Community

/ Magazine della casa

Magazine della casa

Vivi la tua passione per la casa e il giardino, scopri le ultime tendenze di stile e trova nuovi spunti per i tuoi progetti con gli articoli della nostra redazione.
Tutti gli articoli
I miei articoli
Creare un articolo
Tutto Bagno e arredo bagnoGiardino e TerrazzoDecorazione e IlluminazionePavimenti e rivestimentiVerniciCucinaOrdine e sistemazioneFalegnameria ed EdiliziaUtensileria e FerramentaFinestre, porte e scaleElettricità, automazioni e Smart HomeClimatizzatori, stufe e idraulicaNataleEventi e iniziative community
Elisa_Pivetti
Home Stylist
11/02/22-09:42

Hai in programma la ristrutturazione del tuo bagno e stai cercando qualche idea interessante? Quali sono le tipologie e le finiture di moda per le piastrelle del bagno 2022? Ecco quali sono le tendenze da tenere d'occhio: scopri di più sul Magazine di Leroy Merlin e inizia ad immaginare la nuova immagine di una delle stanze più importanti della casa!
Ristrutturare il bagno – Leroy Merlin

Effetto marmo: intramontabile

Non ci abbandona nel 2022 la tendenza che ama pavimenti e rivestimenti in marmo o gres porcellanato effetto marmo per il nostro bagno. Se ami le linee pulite ed essenziali e l’eleganza del marmo, scegli un gres porcellanato effetto marmo di colore nero, come la piastrella in gres Emperador, ed abbinala ad una piastrella chiara tipo marmo statuario. Soprattutto per quanto riguarda questo tipo di finitura io adoro le piastrelle di grandi dimensioni che ci consentono di apprezzare le venature del materiale; inoltre, una parete con poche fughe è comoda e pratica da mantenere pulita
Bagno effetto marmo – Leroy Merlin

Bagno a colori

Il bagno è una stanza importantissima della casa e va progettato al meglio sfruttando lo spazio a disposizione che a volte purtroppo non è molto… Anche la scelta dei colori è importante e, anche se il nostro bagno è piccolo o dalla forma irregolare, possiamo renderlo glam e accattivante. Un esempio? Abbiniamo il blu di piastrelle medio-piccole dai colori del mare profondo, come la piastrella per rivestimento Glamour Bondi, al color porpora, caldo ed avvolgente. Il risultato sarà un bagno di gran fascino e personalità. Il 2022 vedrà i colori, anche accesi, come protagonisti delle piastrelle dei nostri bagni: è il momento di osare!
Bagno e colori – Leroy Merlin

Il mosaico

Tra le tendenze del 2022 troviamo anche il** mosaico**: piccoli tasselli quadrati o di altre forme geometriche, come il Mosaico Extra Green Mat, sono adatti per impreziosire alcune porzioni del nostro bagno. In funzione dei tuoi gusti e del risultato che vuoi ottenere, scegli mosaici dalle tonalità neutre o colorate. Puoi creare disegni personalizzati e impreziosire la zona doccia o dei sanitari, ad esempio. Se scegli il mosaico per le pareti del tuo bagno, potresti creare un interessante contrasto utilizzando piastrelle di grandi dimensioni per il pavimento.
Ispirazione mosaico – Leroy Merlin

Mix and match

Una delle tendenze del 2022 sarà quella di scegliere rivestimenti e piastrelle di stili e forme diverse per creare giochi di colore e di forme particolari. Per esempio, abbiniamo un rivestimento sobrio ed elegante come il marmo chiaro con un pannello decorativo colorato e dai decori geometrici come il pannello decorativo Deco Wall Art Decò: l’accostamento moderno e di tendenza renderà giovane e frizzante il tuo bagno! Per rinnovare il tuo bagno senza realizzare un intervento troppo invasivo, potresti ispirarti a questa soluzione per intervenire anche solo in una zona, ad esempio l’area lavandino o sanitari.
Mix di stili – Leroy Merlin

Abbiamo visto qualche tendenza per le piastrelle del bagno che ci accompagnerà in questo 2022. Se stai pensando di ristrutturare casa, non perdere i consigli sulle idee e ispirazioni per la casa. Inizia a progettare e non dimenticare di caricare la foto del risultato!

Elisa_Pivetti
Home Stylist
11/02/22-09:08 (modificato il 29/04/24-21:41)

L'armocromia si occupa di individuare i colori che meglio si abbinano ad ogni persona, in base alla combinazione di pelle, occhi e capelli. Un principio applicabile anche alla casa, partendo dalle sue caratteristiche è possibile definire la palette che risalta meglio le particolarità di tutta l’abitazione, oppure, diverse palette adatte ad ogni ambiente. Come abbinare i colori in casa seguendo i principi dell'armocromia? Accostare i colori giusti è fondamentale per arredare in maniera armonica la tua casa! Scopri tutti i dettagli per una palette perfetta sul Magazine di Leroy Merlin.

Abbinamenti di colori – Leroy Merlin

Armocromia: di cosa si tratta?

L’Armocromia è una disciplina che studia i colori e, sulla base di capelli, occhi e incarnato, definisce quali tonalità ci esaltano e ci stanno meglio. Sulla base di queste combinazioni l’armocromia identifica una tabella di tonalità che sono adatte a una tipologia personale. Questi principi possono essere trasferiti anche nella progettazione cromatica, nella scelta delle pitture e nell’arredamento della tua casa per esaltare gli spazi al meglio e creare ambienti confortevoli ed armoniosi. Le palette vengono definite secondo quattro stagioni:

  • Primavera: colori chiari caldi e luminosi
  • Estate: colori chiari e freddi
  • Autunno: colori scuri caldi e morbidi
  • Inverno: colori scuri brillanti e freddi

    Armocromia e colori – Leroy Merlin

Armocromia e i colori della Primavera

In primavera la natura si risveglia e anche i colori dei mobili sono vivaci e luminosi. Verde brillante, giallo sole, ma anche cammello e terracotta. I colori caldi chiari dominano questa tipologia: perfette anche le tonalità di rosso e arancione che ricordano il tramonto. Qualche idea? Tinteggia una parete del soggiorno oppure rivestila con la Carta da parati Inspire Cemento color corallo e appendi qualche quadro dai colori caldi come il verde o il giallo, perfetta la Decorazione da parete su metallo Libeccio.
Scegli un divano chiaro e rendilo più vivace con dei cuscini colorati che seguano la palette scelta: il risultato sarà affascinante ed avvolgente!

Armocromia e la primavera – Leroy Merlin

L'arredo per l'estate

La percezione degli spazi viene influenzata dalla scelta cromatica: in generale i colori scuri assorbono la luce e tendono a restringere alla vista le stanze. Al contrario il bianco e le tinte chiare riflettono la luce dando una percezione di spazi più ampi di quanto non siano nella realtà.
La palette estiva si basa in genere su colori freddi e sfumature tenui, setose o pastello. Bianco, grigio e tortora sono colori perfetti da usare come dominanti a cui abbinare tonalità delicate come il cipria, il lavanda, l'azzurro polvere, il senape, il verde acqua. Ispirati a queste sfumature anche nei dettagli e completa il tuo arredo con un lampadario originale come il Lampadario scandinavo Giada rosa chiaro, da abbinare a delle tende filtranti INSPIRE Gita grigio e ad un vaso per piante e fiori in vetro
L’estate e i suoi colori – Leroy Merlin

I colori dell’autunno e l’Armocromia

Anche l’umore e le nostre emozioni possono essere influenzati dalla scelta dei colori degli ambienti: anche per questo è molto importante studiare cromie e tonalità, valutando sottotoni (caldo o freddo), valore cromatico (chiaro o scuro) e intensità.
In autunno dominano i colori caldi e scuri dei boschi come l’ocra, giallo, oro, rame, verde oliva e rosso; tonalità morbide aiutano a creare ambienti profondi e rassicuranti. Puntiamo l’attenzione su una parete e rivestiamo con una carta da parati dai colori caldi e morbidi, come la Carta da parati Jungle Foglie Tropicali verde oliva, che ricorda la natura. Abbinando dettagli color oro o rame, come il Lampadario Design Kasteli rame, otterrai un effetto autunno perfetto!
La palette dell’autunno – Leroy Merlin

I colori dell'inverno

Toni scuri e brillanti sono i colori dell’inverno: nero, viola, rosso scuro e blu in tutte le sue sfumature, da abbinare al bianco acceso e, perché no, a colori fluo. I colori sono forti e intensi con tonalità profonde.
Trovo che il blu sia molto adatto a creare un’ambiente che si ispira all’inverno: pareti e divano blu scuro ravvivati da un mix di cuscini colorati, con la Fodera per cuscino per interni Velluto viola, e blu, come il Cuscino INSPIRE Tony blu, e il tuo soggiorno si vestirà dei colori della palette invernaleI colori dell’inverno – Leroy Merlin

L’armocromia ci aiuta a non cadere in errore quando scegliamo gli accostamenti di colore per la nostra casa e ad evitare di rendere il nostro nido troppo monotono. Se hai bisogno di altri suggerimenti scopri le 5 combinazioni che non stancano e non perdere l’articolo su come scegliere i colori delle pareti della casa e inizia a progettare!

Claudia M
Redattrice
09/02/22-14:16 (modificato)

Per molti, le piante d’appartamento hanno rappresentato la via di fuga tanto agognata. Sono state le compagne perfette per sfuggire allo stress e ritrovare benessere ed equilibrio psicofisico. Anche adesso che viviamo in una condizione di semilibertà, le piante da appartamento sono diventate irrinunciabili.
Scopriamo insieme quali piante da appartamento scegliere e quali accorgimenti puoi adottare per vederle crescere rigogliose.


Piante da appartamento perfette in soggiorno

Piante verdi da appartamento

Banano: sì alla coltivazione in vaso

Il fascino esotico che una pianta tropicale può donare alla tua casa è imbattibile. Con le sue lunghe foglie che dolcemente si srotolano, il Banano è una delle piante verdi da appartamento più suggestive in assoluto. Occhio, però, alle dimensioni: questa pianta può raggiungere anche i 5 metri. Se vuoi tenerla in casa, assicurati di scegliere la variante giusta. Non dimenticare, poi, di proteggerla dalle correnti fredde e di posizionarla a diretto contatto con il sole.

Areca, la palma originaria delle Filippine e della Malesia

Foglie sottili e colore brillante sono le caratteristiche di questa piccola palma che può raggiungere i 2 metri di altezza. L’Areca è una tra le piante da appartamento più apprezzate e più indicate per chi desidera infondere ai propri ambienti domestici un’atmosfera tropicale. Attenzione, però: è una pianta velenosa per gli animali domestici, specialmente per i gatti. Prenditene cura tenendola lontana dalle correnti gelide e arieggiando spesso la stanza.


Piante da appartamento che vogliono la luce

Ficus Lyrata: un albero da indoor

Ecco una delle piante da interni ideali da posizionare in bagno. Il Ficus Lyrata è un vero e proprio albero che, se interrato all’interno di un vaso abbastanza grande, può crescere fino a più di 2 metri di altezza. Assorbe l’umidità e non richiede cure particolari: di tanto in tanto, ricordati di nebulizzarla, specialmente se la posizioni in ambienti poco umidi.

Sansevieria, anche detta “Lingua della suocera”

È tra le piante da appartamento perfette per te, se il tempo che hai a disposizione per prendertene cura è assai ridotto. La Sansieveria, infatti, oltre ad essere bella da vedere grazie alle sue forme sinuose e inconfondibili, è estremamente facile da curare. Il nostro consiglio è prestare attenzione al posto in cui la riporrai: è una pianta che può crescere fino a raggiungere oltre 1 metro di altezza!

La lingua di suocera è una bella pianta verde da interno o esterno

Calathea: la “pianta pavone”

Se sei alla ricerca di nuove piante da appartamento, lasciati incantare dalla bellezza ipnotica della Calathea. La particolarità di questa pianta risiede nelle sue foglie: vellutate, decorative e dai colori vivaci. Ne esistono di differenti tipologie e il consiglio è optare per le varianti più piccole, così da poterle posizionare anche all’interno di spazi modesti. La Calathea, inoltre, rappresenta l’alleata perfetta contro le impurità dell’aria ed è estremamente facile da curare.

Piante grasse da appartamento

Cactus di Natale: il re delle piante grasse da interni

Il nome è dovuto alla sua fioritura, che raggiunge i livelli massimi di prosperità proprio nel mese di dicembre. Le foglie del Cactus di Natale sono lisce e senza spine e i fiori che spuntano dai suoi fusti sono coloratissimi e di forma stravagante. Può vivere anche per molti anni, se impari a prendertene cura nel modo giusto: tienila lontana dal freddo e dal contatto diretto con il sole (è la soluzione che fa per te, se cerchi piante da interno con poca luce!).

Piante grasse da appartamento

Aloe, la pianta dai mille benefici

La fama di questa pianta è legata alle sue infinite proprietà benefiche, ma non solo. L’Aloe, infatti, è anche l’alleata migliore contro l’umidità in casa. Hai la possibilità di posizionarla dove lo ritieni più opportuno, purché si tratti di un luogo luminoso. Il consiglio è quello di optare per un ambiente umido come il bagno. Non dimenticare, poi, di evitare il contatto diretto con il sole per non rovinare le sue foglie.

Echeveria: la pianta con la “rosetta” di foglie

È una delle piante da appartamento che possiede la forma più stravagante. Quando cresce, l’Echeveria regala uno spettacolo unico: i fiori colorati si combinano tra loro e le foglie si intrecciano formando delle rosette. Puoi prendertene cura posizionandola a contatto diretto con il sole, ricordandoti di tenerla lontana dalle correnti gelide.

Vasetti di piante grasse da interno

Frailea, l’ornamento perfetto

Se stai cercando una pianta da interni che possa farti compagnia, ma anche fungere come ornamento e decoro della tua casa, la Frailea è ciò che fa per te. Questa pianta di piccole dimensioni, infatti, produce fiori di colore giallo dal colore sgargiante. Attenzione: posizionala al sole e, durante le stagioni più calde, spostala in penombra.

Euphorbia: la pianta “trasformista”

Osservando questa pianta, penseresti di trovarti di fronte ad un cactus. In realtà, l’Euphorbia ne ha solo le sembianze. È la soluzione ideale per quanti di voi desiderano assistere ad un vero e proprio spettacolo domestico: questa pianta, infatti, depura l’aria e contribuisce al rendere gli ambienti più confortevoli. Alcuni consigli: piantala in un terriccio di torba e annaffiala di tanto in tanto.

Abbiamo passato in rassegna le piante da appartamento più diffuse e abbiamo cercato di fornirti alcuni suggerimenti utili per prendertene cura nel modo corretto. Le possibilità di scelta sono infinite e - come saprai - molto dipende dalla stagionalità e dal tuo gusto personale. Raccontaci quali sono le tue piante da interni preferite e condividi con la nostra Community qualche scatto, così che chi ci legge possa trarre ispirazione.

AnnaZorloni
Agronoma
08/02/22-09:53 (modificato)

Se hai un giardino spazioso e vorresti avere una pianta rustica e facile da coltivare, che possa regalarti una colorata fioritura e deliziosi frutti, perché non scegli un corniolo? Il corniolo è una pianta molto generosa, che apprezzerai sia dal punto di vista ornamentale che per i suoi frutti, e che ben si adatterà alla coltivazione nel tuo giardino: scopri le caratteristiche di questa pianta inusuale e i consigli per la sua coltivazione.
I frutti del corniolo sembrano delle ciliegie rosse un po’ allungate - foto Pixabay

Dove posso coltivare il corniolo?

Il corniolo, Cornus mas, è un piccolo albero (o grande arbusto) appartenente alla famiglia delle Cornaceae la cui coltivazione è poco diffusa ma te la consiglio poiché è molto resistente, anche al freddo: sopporta temperature ben al di sotto dello zero. Se vuoi coltivarne uno nel tuo giardino, considera che può raggiungere, al massimo, 5m di altezza, e occupare uno spazio altrettanto ampio: dovrai, dunque, dedicare lo spazio sufficiente a questa pianta, luminoso, piuttosto in semiombra, protetto dal vento. Considera, comunque, che il corniolo cresce molto lentamente ed è molto longevo, può vivere per oltre un secolo; se metti a dimora una giovane pianta, quindi, sappi che ne raccoglieranno i frutti i tuoi figli e anche i tuoi nipoti!
Il corniolo si trova frequentemente allo stato spontaneo nei boschi dell’Appennino – foto Pixabay

Come curare il corniolo?

Il corniolo è una pianta davvero facile da coltivare, e richiede pochissime cure! Gradisce un terreno ben drenante, a medio impasto, anche leggermente sabbioso. Se non sai bene come fare per mettere in terra la pianta, leggi “Come mettere a dimora un albero da frutto”. Una volta messo a dimora nella posizione giusta del tuo giardino, il corniolo avrà bisogno di poche attenzioni e qualche irrigazione solo nei periodi più caldi e siccitosi dell’anno, soprattutto nelle prime fasi di sviluppo. Fai in modo che il terreno su cui cresce sia fertile, incorporando un po’ di concime organico (letame o stallatico), ogni anno in autunno e in primavera. Avrai una pianta più forte e rigogliosa, resistente e sana.
I fiori del corniolo, gialli, compaiono a fine inverno, sui rami ancora nudi della pianta – foto The Original Garden

Caratteristiche del corniolo

Il corniolo è una specie a foglia caduca, che durante la stagione invernale si spoglia, riducendosi ad uno scheletro di rami rossastri. Le sue foglie ricompariranno a primavera: sono di forma ovale con i margini lineari, di colore verde chiaro; la lamina presenta nervature evidenti e una lieve peluria.
Ancor prima di emettere le foglie, tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera, la pianta esplode in una ricca fioritura: i suoi piccoli fiori gialli sono riuniti in infiorescenze a ombrella molto compatte e brevi.
Dai fiori si svilupperanno i frutti, che sono delle piccole drupe ovali, lucide e lisce: maturano sul finire dell’estate, assumendo un bel colore rosso vivo, più o meno scuro, in alcune varietà anche giallo. E’ un frutto carnoso, che contiene un seme duro, proprio come un’oliva.
Un raccolto abbondante di bacche di corniolo, pronte per creare marmellate e succhi di frutta - foto Leroy Merlin

Con le bacche del corniolo puoi fare cose buone!

Le bacche del corniolo sono ricche di proprietà benefiche: hanno un alto contenuto in vitamine (sono ricche di vitamina C) ed elementi antiossidanti. Consumate come frutto fresco, anche quando sono belle mature, le bacche del corniolo hanno un sapore un po’ acidulo che non tutti apprezzano. Ti consiglio di utilizzarle in cucina per creare dolci marmellate e succhi di frutta, nonché per aromatizzare bevande o per produrre liquori e grappe. Esistono tantissime ricette da poter fare con i frutti del corniolo!
Hai mai provato la marmellata di corniolo? E’ ottima per accompagnare piatti di carne e formaggi: provala! – foto Leroy Merlin

A proposito, se hai una ricetta originale e vuoi condividerla con noi, scrivila qui sotto!

MaraLocatelli
Sostenitore 🏋️‍♀️
07/02/22-15:20 (modificato)

Quando si cercano idee per arredare casa, spesso ci si ispira alle case da sogno che compaiono nelle riviste di arredamento. Ma quali sono gli ideali della casa da sogno degli italiani? Curiosare tra i dati emersi nei recenti sondaggi ci aiuta a capire che cosa rende più preziosa una casa ai nostri occhi e quali particolari ce la fanno vivere come davvero confortevole e accogliente. Vediamo allora alcuni consigli per arredare la casa dove non vedi l’ora di rientrare ogni sera.
Scopri come arredare una casa da sogno e rispettare l'ambiente- Idea Leroy Merlin

Idee per arredare casa con gli open space

Uno dei desideri maggiormente condivisi dagli italiani è lo spazio aperto. Un giardino, un terrazzo o anche un balcone sono il sogno che si è trasformato in necessità durante il lockdown. A emergenza superata, il piacere di avere uno spazio aperto da arredare con un angolo barbecue e una zona relax dove riunirsi con gli amici è rimasto. Basta un pizzico di iniziativa e puoi scaldare l’atmosfera anche su un balconcino di città: con un ripiano dove sistemare barbecue da tavolo, un colorato set da giardino per la colazione, un tappeto erboso che riveste il pavimento e una ghirlanda di luci sopra la testa, il gioco è subito fatto.
Gli spazi aperti sono lo spunto anche di altre idee per arredare casa. La cucina, per esempio, nei sogni degli italiani è ormai open space. Una soluzione che ha il vantaggio di apparire più spaziosa e creare condivisione. Ricordati che cucina, soggiorno e l’esterno del balcone diventano un ambiente unico anche in fatto di scelte di stile. Tra i consigli per arredare casa in questi spazi, metti al primo posto la cromie a lo stile dell’arredo che deve essere il medesimo in tutto lo spazio giorno, interno e esterno.
Idee per arredare casa con un piccolo angolo outdoor chic- Ispirazione Leroy Merlin

Consigli per arredare una casa green e chic

Nella casa dei sogni degli italiani, c’è voglia di unire esterno e interno. Piacciono le piante da appartamento perché purificano l’aria, arredano e soddisfano il bisogno di contatto con la natura. Ecco perché tra le buone idee per arredare casa spicca la tendenza a decorare, qua e là, le pareti delle stanze con carta da parati a tema natura:la scelta spazia dalle fantasie floreali minimali ai moderni motivi jungle. Sono tutte opzioni decorative che si sposano con eleganza al grande ritorno del legno, una presenza indispensabile per avvolgere con il calore di un nido accogliente ogni stanza della casa. Dal parquet di legno adatto al soggiorno e alle camere da letto, al gres porcellanato effetto legno che ne ripropone le venature alla perfezione, il pavimento di assi in versione rustica o moderna impreziosisce subito l’interno di una casa.
Colori, stili e consigli per arredare una casa moderna e accogliente -Idea Leroy Merlin

Come arredare casa con soluzioni sostenibili

Nella casa dei sogni degli italiani, oggi il bisogno di naturalità è molto presente. E va di pari passo con la crescente attenzione per l’ambiente, per una filosofia di vita di più green che comprende l’installazione di elettrodomestici che consumano meno energia o che riducono le emissioni di gas, come le moderne caldaie a condensazione. Se vuoi consigli per arredare una casa dei sogni moderna e attenta all’ambiente, ti suggerisco di fare attenzione anche alle vernici che usi. I colori neutri per le pareti, così riposanti ed eleganti, possono essere green se scegli una pittura naturale ad acqua, ipoallergenica e inodore come Naturalia. Voglio anche ricordarti che tra le migliori idee da adottare per arredare casa ci sono le soluzioni tecnologiche offerte dalla domotica. I dispositivi domotici per il controllo intelligente del riscaldamento, così come i kit con assistenti vocali che permettono anche comandi a distanza di elettrodomestici e di luci, non solo semplificano la vita ma ti aiutano a ridurre i consumi che impattano su portafoglio e su ambiente.
Domotica e scelte green per arredare una casa da sogno- Idea Leroy Merlin

Nella casa dei sogni degli italiani c’è spazio anche per altri sogni più ambiziosi, come una stanza per gli hobby, per cinema e giochi, o un attrezzato ambiente wellness con palestra e spa. E tu che cosa desideri? Quali idee per arredare casa hai intenzione di adottare per rinnovare gli interni della tua abitazione? Se vuoi consigli e suggerimenti, scrivici.

MaraLocatelli
Sostenitore 🏋️‍♀️
07/02/22-12:30

Le piante grasse con fiori da esterno sono perfette per rendere speciale il tuo balcone, il terrazzo o il portico, e apportare un tocco green che non richiede impegno. Uno dei vantaggi di abbellire l’outdoor con le piante grasse da esterno, se resistenti al freddo meglio ancora, è che il verde prospera senza bisogno di particolari doti da pollice verde. Basta davvero poco per avere un angolo green sempre in ottime condizioni. Segui questi consigli e riuscirai a creare una composizione di piante grasse per ogni angolo del tuo esterno, adatta ai tuoi gusti e alle tue esigenze.
Come coltivarre le piante grasse da esterno con fiori o verdi-Jardineriaon

Piante grasse con fiori da esterno: a prova di pollice nero

Sai quali sono le piante grasse con fiori da esterno che sopravvivono anche quando vai in vacanza o ti dimentichi di innaffiare? Sono quelle che hanno le spine. Sì, perché è proprio per resistere al clima arido che queste varietà di piante hanno sostituito le foglie alle spine. E hanno sviluppato la capacità di accumulare le riserve di acqua necessarie per sopravvivere senza fatica ai periodi di siccità. La specie più famosa di piante grasse con fiore da esterno è il cactus. Dalle spine di tante varietà di cactus si allungano fiori che si allargano in petali colorati simili a margherite, a forma di stella o a calice. Il bello è che se alcune fioriscono solo a primavera, parecchie piante grasse regalano fioriture ripetute durante l’anno. L’importante è coltivare succulente e cactus con il terriccio adatto e all’esterno perché hanno bisogno dell’aria aperta. Una scenografica pianta grassa con fiori da giardino, che non teme l’aridità, è la Beschorneria. Dai suoi grandi cespugli di foglie lunghe e appuntite, in estate svettano gambi con fiori rosso corallo dall’aspetto esotico, che i colibrì adorano.
Pollice grigio? Scegli le piante grasse da esterno con i fiori che vivono con poca acqua

Le piante grasse resistenti al freddo per portico e balcone

Se vuoi goderti il verde del tuo balcone o del porticato anche in inverno, scegli le varietà di piante grasse da esterno resistenti al freddo.
L'importante è non lasciarle troppo esposte, ma sistemarle in angoli protetti da corrente, e offrire loro un terreno drenato molto bene. L'Agave è una pianta notevole, capace di allungarsi parecchio in altezza con le sue infiorescenze a spiga. Resiste benissimo anche sotto zero, ma se ci sono bambini la sconsiglio per via delle sue grosse spine.
Se vuoi una pianta grassa che resiste al freddo e che fiorisce spesso, ti suggerisco, il Delosperma. Questa è una succulenta che da maggio fino all'autunno inoltrato continua a regalare fioriture spettacolari di diversi colori che attirano le farfalle. La più diffusa fiori è la varietà con i grandi fiori viola, ma ce ne sono anche di rosa e di gialli simili a margherite. Adora il sole, ma non teme il freddo, infatti la chiamano Fiore di Ghiaccio, e nemmeno la siccità. Una vera pacchia per chi non ha grandi doti di pollice verde.
Con le piante grasse resistenti al freddo, come le Delosperma, ti godi l'esterno di casa anche in inverno - Idea Leroy Merlin

Piante grasse da esterno pendenti? Perfette se hai il gatto

Quando non hai spazio a terra o non vuoi ostruire il passaggio, puoi decorare decorare la parete con una cascata di piante. Puoi appendere i vasi di Crassula ai ganci fissati al soffitto o alla parete. Oppure puoi disporre le piante pendenti su altri supporti come mensole, grigliati e tralicci, o balaustre. Se poi ti piacciono quelle con le spine, le varietà a cascata sono perfette per tenerle lontano dalle zampine del gatto.
Tra la tante piante grasse da esterno pendenti, a me piace molto il Senecio rowleyanus, forse più nota come Rosario per via delle piccole foglie carnose che rivestono gli steli lunghi e che ricordano appunto un rosario. Queste deliziose perline verdi sono le riserve d’acqua che permettono alla pianta di sopravvivere in caso di siccità. Tienile sempre a corto d'acqua e ben drenate con l'argilla espansa sul fondo.
E che ne dici della Kalanchoe Manginii? A me piace perché, a differenza delle altre classiche varietà di piante grasse da esterno pendenti, questa da dicembre a marzo offre una vivace fioritura di campanule rosse o arancio che ricadono dai vasi sospesi.
Se ti piacciono i cactus, ti suggerisco l’Aporocactus, una varietà originale di succulenta da esterno con fusti pendenti lunghi un metro coperti di spine. Si chiama anche Coda di topo e, da primavera fino a estate inoltrata, regala vivacissime fioriture fucsia e rossa a forma di trombetta. Così come danno molta soddisfazione le Schlumbergera, con le cascate di fioriture intense e brillanti, diversificate nelle stagioni a seconda della varietà scelta.
Consigli per le piante grasse da esterno pendenti verdi o fiorite - Idea Leroy Merlin

Ti è venuta voglia di comprare tante nuove stupende piante grasse da esterno? Io ho cominciato con qualche piccolo vasetto e adesso ne colleziono tantissime. Se ti interessano altri approfondimenti e consigli sulle piante grasse in appartamento, leggi i suggerimenti della nostra esperta.

AnnaZorloni
Agronoma
05/02/22-09:15 (modificato il 11/06/24-08:51)

Qual è la pianta verde più amata e indistruttibile delle nostre case? Il Pothos, senza dubbio! Intramontabile e sempre di moda, sarà che è davvero così semplice coltivarla ed è proprio bella, con le sue foglioline a forma di cuore, lucide e verdi, anche variegate! E’ una pianta estremamente decorativa e versatile, che ben si presta a riempire gli angoli più disparati della tua casa. Conosci il Pothos? Sai come coltivarlo nella maniera corretta? Leggi come prenderti cura del tuo Pothos!
Decorativo e facile da coltivare: abbellisci la tua casa con un Pothos – foto ispirazione Leroy Merlin

Conosci il Pothos?

Siamo tutti abituati a chiamarlo, semplicemente, “Pothos”, in realtà, il suo vero nome, quello più corretto, è Scindapsus aureus, specie appartenente alla famiglia delle Araceae. E’ una specie perenne di tipo erbaceo, che sviluppa steli lunghi oltre 1m, di consistenza erbacea, che non sono in grado di reggersi in piedi da soli, ma tendono a ricadere verso il basso: puoi coltivarla facendola crescere aggrappata ad un supporto muschiato, ad assumere un portamento colonnare, oppure libera di ricadere verso il basso, a creare una cascata di foglie. Le foglie del Pothos hanno una tipica forma a cuore, con lamina lucida e margini lineari, di colore verde omogeneo o con evidenti variegature color giallo-crema (varietà ‘Golden Queen’) o bianche (varietà ‘Marble queen’, ‘Njoy’), o, ancora di colore giallo (varietà ‘Neon’), dipende dalla varietà. Lo sapevi che c’è anche un “Pothos argentato”? Si chiama Scindapsus pictus (varietà ‘Argyraeus’) e si contraddistingue proprio per la tinta delle sue foglie, verdi con marezzature grigio-argentee.
Scindapsus aureus, anche chiamato Pothos, piace per le sue foglie a forma di cuore - foto Pixabay

Dove coltivare il Pothos?

Il Pothos è la pianta perfetta per la tua casa! La temperatura interna di casa, che di solito oscilla tra i 18 e i 22°C è quella ottimale per lo sviluppo del Pothos. Questa pianta gradisce un’esposizione luminosa: mettila in una posizione dove non venga raggiunta dai raggi diretti del sole che filtrano attraverso i vetri delle finestre, e sappi che si accontenta anche di poca luce soffusa; in questo caso crescerà un pochino più debole e pallida, ma resisterà comunque bene. Fai sempre in modo che non si trovi troppo vicina ai termosifoni o ai condizionatori d’aria accesi: come tutte le piante, soffre le correnti d’aria! Il Pothos viene coltivato prevalentemente come pianta verde ricadente, entro panieri appesi o vasi sistemati su mensole o comunque in posizioni alte, dove possa far ricadere verso il basso la sua rigogliosa chioma. A proposito, leggi "6 piante per creare un floating garden", il Pothos è perfetto per queste installazioni verdi! In alternativa, potrai utilizzare un classico bastone muschiato, che servirà da sostegno sul quale legare gli steli della pianta man mano che crescono.
Il Pothos è la pianta perfetta se vuoi creare un “floating garden” in casa tua. Foto ispirazione di Leroy Merlin

Come coltivare il Pothos?

Coltiva il tuo Pothos in un terriccio sciolto, a medio impasto: scegli il terriccio specifico per piante verdi, che potrai acquistare in sacchi di diverso volume, anche piccoli, da 10 litri, quantitativo sufficiente per pochi vasi. Ogni due o tre anni è opportuno eseguire il rinvaso, sostituendo la terra ormai impoverita e consumata con terriccio nuovo. Ricordati di garantire il corretto drenaggio utilizzando materiale inerte, come le biglie di argilla espansa, da inserire sul fondo del vaso.
Ogni 2-3 anni esegui il rinvaso della tua piantina di Pothos – foto ispirazione Leroy Merlin

Come si cura il Pothos?

Ricordati di bagnare regolarmente la tua pianta ma anche di non esagerare con l’acqua: troppa acqua fa male! E’ l’errore che commettiamo più frequentemente: le bagnamo troppo per paura che muoiano di sete, e invece non facciamo altro che farle marcire, con le radici annegate nel terreno zuppo d’acqua. E allora vedremo comparire ingiallimenti fogliari, macchie brune e un progressivo indebolimento della pianta: la presenza di foglie gialle e macchie marroni è il sintomo principale di sofferenza della pianta. Ti consiglio di bagnarla solo quando, ficcando il dito nella terra, ti accorgerai che è asciutta! Se vuoi avere una pianta bella rigogliosa e verde, con tante belle foglie carnose e turgide, non dimenticarti di nutrirla regolarmente con un concime specifico per piante verdi: potrai diluirlo nell’innaffiatoio ogni 3 settimane circa, seguendo le dosi in etichetta. Oppure, ti consiglio il comodissimo integratore in gocce per piante verdi, comode fialette da inserire semplicemente nel terreno, per nutrire la tua piantina a lungo (fino a 4 settimane) senza doverci pensare! Leggi anche "come curare le piante verdi".
Se vuoi avere un Pothos sempre rigoglioso e bello, bagnalo quanto basta e concimalo! – foto ispirazione Leroy Merlin

Vuoi farti una nuova piantina di Pothos con poca fatica?

Se vuoi farti una piantina in casa, potrai farlo con poca fatica e in breve tempo! Procurati dei rametti di Pothos magari recidendoli dalla pianta di un’amica con una forbice da fiorista. Mettili a radicare in acqua, dentro un vasetto trasparente, proprio come nella foto qui sotto. Vedrai che in breve tempo emetteranno le radici. Potrai mantenerli così, in idrocoltura, per un po’ di tempo, ma avranno bisogno di essere nutriti: meglio trasferirli in terra, entro un vasetto… vedrai che successone!
Puoi coltivare il Pothos anche in idrocoltura, entro vasetti di vetro colorati! – foto ispirazione Leroy Merlin

Se hai ancora qualche dubbio sulla coltivazione di questa pianta, o vuoi avere altri consigli, iscriviti alla Community di Leroy Merlin e scrivi agli esperti di giardinaggio nella sezione 'parla con l'esperto', otterrai le risposte a tutti i tuoi dubbi!
Scrivi al Mastro Giardiniere sulla Community di Leroy Merlin [Scrivi al Mastro Giardiniere sulla Community di Leroy Merlin

MaraLocatelli
Sostenitore 🏋️‍♀️
04/02/22-18:20 (modificato)

Non è necessario ristrutturare l’arredamento per cambiare aspetto a una stanza. Se rinnovare la camera da letto è il tuo pensiero fisso, puoi divertirti a farlo senza sostenere spese folli. Con gli anni anche la camera invecchia, non è più in linea con la moda e nemmeno con i gusti personali. Invece di accontentarsi, si può rimodernare una camera da letto con piccoli aggiustamenti d’effetto. Il successo di un’elegante decorazione di interni è semplicemente una questione di dettagli ben combinati tra loro. Qui trovi le migliori idee per rinnovare la camera da letto col fai da te.
Il segreto per rimodernare la camera da letto è mixare colori di arredi, pareti e tessili- Idea Leroy Merlin

Rimodernare la camera da letto con un nuovo stile

Diciamolo, non c’è niente come un set di biancheria nuova da letto per portare una ventata di freschezza e rimodernare la camera da letto. Ma la felicità di lenzuola e copriletto diversi svanisce presto se non la accompagni a qualche altra modifica. Studia un progetto completo: scegli uno stile di tendenza che ti piace e acquista i tessuti per decorare la stanza. Crea la tua moodboard e riportala anche sui piccoli accessori, come per esempio le lampade da comodino super colorate, in stile pop. Con un paio di tende a tinte forti, qualche cuscino e accessori decorativi, dalle cornici agli specchi sul muro, puoi aggiungere accenti di colore che cambiano tutto. E se il tuo concetto di rinnovare la camera da letto col fai da te va oltre lo shopping, puoi riverniciare la stanza. Tra i colori per la casa di tendenza quest’anno, suggerisco il celeste cielo, il verde petrolio e il rosa romantico.
Rinnovare camera da letto con nuance rosa e più colore al soffitto-Idea Leroy Merlin

Idee low cost per rinnovare la camera da letto

Come dicevo, per rimodernare la camera da letto a volte basta cambiare colore. Se hai voglia di dedicare un weekend alle pareti di camera tua, potresti trovarti con una camera completamente trasformata senza grande sforzo. Nuova pittura, nuova carta da parati o magari entrambe le cose sono scelte dalla resa insuperabile per dare modernità alla stanza. Se il tuo budget è ridotto, fai così. A me piace l’idea di usare la carta da parati adesiva per rinnovare la testiera del letto: crea una macchia di colore e non te ne serve tanta. Dimensioni ridotte anche per la pittura: compera un piccolo barattolo di vernice colorata, sufficiente per ridipingere una sola parete, una porzione di muro o soltanto qualche sagoma geometrica. E che ne pensi di usare l’avanzo della carta da parati per creare un trompe l'oeil sopra il letto? Come vedi, le idee per rinnovare la camera da letto non sono necessariamente costose.
Rinnova la camera da letto col fai da te: trompe l'oeil o carta da parati?- Idea Leroy Merlin

Per rinnovare la camera da letto serve la giusta luce

Voglio ricordarti che l'illuminazione è fondamentale per l'atmosfera di una stanza, soprattutto in uno spazio dedicato al relax e al riposo. Se vuoi rimodernare la camera da letto, perché non provi a variare le luci? Mescola diverse tipologie di lampadari da accendere a seconda dei momenti: una lampada da comodino per quando leggi a letto, un lampadario di design come luce generale e una lampada da terra minimale o una applique glamour alla parete per avere più luce quando ti controlli allo specchio. E per quando vuoi aggiungere un pizzico di atmosfera, invece delle candele prevedi una catena di luci delicate. Cambiare lampade e lampadine è la decisione migliore per evidenziare le piccole novità in camera da letto : minimo sforzo per massimo risultato.
Idee per rinnovare la camera da letto con la luce e il colore-Ispirazione Leroy Merlin

Hai trovato l'ispirazione giusta per rimodernare la camera da letto? Sei hai qualche indecisione scrivici, ma ricorda che l'idea decorativa che funziona sempre è dipingere la parete della testiera. Può essere il tuo punto di partenza per rinnovare la stanza.