Oleandro
  • Sterlizia
  • Camedrio
  • Crassula
  • Metrosideros
  • Pitosforo
  • Poligala
  • Tamerice
    Una splendida fioritura estiva e il mare sullo sfondo... scopri quali piante coltivare nella tua casa al mare - foto dell'autriceUna splendida fioritura estiva e il mare sullo sfondo... scopri quali piante coltivare nella tua casa al mare - foto dell'autrice

Bouganvillea

Non può mancare nel giardino o sul terrazzo della casa al mare una Bouganvillea (genere compreso nella famiglia delle Nyctaginaceae). Falla arrampicare sul muro più esposto al sole, sorreggendola con fili di ferro tesi al muro: è un arbusto sarmentoso e molto vigoroso che si allunga per metri, andando a ricoprire ampie superfici di muro, pergolati, spalliere, griglie o altri sostegni sui quali vorrai farla crescere. Potrai scegliere la più classica Bouganvillea spectabilis o l’ibrido Bouganvillea x buttiana, dai fiori rosa-cremisi o rosa-magenta, ma anche varietà a fiori di colore viola (come la ‘Sanderiana’), arancio, rosso-ciliegia o bianchi. La Bouganvillea ti darà sicuramente molte soddisfazioni, fiorendo per tutta l’estate e colorando brillantemente la tua casa. Ricordati di concimarla se vuoi avere una fioritura ancora più intensa: somministra un prodotto specifico per piante ornamentali, seguendo le dosi e istruzioni in etichetta, per tutta l’estate. Spesso una Bouganvillea fa da cornice ad un panorama marino! - foto dell'autriceSpesso una Bouganvillea fa da cornice ad un panorama marino! - foto dell'autrice

Callistemone

Il Callistemone, Callistemon citrinus (famiglia delle Myrtaceae), si nota soprattutto in primavera quando è in piena fioritura: le sue infiorescenze sembrano degli spazzolini (per gli stami allungati ed evidenti del fiore), di un colore rosso-scarlatto molto brillante. Il Callistemone è un arbusto sempreverde con foglie ovali di consistenza coriacea, per questo motivo sono molto resistenti e rendono questa pianta adatta alle condizioni climatiche costiere. Lo sapevi che le foglie del Callistemone emanano un lieve profumo di limone? … motivo per cui viene chiamato “citrinus”. Tanti brillanti spazzolini rossi: la fioritura del Callistemone è uno spettacolo! - foto PixabayTanti brillanti spazzolini rossi: la fioritura del Callistemone è uno spettacolo! - foto Pixabay

Oleandro

Nerium oleander (famiglia delle Apocynaceae), l'Oleandro, è un arbusto molto diffuso nelle aree costiere: è, infatti, molto resistente alla siccità, alle alte temperature e al vento. E’ una specie sempreverde, con foglie lanceolate, lunghe e strette, di colore verde oliva, e consistenza cuoiosa. L’oleandro fiorisce per tutta l’estate: potrai scegliere varietà a fiori rosa, salmone, rossi, bianchi o gialli, di forma tubulosa, con corolla semplice o doppia. Se hai un animale domestico o bambini piccoli, però, presta attenzione, poiché i tessuti dell’oleandro contengono una sostanza tossica se ingerita! Se vuoi moltiplicare questa pianta, scopri come realizzare una talea di Oleandro. L'oleandro è una delle più classiche piante fiorite scelte per la casa al mare - foto PixabayL'oleandro è una delle più classiche piante fiorite scelte per la casa al mare - foto Pixabay

Strelizia

Strelitzia reginae (famiglia delle Musaceae) viene anche detta “uccello del paradiso” per la forma dei suoi bellissimi fiori, che sembrano uccelli colorati o, meglio, la cresta di un gallo, di colore arancione e viola, dal fascino esotico. La Strelizia è un cespuglio sempreverde, alto circa un metro, composto da foglie ovali-lanceolate e coriacee portate da lunghi piccioli eretti. Scopri come coltivare una pianta di Strelizia! In vaso o in piena terra, la Strelizia fiorirà per tutta l'estate - foto PixabayIn vaso o in piena terra, la Strelizia fiorirà per tutta l'estate - foto Pixabay

Camedrio

Teucrium fruticans (famiglia delle Labiatae) è un arbusto sempreverde adatto per aree litoranee, resistente anche al vento, con foglioline ovali grigio-verdi leggermente aromatiche. Viene molto apprezzato per i suoi fiorellini tubulosi bilabiati color lavanda, che si aprono per tutta l’estate. Poche cure richiede il Teucrium, generoso e rustico per ambienti costieri - foto Leroy MerlinPoche cure richiede il Teucrium, generoso e rustico per ambienti costieri - foto Leroy Merlin

Crassula

Infine, una pianta grassa, la Crassula ovata (famiglia delle Crassulaceae), molto apprezzata per le sue foglioline cicciotte, a forma di confetto, di colore verde che tende ad assumere sfumature rosse o violacee al sole. Questa specie non richiede nulla e si accontenta delle rare precipitazioni meteoriche. Inoltre, regala una bella fioritura in primavera, emettendo piccole infiorescenze composte da fiorellini bianchi a stella poco appariscenti. Per questa pianta, utilizza un concime specifico per piante grasse. Lo sapevi che questa pianta viene anche chiamata “albero di giada”? Le piante grasse o succulente, come la Crassula, sono le più adatte per un giardino caldo e assolato - foto PixabayLe piante grasse o succulente, come la Crassula, sono le più adatte per un giardino caldo e assolato - foto Pixabay

Metrosideros

Metrosideros excelsea (famiglia delle Myrtaceae) ricorda un po’ il Callistemone per la bellezza dei suoi fiori, che in questa specie sono ciuffi (gli stami del fiore), di colore rosso brillante. E’ un arbusto sempreverde con foglie ovali e cuoiose, di colore verde scuro ricoperte di una lieve lanugine bianca. Anche il vivacissimo Metrosideros è adatto al clima costiero; sceglilo per la tua casa al mare! - foto PixabayAnche il vivacissimo Metrosideros è adatto al clima costiero; sceglilo per la tua casa al mare! - foto Pixabay

Pitosforo

Pittosporum tobira (famiglia delle Pittosporaceae) è immancabile nelle zone di mare: è un arbusto sempreverde dalla chioma fitta e uniforme, formata da lucide foglie ovali e coriacee. A primavera i suoi fiori diffondono un dolce profumo nell’aria: sono piccoli e campanulati, di colore bianco-crema, riuniti in mazzetti terminali. Dopo la fioritura si formano le capsule che, aprendosi, lasciano intravedere al loro interno piccoli semi rossi. Sempreverde e fitto, il Pitosforo in primavera è anche molto profumato grazie ai suoi fiori - foto Leroy MerlinSempreverde e fitto, il Pitosforo in primavera è anche molto profumato grazie ai suoi fiori - foto Leroy Merlin

Poligala

Poligala myrtifolia (famiglia delle Polygalaceae) è un arbusto sempreverde, non più alto di un metro, che forma cespugli folti di foglie ovali di colore verde scuro, molto simili a quelle del mirto (da cui il nome della specie). Fiorisce per tutta l’estate ricoprendosi di fiori papilionacei di colore bianco-porpora riuniti in infiorescenze terminali a racemo. Un cespuglio di Polygala, con i suoi fiori viola, è adatto al clima costiero - foto Leroy MerlinUn cespuglio di Polygala, con i suoi fiori viola, è adatto al clima costiero - foto Leroy Merlin

Tamerice

Tamarix ramosissima (famiglia delle Tamaricaceae) è un arbusto molto decorativo e adatto al clima delle aree costiere. E’ un cespuglio dai rami flessuosi, di colore rosso-marrone, che portano foglie minute e aghiformi. La Tamerice fiorisce in estate, ricoprendo la sua chioma vaporosa con numerosi piccoli fiori rosa, riuniti in infiorescenze a racemo dall’aspetto piumoso che si muovono leggiadre sotto la brezza. Le Tamerici al sole regalano una timida ed elegante fioritura - foto Leroy MerlinLe Tamerici al sole regalano una timida ed elegante fioritura - foto Leroy Merlin

Prenditi cura delle piante nella casa al mare

Le specie descritte sono tutte adatte al clima delle aree costiere, quindi caldo e siccitoso: sono tutte specie che non chiedono molta acqua, se non nei periodi più caldi dell’anno. Ti consiglio, sempre, di allestire un impianto d’irrigazione localizzato e automatizzato. Ti consentirà di non doverti preoccupare della bagnatura delle tue piante, sia che siano coltivate in giardino, quindi in terra, sia in vaso sul terrazzo. Dota ogni pianta di uno o due gocciolatori, in modo tale che possa ricevere l’acqua a lei necessaria, quindi imposta il timer e il volume di adacquamento secondo le necessità. Le esigenze idriche delle piante variano in funzione della stagione e potrai spegnere l’impianto con l’arrivo dell’inverno, quando non avranno bisogno di acqua per qualche mese. Se non sai come allestire un impianto d’irrigazione, e vuoi imparare ad utilizzarlo nel migliore dei modi, guarda il tutorial “Come installare un irrigatore a goccia”. Puoi anche optare per un kit d'irrigazione autonoma, non collegato al rubinetto, ma a taniche d'acqua: può servire per bagnare 10 piante. Il kit d'irrigazione dotato di tanica può servire fino a 10 piante - foto Leroy MerlinIl kit d'irrigazione dotato di tanica può servire fino a 10 piante - foto Leroy Merlin

Ricordati di nutrire le tue piante!

Anche se sono tutte specie poco esigenti, un piccolo “aiutino” dall’esterno non potrà che renderle ancora più belle e rigogliose, soprattutto se coltivate in vaso: non sempre, infatti, le piante ottengono tutti gli elementi nutritivi di cui hanno bisogno dalla terra che hanno a disposizione. Somministra un prodotto specifico per piante fiorite, seguendo dosi e modalità indicate in etichetta. Un concime granulare a lenta cessione, fornito a inizio stagione, ti consentirà di fornire nutrimento alla pianta in maniera graduale, per le settimane a venire, aiutandola ad affrontare la fioritura e l’attività vegetativa più forte e vigorosa. Se hai bisogno di altri suggerimenti per coltivare le tue piante, iscriviti alla Community di Leroy Merlin e fai le tue domande agli esperti di giardinaggio nella sezione "Parla con l'esperto".
Se hai dubbi di giardinaggio, fai le tue domande al Mastro Giardiniere sulla Community di Leroy Merlin Se hai dubbi di giardinaggio, fai le tue domande al Mastro Giardiniere sulla Community di Leroy Merlin
Leggi anche quali piante scegliere per un balcone mediterraneo. E tu, quali piante hai scelto per la tua casa al mare? Raccontamelo nei commenti qui sotto.

Antonella.M
Esploratore
01/06/21-06:00 (modificato)

L'Olio di Neem è un rimedio ecologico molto potente per difendere in modo naturale la tua casa da insetti, acari, funghi e batteri. Soprattutto durante la stagione estiva. Scopri di più sull’olio di Neem con la Community!

Olio di Neem rimedio ecologico contro insetti, acari, funghi e batteri Olio di Neem rimedio ecologico contro insetti, acari, funghi e batteri

Che cos’è l’olio di Neem?

L’olio di Neem è un potente repellente anti zanzare naturale grazie al suo forte odore. La pianta di Neem cresce nelle zone tropicali. Bastano poche gocce di olio di Neem applicate sulla manica della maglietta o sull’orlo dei pantaloni e le zanzare, durante le calde serate d’estate, non daranno più nessun fastidio. L’olio Neem è ovviamente un prodotto 100% naturale ed è perfetto come sostitutivo agli aggressivi e tossici prodotti chimici presenti sul mercato per tenere alla larga zanzare e insetti.

L’insetticida fungicida FLORTIS è un prodotto pronto all’uso, a base di olio di Neem. Un rimedio naturale che migliora la salute complessiva delle piante, aumentando la naturale resistenza a infestazioni e malattie. È ecologico e sicuro per l’ambiente. Se usato correttamente, non è tossico per mammiferi, uccelli e animali acquatici.

Olio di Neem rimedio ecologico contro insetti, acari, funghi e batteri Olio di Neem rimedio ecologico contro insetti, acari, funghi e batteri

Le proprietà dell’Olio di Neem

Come chiarito, l’olio di Neem ha proprietà insettifughe e insetticida. Tiene lontano le zanzare senza danneggiare l’ambiente: un prodotto ecosostenibile e rispettoso della natura. Il segreto è racchiuso nel principio attivo del Neem, il quale agisce sugli ormoni degli insetti dannosi, come le zanzare, impedendone l’azione. Si tratta dell’azadiractina, il principio attivo che risulta particolarmente fastidioso a parassiti e insetti. Questo principio attivo del Neem influenza il comportamento delle zanzare perché le confonde facendo in modo che abbandonino le loro attività naturali di riproduzione, posa delle uova e anche nutrimento.

L’Olio di Neem risulta essere un rimedio ecologico non solo contro insetti e zanzare ma anche contro acari, funghi e batteri. Non ha nessuna efficacia invece contro gli insetti per così dire “buoni”.

Olio di Neem rimedio ecologico contro insetti, acari, funghi e batteri Olio di Neem rimedio ecologico contro insetti, acari, funghi e batteri

Diversi utilizzi dell’olio di Neem

L’olio di Neem è un prodotto molto versatile.

È indicato per la protezione contro le zanzare, utilizzabile anche per proteggere bambini e animali domestici, perché totalmente naturale. Può essere utilizzato anche per alleviare il dolore e il gonfiore sulle punture di zanzare. Applicandone una goccia sulla puntura e massaggiando per pochi secondi, si riduce il gonfiore e si allevia il prurito.

L’olio di Neem serve anche a prevenire il problema come larvicida: evita la formazione di depositi di uova di zanzare nelle acque stagnanti in sottovasi, vasi e grondaie.

È anche un antiparassitario naturale contro pulci e zecche negli animali domestici e contro le zanzare che nei cani sono portatrici della letale leishmaniosi.

Non solo. Nell’agricoltura biologica, può essere nebulizzato su vaste aree per proteggere le colture e i giardini da attacchi di insetti che potrebbero danneggiare la vegetazione.

![Olio di Neem rimedio ecologico contro insetti, acari, funghi e batteri](!(https://img.tokywoky.com/message-images/b7e70f12-b2aa-4ccf-9447-fb157828d5c9.jpg) Olio di Neem rimedio ecologico contro insetti, acari, funghi e batteri

Zanzariere sostenibili: tenere lontano gli insetti in modo naturale

Un altro modo per difendersi dalle zanzare in casa è indubbiamente legato all’utilizzo delle zanzariere ecologiche. Si tratta di una scelta sostenibile per tenere a distanza in modo naturale zanzare, mosche e altri insetti, un’alternativa all'uso di pesticidi e sostanze chimiche, soprattutto durante le stagioni più calde, primavera ed estate. Leggi qui l’articolo completo!

Tutti i vantaggi di installare una zanzariera in casa Tutti i vantaggi di installare una zanzariera in casa

Hai trovato interessante l’articolo? Per qualsiasi curiosità scrivi alla Community, saremo felici di rispondere alle tue domande! Dai un'occhiata alle numerose proposte di Leroy Merlin e trova i prodotti più adatti alle tue esigenze!

MaraLocatelli
Sostenitore 🏋️‍♀️
31/05/21-17:16 (modificato)

In un giardino, i fiori non sono solo un elemento decorativo che fa colore, ma servono anche a mantenere viva la biodiversità. Se ami vedere le farfalle svolazzare, puoi riempire il tuo giardino di piante che attirano le farfalle. Sì perché non tutti i fiori sono prediletti da questi insetti così aggraziati, leggeri e colorati. Il segreto sta tutto nel distribuire la giusta quantità di piante e fiori attira farfalle. Con questo gesto, oltretutto puoi creare un piccolo paradiso per questi insetti minacciati dall’uso eccessivo di pesticidi.

Così creai un giardino di fiori attira farfalle - Pixabay Così creai un giardino di fiori attira farfalle - Pixabay

Come coltivare le piante attira farfalle

Questi insetti maestosi, tanto leggeri quanto aggraziati, facilitano anche il lavoro dei giardinieri grazie alla loro attività di impollinatori. Attirare le farfalle nel tuo giardino è un'arte che coltivi seminando e piantando i loro fiori preferiti. Ricorda che i bruchi sono attratti dalle piante per riprodursi e le farfalle cercano i fiori dai quali attingere il nettare di cui si nutrono. La presenza delle giuste piante attira le farfalle permette loro di banchettare. Passano da un fiore all’altro, prendono il polline e assicurano la fecondazione tra i fiori proprio come fanno le api, altro insetto minacciato dall’uso spropositato di diserbanti. Ti sarà chiaro, quindi, che se vuoi ospitare fiori attira farfalle devi scordarti di utilizzare i pesticidi. Puoi solo difendere il tuo giardino con i rimedi naturali.

La pianta attira la farfalla con il suo nettare - Pixabay La pianta attira la farfalla con il suo nettare - Pixabay

Piante che attirano le farfalle e danno ospitalità ai bruchi

Organizza il tuo giardino in modo da avere uno o più angoli soleggiati e ben riparati dal vento, poi semina le piante che attirano le farfalle. Le piante e i fiori che producono molto nettare sono sicuramente le più gradite alle farfalle. Ma anche i bruchi hanno bisogno di accoglienza. Le piante aromatiche che attirano le farfalle, di solito sono apprezzate anche dai bruchi. Ma se non vuoi offrirle al palato goloso dei bruchi, opta per belle siepi di biancospino e prugnoli. Se vuoi lasciare un angolo di prato selvaggio con tante ortiche, i bruchi ne andranno matti. Con un muretto ricoperto di edera o qualche casetta da giardino, avrei creato un'oasi perfetta per offrire il riparo che cercano quando vanno in letargo.

Piante che attirano le farfalle e offrono riparo ai bruchi - Pixabay Piante che attirano le farfalle e offrono riparo ai bruchi - Pixabay

Un giardino di fiori attira farfalle

Ora che hai pensato ai bruchi, puoi dedicare una porzione di giardino ai fiori attira farfalle. Là, dove hai creato l’angolo selvaggio con l’ortica puoi aggiungere la borragine, erba buonissima anche nelle zuppe e nel ripieno dei ravioli, che le farfalle adorano il loro piccolo fiori blu pieni di nettare. Entrambe le piante ti assicureranno l’arrivo di splendide farfalle di diverse specie. Con i suoi magnifici fiori attira farfalle che sbocciano per tutta l’estate la Buddleja, detta anche Albero delle Farfalle, è una garanzia se vuoi vedere svolazzare ali multicolori per il tuo giardino. Ovviamente arriveranno anche le api, ma questo è solo un bene. L’euforbia, che molti a torto considerano solo un’erbaccia da rimuovere dal giardino, in realtà con i suoi fiori che trasudano la sostanza lattiginosa è un’ottima fonte di nettare per farfalle e anche colibrì. A volte ci si chiede quali piante aromatiche attirano le farfalle, e ci si dimentica che anche molte piante medicinali hanno fiori attira farfalle: l’echinacea, con i suoi fiori simili a grandi margherite, la valeriana con le belle fioriture a grappolo bianche e rosa, la ruta che con i suoi fiori gialli e le foglie aromatiche è molto apprezzata anche dai bruchi destinati a diventare farfalle. Con questo mix di fiori e piante il tuo giardino si trasformerà in un paradiso per le farfalle.

La Buddleja è un fiora attira farfalle, detto l'Albero delle farfalle - UnsplashLa Buddleja è un fiora attira farfalle, detto l'Albero delle farfalle - Unsplash

Ti è venuta voglia di seminare tanti fiori colorati che piacciono alla farfalle? Non perdere tempo, la natura te ne sarà grata. E se vuoi altri consigli per colorare il tuo giardino estivo dai un'occhiata ai suggerimenti per coltivare i fiori dell'estate.