Community

Home
Magazine della casa

Magazine della casa

Vivi la tua passione per la casa e il giardino, scopri le ultime tendenze di stile e trova nuovi spunti per i tuoi progetti con gli articoli della nostra redazione.
Tutti gli articoli
I miei articoli
Creare un articolo
Tutto Bagno e arredo bagnoGiardino e TerrazzoDecorazione e IlluminazionePavimenti e rivestimentiVerniciCucinaOrdine e sistemazioneFalegnameria ed EdiliziaUtensileria e FerramentaFinestre, porte e scaleElettricità, automazioni e Smart HomeClimatizzatori, stufe e idraulicaNataleEventi e iniziative community
MaraLocatelli
Community Expert
23/06/22-16:14 (modificato)

Con l’arredamento della seconda casa ci si concede sempre un po’ più di libertà. L’atmosfera deve essere quella leggera e informale della casa delle vacanze, dove riposarsi nei weekend per staccare dal lavoro, programmare fughe intime per chiudere il resto del mondo fuori o dove ospitare amici per cene numerose. In base alla località, al proprio stile di vita e alla personale concetto di vacanza perfetta, puoi apportare qualche modifica, magari piccola ma fondamentale per rendere ancora più indimenticabili i tuoi soggiorni di relax. Vediamo alcune idee per arredare casa al mare o in montagna, luoghi tradizionali di vacanze lunghe, e qualche suggerimento per arredare casa al lago o in campagna, dove più facilmente ci si regalano weekend tutto l’anno. Scopri come portare al tuo rifugio più comodità con un pizzico di originalità.

Regala all'arredamento della tua seconda casa più comodità-Ispirazione Leroy Merlin

Idee per arredare casa al mare con praticità

Il bianco e il blu sono i colori che si scelgono più spesso per arredare casa al mare. Perché questa è la combinazione perfetta, sottolineate direttamente dalla natura, per aumentare la sensazione di freschezza e sentire il mare un po’ più vicino, anche quando magari è distante da casa. Di solito ci si concentra sul soggiorno, cercando idee per arredare casa al mare con oggetti e decori che, tra pesci, conchiglie e tartarughe evocano il mood da spiaggia. Ti suggerisco, però, di prestare molta attenzione al bagno, che di solito nella casa di vacanze è uno solo. Lo si usa spesso tra docce frequenti per togliere caldo e salsedine dalla pelle, e per prepararsi prima di uscire la sera. Per tenerlo pulito e in ordine, senza perdere tempo, scegli bene arredi e materiali. Con un capiente mobile sottolavabo
dotato di numerosi cassetti o ante, che puoi anche affiancare a un mobile a colonna in colore a contrasto, non rimarrà più niente in giro. Punta sulla comodità di mobili e dei sanitari sospesi, sono molto più pratici per pulire a terra rapidamente. Se posi uno scenografico pavimento effetto marmo blu in resistente gres porcellanato, che non teme graffi di sabbia e macchie di creme e lozioni, unisci funzionalità ed estetica in colpo solo.

Idee per arredare casa al mare con un bagno sempre pulito e in ordine- Leroy Merlin

Come arredare casa in montagna rustica e chic

Uno chalet ad alta quota, le travi al soffitto, la pietra alle pareti e un camino pronto a scoppiettare. La migliore scenografia del rifugio in montagna è questa. Da copiare anche in un moderno appartamento affacciato sulle piste da sci. Queste idee per arredare casa in montagna si calano alla perfezione nella camera da letto che, dopo una giornata di neve, sport e cene ricche, deve essere calda, accogliente e altamente soporifera. Per dormire sonni rigeneranti punta sempre sui colori chiari. Puoi decorare il soffitto con travi a vista in poliuretano e scaldare le pareti della camera da letto con un rivestimento decorativo effetto pietra in gres porcellanato.
Ricordati, però, che l’altro elemento immancabile quando si tratta di trovare idee per arredare casa in montagna è il pavimento effetto parquet, che sembra legno ma è gres porcellanato. Perfetto per ogni ambiente della casa, bagno e cucina incluse.

Pietra e legno offrono spunti e idee per arredare casa in montagna- Leroy Merlin

Devi arredare casa al lago? Sfrutta l’outdoor

Chi ha una casa al lago, ama la vita all’aperto tutto l’anno. Il lago addolcisce il clima e rende miti anche le giornate delle stagioni più fredde. Arredare una casa al lago senza dedicarsi con cura all’organizzazione del outdoor sarebbe imperdornabile. Una struttura resistente da utilizzare tutto l’anno come elegante e comodo gazebo per pranzare fuori e ripararsi dal vento è un’ottima idea. Il moderno barbecue
offre la soluzione ideale per grigliate improvvisate con gli amici quando ci si ferma solo il weekend, o dopo una giornata di pesca ricca. E quando le serate cominciano a rinfrescare, basta accendere il riscaldatore elettrico ad altezza regolabile per continuare a rilassarsi all’aria aperta e godersi tutta la vacanza.

Arredare casa al lago con un occhio attento allo spazio esterno- Leroy Merlin

Idee per arredare casa di campagna, calda e accogliente

L’ingresso è la cucina sono i punti nodali quando si decide come arredare la casa in campagna. L’entrata deve essere ben organizzata con un mobile adatto per raccogliere scarpe, giacconi e stivali utilizzati per scampagnate, giardinaggio e lavori nell’orto. Una bella cassapanca contenitore è perfetta per scarpe e stivali, ed è pratica se in casa ci sono bambini che possono cambiare e riporre le scarpe in autonomia. In campagna, dove è più facile reperire ortaggi direttamente dal contadino, avere uova fresche dal pollaio e dove l’aria pulita e la vita all’aperto stimolano l’appetito, ci si può concentrare con maggiore attenzione sulla cucina. Ante a vetro, sportelli in legno bianco sagomato, una scenografica cappa a vista, e al centro un grande tavolo in legno grezzo che completa il sapore rustico, tipico delle case di campagna: il cuore delle vacanze in famiglia è tutto lì. Lo stile country della cucina moderna regala tanto calore e voglia di condivisione: perché è più bello cucinare, preparare marmellate e infornare torte, mentre le persone care sono riunite nella stessa stanza.

Idee per arredare casa in campagna con una grande cucina- Leroy Merlin

Ci sono tante idee per rendere l’arredamento della seconda casa più confortevole, a me piace partire dalle stanze che ritengono più importanti in base al tipo di vacanza che faccio. Questo significa che molti suggerimenti che ti ho fornito sono intercambiabili. Le idee per arredare casa al mare per esempio funzionano bene per arredare casa al lago, se passi l’estate a tuffarti e navigare in acqua dolce. E lo stesso vale al contrario. Raccontami quali sono le tue vacanze tipo e ti fornirò qualche suggerimento personalizzato.

ValeriaBonatti
Architetto
21/06/22-21:08 (modificato)

Scegliere le piastrelle per bagno e cucina desta sempre un dubbio. L’idea che la superficie non sia omogenea, ma interrotta dalle fughe che, anche se sottili, creano comunque una frammentazione sia fisica che estetica. Per quanto il grès porcellanato abbia ampliato in questi ultimi decenni la sua gamma stilistica fino a sostituire egregiamente anche il marmo, la pietra e il legno, a volte si tende a considerare la resina come ad una valida alternativa, anche se più costosa, per ovviare al problema delle fughe che spezzano il disegno e finiscono sempre per rovinarsi e diventare nere di sporco e di muffa. Oggi però c’è un’alternativa, nata dal GreenLab di Kerakoll: Fugabella Color, che rivoluziona in modo biofiendly il mondo delle fughe. Questo prodotto innovativo, dalle qualità straordinarie, trasformerà la tua idea di parete piastrellata. Scommettiamo?

Il colore dello stucco diventa parte integrante del design – Leroy Merlin

Alcune problematiche degli stucchi tradizionali

Tradizionalmente gli stucchi per piastrelle sono a base cementizia e presentano delle caratteristiche, non proprio positive, ben note sia ai posatori, sia agli utenti, che siano essi architetti progettisti o committenti. Prodotto che cambia consistenza in fase di posa, che diminuisce di volume asciugandosi, lasciando le fughe riempite a metà, o che presenta disomogeneità o variazione cromatica. Per non parlare poi delle macchie biancastre che compaiono col tempo, dovute alle efflorescenze saline e calcaree e alle muffe nerastre decisamente poco salubri, oltre che antiestetiche. Gli stucchi epossidici in parte risolvono queste problematiche, ma hanno l’inconveniente di essere più cari.
La costante ricerca di Kerakoll ha portato ad unire questi due materiali, cementizio ed epossidico, esaltando le qualità positive di entrambi in una nuova tecnologia ibrida.

La costante ricerca Kerakoll nel suo GreenLab – Leroy Merlin

Le qualità tecniche incomparabili di Fugabella Color

Ma quali sono dunque le caratteristiche di Fugabella Color? Diciamo che ti darà grandi soddisfazioni a partire dalla posa, se vorrai cimentarti con l’aiuto dei nostri tutorial. Il prodotto, una volta miscelato nelle giuste proporzioni, rimane fluido a lungo (e quindi facile da stendere), senza la necessità di aggiungere acqua. Né c’è bisogno di ulteriori passaggi, perché lo stucco non si ritira, tanto ne metti tanto ne resta. E una volta asciutto? Anche dopo scoprirai che Fugabella assorbe pochissima acqua, anzi, è praticamente idrorepellente il che, oltre ai suo componenti bioattivi, lo rende non aggredibile da batteri e calcare. E’ estremamente duro e resistente agli acidi e ai detergenti, quindi praticissimo anche nella manutenzione. Dimenticati quindi buchi, ingiallimenti, muffe e variazioni di colore. Ah ecco, è giunto il momento di parlare di colore!

Dalla posa al colore, insuperabile Fugabella – Leroy Merlin

Le piastrelle prendono vita con le fughe colorate

E’ finito il tempo di considerare le fughe tra le piastrelle un semplice collante e riempitivo. Con gli stucchi colorati di Mapei e Kerakoll, è possibile rendere le fughe parte integrante della composizione estetica della parete. A te cosa piacerebbe fare? Potresti decidere di esaltarne il reticolato con un colore a contrasto rispetto alla ceramica e di creare così uno stile dal carattere forte ed elegante in cui la tonalità delle fughe riprende elementi di arredo o pareti in abbinamento. Colori come il giallo o il rosso sono perfette per un ambiente Pop o Color Jungle in cui le fughe colorate trasformano completamente una parete di semplici piastrelle bianche.

Fughe colorate nei toni accesi per uno Stile Color Jungle – Leroy Merlin

In alternativa utilizza il colore delle fughe per scegliere liberamente le piastrelle che preferisci, ma non rinunciare all’uniformità di una parete che sarebbe, per sua natura, frammentata. Un tono su tono, come il grigio scuro per le piastrelle Sonik Hexagon black, o una sfumatura diversa quel tanto che basta per dare solo un leggero senso di movimento e profondità. Questo significa fare delle fughe un elemento di design. E questo è ciò che Kerakoll ha reso possibile con la creazione, su idea del designer Piero Lissoni, di Fugabella Color in ben 50 colori differenti, che formano una tavolozza di tonalità eleganti e raffinate. Ma la cura e l’attenzione al dettaglio di Kerakoll non finiscono qui, perché nelle stesse identiche tonalità trovi anche il silicone sigillante, strumento indispensabile per bagni e cucine.

Piastrelle e fughe dello stesso colore per una parete uniforme – Leroy Merlin

Fughe colorate green per la bioedilizia

Ma perché quello di Kerakoll si chiama GreenLab? Perché oggi è impensabile produrre vernici e materiali costruttivi, ma in realtà qualsiasi cosa, senza tenere in considerazione la nostra salute e la salvaguardia del pianeta. L’edilizia deve diventare bioedilizia se vogliamo vivere e tramandare un mondo migliore. Così anche delle semplici fughe per piastrelle si trasformano nell’occasione di fare un passo avanti. Come? Intanto abbiamo già parlato delle qualità di Fugabella Color, che sono dovute all’utilizzo di pigmenti minerali e alla sostituzione del cemento Portland con leganti puri e naturali. Gli ingredienti sono formati da sostanze bioattive e naturali, con il risultato di avere un bassissimo contenuto di VOC e nessun rilascio di sostanze che in qualche modo compromettano la qualità del prodotto e, al tempo stesso, la nostra salute, il che cataloga questo prodotto come Eco4. Se hai qualche dubbio, fai questa prova: hai presente quella parte, sull’etichetta dei prodotti per l’edilizia o delle vernici, che ti indica i pericoli, la tossicità, i rischi? Sulla confezione di Fugabella non c’è. E non è una svista!

Tutte le caratteristiche bio di Fugabella le trovi chiare sulla confezione – Leroy Merlin

Ora puoi sfruttare in tutta tranquillità l’idea di comporre le pareti di casa sfruttando le fughe come elemento cromatico. Con l’ampia gamma di colori a disposizione hai una possibilità di combinazioni praticamente infinita. Facci sapere quale sarà la tua!

ValeriaBonatti
Architetto
21/06/22-14:11 (modificato)

Ogni tanto guardo sconsolata il mio bagno e penso che dimostra proprio tutti gli anni che ha, che non sono molti, ma si sa, con l’uso quotidiano e il calcare sempre in agguato la rubinetteria è la prima a cedere esteticamente, e non solo. Peccato, perché il resto non è male, ma chi ha voglia di chiamare l’idraulico e sostituire tutto? Non vorresti anche tu una soluzione più semplice? La soluzione c’è e ci ha pensato Grohe! Con la rubinetteria per bagno e cucina QuickFix puoi sostituire in modo rapido e autonomo i vecchi miscelatori di casa tua, e il bagno tornerà ad avere lo splendore e la funzionalità del primo giorno. Basta poco per cambiarsi la vita!

Porta praticità e freschezza in cucina con i miscelatori GROHE Start – Leroy Merlin

QuickFix: la soluzione perfetta per ogni bagno

Questo progetto è nato dalla volontà di Grohe di soddisfare le esigenze delle persone che vogliono vivere la propria casa in modo differente, anche dedicando più tempo a prendersene cura in modo autonomo. QuickFix offre una gamma di miscelatori per bagno estremamente versatile, che comprende misure diverse, così da adattarsi facilmente ad ogni situazione preesistente. Ogni prodotto ha un design moderno, fresco ed elegante, perfetto per qualsiasi stile. Impossibile non innamorarsene, anche perché Grohe ha posto come sempre attenzione, oltre all’estetica, anche alla funzionalità.

Soluzioni QuickFix per il bagno – Leroy Merlin

Sorprendentemente facile con Quick Tool, Quick Guide, Quick Video.

Il video di presentazione di questa nuova linea mi ha davvero divertito. Arriva il pacco contenente il nuovo miscelatore, famiglia entusiasta e, mentre il papà si organizza con attrezzi, chiavi inglesi, tuta da lavoro e buona volontà di fare la sua parte di uomo di casa, la mamma e la bambina danno un occhio alle istruzioni e in quattro e quattr’otto montano il rubinetto. Ma sarà davvero così? Assolutamente sì! Le istruzioni sono sintetiche e chiare, degne del nome QuickGuide. Ma ciò che le rende facili da seguire è la semplicità del sistema di montaggio, che prevede pochissimi passaggi e l’uso di un solo strumento, il QuickTool 3 in 1, fornito nella scatola. E se proprio dovesse restarti ancora qualche dubbio non devi far altro che inquadrare il QR Code e guardare il QuickVideo che ti mostra, passo dopo passo, le semplici operazioni da eseguire e qualche trucco anche per i meno esperti. Sai che ti dico? Ora non hai davvero più scuse!

Montaggio semplice, come bere un bicchier d’acqua – Leroy Merlin

Grohe Start per rinnovare la cucina

Grohe ha pensato ad una linea anche per la cucina. Potrai rinnovare il look con dei miscelatori dal design davvero accattivante e una particolare attenzione a praticità e sicurezza. Il sistema di montaggio FastFixation Plus è, se possibile, ancora più semplice di quello per i rubinetti del bagno, non avendo bisogno di alcun attrezzo. Per il tuo lavello potrai scegliere tra diversi modelli e due finiture, la cromata Starlight, per un tocco di lucentezza in cucina, e la satinata Super Steel, se preferisci una raffinata nota Industrial. Di sicuro, qualsiasi modello tu scelga, avrai la certezza di eleganza, ma soprattutto di sicurezza. I canali interni del miscelatore, infatti, grazie al sistema GroheZero, sono rivestiti con uno strato isolante che fa sì che l’acqua non venga mai in contatto con piombo o nichel.

La soluzione Grohe Start per la cucina – Leroy Merlin

Grohe per l’ambiente

Se ancora le caratteristiche di questi prodotti non ti hanno convinto, c’è un altro aspetto importante da considerare. Grohe si sta impegnando da anni per la salvaguardia della salute nostra e del pianeta. Alcuni esempi? I miscelatori sono forniti della tecnologia EcoJoy integrata, che riduce lo spreco di acqua miscelandone il flusso con l’aria. Ma c’è anche il sistema GROHE SilkMove ES, una combinazione intelligente di risparmio energetico e controllo dell'acqua. La leva del miscelatore in posizione centrale di chiusura eroga solo acqua fredda evitando in tal modo l’accidentale azionamento dello scaldabagno e favorendo il risparmio energetico. Ma l’anima verde di Grohe tocca anche gli aspetti della produzione e della distribuzione: da aprile 2020 il brand produce in tutto il mondo a zero emissioni si CO2 compensando le proprie emissioni non evitabili e ha eliminato i materiali plastici non necessari dal proprio packaging, sostituendolo con alternative più sostenibili. Tutti motivi che, nella scelta, fanno la differenza.

Grohe ha a cuore la salute di tutti e del pianeta – Leroy Merlin

La serietà di un brand come Grohe non lascia dubbi quando si tratta di scegliere. E te lo dimostra una volta di più con il suo sistema di filtrazione Grohe Blue, che ti permette di avere a disposizione acqua buona e sana, naturale o frizzante, direttamente dal rubinetto di casa, riducendo così drasticamente l’utilizzo (e lo smaltimento) delle bottiglie di plastica. Dì la verità, hai ancora dubbi?

Elisa_Pivetti
Home Stylist
20/06/22-09:28

Sono tanti i lettori incalliti che non riescono più a organizzare i propri libri cercando di valorizzare la tua collezione, senza rischiare un effetto caotico e senza comprometterne la consultazione. Proviamo a vedere insieme alcune possibilità per organizzare al meglio la libreria di casa!

Trovare un sistema per raggrupparli

È una scelta molto personale: alcune persone scelgono di tenere vicini i libri dello stesso autore, altre dividono per colore della copertina o per casa editrice, che solitamente mantiene gli stessi formati.
Un’altra opportunità è quella di ricorrere all’ordine alfabetico, per autore o per titolo con un forte richiamo al sistema utilizzato dalle biblioteche! Quale che sia la tua scelta, posizionare i libri secondo un criterio ti permetterà di sfruttare al meglio gli spazi: guarda come nella libreria a sei ripiani Riga ogni serie di libri viene collocata nel punto giusto per lei!
Libreria a sei ripiani Riga - Leroy Merlin

Seguire un modulo

Per ottenere un effetto ordinato senza dover riposizionare alla perfezione libri e suppellettili un valido alleato è il ricorso a mobili caratterizzati dall’utilizzo di un modulo. I cubi che compongono la libreria Berlino, ad esempio, sono perfetti: anche riempiti in modo non uniforme manterranno il loro profilo netto e strutturato! In alternativa si può ricorrere a mobili componibili sfruttando la ripetizione dei loro moduli.
Libreria Berlino - Leroy Merlin

Non sovraccaricare

Lasciare sempre qualche spazio libero è necessario per rendere più piacevole qualsiasi libreria: gli spazi vuoti, oltre a rilassare la vista, servono per immaginare e lasciare posto al futuro! La libreria a cinque ripiani Madrid è già predisposta a questo tipo di dinamismo grazie al suo design asimmetrico. Posizionando correttamente dei soprammobili come fiori, piante o oggetti vintage si potrà bilanciare lo spazio riservato ai libri e così l’effetto “troppo pieno” è scongiurato.
Libreria Madrid - Leroy Merlin

Posizionare la libreria

Solitamente la libreria viene pensata come un mobile che sfrutti lo spazio in altezza, quindi si immagina una parete piuttosto ampia e completamente libera da riempire con una struttura ad hoc. Ma possono esserci soluzioni differenti come quelle che sfruttano lo spazio di una nicchia in un muro o che valorizzano la lunghezza di una stanza con una libreria bassa e continua, nel corridoio o sotto il letto dei ragazzi! C’è anche la possibilità di creare la propria libreria personalizzata facendo una composizione di mensole a cubo!
Composizione di mensole a cubo SPACEO - Leroy Merlin

Illuminazione ad hoc

Come al solito si può studiare l’illuminazione della libreria a seconda dell’effetto desiderato: si può optare per delle luci fredde, per un'illuminazione più intensa, oppure per quelle calde per un effetto più avvolgente. Faretti a incasso o strisce luminose a LED saranno i nostri alleati se vogliamo mettere in risalto alcune porzioni di libreria. Se abbiamo un libro preferito o che consultiamo spesso, invece, potremmo trovare divertente posizionare sopra di esso un faretto come il modulo LED Sveva INSPIRE!
Modulo LED Sveva INSPIRE - Leroy Merlin

Non abbiamo parlato di soluzioni a muro perché non tutti hanno la possibilità di forare i muri ma, se fosse il tuo caso, potresti trovare interessante ricorrere a mensole dal design particolare o scegliere di realizzare delle mensole fai da te, idee per living, camera e cameretta!
Facci sapere come decidi di organizzare la tua libreria!

Elisa_Pivetti
Home Stylist
20/06/22-09:07 (modificato)

Come dare un tocco esotico alla tua casa? Ami le stampe animalier che ricordano il manto di animali come il leopardato, il tigrato, lo zebrato, il pitonato? Puoi usarle anche in casa ma dosandole al meglio: segui i consigli della Community per non sbagliare…

Maculato sulle pareti – Leroy Merlin

Carta da parati animalier

Lo stile animalier si adatta a tutte le stanze della casa come soggiorno, cucina o camera… L’importante è non esagerare per non appesantire la composizione rendere l’ambiente piacevole ed affascinante. Se non hai pausa di osare, puoi rivestire una parete della camera, ad esempio, con una carta da parati animalier, come la carta da parati leopardo marrone; abbina arredamento dai colori tenui chiari, come il beige e il bianco, e trascorrere il tempo nella tua camera ti sembrerà un viaggio in posti esotici lontani… In relazione ai colori della tua casa, puoi scegliere questa carta da parati anche in altri colori, come il nocciola, il verde o il rosa: molto chic!

Maculato sulle pareti – Leroy Merlin

Stampe esotiche

Se ti piacciono i soggetti tipici dello stile animalier ma non ti senti pronto ad intervenire su una parete con la carta da parati, potresti appendere alcune stampe con questi soggetti esotici, come piante tropicali e fauna selvatica: leopardi, zebre, tigri… Devi solo scegliere i soggetti che più ti piacciono. Io adoro il Poster Leopardo tropicale ed esotico: l’eleganza del leopardo con il suo sguardo fiero e penetrante e le foglie colorate mi riportano a mondi lontani che non vedo l’ora di visitare. Abbina arredo in legno e tappeti in fibre naturali dai colori neutri: quando si sceglie lo stile animalier è importante non esagerare con le fantasie….

Stampe animalier – Leroy Merlin

Animalier sui cuscini

Se ti piacciono le stampe animalier puoi usarle anche nei tessuti, come tendaggi, coperte o cuscini. Immagina un bel divano tinta unita su cui adagiare cuscini di varie dimensioni, alcuni tinta unita e alcuni dalle stampe che ricordano il manto degli animali o, perché no, con soggetti esotici come zebre ed elefanti. Se hai un bel terrazzo potresti creare un angolo relax con divani, poltrone e tavolino basso con struttura in legno: le tue serate estive a casa avranno un sapore di vacanza e l’atmosfera dei viaggi accompagnerà i momenti di relax con gli amici…

Tessuti animalier – Leroy Merlin

Animalier reinterpretato

Quando decidiamo di usare lo stile animalier per la nostra casa, possiamo scegliere le tradizionali stampe leopardato, tigrato, zebrato nei colori a cui siamo abituati come marroni, beige, bianco e nero. In alternativa, possiamo osare ed utilizzare il pattern animalier ma reinterpretare il colore. La fotomurale Zebra pattern turchese, ad esempio, di ispira a questo principio: si ispira al manto della zebra ma reinterpreta il colore, per un risultato di grande impatto scenico e sicuramente originale. Questa finitura si abbina bene ad una casa moderna e raffinata…

Animalier reinterpretato – Leroy Merlin

Hai trovato qualche ispirazione per decorare la tua casa con stampe animalier? Se ti piace la carta da parati e la vegetazione, dai un’occhiata anche all’articolo sulla carta da parati botanical per la camera da letto. Fammi sapere come hai scelto di rinnovare la tua casa!

Elisa_Pivetti
Home Stylist
20/06/22-08:40 (modificato)

Non sai come riempire una parete vuota in camera da letto e tutto quel "bianco" t'infastidisce? Ti capisco! Anch’io non amo le pareti troppo spoglie, rendono l’ambiente asettico e impersonale… Vediamo qualche idea da cui prendere ispirazione per arredare una parete vuota…

Idea per come arredare una parete – Leroy Merlin

Decorare con gli specchi

Gli specchi non sono solo un innegabile elemento funzionale per controllare il nostro aspetto… Possiamo creare delle vere e proprie composizioni ed utilizzarli per arredare le pareti vuote della nostra casa… Dietro la testata del letto, per esempio, puoi giocare con specchi di varie forme e finiture creando una composizione d’effetto. In alternativa, se nella tua camera hai anche lo spazio per una piccola zona trucco, appendi diversi specchi: potrai creare un angolo del tutto personale ed affascinante! Studiamo la disposizione degli specchi creando anche accattivanti giochi di riflessione: il risultato scenografico è assicurato! Per qualche ispirazione in più dai un’occhiata anche alle composizioni di specchi per arredare una parete vuota.

Idea arredo con gli specchi – Leroy Merlin

Arredare con le cornici

Ecco un’idea semplice ed economica per arredare una parete vuota della camera da letto: decorare con le cornici vuote. Questa è una soluzione originale e perfetta per arredare una parete della camera da letto o del soggiorno senza spendere una fortuna; ad esempio, se sei in affitto o non vuoi investire troppi soldi nella decorazione della tua casa, puoi prendere spunto da questa idea… Scegli cornici di varie dimensioni e forma, e ipotizza una disposizione secondo lo schema che più ti piace, non necessariamente simmetrico. Ti consiglio di dipingere parete e cornici dello stesso colore, preferibilmente intenso e deciso, come un blu o un verde bosco: l’effetto sarà di grande impatto.

Arredare con cornici vuote – abeautyfulmess

Carta da parati per una parete vuota

Una parete vuota si può arredare anche con il colore! Ad esempio, puoi tinteggiare le pareti della tua camera con un colore rilassante come il verde salvia oppure decorarle con una bella carta da parati, come la carta da parati Trendwall Potpourri biancosalvia. Se hai un letto senza testata, un’idea originale potrebbe essere quella di disegnare la testiera di qualsiasi forma e poi realizzarla con la carta da parati. Come sfondo scegli un colore che richiami la carta da parati ed avrai creato semplicemente un decoro particolare per impreziosire una parete bianca e vuota della tua camera da letto!

Decorare con la carta da parati – Leroy Merlin

Passione boiserie

Se ami lo stile elegante per la tua camera da letto, puoi utilizzare una boiserie per decorare le pareti in maniera semplice e sofisticata. Per un effetto glam di grande impatto, scegli colori a contrasto, come il blu notte e il rosa antico e decora le pareti con un effetto boiserie: se non vuoi ricorrere al legno, puoi realizzarlo semplicemente utilizzando cornici in polistirene, come la cornice Melissa, creando riquadri che renderanno affascinanti le anonime pareti della tua camera.

Effetto boiserie – Leroy Merlin

Dai un’occhiata anche alle idee per decorare una parete bianca e fammi sapere come hai deciso di personalizzare le pareti della tua camera da letto!

MaraLocatelli
Community Expert
16/06/22-13:17

Il momento del gioco è creatività pura e gioia per i bambini. Per una famiglia, invece, l’organizzazione dei giochi in cameretta è una delle sfide più impegnative nella gestione della casa. Il gusto di giocare in libertà è un’esperienza che si vive solo da bambini e che va incoraggiata perché stimola le capacità cognitive del bambino. Attraverso il gioco libero e creativo i bambini esplorano la realtà al di fuori di sé, si fanno domande, creano relazioni, collegamenti e si allenano a pensare. Questo, però, non significa arrendersi all’idea di non avere mai una cameretta in ordine. Tutt’altro! Vediamo, prendendo spunto dai consigli del metodo Marie Kondo, come organizzare la cameretta per tenerla in ordine senza difficoltà.

Il trucco per organizzare i giochi in cameretta è avere tanti contenitori- Ispirazione Leroy Merlin

Come organizzare la cameretta senza fatica

Secondo il metodo Marie Kondo, per capire come organizzare la cameretta devi seguire uno schema. Vestiti, libri e giornali, giocattoli e ricordi sono gli elementi che devi passare in rassegna, periodicamente, per valutare che cosa tenere e cosa eliminare. In pratica, una categoria alla volta, devi tirare fuori tutti i vestiti riposti dentro armadi, cassettiere e cestini, e passarli in rassegna uno dopo l’altro. I bambini crescono in fretta e non ha senso occupare spazio con indumenti piccoli.
Puoi donare o vendere tutto quello che è ancora in buon stato, e il resto puoi riciclarlo. Ci sono negozi di abbigliamento dove puoi consegnare capi usati di ogni marca e in qualsiasi stato, e ricevere un buono sconto sugli acquisti. Una volta eliminati gli indumenti che non servono più, si passa all’organizzazione dei giochi in cameretta. Dovrai ripetere la stessa operazione per renderti conto se devi aggiungere altre ceste, scatole, contenitori
oppure se conviene comporre nuovi scaffali per riordinare senza fatica libri e giocattoli e fare spazio per i nuovi.

Come organizzare la cameretta con il metodo Marie Kondo-Ispirazione Leroy Merlin

Si impara fin da piccoli come tenere in ordine la camera

Potresti proseguire la seconda tappa da sola, perché sai che è più rapido e semplice fare pulizia quando i tuoi figli sono a scuola. Però, per Marie Kondo è meglio coinvolgere i bambini per insegnare loro come tenere in ordine la camera e dare un modello che potranno mettere in pratica nella loro camera da adolescenti e nella vita da adulti.
Mentre riordini, coinvolgi i tuoi figli: spiega cosa stai facendo, aiutali a prendere una decisione su quello che vogliono tenere e quello che possono regalare ad altri bambini oppure riciclare. L’importante è dedicarsi a questa attività con calma, pazienza e con il sorriso, così che i bambini associno il momento di mettere la cameretta in ordine a un’attività quotidiana piacevole.
Non è mai troppo presto per dare loro l’esempio. Puoi cominciare fin da quando iniziano a camminare a incoraggiarli a mettere via i giocattoli a fine giornata o quando hanno terminato di usarli. Siccome i giocattoli sembrano sempre moltiplicarsi e finire ovunque per la casa, stabilisci le zone dove si possono portare. In quelle stanze dovrai aggiungere dei cesti, una panca contenitore
oppure altri mobiletti alla loro portata, dove loro possano metterli quando ti aiutano a riporli a fine divertimento.

Coinvolgi i bambini nell'organizzazione dei giochi in cameretta

Tanti contenitori per una cameretta in ordine

Uno dei punti centrali del Metodo Mari Kondo per effettuare un’utile organizzazione dei giochi nella cameretta, sta nel riunire in un unico posto tutto quanto: costruzioni, peluche, macchine, bambole e così via. Quindi, uno alla volta, si passano in rassegna i singoli pezzi e insieme ai bambini si decide che cosa conservare e come organizzare la cameretta.
Con i libri la scelta è facile, perché sono già suddivisi a fasce d’età, ma può comunque entrare in gioco il fattore sentimentale: dovrai valutare tu di volta in volta se è motivato. Alcuni libri, magari ricevuti in regalo dai nonni, sono effettivamente bei ricordi da conservare, altri possono fare felici tanti bambini senza abbattere nuovi alberi. Per queste operazioni è necessario prima svuotare mobili e ceste così da rendersi subito conto dello spazio effettivo a tua disposizione. e capire subito se biosgna buttare altro o se basta aggiungere nuove mensole e colorate scatole contenitore che facilitano a tutti le operazioni di riordino della cameretta.

Insegna ai più piccoli dove riporre giochi in base al colore dei cassetti: si divertiranno -Idea Leroy Merlin

Una volta che hai capito come organizzare la cameretta, sarà più facile anche per loro tenere in ordine. Quando poi capitano quei giorni in cui ti sembra che non ci sia battaglia persa in partenza come tenere in ordine la camera, con una stanza ben organizzata ci metti davvero pochi minuti a sistemare tutto. E senza perdere la pazienza.

MaraLocatelli
Community Expert
16/06/22-08:46

Anche quando sembra che non ci sia lo spazio, la cameretta con la cabina armadio è sempre un'opzione fattibile che conviene sotto tutti i punti di vista. Si può sfruttare il concetto di letto con cabina armadio sotto, oppure ci sono tante idee colorate e divertenti per le camerette con cabina armadio angolare. L’importante, in qualsiasi dei casi, è curare con attenzione l’allestimento esterno per progettare un armadio che cresce insieme ai nostri figli. Basta strutturare componenti che si possono riposizionare e riorganizzare per ospitare abbigliamento e accessori che col tempo hanno esigenze diverse. Organizer e cassettiere estraibili, bastoni appendiabiti e poi mensole e scarpiere sono elementi che con gli anni si possono aggiungere e sostituire, così da avere camerette con cabine armadio al passo con i figli che crescono.

Con i sistemi componibili a cubi personalizzi il letto soppalco con cabina armadio sotto- Archzine

Il letto con cabina armadio sotto: con o senza spazio al centro?

Il letto soppalco con armadio sotto ti permette di risparmiare spazio che, soprattutto nella cameretta dei figli, è sempre una risorsa preziosa per aggiungere la scrivania e per spazio al gioco. Quando progetti il letto con cabina armadio sotto puoi riempire tutto il volume con un incastro di cassetti e appendiabiti, magari estraibili grazie alle rotelle oppure puoi fare il contrario. A me piace questa seconda soluzione di disporre i vani contenitori lungo il perimetro, puntando sull’effetto giocoso di composizioni colorate con tanti cassetti e scaffali. Per realizzare la bella idea della cameretta con cabina armadio sotto con tanto spazio anche per la zona studio e la zona gioco, si possono utilizzare gli elementi compositivi della serie Spaceo da abbinare agli elementi contenitivi colorati Kub. Così è facile realizzare un arredamento dinamico, che offre spazio anche per lo studio e il gioco. In entrambi i casi, un altro vantaggio è l’estrema facilità con cui si può modificare l’aspetto e la disposizione sotto il letto a soppalco con la cabina armadio che può mutare in base all’età dei figli.

Un soppalco per due letti con cabina armadio sotto offre spazio per gioco e studio- Viviamarras

Cameretta con cabina armadio per gli under 6

Il letto con cabina armadio sotto il soppalco piace agli adulti che desiderano ottimizzare la sistemazione di una piccola camera con il soffitto alto. Ed è perfetto per i bambini che adorano avere un nido in alto, a patto che i piccoli abbiano almeno 5 anni e siano in grado di salire e scendere senza difficoltà. Altrimenti è meglio sfruttare lo spazio diversamente. La cameretta con la cabina armadio dietro il letto o le camerette con cabina armadio angolare chiuse da ante a soffietto o da tende colorate, sono una soluzione comoda per i più piccini, perché in poco spazio si può davvero sistemare tutto. Per strutturare la cabina armadio angolare ci sono tante possibilità. Io però ti consiglio di pensare in piccolo quando studi il suo sviluppo. Piccoli cassetti, scomparti e contenitori per la conservazione permettono ai bambini di trovare senza difficoltà quello che cercano e senza mettere tutto in disordine. Scegli cassettiere poco profonde, usa cestini e scatole e metti scarpe e ciabattine in scaffali aperti in bella vista, dove sono facili da afferrare e riporre. Vedrai che in questo modo potrai realizzare una cameretta con cabina armadio nell’angolo adatta ai bambini.

Idee per la cameretta con cabina armadio angolare o dietro al letto- Roommagic e Archizine

Colore e comfort per le camerette con cabina armadio angolare

Soprattutto quando i bambini condividono la stanza e lo stesso armadio le camerette con cabina armadio angolare sono un’ottima soluzione. In una cabina armadio è più facile personalizzare l’allestimento interno con zone e contenitori separati, così da evitare litigi e confusione. Si può puntare una separazione simmetrica e offrire a ciascuno un settore personalizzato, aggiungendo stickers adesivi e etichette che mostrano senza ombra di dubbio la proprietà di ogni cassetto. Un'altra bella idea che si può sfruttare anche qui e non solo dove c’è il letto soppalco con cabina armadio sotto è arredare la cabina armadio ad angolo con una panca contenitore con cuscini colorati. Serve per aiutare la mamma a vestire i piccoli con più comodità, è pratica perché loro possono riporre le scarper autonomamente e piace ai bambini perché ha l’aspetto di un rifugio, sicuramente più comodo della cameretta con la cabina armadio sotto il letto.

Le camerette con cabina armadio colorate e ben strutturate - Bhg

Come ti dicevo, realizzare una cameretta con cabina armadio è sempre vantaggioso. Perché sfrutti tutta l'altezza della stanza, moduli l'allestimento come meglio credi e lo modifichi con gli anni in base alle necessità e all'età dei figli, senza bisogno di comprare un armadio dopo l'altro. Se ti servono consigli, scrivici.